20 mar 2013

Proposta| Una bretella di inversione marcia su Piazza Einstein


Salve, vorrei proporvi una idea che ho in mente da molto tempo.

Possibile soluzione al traffico per la rotonda di Piazza Einstein

 

Si tratta di una nuova corsia, tipo ponte via Pitrè, per l’inversione di marcia nella corsia laterale di viale Regione Siciliana in direzione Trapani. Visto che moltissime auto sono costrette ad immettersi nella rotonda per tornare indietro, per esempio per raggiungere i quartieri Passo di Rigano e Altarello, con questa bretella al di sopra del sottopasso si alleggerirebbe di gran lunga l’intero traffico della rotonda.

Si potrebbe fare lo stesso dall’altra parte (di fronte piazza Giotto) ma penso che sarebbe meno trafficata anche grazie alla presenza del ponte di viale Michelangelo. Che ne pensate?

Andrea


flussi palermopiazza einsteinstrade palermotraffico palermotram palermo

16 commenti per “Proposta| Una bretella di inversione marcia su Piazza Einstein
  • Siedler 102
    20 mar 2013 alle 6:50

    Heyla Andrea,
    Se non sbaglio, mezz´anno fa, venne proposta una cosa simile, utilizzando la corsia giá esistente direzione Notarbartolo.
    L´idea é ottima,
    la domanda é, il comune ha abbastanza denaro per fare una tale modifica?
    L´altro problema che nasce, anche se non dovrebbe essere un problema é l´altezza della parte piú bassa del raccordo sul lato di entrata in direzione TP, ovviamente in uscita in direzione PMO-Süd,
    ovvero, i tir con gli attuali 10m di rimorchio passano sotto senza che stisciano contro?
    In quel caso sarebbe un grave problema, per cui dovrebbero anche modificare la rampa su entrambi i lati.
    Ma se non sbaglio i ponteggi giá esistenti dovrebbero essere piazzati ad oltre 6 metri,
    quindi non dovrebbe essere un problema,
    visto che l´altezza Standard é 4,50 come minima.

  • emanuele262 30
    20 mar 2013 alle 8:56

    scusate ma se è già prevista la rotonda (anche se magari un pò più scomoda), perchè spendere soldi per una cosa del genere?

  • cirasadesigner 1024
    20 mar 2013 alle 9:27

    Credo che l’idea sia valida ma riferendomi al vecchio post, credo sia sufficiente rimodulare la carreggiata già esistente e fare una seconda corsia, così come si indicava lo scorso anno. Non occorrerebbe grande investimento, si tratta di una mensola a sbalzo da collegare alla struttura in calcestruzzo esistente, staticamente non ci sarebbero grandi problemi. Credo risolverebbe parecchi problemi alla rotonda, sopratutto in vista dell’arrivo del tram e del sistema che ne prevederà la precedenza. Invece di fare confluire traffico in una strozzatura, questo sarà semplicemente anticipato

  • Siedler 102
    20 mar 2013 alle 9:29

    @Emanuele262
    Sarebbe interessante una realizzazione del genere a causa della sistematica intasatura della rotona stessa,
    un opera del genere potrebbe, anche se in minima parte,
    evitare che venga ulteriormente colpito da del traffico che non sopraggiungerebbe affatto.
    Disinpegnando di fatto la rotonda stessa.

  • Giovanni 320
    20 mar 2013 alle 10:31

    il progetto in se del sottopasso che fa schifo, doveva essere realizzato come il raccordo di via Belgio con la corsia laterale destra e che passava sotto tirando dritto e poi appunto il raccordo proposto da Andrea

  • loggico 388
    20 mar 2013 alle 13:42

    l’immagine rivela in maniera inequivocabile che si puo fare.. qui ne discutiamo periodicamente.. ricordo bene come ha ben postato emmegi il post di qualche tempo fa; per la verita ne avevamo gia discusso anche prima.. ma finche non organizziamo un circonvallazione pride qui non si fara mai niente.. non posso scrivere cosa penso di orlando e company..rischio la querela.. vedere quel sovrapasso chiuso col traffico che si crea tutti i giorni è una vergogna.. pure illuminato..
    tornando alla possibile inversione si puo fare.. sono disponibili 4 corsie ampie.. 3+1 lo si vede pure in foto e peraltro il marciapiede si puo stringere.. l’unica cosa da sistemare è l’angolo lato mare… io consentirei il traffico solo alle autovetture.. delimitando la carreggiata.. se si vuole si puo fare.. ma cari mici di mobilitapalermo occorre farsi sentire.. perche a questo sindaco dell’inquinamento non gliene frega niente… pure io glielo metterei il boa… ma come lo so io..
    organizziamo qulcosa?? facciamo un po di vucciria??

  • Metropolitano 3355
    20 mar 2013 alle 14:03

    Io realizzerei un sottopasso d’inversione scavando sotto il Viale Regione una galleria che può anche unire Via Di Blasi e che passa sotto l’intera larghezza delle carreggiate.

  • papnanno 1
    20 mar 2013 alle 14:15

    ragazzi si può fare e considerando i finanziamenti già approvati per il tram e l’anello ferroviario, si potrebbero sfruttare quelli così come hanno fatto per la realizzazione dei sovrapassi pedonali!!!Si spendono Milioni di Euro dei fondi della comunità Europea per cose inutili come ad es. la formazione professionale e non si trovano i soldi per realizzare un bretella come quella proposta di una utilità così disarmante e immediata?
    Se qualcuno vuole organizzare dei comitati promotori per sensibilizzare l’Amministrazione io sono a disposizione……
    contattatemi al salvatoremondello@libero.it

  • emanuele262 30
    20 mar 2013 alle 15:10

    Secondo me se si vuole creare un ordine di priorità di lavori per viale regione si dovrebbe prima intervenire nella zona (vediamo se riesco a spiegarla adesso…) 200 metri prima dell’uscita di Via Ernesto Basile, venendo da Via Oreto in direzione Mazara, dove tutte le macchine provenienti dalla parallela di viale regione si immettono nella carreggiata centrale creando un casino ogni mattina

  • PeppePa 35
    30 mag 2013 alle 22:06

    Ma i sovrapassi pedonali, che fine hanno fatto? E’ possibile che non si riesce ad aprire un sovrapasso già pronto come quello posto a pochi metri da Piazzale Einstein??? Per non parlare di quello che doveva sorgere nei pressi di corso Corso Calatafini, che oggi consiste nell’esistenza di tre pilastri

  • Fabion54 48894
    31 mag 2013 alle 0:32

    Purtroppo si aspetta che il comune trovi una ditta che si occupi della manutenzione degli ascensori, altrimenti nulla si potrà fare per far funzionare anche il secondo sovrappasso. Per quanto riguarda il terzo, cioè quello nei pressi di Corso Calatafimi si stanno ultimando gli espropri per poter partire con i lavori effettivi :)


Lascia un Commento