28 gen 2014

Scatta da oggi l’aumento del biglietto Amat


Ne avevamo già dato annuncio lo scorso Novembre quando la Regione, attraverso l’apposito decreto pubblicato sulla G.U.R.S. stabiliva i nuovi aumenti per le tariffe delle autolinee extraurbane e suburbane (già aumentati)e il costo minimo di un biglietto di corsa semplice per le linee di servizio urbano (le aziende di trasporto municipali). Da oggi a Palermo il biglietto ordinario passerà a 1,40euro. Riportiamo il comunicato stampa del Comune di Palermo in merito il provvedimento e alcune nostre considerazioni.

Da domani il prezzo al pubblico del biglietto Amat subirà un aumento di 10 centesimi. Il costo, infatti, passerà da € 1.30 a € 1.40. In previsione di questa variazione, determinata dal Decreto Regionale dell’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità n.2432 del 7/10/2013, l’Azienda Amat ha elaborato e approvato una proposta per la razionalizzazione degli abbonamenti. Ciò consentirà una notevole riduzione dei costi e l’ampliamento dell’offerta ad alcune categorie specifiche. Tale piano è al vaglio dell’Amministrazione Comunale per la necessaria autorizzazione.

“L’aumento del costo del biglietto ordinario – ha dichiarato l’Assessore alla Mobilità Tullio Giuffrè – è nei fatti e nella sostanza un adeguamento tariffario, dovuto alle disposizioni normative in materia, emesse dalla Regione Siciliana a fine 2013.

L’Amministrazione ha dovuto prendere atto di tale orientamento, così come dell’ulteriore taglio al Fondo Trasporti regionale, operato con la Finanziaria appena approvata dalla Regione e sin dall’inizio di quest’anno, ha richiesto all’Amat di rivedere e aggiornare il sistema degli abbonamenti oggi vigente. La nuova proposta di abbonamenti ai servizi erogati dall’Amat – ha concluso l’Assessore Giuffrè – è stata inviata al Consiglio Comunale, insieme alla revisione del contratto di servizio dell’Azienda”.

A tal proposito, è prevista una riduzione di circa il 40% dei prezzi degli abbonamenti.

Caro Presidente Crocetta caro Assessore Bartolotta, rivoluzionare il trasporto pubblico in Sicilia significa incentivarne l’uso, realizzare nuove infrastrutture, aprire nuovi cantieri, rinnovare il parco mezzi con nuovi a basso impatto ambientale.

Aumentare le tariffe sopra elencate, non è rivoluzione ma solo fare cassa a spese di tanti pendolari e utenti.
Eppure fino a qualche mese fa si è tanto parlato di alta velocità in Sicilia; oggi invece l’ennesima beffa.
Un’ultima domanda: ma avete davvero una visione sul trasporto in Sicilia?


aumento tariffe trasporti siciliabartolottacrocettarivoluzionesiciliatrasporti

7 commenti per “Scatta da oggi l’aumento del biglietto Amat
  • Andrea R 0
    28 gen 2014 alle 12:12

    Ovunque in Europa gli studenti universitari o di scuola superiore hanno diritto a sconti per l’acquisto di biglietti, persino in Grecia i biglietti dell’autobus/metro costano €1.40 ma 0.70 cents per gli studenti e sono validi 90 min!
    Gli autobus di Palermo sono fatiscenti, sporchi… invece di migliorare il servizio e la pulizia cosa fanno? aumentano il biglietto, tipico, siamo a Palermo.

  • mediomen 1137
    28 gen 2014 alle 14:09

    Avrei preferito che la diminuzione degli abbonamenti avvenisse contestualmente con l’aumento dei biglietti, penso che siano solo promesse illudendo la popolazione..

  • fmarras 1
    28 gen 2014 alle 15:56

    Ma del fatto che il biglietto doveva unificarsi con quelli di Trenitalia nulla? Danno solamente info sul costo? reputo di gran lunga più importante l’accordo con Trenitalia

    • Fabion54 48454
      28 gen 2014 alle 16:57

      @fmarras: L’unificazione del biglietto avverrà non appena verrà siglato il contratto di servizio con Trenitalia perché dipende dalle risorse che ci sono il poter o meno unificare alcuni servizi e sicuramente una parte dovrà farla anche il Comune

  • peppe2994 2876
    28 gen 2014 alle 21:33

    @Andrea R:
    Forse non sai che esiste l’abbonamento studenti a €17,20 al mese per 4 linee + tratti comuni + 101 è 107. Il che significa 0,57 centesimi al giorno!
    Poi l’aumento è stato Regionale. Non è colpa ne del comune ne dell’AMAT. La regione ha obbligato l’aumento.

    Puoi dire quello che vuoi sulla qualità del servizio ma che gli autobus sono sporchi non è assolutamente vero. Li prendo ogni giorno quindi ne so qualcosa. Sono puliti sia dentro che fuori, di preciso gli interni vengono disinfettati ogni sera con l’idropulitrice mentre sono lavati all’esterno una o due volte a settimana a seconda dei casi.
    Se non ci credi vai a vedere il deposito Brancaccio che da fuori vedi tutto dalle 23.30 fino a tarda notte.

  • pablo87 16
    29 gen 2014 alle 12:23

    Questa dell’aumento del biglietto è una pagliacciata vera è propria!
    Invece di aumentare il costo del biglietto perché non cercano di risolvere le numerose pecche di organizzazione è servizio! Ogni giorno che passa discutono sempre aumenti è ancora aumenti, ma forse scordano che negli ultimi anni il numero delle vetture in servizio è diminuito in modo vergognoso è ho visto molte linee soprattutto quelle nelle zone periferiche che hanno subito un notevole taglio nel numero di vetture, ma questo a loro non interessa! Prima di aumentare il prezzo del biglietto che dura solo 90 minuti è che a causa delle attese enormi alle fermate si può utilizzare solo per una corsa devono rivedere il piano delle linee in servizio per la città è ripristinare quanto meno il numero delle vetture che erano presenti prima di questi tagli. Mi piace che mettono i controllori fissi sulle zone del centro è vetture numerose in quelle zone, ma alle zone periferiche non ci pensano? Ah vero ora ricordo a loro questo non ci interessa! Ditemi voi se questo si può chiamare servizio..

  • Andrea R 0
    30 gen 2014 alle 0:52

    @peppe2994
    Ok, non sapevo dell’abbonamento… l’autobus lo prendo saltuariamente, ciò significa che dovrei farmi l’abbonamento mensile per pagare 0.57 centesimi!? In Grecia si paga 0.70 centesimi senza dover fare l’abbonamento… intendevo dire questo.


Lascia un Commento