25 mag 2012

Salvo il passante?

Un breve articolo su Livesicilia annuncia una notizia che potrebbe cambiare gli scenari prospettati fino ad ora del trasporto pubblico di massa a Palermo. Secondo quanto riportato dal giornale online sarebbe scongiurato il pericolo di interruzione dei lavori del passante ferroviario affidati alla SIS.

Sembrerebbe che l’intervento di Confindustria Palermo, che ha il merito di aver fatto aderire la stessa società Sis al patto etico degli industriali siciliani, abbia fornito alla prefettura di Torino le necessarie garanzie per far proseguire i lavori. Nessun riferimento alle tratte che rischiano il ridimensionamento o il ri-appalto dei lavori. E nessuna posizione ufficiale di RFI a riguardo.

Cercheremo di approfondire la notizia quanto prima.

A seguito il link dell’articolo:

http://livesicilia.it/2012/05/25/infiltrazioni-mafiose-alla-sissalvati-i-fondi-per-il-tram


confindustria palermointerruzione lavori passante ferroviariolavori passante ferroviariopassante ferroviario palermopfp palermoprefettura Torinorfitrasporti palermo cantieri palermo

16 commenti per “Salvo il passante?
  • Templare 317
    25 mag 2012 alle 22:53

    Aspettiamo notizie ufficiali e magari qualche chiarimento da SiS e RFI. Una vicenda troppo paradossale, in ogni caso…

  • Portacarbone 70014
    25 mag 2012 alle 22:54

    Ragazzi, l’attenzione sulla questione è massima. La notizia riportata è molto generale e obiettivamente confusa.
    Cercheremo di capire cosa stia avvenendo.

  • punteruolorosso 684
    26 mag 2012 alle 7:27

    sì, l’articolo mette insieme tram e passante, mentre il blocco riguardava solo quest’ultimo. la disinformazione dei giornalisti è massima. conviene intervistare direttamente la SIS

  • Paco 7940
    26 mag 2012 alle 7:50

    @punteruolo, in realtà il rischio restava di estendersi anche al tram… a detta della sis

  • cirasadesigner 837
    26 mag 2012 alle 9:12

    Mi piacerebbe essere ottimista, ma credo che il problema sia anche di liquidità, visto che si sono già sparati 480 dei 600 milioni che erano stati stanziati per il progetto e quindi credo sia davvero improbabile che completino l’opera che secondo me da un punto di vista progettuale ha avuto delle carenze non di poco conto… L’unica speranza sta in Orlando, che visto che è dello stesso partito di Di Pietro che come ministro in carica all’epoca salvo’ il progetto… Vi ricordate il Berlusconi diceva che si sarebbe fatto questo, quello e non so cosa altro, ed invece nel frattempo i soldi del passante erano spariti e solo l’intervento di DiPietro nel 2008 salvo’ il progetto Spero si possa trovare la forza di recuperare altre somme, considerando che i fondi strutturali si possono adoperare allo scopo e non come aveva fatto Cammarata, utilizzarli per pagare i debiti della sua Amministrazione fallimentare. Bho!!! resteremo a guardare, ma è davvero paradossale quello che sta succedendo per il solito modo di agire, pensare ed operare che ci sta in casa nostra e con questo alludo anche alle attenzioni delle procure del nord, verso tutto quello che si fa al sud, senza guardare in casa propria e scoprire che anche li le mafie fanno affari con i grandi cantieri…. Stendiamo un velo pietoso

  • salvuccio 0
    26 mag 2012 alle 9:26

    Ragazzi perche’non contattate il Sindaco Orlando,almeno cosi lui potra’ prendere posizione, sul Passante ferroviario.

  • mars 76 0
    26 mag 2012 alle 10:02

    Secondo il gds la prefettura di Torino hagià dato il via libera alla continuazione dei lavori per il Tram e passante ferroviario di Palermo che rischiavano di bloccarsi per la questione delle infiltrazioni mafiose.
    Non si dovrebbero perdere i finanziamanti europei.

  • punteruolorosso 684
    26 mag 2012 alle 11:49

    se confermate da SIS e RFI, queste notizie sono ottime. magari contattiamo gli enti, e cerchiamo come comitato di aprire una linea diretta con orlando su tutte le cose di cui si parla in questo sito. penso che si possa diventare interlocutori assidui del sindaco, che non perderà l’occasione, visto che gliene potrebbe venire un bel po’ di consensi.

    @citydesigner
    sì, ricordo bene la faccenda del ponte che non si farà mai, e su cui berluska aveva vinto al sud, buttando fango negli occhi ai siciliani. il ponte è stato bocciato dall’europa, ma il progetto è già costato centinaia di migliaia di euro. consulenze, ecc.
    colpa di chi ha deciso di puntare su una strategia populista, quella di una cattedrale nel deserto che ha prosciugato le risorse per piccole opere fondamentali come le reti metropolitane al sud.

    e ricodo benissimo che di pietro trasferì i soldi del ponte su passante e metro leggera automatica, che non si sta facendo per colpa della parte di finanziamenti negata da lombardo. insomma negli anni scorsi abbiamo eletto amministratori che sono andati contro gli interessi dei siciliani e hanno obbedito alla lega.

    le procure del nord si occupino della ndrengheta, che è a pieno titolo coinvolta nello sporco affare TAV in valsusa. su quest’ultima il consenso è bipartisan. ve l’immaginate se per il passante ci mandassero l’esercito? sarebbe il caso…

  • cirasadesigner 837
    26 mag 2012 alle 13:30

    @punteruolorosso Hai ragione sulla ndrangheta e non si muove solo in quell’ambito, andassero ad indagare sulle cave lungo il Po andassero a guardare cosa ci sta dietro il ciclo dei rifiuti… Ma purtroppo siamo in Italia e secondo me non è un caso che ci sia un nuovo periodo buio in Italia alla vigiliia di una possibile rivoluzione culturale anti-partitica.. Non scordiamoci che siamo l’unico paese al mondo dove si parla di stragi di stato..; e questo è inquietante per noi e le nostre future generazioni.
    Avete visto ieri con che faccia e accanto al suo burattino Alfano, proporsi come futuro Presidente della repubblica???? Non voglio credere che gli italiani lo vogliano ancora seguire nelle sue cazz….
    Speriamo che le cose si possano nuovamente mettere in moto, che si finiscano presto i lavori iniziati, del resto sono stati appena sbloccati 20 miliardi di euro per ridare ossigeno alle opere pubbliche se parte di questi arrivassero a Palermo non sarebbe male… Per la precisione, anche perché l’ho visto di persona essendo un ex dipendente della Regione Sicilia Assessorato territorio nell’allora Servizio 1 (Pianificazione del Territorio), il Progetto del ponte -tra progettazione e ENTE CI è COSTATO PIU DI 200MILIONI DI EURO..; INCREDIBILE MA è COSI

  • punteruolorosso 684
    26 mag 2012 alle 15:07

    con tutti quei soldi, chissà cos’avrebbero potuto fare…
    sono andati all’elettorato potente, e alle cosche che portano voti. soldi pubblici buttati, e ora ci raccontano che non ce n’è più. la TAV costa 22 miliardi, ne diano un centesimo a palermo, che ci facciamo la metro.
    cattedrali nel deserto da spot televisivo, le cose utili non fanno notizia e non comprano voti.

  • salvuccio 0
    27 mag 2012 alle 11:31

    http://www.gds.it/gds/sezioni/cronache/dettaglio/articolo/gdsid/199546/

    26/05/2012 –

    Palermo, salvi i fondi europei per tram e passante ferroviario

    Il via libera è arrivato dalla prefettura di Torino. I cantieri quindi continueranno. Confindustria Palermo: “Si risolve un problema che rischiava di mandare a casa duemila lavoratori”

    PALERMO. È stato scongiurato il rischio di perdere i fondi europei e di chiudere i cantieri di tram e passante ferroviario. Il via libera è arrivato dalla prefettura di Torino. Confindustria Palermo, che con il proprio delegato per la legalità Giuseppe Todaro era intervenuta presso le istituzioni e aveva fatto aderire Sis al proprio codice etico, «riconosce alle istituzioni il merito – si legge in una nota – di un’attenta analisi e di un’acuta sensibilità verso un problema che rischiava di paralizzare una grande infrastruttura e mandare a casa circa duemila lavoratori».


Lascia un Commento