21 gen 2014

Via Libertà invasa dalla maleducazione


Quella che vi racconto, attraverso le immagini di un piccolo video che ho realizzato questa mattina, è la tipica maleducazione del panormosauro, abituato a ritenere che qualunque spazio comune sia un parcheggio per la propria auto.
I marciapiedi di via Libertà, da piazza Vittorio Veneto fino a piazza Castelnuovo, sono invasi dalle auto, dai camion che scaricano a tutte le ore del giorno (nonostante ci sia un orario che regolamenta l’attività di carico/scarico delle merci) e dai rifiuti sparsi qua e là tra le campane per la raccolta del vetro e qualche povero platano, piantato lì per abbellire una zona che sta miseramente cadendo in disgrazia.

Immagine

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=XCPgr6TXvbo

Per un ciclista, ma il discorso vale per pedoni e disabili, è impossibile camminare senza incorrere in auto parcheggiate sopra il marciapiede, in camion e motocicli che invadono gli attraversamenti pedonali, o ancora, negli scivoli ostruiti dai mezzi più disparati.

Il video mostra quello che succede giornalmente nel ‘salotto buono della città’

 


biciclettamaleducazioneSegnalativia libertà

14 commenti per “Via Libertà invasa dalla maleducazione
  • mediomen 1137
    21 gen 2014 alle 11:39

    i marciapiedi non sono realizzati per sopportare il peso delle automobili, e si distruggono facilmente. Noi paghiamo la manutenzione (quando la fanno) mentre chi procura il danno neanche paga la multa.

  • franz 199
    21 gen 2014 alle 11:43

    Proprio la scorsa settimana, assieme ad un amico, mi son trovato davanti allo sbarramento di un furgone che, oltre ad avere posteggiato sul marciapiede senza alcuna possibilità di passaggio, aveva un terzo del posteriore che arrivava a metà carreggiata, tanto era lungo. Abbiamo dovuto aggirarlo, trovandoci quasi al centro di strada col rischio di essere investiti e, a seguito di un mio commento, mi son sentito dire: Un putiemu travagghiari cchiù.
    Secondo la sua logica la cosa più importante è il suo lavoro e non i cittadini che si muovono sui marciapiedi.
    Sicuramente per ognuno di noi il lavoro è importante ma ciò non implica la maleducazione e il non rispetto degli altri nello svolgerlo.

  • Portacarbone 70662
    21 gen 2014 alle 12:59

    A Palermo manca tutto un piano di carico-scarico merci, dove vengono previste aree di sosta, orari, regole, etc.
    Immagino che qualcosa esista, immagino anche che nessuno vigili sul rispetto delle regole.
    Poi ieri vedo un camion messo trasversalmente sulla corsia laterale di viale Reg. Siciliana, altezza Villa Serena (occupando più di mezza carreggiata) per scaricare merce e confermo a me stesso che è tutto lasciato alla sensibilità del palermitano.

  • huge 2135
    21 gen 2014 alle 13:24

    @franz, questo perché la gente a Palermo non è mai stata “abituata” a rispettare le regole. Probabilmente in molti neanche sanno che ci sono delle regole. E se chi deve farle rispettare in giro non si vede mai, beh, siamo ai soliti discorsi. Controlli zero. E ognuno che fa il comodo che vuole.

    Cosa ci vuole a organizzare delle coppie di vigili urbani in bici che possano percorrere agevolmente determinati percorsi muniti di un bel street control. Multa per chiunque non rispetti le regole, dall’auto posteggiata sul marciapiede e quella sulle strisce o all’angolo di un incrocio. Dai motorini posteggiati ovunque a chi scarica fuori orario.

    E non ci vengano a dire che non hanno organico. Sono minchiate.
    Certo con tutti i vigili imboscati in ufficio.

    E’ mio parere comunque che le polizie municipali andrebbero abolite.
    Che si affidino i loro compiti alla polizia normale. Davvero non capisco perché in questo paese bisogna avere a che fare con n corpi di agenti di pubblica sicurezza diversi. Polizia, carabinieri, guardia di finanza, vigili urbani.
    Corpo unico, con diversi reparti che si occupano delle diverse mansioni. In questo modo si ottimizzerebbero mezzi e personale, invece di avere doppioni e gente che si pesta i piedi a vicenda. Con la mano destra che non sa cosa fa la sinistra.

  • Fabion54 48353
    21 gen 2014 alle 13:36

    Ci lamentiamo sempre dei vigili, però questo video fa notare come la colpa è principalmente dei palermitani, perché sono loro i primi a posteggiare male, sui marciapiedi e sulle strisce. Di contro credo che proprio perché il video riguarda Via Libertà, asse principale della città, le pattuglie dei Vigili dovrebbero transitare spessissimo e con esse dovrebbero essere elevate numerose multe, condizione che però non si verifica se non rari casi

  • MAQVEDA 17489
    21 gen 2014 alle 14:08

    Fabio, se io porco so che qualsiasi cosa faccio non c’è mai l’ombra di un controllo, ovvio che continuerò a farla. La colpa è degli incivili, ma principalmente di chi non vigila e permette quotidianamente tutto ciò. La colpa è sempre di chi non fa nulla per mettere ordine. A Milano i maleducati ci sono pure, proprio di recente uno ha bloccato col suv il tram, però lì un maleducato è cosciente che ogni infrazione costituisce un rischio multa.
    Sono anni che non c’è più nemmeno l’educazione civica nelle scuole, ma che pretendiamo. Che desolazione.

  • peppe2994 2803
    21 gen 2014 alle 14:22

    Le multe le fanno. Qualche giorno fa ne ho vista fare una per una macchina con due ruote sopra il marciapiede, ma ci vorrebbero multe infinite quando l’inciviltà è a livelli così alti.

  • MAQVEDA 17489
    21 gen 2014 alle 14:42

    Ma è ovvio che le multe vengono elevate, ma i controlli dovrebbero essere costanti, specie nelle zone “calde”. E così non è. Quelle giornate isolate in cui i vigili sono sul piede di guerra lasciano il tempo che trovano. Che senso ha fare multe a tappeto in via Marchese di Roccaforte, una volta ogni 10 giorni, se dopo dieci minuti che se ne sono andati è tutto come prima. Tanto palermitani ormai lo sanno che nei dieci giorni successivi il gatto non c’è. Non dico che ci vuole un presidio perenne, ma se una pattuglia girasse più volte al giorno, tutti i giorni forse si limiterebbero i problemi. E’ secondo me lo stesso ovvio principio che andrebbe adottato sui bus, il bigliettaio in pianta stabile scoraggerebbe i portoghesi, più di quanto occasionali gruppi di controllori. E’ scontato che molti pur di risparmiare il biglietto sono disposti a correre il rischio, perché è molto facile non beccarli.

    • Fabion54 48353
      21 gen 2014 alle 15:30

      @Maqveda: Mi trovo d’accordissimo con te, basterebbe una pattuglia che invece di stare ad un semaforo facesse il giro della zona assegnata elevando multe a tutti

  • renard 226
    21 gen 2014 alle 15:22

    Per non parlare di chi ha un passeggino. Tra marciapiedi sconnessi, macchine posteggiate con le ruote sopra il marciapiedi e non lasciano lo spazio per passare, scarrozzi in molti marciapiedi inesistenti (anche in piano centro) e nei pochi che ci sono ovviamente una macchina sempre posteggiata, è impossibile. Bisogna camminare sempre in mezzo alla strada con i rischi che questo comporta.

  • guarino1 182
    21 gen 2014 alle 19:45

    in tutta via Marchese di Villabianca ci sono ogni giorno ALMENO una trentina di macchine parcheggiate in doppia fila! roba da riempire le casse comunali a suon di multe… e invece niente!

  • franz 199
    22 gen 2014 alle 13:41

    Questa città ha già una mappa delle zone a più alto traffico ed elevato tasso di infrazioni, qualunque palermitano le conosce e sa come fare per evitarle, vorrei sapere come mai il comando dei VV.UU. non ne è a conoscenza e non interviene se non dietro denunce e segnalazioni. Ci sono strade che 24 su 24 sono intasate da auto in doppia fila, sui marciapiedi che causano un traffico costante che si riperquote sull’intera zona e mai un vigile presente; mi viene da pensare che ci sia un tacito patto con i commercianti, delle strade in questione, per evitare i controlli. Boh

  • Fabion54 48353
    22 gen 2014 alle 15:02

    @franz: Se fai questa domanda al comandante Messina ti dirà che hanno pochi vigili a disposizione o non ti risponde direttamente

  • lorenzo80 582
    22 gen 2014 alle 15:51

    Scene di ordinaria follia, anche io ho qualche foto e qualche video di qualche anno fa che dovrei pubblicare… La soluzione? Hai messo la macchina sul marciapiede? Benissimo: 2000 euro di multa e confisca del mezzo, per tutti e in qualunque situazione. Punto.


Lascia un Commento