13 feb 2015

Spazi verdi, ecco come monitorarli


Come già ampiamente annunciato qualche settimana fa, è già partito il nuovo piano di manutenzione del verde ottenuto grazie agli incontri periodici promossi dal comitato “Cittadini per Palermo più verde e pulita” con l’assessore Raimondo. Addetti e responsabili appositamente destinati alla cura di questi spazi al posto di grandi squadre che finora hanno procurato soltanto abbandono e trascuratezza.

Piazza Campolo, piazza Amendola, piazza Sant’Oliva, piazza San Francesco di Paola, piazza Kalza, piazza Zappa, piazza Lolli, piazza Florio, piazza Valdesi e il giardino Rosario Di Salvo in via Nazario Sauro sono  le prime aree dove è già partito il modo più razionale di assicurare la manutenzione del verde.

Il comitato invita tutti i cittadini a vigilare su queste aree affinché gli impegni presi si traducano in bellezza o quanto meno in decoro. Eventuali segnalazioni corredate da foto, data e orario dovranno essere inviate all’indirizzo email cittadiniperpalermo@libero.it

Il comitato è già in possesso di un elenco coi responsabili delle aree e relativi recapiti, appositamente fornito dal settore Ville e Giardini del Comune di Palermo.

 


cittadini per palermo più verde e pulitafrancesco maria raimondogiardino ingleseparco uditorepiazza lollivilla malfitanovilla trabia

Articolo successivo

5 commenti per “Spazi verdi, ecco come monitorarli
  • friz 885
    13 feb 2015 alle 13:17

    …una buona cosa…
    Sarebbe bene aggiungere anche Piazza Indipendenza perchè spesso è sporchissima… Ma a proposito…qualche settimana fa ho visto che all’interno di Piazza Indipendenza non c’erano più i tombini… certo è assurdo che si freghino anche quelli… forse si dovrebbe trovare un modo per mettere tombini con la chiave… o magari sarebbe meglio saldarli… ma porcavacca che sto scrivendo? Ma dove siamo arrivati?

  • Athon 840
    13 feb 2015 alle 13:57

    Finalmente è partito. Sono contento. Complimenti ai “Cittadini per Palermo più verde e pulita”.

  • Benedetto Bruno 184
    13 feb 2015 alle 14:33

    Antony977 ti consiglierei di usare in futuro il termine aiuole che è più appropriato e non spazi verdi perché le persone non possono entrare dentro questi spazi verdi. Possono entrarci solo i cani. Per farci la pipì. E la cacca.

  • renard 228
    15 feb 2015 alle 11:03

    Il servizio è partito soltanto nominalmente. Le ville sono sporche come prima. La settimana scorsa sul GdS oltre ai nomi dei responsabili delle singole villette, riportava un’intervista all’assessore Raimondo che diceva che non hanno uomini e finché non transitano in RAP i lavoratori e GESIP non possono curare le villette. Piazza
    Amendola e piazza San Francesco di Paola non vedono u giardiniere sa mesi penso a giudicare dala trascuratezza, lasciando stare la sporcizia.

  • Benedetto Bruno 184
    15 feb 2015 alle 14:37

    Aaaaahhh bellissimo “il servizio è partito soltanto nominalmente”. Anzi Italianissimo come gli spaghetti e la pizza.


Lascia un Commento

Ultimi commenti