08 ago 2014

La Città Dei Ragazzi stretta nella morsa della burocrazia


30 Luglio 2014
Decido di portare i miei figli alla città dei ragazzi di viale Duca degli Abruzzi, zona Pallavicino, una villa comunale attrezzata da anni per, come dice il nome stesso, i ragazzi. Peccato che da anni, questa splendida area verde ai margini della riserva naturale di Monte Pellegrino, sia gestita (o sarebbe meglio di NON GESTITA) in maniera scandalosa, ma per una volta non è il degrado dell’area a far cadere le braccia.

 

6FRstm

Il custode che mi ha accolto per spiegarmi che non si poteva entrare oltre ad essere molto gentile mi ha fatto notare come all’interno la villa fosse in ottime condizioni di manutenzione, in effetti fuori dal cancello erano posteggiate più o meno 4 auto e 4 moto, tutte di custodi e manutentori PAGATI dal comune. “Quindi perché il SINDACO ORLANDO non da l’autorizzazione?” – chiedo – “Burocrazia, manca l’assicurazione e il sopralluogo che certifichi che non ci sono pericoli tipo rami che possono cadere in testa ai bambini” – mi rispondono.

iuEqJ6 (1)


burocraziaparchiville

4 commenti per “La Città Dei Ragazzi stretta nella morsa della burocrazia
  • Templare 453
    08 ago 2014 alle 8:30

    Ci sono credo 100 Gesip assegnati alla città dei ragazzi, un numero che subito mi è sembrato da film comico. O dell’orrore, vedete voi.

    Però manca tutto il resto per farla funzionare, serve solo come stipendificio. Film, comico o horror, già visto.

    Produzione Bla Bla Bla Corporation.

  • Mr.Head 242
    08 ago 2014 alle 11:58

    Siamo hai limiti!!!!
    Dopo il caso Villa Trabia anche La Città dei Ragazzi!!!!
    Adesso possiamo dire che questa città non fornisce, ai nostri figli, nessun mezzo appropriato per il divertimento e nessun luogo dove partecipare liberamente alla vita culturale e artistica!!!!
    Assurdo!!!!!

  • zavardino 226
    08 ago 2014 alle 16:55

    consentitemelo: Inchia fissarìe. In tutto il mondo ci sono giardini per i ragazzi aperti e in alcun caso la burocrazia li tiene chiusi. Poi i 100 gesip di cosa si occuperebbero visto che è chiuso? potevano impiegarne 1000 visto che c’erano…metterne una decina al ponte dell’ammiraglio o a san giovanni dei lebbrosi?
    Un’ultima domanda: è una chiusura di fatto o determinata dalla giunta comunale?


Lascia un Commento