17 gen 2013

Ritornano le ZTL: videocontrollo, corsie preferenziali, dettagli


Tutto pronto (o quasi) per il Piano Generale del Traffico Urbano, o meglio noto come PUT, è in dirittura d’arrivo in consiglio comunale. Ma cosa è nello specifico? Si tratta di un piano a carattere generale che, in accordo con gli strumenti urbanistici vigenti e nel rispetto dell’ambiente, traccia le linee guida specifiche per la città di Palermo sul miglioramento delle condizioni di circolazione,  della sicurezza stradale, riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico, risparmio energetico. In sintesi:

 

227284_643215_TELECAMERE_11608958_medium

Foto by L’Eco di Bergamo

Fluidificare quindi la circolazione stradale, soprattutto alle intersezioni stradali, anche attraverso itinerari alternativi;

Gerarchizzare la rete viaria esistente, creare le condizioni affinché l’utenza debole (pedoni e ciclisti) sia agevolata, e possa muoversi in condizioni di sicurezza e su sedi separate;

Individuare strategie integrate che operino nel senso di un riequilibrio modale a favore dei mezzi meno inquinanti.

Gerarchizzare la rete viaria esistente, distinguendo le funzioni delle diverse strade ed adeguandole alla tipologia alla tipologia delle aree attraversate.

Questi in sintesi i punti salienti che si propone il PUT.

Fra questi, come avevamo preannunciato qualche anno fa, ritorna la Zona a Traffico Limitata. ZTL che fù sospesa nel 2008 dal TAR a causa della mancanza di questo piano Urbanistico. Proprio alcuni giorni fa, il Comune di Palermo ha stipulato un accordo di  partenariato con Amg Energia Spa e per l’ampliamento del sistema di videocontrollo del traffico all’interno della nuova ZTL.

L’intervento consiste nell’ampliamento del sistema di videosorveglianza della città di Palermo, che consentirà un maggior controllo delle zone a traffico limitato con particolare riguardo alle corsie preferenziali. Il sistema inoltre si integrerà perfettamente con il sistema già implementato nella precedente ZTL. La centrale operativa della Polizia Municipale verrà ampliata con altri terminali  che consentiranno di controllare i flussi di traffico in vaste aree della città. Prevista pertanto l’installazione di 54 telecamere complessive. Fondi già finanziati e che verranno utilizzati attraverso il “Programma di finanziamenti per il miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico”.

Sempre nell’ambito dello stesso programma, sono previsti i seguenti interventi, già finanziati:

- 18 bus ecologici per Amat;

- sostituzione di mezzi inquinanti con veicoli ecologici della flotta comunale;

- una stazione di gas metano per auto nel parcheggio di Viale Francia e il potenziamento di quella dell’AMAT in via Roccazzo;

-  Cordolie bus-vie per i bus per ridurre i tempi di percorrenza dei mezzi pubblici;

- Potenziamento dell’attuale sistema di car sharing con: 56 veicoli a metano, 24 city car.

 

 


amatassessorato mobilitàbici elettrichebike sharingcar sharingcomune di palermocordoli autobusgas metanorimborso ztlstl palermotelesorveglianzaZTL

11 commenti per “Ritornano le ZTL: videocontrollo, corsie preferenziali, dettagli
  • ligeiro 252
    17 gen 2013 alle 13:13

    poi finirà tutto come la volta scorsa?? 54 telecamere nuove e quelle vecchie che fine hanno fatto? pignorate?
    questa volta quanto abbiamo speso?

  • antony977 166208
    17 gen 2013 alle 13:18

    @ligeiro, è scritto “Il sistema inoltre si integrerà perfettamente con il sistema già implementato nella precedente ZTL.”

  • thesearcher 163
    17 gen 2013 alle 14:16

    Una domanda:

    Ma se io esco una sera e vado a devastare che ne so un lampione, una fioriera, divellere un segnale stradale, o imbrattare una bella statua, e ammesso che lo faccia sotto gli occhi della telecamere del posto, posso aspettare una volante per farmi portare in questura??

    Lo so che sono per la gestione del flusso traffico ma vorrei chiarito questo aspetto…grazie!

  • Luca S. 129
    17 gen 2013 alle 14:47

    Riprendendo il post, questo PUT “traccia le linee guida specifiche per la città di Palermo sul miglioramento delle condizioni di circolazione, della sicurezza stradale, riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico, risparmio energetico.”

    Una domanda: ma nella tracciatura di queste linee guida, sono previste anche zone accessibili solo a bus/taxi, in relazione ad inquinamento atmosferico, acustico e in genere nell’ambito di una migliore viabilita’ in certe aree cittadine?

  • Otto Mohr 47
    17 gen 2013 alle 16:53

    E’ che si parla della nuova stazione metano del parcheggio francia da una vita…lo avrò sentito decine di volte.
    Speriamo che questo PUT venga approvato il più presto possibile….

  • loggico 388
    17 gen 2013 alle 21:43

    va tutto bene.. ma i provvedimenti devono dare la possibilita’ di andare e tornare a casa.. faccio un esempio se una lavoratrice esce di casa alle 08.00 per andare a lavoro e finisce alle 17.00 deve aspettare le 20.00 per tornare a casa? falsomiele e’ in zona ZTL una vera follia.. piuttoato provvedimenti per via regione sicliana?

  • thesearcher 163
    18 gen 2013 alle 11:41

    Qui in Inghilterra c’è tra le più alte densità di telecamere al mondo e molti reati vengono perseguiti grazie alle registrazioni video. Molti crimini, anche i più efferati come sequestro di bambini/e, stupri, violenze, rapine e quant’altro sono stati perseguiti e hanno portato all’individuazione dei colpevoli grazie alle telecamere.

    Non vedo perchè non possa essere fatto anche in Italia dato che una gioielleria con CCTV riesce a riappropriarsi della merce rubata grazie all’esame da parte delle autorità dei video durante la rapina.
    E’ anche vero che se uno mette una telecamera fissa e poi si trovano i colpevoli e il reato non viene più commesso in quella strada, come in questo caso, che ce ne facciamo della telecamera da quel momento in poi?
    Infatti la soluzione è, come si è detto, o appostarsi con uomini o installare una telecamera e beccarli tramite i video. E di telecamere che funzionano anche con scarsissima luce ce ne sono, forse un pò costose sì, ma sicuramente rendono un servizio ottimo.

    Qui si tratta di una cultura della lotta, anzi guerra, all’illegalità che si deve ripensare da zero. Non bastano le eclatanti retate con 50 arresti di mafiosi, funzionari pubblici corrotti e altra gentaglia…qui si deve partire dalla strada per dare un esempio che anche la più piccola infrazione è perseguita fino alla fine con individuazione del colpevole che si vede comminata la corrispettiva sanzione amministrativa o penale!!

    Io sono sempre per tappezzare Palermo di migliaia di telecamere!!

  • ligeiro 252
    18 gen 2013 alle 12:58

    perchè non facciamo una petizione per chiedere che le telecamere funzionino anche per la sicurezza come a londra, visto che già ci sono?
    l’altra e di risolvere il problema semafori di viale regione, magari con le passerelle pedonali semplici sponsorizzate , e a costo zero per il comune? ho letto che visto l’enorme quantità di multe elevate dagli autovelox fissi ne installeranno altri 4! così il tempo di percorrenza e inquinamento aumenteranno a dismisura

  • monte_Pellegrino 597
    18 gen 2013 alle 18:13

    Ma dovrei chiedere una cosa a qualcuno esperto di segnaletica stradale e di codice della strada: ho visto segnati in molte strade del centro, posti delle zone blu a ridosso degli incroci: secondo la normativa vigente a quale distanza dall’angolo dell’incrocio si può posteggiare?

  • Cloudseth 4
    19 gen 2013 alle 16:36

    se solo la gente imparasse a rispettare il codice della strada e la distanza di sicurezza -.- cmq io sono del parere che di telecamere ce ne vorranno altre 1000…


Lascia un Commento