11 gen 2011

PFP Tommaso Natale: la nuova deviata ferroviaria


Quasi al termine i lavori della nuova deviata ferroviaria in prossimità del p.l. Crocetta. Lavori che permetteranno  di realizzare le fondazioni per la futura galleria mantenendo attivo l’esercizio ferroviario. Si ringrazia l’utente Huge per gli scatti.

Visuale in direzione Cardillo

Visuale in direzione Marinella


cardillopassante ferroviario cardillopassante ferroviario tommaso nataletommaso natale

21 commenti per “PFP Tommaso Natale: la nuova deviata ferroviaria

Comment navigation

  • Andrea Bernasconi 12
    11 gen 2011 alle 10:37

    Caro Antony… è sempre sfizioso veder le foto dei lavori sul passante, grazie mille ;)
    Colgo questo filetto per fare qualche domanda “ferroviaria”:

    - sull’Oreto si sa che tipologia di ponte verrà posata? calcestruzzo o travatura metallica?
    - non è proprio previsto nemmeno un tunnel pedonale per collegare la stazione di via D’ossuna con corso Alberto Amedeo (tanto per avvicinare l’entrata al tribunale)?
    - si conoscono quanto meno i tempi, ovviamente di massima, per l’inizio dei lavori da Notarbartolo verso Francia?
    - (non sapevo dove postarlo) circa l’anello: ma com’è finita con il raddoppio del prezzo richiesto dalla ditta aggiudicatrice? Non chiedo notizie ma vorrei sapere se almeno vi siete “interessati” ponendo domande ;)

    …e direi che per ora le domande posson bastare :P

  • huge 2283
    11 gen 2011 alle 11:42

    @Andrea Bernasconi, rispondo alla terza domanda, quella relativa al lotto B. Il progetto è fermo alla Regione ormai da qualche mese (senza alcun motivo. Semplice disinteresse viste le beghe politiche in corso) che dovrebbe dare la sua approvazione definitiva. Ricordiamo che per questo tratto si tratta di una variante, per cui non sarà necessario un nuovo appalto, ma sarà la stessa SiS, appena le danno l’ok, ad avviare i cantieri.

    Anello. La ditta non chiedeva il doppio, bensì circa il 10% in più, ossia una decina di mln di euro, che ovviamente il comune non ha. Quindi stiamo qui ad aspettare che si mettano d’accordo… chissà quando.

  • Metropolitano 3906
    11 gen 2011 alle 13:00

    Se però non daranno l’ok (come temo io), RFI darà il suo ultimatum, e a quel punto si spera che almeno i lavori partano secondo il vecchio progetto se la Regione continua a temporeggiare. Che schifo !

  • huge 2283
    11 gen 2011 alle 13:31

    @metropolitano, primo, perché non dovrebbero dare l’ok? E’ difatti solo un passaggio formale, non ci sarà alcuna discussione.
    Secondo, supponiamo pure che non diano l’ok, quanto dici è solo una tua supposizione o hai informazioni precise al riguardo.
    Perché non vedo come Rfi possa dare un ultimatum alla regione. Se avessero avuto la possibilità di fare di testa loro, non sarebbe rimasti certo ad aspettare varianti e controvarianti.
    Semmai credo sia più probabile che si abbandoni il progetto.

  • ultimo82 113
    11 gen 2011 alle 14:54

    Se la deviata provvisoria è stata realizzata lato monte a cosa serve la struttura lato mare di colore bianco che vediamo nella foto in direzione tommaso natale- marinella? Pensavo che quella fosse la continuazione della deviata.

  • ultimo82 113
    11 gen 2011 alle 15:55

    la struttura bianca che inizia dopo il pl di crocetta continua fino a dopo il pl della marinella, sembra una sede per binario provvisorio. Sapete quale sarà il suo utilizzo?

  • Metropolitano 3906
    11 gen 2011 alle 16:31

    huge, vedo che non sei abituato alle “promesse” ed allo stile di governance di Lombardo ?
    Non lo so perchè non dovrebbe darre l’ok, ma lo ritengo comunque indescrivibile questo ritardo, dopo che si diceva che l’ok doveva arrivare a brevissimo (per brevissimo io intendo nel giro di due-tre mesi, mentre breve è un anno in un paese come il nostro), altro che discussione. Tieni presente che di cose assurde ne sono accadute da quando oltre due anni fa è venuto lui (revisioni auto, radar, imprese, fonti rinnovabili, energie alternative, indagini, etc…), e prima di lui si è fatto ben poco ma sempre meglio di ora.
    La cosa più incredibile è questo immobilismo.
    Se si tratta di un passaggio formale perchè ci mettono così tanto ??
    Tu lo sai ? Io sono ansioso che partano i lavori anche per il lotto B, ma so bene che è inutile illudersi che partiranno a Gennaio, e ciò che mi rende più ansioso è l’assenza di aggiornamenti informativi. Forse Febbraio, ma non lo so…
    Se si abbandonasse il progetto della variante il passante andrà comunque completato con il vecchio progetto della tratta Notarbartolo-Francia. RFI intende completare i lavori entro il 2015 dell’intero passante e appena si renderà conto dell’immobilismo della Regione credo che imporrà dei tempi supplementari.
    Bisogna smetterla con queste sciarre sulle infrastrutture ferroviarie dopo aver letto le opinioni dei lettori.

  • Metropolitano 3906
    11 gen 2011 alle 16:35

    Spero comunque che tu non voglia dire che se si abbandona il progetto deve rimanere la strozzatura a binario unico… lo sai cosa comporterebbe ?

  • riccardo e laura 0
    11 gen 2011 alle 21:42

    Ragazzi se domani va tutto bene,potrei informarvi su qualcosa riguardante il passante,devo incontrarmi con una persona,cmq volevo dirvi ragazzi,sopratutto a te”metropolitano”,che nn e’ una critica,capisco la tua preoccupazione come ne ho io,pero’ fino ad ora abbiamo visto che i lavori di tutte cose(tram,passante)procedono bene,quindi nn cadiamo subito nel panico,siamo piu’ ottimisti.

  • Metropolitano 3906
    11 gen 2011 alle 23:31

    @riccardo e laura
    Se le informazioni riguarderanno la variante di progetto del secondo lotto del passante fs sarò (anzi saremo) assai curioso di averle !

    Ma io non mi sto a preoccupare dei lavori in corso. Quelli dei Tram e delle tratte A e C del Passante saranno sicuramente portati a termine e su questo possiamo stare tutti tranquilli perchè i cantieri sono a pieno regime costante.
    Mi preoccupano tutti gli interventi che sono nelle mani di Lombardo, colui che ha dimostrato in molti casi di non rispondere alle esigenze della gente.
    RFI è una società seria, ma non i nostri politici e se la Regione non verrà loro incontro, è possibile che non inizieranno più affatto i lavori del raddoppio Notarbartolo-La Malfa (o forse li fanno nel vecchio schema che è sempre meglio che abbandonare completamente l’intervento). I lavori includono le fermate intermedie sotterranee di Lazio, Belgio, riqualificazione fermata Francia, e ristutturazione San Lorenzo. Ovviamente anche quegli interventi sarebbero negati se il cantiere non parte.

    Come ve lo spiegate questo apparente stop burocratico sul formale OK da parte della Regione per l’unico lotto del quale i lavori non sono ancora partiti ? Vorrei tanto saperlo.
    Non è che la Regione sta ignorando RFI e le richieste della città di Palermo nel voler dare i fondi aggiuntivi per la variante lotto B Notarbartolo-UgoLamalfa ? E’ la mia ipotesi Boooh, e spero che non sia vera. Aspetto notizie per questi lavori, ma non riesco ad essere ottimista considerato chi è a capo di questa giunta e di come sta governando. Hai qualche fiducia in Lombardo ? Credimi, vorrei poter essere ottimista proprio come te, ma date le circostanze non do nulla di certo.

    La mia paura è che rimanga un binario unico proprio lì anche dopo il 2015, e ciò renderebbe impossibile un traffico ferroviario di 270 treni al giorno, ammesso poi che la Regione stessa acquisterà tutte queste relazioni da Trenitalia.
    Ecco lo scenario di quell’anno nella peggiore delle ipotesi: ci sarebbero due tratte funzionali della linea A della metro a doppio binario (con corse ogni 15 minuti), separate da un binario unico proprio dove a breve dovrebbero (il condizionale è d’obbligo ormai) partire i lavori.
    E i collegamenti PA Centrale-Aeroporto e viceversa avrebbero sempre delle corse ogni 30 minuti sempre per colpa della limitata capacità della parte rimasta a binario unico, ed i treni diretti all’aeroporto devono pur passare da quella monorotaia per arrivarci, con i soliti problemi delle coincidenze in quei 4-5 km tra le stazioni La Malfa e Notarbartolo.

  • Metropolitano 3906
    12 gen 2011 alle 0:00

    Ricapitolando: l’unico Lotto in cui c’è il deserto, cioè dove non si vede lavorare nessun operario è quello che va dalla mia Stazione in su oltre Viale Lazio verso Palermo nord fino alla futura fermata La Malfa, oltre la quale poi si ritorna a vedere gli operai presenti e all’opera fino alla fermata extraubana di Carini.
    Il Lotto “B” è fermo.
    E anche quello dev’essere raddoppiato! Al fine di ottenere il risultato voluto dalle FS e ovviamente da noi palermitani che attendiamo una boccata d’ossigeno alla viabilità urbana: oltre 200 treni al giorno tra la Stazione Palermo Centrale e l’Aeroporto Punta Raisi in tutto il tragitto della linea.

    Considera che sono previsti anche i lavori delle stazioni intermedie.
    Per esempio senza la fermata Lazio, chi abita al di quà di quell’arteria (per esempio Viale delle Alpi, Viale Magnolie o Via Sciuti) dovrà andare a piedi, o con il 118 se preferisce, alla Stazione più vicina. Notarbartolo.
    Invece in futuro i residenti di Viale Lazio (e prima) dovrebbero avere la fermata proprio sotto casa.

    Per gli abitanti della zona nord di Palermo (Belgio, Francia Viale Strasburgo) andare a piedi a Notarbartolo sarebbe improponibile, per cui si dirigono verso alla quasi abbandonata fermata Francia. Dove le biglietterie automatiche sono state vandalizzate.

  • Metropolitano 3906
    12 gen 2011 alle 10:01

    :D

    …sono appunto le FS che decidono se far partire i lavori o no, li faranno partire solo dopo aver ricevuto il finanziamento aggiuntivo di 130-150 milioni dalla Regione per la variante. Ecco perchè l’OK della Regione è vincolante. Ma se Lombardo non sgancia il malloppo, bhe si facciano i lavori con il vecchio progetto, tanto non comporterebbe grandi disagi visto che Viale Delle Alpi ha due carreggiate.

  • giovanni75 320
    12 gen 2011 alle 11:08

    che differenza c’è tra il nuovo progetto e il vecchio, il vecchio è per caso quello con il cut&cover e l’altro con la talpa?

  • brian85 117
    12 gen 2011 alle 13:55

    Però nessuno ha risposto sulla domanda di ultimo82: quella struttura in cemento a che serve? è per caso qualche solettone di una futura galleria?! alloggiamento per un nuovo binario?
    E questo tunnel da costruire coinvolgerà solo il tratto vicino il pl oppure arriverà fino a cardillo o addirittura + avanti?

  • antony977 167223
    12 gen 2011 alle 17:02

    @brian85, indubbiamente è un solettone di una futura galleria anche perchè lato mare sono state eseguite delle fondazioni rilevanti.
    Può darsi pure che servirà per una nuova deviata dato che dovranno essere fatte ancore le fondazioni lato monte proprio lì dove c’è l’attuale vecchio binario

  • giovanni75 320
    12 gen 2011 alle 19:19

    al massimo con il cut & cover si perderà più tempo.. tempo fa mi sono aggrappato al muretto di cinta nei pressi della fine di via Daidone e ho visto che c’erano due gallerie al posto di una come pensavo, allora fino ad adesso i treni provenienti dalla galleria vicino via Belgio cambiano direzione in galleria?? ci sarà un semaforo all’interno??


Lascia un Commento