18 lug 2013

Piazza San Domenico rimarrà pedonale !


Buone notizie sul fronte delle pedonalizzazioni, dove il Comune conferma la chiusura di piazza San Domenico così come avevamo auspicato. Un plauso va a tutti i palermitani che hanno popolato la piazza in questi giorni di pedonalizzazione, dimostrando che un luogo pedonale incarna molteplici potenzialità. Un grande merito va anche a tutte quelle iniziative che hanno sensibilizzato fortemente il tema in questi giorni di festività. A proposito del festino, un piccolo grazie al progetto “muovity” che grazie a “Santuzza Liberaci da” ha permesso ai palermitani di diffondere nell’etere migliaia di richieste per una città migliore.

091712581-0be6ccfa-cdd0-4700-8ba4-45fa26a6dd3b

Una piazza che ritorna, per la sua vocazione storica, pedonale e che riscopre la bellezza e la vivibilità dei propri spazi. Si dimostra pertanto che è semplicemente una questione di buona volontà, anche perché non era così difficile smantellare le tesi di alcuni commercianti e politici che attribuiscono alla mancanza di parcheggi la principale causa della crisi che sta attraversando l’intero settore commerciale in città.

E come abbiamo avuto modo di sottolinearlo più volte, è solo vecchia politica come vecchi e ridicoli sono pure quei commercianti. Da oggi la città ha un altro disoccupato: il posteggiatore abusivo, simbolicamente licenziato da migliaia di persone che si sono opposte alla riapertura al traffico dell’intera piazza.

Riportiamo integralmente un articolo del quotidiano Repubblica-Palermo coi dettagli del provvedimento adottato dal Comune di Palermo.

 

Il Comune salva l’isola pedonale di piazza San Domenico nonostante il no dei commercianti: ieri l’assessore al Centro storico Agata Bazzi ha firmato l’ordinanza che proroga fino al 15 ottobre il “giardino temporaneo” allestito nella piazza che si affaccia su via Roma. Dopo una serie di clamorose retromarce  -  da piazza Marina a Mondello fino a piazza Acquasanta  -  l’amministrazione decide di non tornare indietro e di non concedere nulla ai negozianti: in molti, soprattutto i gioiellieri di via Meli, avevano chiesto al Comune di creare un corridoio, lato Vucciria, per consentire alle macchine di raggiungere la Cala da via Roma. L’isola pedonale si sarebbe inevitabilmente ristretta, impedendo ai bar di sistemare i tavoli all’aperto.

“La nostra proposta è ragionevole  -  hanno detto i commercianti che nei giorni scorsi hanno incontrato il sindaco Leoluca Orlando  -  chiediamo il corridoio per le macchine solo fino alle 19″. Ma l’assessore ha detto di no. Anzi, ha fatto di più: l’ordinanza di proroga pubblicata prevedeva la possibilità per i camion di scaricare la merce dalle 6 alle 8,30 del mattino, lato Rinascente. La Bazzi ieri ha modificato il provvedimento eliminando anche questa finestra: “È un’isola pedonale, punto e basta”, dice l’assessore. La polizia municipale presidierà lo spazio senz’auto ventiquattrore su ventiquattro: ha piazzato su via Roma una pattuglia fissa. L’assessore è forte delle oltre 5 mila firme raccolte dai cittadini che hanno chiesto al Comune di non fare retromarcia e di salvare l’isola pedonale di piazza San Domenico realizzata per il Festino.

La città si è innamorata degli spazi ritrovati: nei giorni scorsi è stata inaugurata anche la nuova piazza Bologni. E in tanti hanno chiesto all’amministrazione di non tornare indietro, ma anzi di andare avanti, anche scrivendo sul sito www. palermo. repubblica. it: “Se il centro storico di Palermo fosse chiuso alle auto la gente andrebbe a passeggiare lì e non nei centri commerciali “, ha scritto per esempio Antonio La Mantia. “Per favore, dimostriamo almeno una volta di essere una civiltà moderna facendo l’unica cosa palesemente giusta: mantenere stabilmente la meraviglia di cui abbiamo avuto il piacere di godere in questi giorni”, ha chiesto Pietro Adragna. “Ritengo si dovrebbe puntare ancora più in alto e trasformare tutto il Cassaro alto in una zona pedonale “, ha scritto Fabrizio Buscemi.

Le piazze resteranno chiuse e arredate. Ormai da dieci giorni a piazza San Domenico è spuntato un prato verde e sono state sistemate comode panche con grandi cuscini. Lo stesso è stato fatto in piazza Bologni. Si tratta di un arredo provvisorio che il Comune ha però assicurato sarà mantenuto fino a quando non ci sarà quello definitivo: “In bilancio ci sono 30 mila euro per gli arredi di piazza San Domenico  -  dice la Bazzi  -  entro un paio di mesi contiamo di mettere panche, piante e dissuasori definitivi. Ma serve un passaggio con la Soprintendenza ai Beni culturali “. Nel frattempo verranno mantenute le sedute esistenti: “Se si deteriora qualcosa la sostituiremo con piante”.

Il Comune non si sbilancia, ma pare siano allo studio nuove chiusure pedonali. Per il sindaco, il dopo Festino ha segnato l’avvio della “svolta”. Martedì prossimo Orlando relazionerà in Consiglio comunale annunciando i progetti per il prossimo futuro.

 

 

 

 

 

 


centro storico palermocomune di palermodilloallasantuzzaeventifestino santa rosaliapedonalizzazioni palermopiazza san domenicopiazze pedonalipiazze pedonali palermoposteggiatori abusiviverde palermo

6 commenti per “Piazza San Domenico rimarrà pedonale !
  • AFP 52
    18 lug 2013 alle 12:04

    Sono contento! Certo è pure sempre una proroga…Anche per la pedonalizzazione del lungomare di mondello era una proroga e alla fine non è stato pedonalizzato neanche un mq!! A proposito qualcuno ne sa qualcosa?

  • xemet 427
    18 lug 2013 alle 12:13

    Speriamo che per una volta qualcuno sia in grado di assumersi le proprie responsabilità e prendere una DECISIONE in uno Stato in cui, per accontentare tutti, ormai non si decide più niente.

  • gkm 94
    18 lug 2013 alle 17:37

    un piccolo sogno…
    ma vedo, prevedo, temo vandalismo dei mafiomercianti sull’arredo, al primo allontanamento della pattuglia… intanto godiamocelo e proteggiamolo!

  • Athon 829
    18 lug 2013 alle 21:07

    All’assessore al Centro storico Agata Bazzi va l’encomio e il plauso di tutti coloro che sono innamorati di Palermo. Quel che è giusto è giusto. Mi è piaciuta per la scelta ragionevole e lungimirante nonché per la sua irremovibilità. Spero continui a fare bene il proprio lavoro.

    Non bisogna soltanto far gruppo quando si tratta di criticare i politici che svolgono male il proprio dovere di amministratori, lamentandosi di tutto. Trovo sia invece fondamentale, per il benessere collettivo e per dar vigore ai potenziali miglioramenti, coltivare un generale atteggiamento positivo (aspetto che, purtroppo, mi dispiace dirlo, sembra spesso mancare a parecchi palermitani). Ciò significa, assieme a mille altre cose, riconoscere apertamente anche i meriti di coloro che fanno qualcosa di bello e di utile per Palermo. Detto ciò, mi complimento sinceramente con l’assessore Agata Bazzi e le assicuro il mio sostegno e la mia stima se dovesse procedere sempre su questa linea.

    Anch’io, come Fabrizio Buscemi, ritengo che si dovrebbe puntare ancora più in alto e trasformare tutto il Cassaro alto in una zona pedonale. Sarebbe un enorme salto di qualità. Ho fiducia.


Lascia un Commento