28 apr 2010

Prossiamente pedonalizzazione Mondello, ma…


Sembra che quest’estate sarà la volta buona per avere pedonalizzato tutto il lungomare da Viale Regina Elena fino a Piazza.Continua quindi l’onda della pedonalizzazione, in una zona che in passato ha visto l’opporsi di tanti commercianti.

Interventi quali  intensificazione delle navette estive Amat da/per  i parcheggi esistenti, nuovo arredo urbano, un efficace azione contro abusivi (venditori e posteggiatori),  un controllo costante sul territorio da parte delle forze dell’ordine ed eventi culturali,  sono senz’altro le basi sulla quale poter partire. E non dimentichiamo il bike-sharing, fondamentale in zone balneari. Sulla viabilità, ci si potrebbe trovare d’accordo sul doppio senso di marcia di via Principe di Scalea, ma anche senza trascurare strade e percorsi alternativi come la via Tolomea e via Diomede.Le soluzioni di certo non mancano 

Ma attenzione: non commettiamo l’errore di trascurare un’altra borgata quale Sferracavallo, sulla quale domani pubblicheremo alcune proposte interessanti.


mondellopedonalizzazione mondellopedonalizzazione sferracavalloSFERRACAVALLO

15 commenti per “Prossiamente pedonalizzazione Mondello, ma…
  • tasman sea 20
    28 apr 2010 alle 12:38

    evviva!
    adesso vorrei piste ciclabili lungo tutta la favorita, per chi volesse raggiungere mondello in bici anziché in autobus.
    interessante anche la variante sul progetto per la metro leggera automatica, che arriverà fino al charleston e non più soltanto fino a fondo verde, biforcandosi verso sferracavallo all’altezza del commussariato san lorenzo.
    l’alternativa all’auto va creata subito, con l’attivazione dai parcheggi mai utilizzati di via saline e via fattori alle porte delle due borgate marinare di un servizio di navetta decente.

  • tasman sea 20
    28 apr 2010 alle 12:39

    a proposito di piste ciclabili, che vergogna dover scendere dalla bici ogni cento metri, per colpa di quei dissuasori. quando non ci sono i diussuasori, c’è la macchina posteggiata o la spazzatura.

  • Portacarbone 70662
    28 apr 2010 alle 12:45

    Tutto positivo. Non vorrei però che tutti questi provvedimenti provvisori rimangano TALI, come per dare il contentino ai cittadini.

    E conoscendo il politichese, sarebbe un’azione molto probabile.

  • matteo ognibene 156
    28 apr 2010 alle 14:42

    E’ una cosa molto bella ma il problema principale di Mondello sono le cabine sulla spiaggia!
    E’ inutile che si cerchi di far sviluppare quella zona se non si elimina il problema principale….Mondello è l’unica spiaggia in Italia di alto livello che viene ogni anno deturpata per tutto il periodo estivo.
    Penso che solo a Palermo possa esistere un simile scempio!!!
    I turisti vengono a mondello fino a maggio, poi scappano altrove in cerca di un pezzetto di spiaggia in cui potersi sdraiare. (io personalmente qualche anno fa sono venuto a mondello per la prima volta, poichè sono di caltanissetta ed è un pò lontana per me, e non ci tornai più perchè non mi era piaciuta per niente. Dopo l’ho rivista in primavera e mi sono ricreduto!!)
    Per non parlare della vista della spiaggia che viene totalmente deturpata da questa cabine!!!

    Ho pure inviato una segnalazione in merito ma a quanto pare non è stata considerata e non so perchè….se devo essere onesto è molto triste che nessuno lotti per una delle più belle spiagge siciliane!!!

  • bacillino80 87
    28 apr 2010 alle 15:56

    Sicuramente negli ultimi anni stanno cercando di sistemare il problema cabine e recinzioni, utilizzando cabine più armoniose e con colori più gradevoli in alcune parti della spiaggia ed eliminando le recinzioni durante i periodi di bassa stagione.
    Ma non dimenticatevi che la spiaggia di Mondello è privata e appartiene alla società Italo Belga che ne ha la concessione e che senza di loro la spiaggia sarebbe uno schifo considerando il livello culturale e cerebrale della gente (giovani e adulti). Si può dire quello che si vuole, ma loro hanno reso la spiaggia cosi bella e loro la gestiscono.

  • matteo ognibene 156
    28 apr 2010 alle 16:10

    e già….peccato che loro hanno ottenuto la concessione in maniera illegale (appena ho due minuti in piu ti pubblico il link della sentenza del TAR del 2004 che stabilisce tutto ciò), sono un monopolio e come ben sai i monopoli portano solo prezzi elevati e disservizi.
    Ci privano della spiaggia libera, allontano i turisti in quanto le cabine le vogliono solo i palermitani e i turisti no!!!
    inoltre non so se hai mai visto la spiaggia in primavera (immagino di si), quando loro non ci sono….e mi pare sia mille volte piu bella.
    Infine potrebbe benissimo essere il comune a occuparsi della pulizia, dividere la spiaggia in 2 parti, una libera e una darla a privati in situazione di concorrenza e non monopolio.
    Tutte le spiagge italiane sopravvivono benissimo senza la società italo belga….

  • cicciocc 23
    28 apr 2010 alle 16:46

    Son contento, se si presenterà una soluzione alternativa civile per raggiungere la nostra amata Mondello. Contensissimo se l’azione contro abusivi e posteggiatori sia veramente efficace, grazie della buona notizia

  • rogers 44
    28 apr 2010 alle 16:47

    E’ stata avviata nei confronti dell’immobiliare “Italo-Belga” la procedura per l’emanazione del provvedimento di decadenza della concessione per la spiaggia di Mondello,.
    In data 15 DICEMBRE 2009 l ‘Assessorato trasmetteva alla Capitaneria di porto di Palermo copia della comunicazione di FINE RAPPORTO tra la società Mondello e la società Normanna, datata 30 OTTOBRE 2009;
    L’Assessorato citato, inoltre, chiedeva alla medesima Capitaneria di porto di Palermo se fossero state rilasciate autorizzazioni sulla predetta gestione ex art. 45-bis del Codice della navigazione, di cui al regio decreto n. 327 del 1942, e successive modifiche e integrazioni (affidamento ad altri soggetti delle attività oggetto della concessione);
    La Capitaneria di porto di Palermo rispondeva comunicando la non esistenza di autorizzazioni rilasciate ex art. 45-bis e specificava che il contratto tra la società Mondello e la società Normanna era di appalto con diretta responsabilità nella gestione dei servizi da parte della società concessionaria;
    Tale fattispecie non è prevista dal citato articolo 45-bis;
    La società Mondello risulterebbe non avere mai fatto istanza per ottenere autorizzazioni ex art. 45-bis del Codice della navigazione;

  • Freddie 1052
    28 apr 2010 alle 18:04

    Penso tutto il bene possibile di questa pedonalizzazione. I palermitani e i turisti potranno finalmente passeggiare senza avere a 2 metri il fetore delle marmitte e i clacson strombazzanti, e non abbiamo ancora parlato del fatto che con la pedonalizzazione salterà interamente quel serpentone di auto posteggiate lato sirenetta che parte da piazza Valdesi e finisce quasi al Charleston. I primi a trarne vantaggio saranno i bar, che potranno piazzare tavolini fuori…un ottimo inizio!

  • mimusso 157
    28 apr 2010 alle 18:27

    Da un abitante di Mondello che fa quelle strade 10 volte al giorno;-)

    Il problema principale è che in Viale Principe di Scalea sarebbe istituito il doppio senso di circolazione e onestamente è una follia.
    Occasionalmente (Carnevale, Windsurf World Festival, Gara di bici etc…) è già stato provato e la circolazione diventa pressochè impossibile.
    La carreggiata di Viale P.pe di Scalea è troppo stretta e con l’afflusso di auto-moto più autobus del periodo estive, diventerebbe un imbuto in cui non si cammina.
    Tra l’altro, dopo l’AGIP, c’è una curva in cui la strada diventa ancora più stretta e il passaggio contemporaneo di due autobus sarebbe difficilissimo.
    Si dovrebbero poi annullare le zone blu a fianco della corsia, ma così si leverebbero tanti posti auto in una zona già carente (i posteggi Mongibello, Saline e Galatea sono sempre strapieni).

    La pedonalizzazione del tratto dalla piazza di Valdesi sino a Piazza Mondello sarebbe un sogno (credetemi, sarebbe molto simile Miami Beach, vista da me personalmente), ma nelle modalità proposte mi pare inattuabile.

  • biondoscuro 6
    29 apr 2010 alle 14:13

    Potrebbe essere l’occasione per tornare a dare la giustà visibilità al tratto di mare tra il Charleston e la piazza Mondello, dopo che negli anni 80′ si era riusciti, con grande fatica, a rimuovere un’infinità di bancarelle che ostruivano totalmente la vista del mare, negli ultimi anni c’è un proliferare di chioschi, gazebo, bancarelle e strutture varie che, di fatto, stanno tornando ad oscurare la vista del mare!!!

  • tasman sea 20
    29 apr 2010 alle 15:28

    ma di piste ciclabili non se ne parla?
    oggi sono sceso a mondello con la bici attraverso un sentiero per capre.

  • ULTIMATUM974 1
    29 apr 2010 alle 15:55

    ragazzi scusate , che vi sto chiedendo una cosa fuori argomento, ma si tratta di curiosità mi è stato riferito che in centro nei pressi di Via P.di Villafranca stanno facendo un’altro ristorante di cucina tipica campana come F.lli la Bufala, sapete qualcosa?


Lascia un Commento