21 giu 2010

Polizia Municipale annuncia controlli sulle piste ciclabili


Oggi, una pattuglia dei vigili urbani stazionerà soprattutto nell’area del porto con l’esclusivo compito di punire gli automobilisti e i motociclisti che posteggeranno i loro mezzi lungo le piste ciclabili o che utilizzeranno le piste in maniera impropria.

70 euro di multa e 2 punti in meno nella patente per i trasgressori.

Un controllo che dovrebbe avvenire giornalmente, e che viene annunciato addirittura nei telegiornali locali come se fosse un “evento straordinario” per il quale tutti i palermitani dovrebbero chiedere “grazie”.

Speriamo almeno che il quantitativo di multe sia così alto da indurre il comando a perpetuare questo provvedimento, anche al fine (loro) di rimpinguare un pò le casse comunali.


multePiste ciclabilipolizia municipalevia crispivigili urbani

Articolo successivo

11 commenti per “Polizia Municipale annuncia controlli sulle piste ciclabili
  • Metropolitano 3236
    21 giu 2010 alle 12:39

    Forse questa è la volta buona che le mie preghiere saranno esaudite !
    Non dovrò più sbattere e strisciare sulle macchine e moto parcheggiate selvaggiamente sulle mattonelle rosa, per cui non mi farò più male e non dovrò fermarmi per alzare i tergicristalli per segnalare l’infrazione anche se per conto mio lo facevo palliativamente e simbolicamente.
    Ma che i controlli siano severi, e non superficiali, conoscendo il comandante Di Peri !!

  • Otto Mohr 47
    21 giu 2010 alle 14:21

    Addirittura ne parlano i telegiornali..di una cosa cosi normale!!!si vede che non siamo abituati alla parola legalità…

  • Antonio Beccadelli 0
    21 giu 2010 alle 16:29

    Probabilmente il maggior controllo delle piste ciclabili fa il paio con quello relativo alle licenze commerciali: da circa una settimana nella zona di Via Re Federico (zona Tribunali) girano pattuglie di Vigili Urbani che controllano l’occupazione del suolo pubblico, le condizioni di sicurezza delle botteghe (impianti elettrici ecc.), il regolare pagamento della Ta.R.S.U. … e mi risulta che abbiano elevato anche salatissime contravvenzioni (dell’ordine di migliaia di euro). Evidentemente – non c’è, a mio parere, altra spiegazione – il Comune si è reso conto di avere un “arraggiato” bisogno di far cassa.

    Certamente non si può non notare che quello che nelle città civili è un fatto ordinario, in una come Palermo il tentativo di far rispettare le regole meriti addirittura servizi giornalistici.

    Speriamo che i controlli continuino, ma ho qualche dubbio: da dove “saltano fuori” i Vigili Urbani impiegati in tali servizi? Non si seguita a dire che la Polizia Municipale è in sottorganico? Non è che, forse, troppi uomini in divisa sono (impropriamente) adoperati per compiti amministrativi? Naturalmente in una città come Palermo pensare che vi siano anche degli “imboscati” è fare – come suol dirsi – pura filosofia.

  • stay_acid 67
    22 giu 2010 alle 9:36

    che lo facciano per far cassa o per senso del dovere (ahahahahahhahah) ma che lo facciano!

    Dovrebbero assumere dei vigili urbani pagati “a contratto” (che in questo caso è una bella multina) come nei call center… sono sicuro che corso finocchiaro aprile tornerebbe ad essere la strada che è…l’ho appena misurato con google earth, misura 16 m marcipiedi esclusi; gli Champs Elisee di Parigi sono larghi 24m in totale, quindi 12 m per senso di marcia

  • Metropolitano 3236
    22 giu 2010 alle 11:39

    Però qualche moto e qualche macchina parcheggiata sulla pista ciclabile di Via Zandonai c’era ancora, sapete ?

  • mars 76 0
    22 giu 2010 alle 13:45

    SMOG: ISTAT, CITTA’ ITALIANE FRA LE PIU’ INQUINATE D’EUROPA

    (ASCA) – Roma, 22 giu – Nel 2008, nella classifica delle prime 30 citta’ con il livello piu’ basso di qualita’ dell’aria, la citta’ bulgara di Plovdiv si attesta al primo posto, seguita da Torino, Brescia, Milano e Sofia . All’opposto, i primi cinque posti della graduatoria delle 30 citta’ piu’ virtuose, sempre per la qualita’ dell’aria, sono tutti occupati da citta’ del Nord-Europa: Tallinn in Estonia, Stoccolma, Lund e Malmoe in Svezia.

    Palermo e’ la citta’ italiana con la migliore qualita’ dell’aria nel 2008: il valore dell’indice e’ inferiore all’unita’, valore questo preso a riferimento per il rispetto in media dei limiti. Nella citta’ siciliana, infatti, si stima un valore pari a 0,3, in diminuzione rispetto al valore di 0,8 registrato nel 2004 e 2005.

  • riccardino85 39
    22 giu 2010 alle 21:17

    Non voglio essere razzista ma i vigili urbani sono peggio dei tassisti. Tornando a Palermo dopo diversi mesi all’estero in circa 20 minuti ho visto un vigile al telefono mentre guidava sul Cassaro e una riunione di super vigili in via Notarbartolo con auto di servizio in doppia fila e loro che facevano salotto(erano almeno 8) per la strada. non sul marciapiede. sulla carreggiata.
    Mi prendo la responsabilità di generalizzare!!! devono andare tutti a casa.
    Faccio una proposta: perché non iniziamo a chiamare i vigili ogni volta che vediamo un’auto su di un marciapiede o in doppia fila o in divieto di sosta. Bombardiamoli di segnalazioni.Il controllo lo dobbiamo fare noi!!! E vediamo di controllare anche i nostri politici…..Forza Italia!!!(non fraintendetemi, mi riferisco alla mia patria e non al circo)

    Polizia Municipale Palermo tel. 091- 6954111


Lascia un Commento