01 mar 2010

Passante Ferroviario: verso il blocco linea di 10 mesi?


Cominciano sempre più a concretizzarsi le voci (di cui avevamo dato accenno 2mesi fa) che vorrebbero il blocco del traffico ferroviario fra la Stazione C.le e quella di Notarbartolo, proprio per i lavori del Passante.

Blocco linea che scatterebbe da Giugno, con l’entrata in vigore del nuovo orario e interesserebbe  la tratta  “A”.

Ciò per consentire i lavori della nuova galleria fra Orleans e Notarbartolo.Ma non solo: ricordiamo anche i lavori della fermata Guadagna, del raddoppio del ponte ferroviario sull’Oreto, la fermata Policlinico-Vespri, l’innesto della galleria di via Lodato con Orleans (e rimodulazione di essa), la femata Palazzo di Giustizia e la fermata Lolli. Prevista anche una sorta di rimodulazione/ristrutturazione della stazione Orleans.

Pullman sostitutivi faranno da collegamento fra la Stazione C.le e Notarbartolo. Indubbiamente i disagi ci saranno per tutti, studenti e pendolari. Ma siamo certi che al termine dei lavori, avremo concretizzata già parte di un’opera che  attendevamo da tantissimi anni e che stravolgerà in positivo le nostre abitudini in ambito di mobilità. In un periodo in cui si parla quotidianamente di  smog e traffico, ben vengano questi lavori, specie se servano ad accelerare i tempi di realizzazione


blocco linea metropolitana palermoblocco linea notarbartoloblocco traffico ferroviario palermoblocco traffico ferroviario passante di palermolavori passante ferroviario palermometropolitana palermopassante ferroviario palermoSISstazione Lollistazione notarbartolostazione orleans

20 commenti per “Passante Ferroviario: verso il blocco linea di 10 mesi?
  • Lele 6797
    01 mar 2010 alle 8:25

    spero che non vengano formati comitati come quello di Cardillo, per dire no alla chiusura temporanea. Certo ci mettiamo nei panni di chi viaggia, ma saranno sacrifici ben ricompensati già da subito. se i lavori non subiranno stop nella scaletta di marcia, tutte le opere sopra descritte saranno completate entro i tempi inerenti la chiusura del tratto in questione. Stiamo parlando di SIS un colosso che in pochi mesi ha costruito opere lungo la tratta senza stop o ritardi. Concordo con quanto scritto nell’art…Stravolgerà le abitudini dei palermitani e non, in tema di mobilità urbana ed extra-urbana.

  • Metropolitano 3278
    01 mar 2010 alle 10:49

    Vabbè, ma almeno intanto attiveranno la tratta A che è di certo la più frequentata da Notarbartolo alla Stazione Centrale. Ma poi che cavolo ci aspettano ad approvare il progetto della parte B oppure semplicemente la fanno con la Talpa. Utilizzano la TBM e buona notte. Così dubito che l’intero Passante sia terminato entro il 2015.

  • Portacarbone 70727
    01 mar 2010 alle 12:15

    Questa chiusura della linea sarà un bel banco di prova per la città e per i suoi abitanti.

    Una dura lotta mentale che ogni palermitano “vecchio style” dovrà sostenere per tollerare un disagio OGGI per ricevere un grande vantaggio DOMANI.

    Adesso, la prossima mossa da fare è PRETENDERE servizi sostitutivi all’altezza.

  • huge 2192
    01 mar 2010 alle 12:15

    Sì, concordo con Metropolitano. Se seguono le date d’entrata in vigore del nuovo orario, le scadenze possibili sarebbero dic 2010, che però è troppo vicino, seguito poi da giu 2011.
    Chissà se a giugno attiveranno la fermata Roccella?

  • gerry69 183
    01 mar 2010 alle 12:15

    La comunicazione che hanno fatto a Dicembre parlava di 12 mesi mesi di chiusura con “possibile” attestazione sulla Stazione Orleans in fase di lavori avanzata.

  • Daniele 444
    01 mar 2010 alle 12:25

    Beh, si presume che in quel periodo ci siano meno gente in città, quindi speriamo bene .. era ora!

  • marce982 216
    01 mar 2010 alle 12:32

    Be’, credo che alla fina dei conti sia una chiusura necessaria. Il passante così come l’anello sono opere di importanza strategica al fine di ottenere una città più vivibile.

  • Metropolitano 3278
    01 mar 2010 alle 14:07

    almeno la linea B la lasceranno attiva, come unica linea metropolitana funzionante in città per quel periodo “di prova”.

  • gmgiamm 7
    01 mar 2010 alle 22:34

    Oggi è entrato in funzione un binario di deviata a Vespri che consentirà di continuare a scavare in galleria senza interrompere il servizio. Lavori così impegnativi e onerosi non si giustificano se è già programmata una sospensione a giugno. Siete sicuri che il servizio verrà sospeso?

  • blacklife 1
    02 mar 2010 alle 2:05

    Quindi correggetemi se sbaglio ovviamente anche la tratta stazione c.le-aeroporto sarà interrotta visto che si attraversa la stazione notarbartolo speriamo che trovino una soluzione visto che parecchie persone la usano come via economica per arrivare all’aeroporto

  • MAQVEDA 17489
    02 mar 2010 alle 22:44

    Ma per “sorta di ristrutturazione” ad Orleans che si intende? posso sperare che facciano smammare quegli orrendi areatori su corso Re Ruggero? che ancora oggi li quardo e mi chiedo come sia stato concepibile tutto ciò:-(

  • giovanni 331
    12 mar 2010 alle 12:27

    ma la stazione di Brancaccio? Peccato che non serve a niente…peccato con tanti spazi per parcheggiare e non viene completamente sfruttata. Perche non fare un collegamento Brancaccio (zona industriale) aeroporto?
    Ditemi a cosa serve questa stazione perche non la vedo come fermata di metro. E’ vero, in futuro ci sarà la fermata di via Brancaccio, ma li è ancora un cantiere e poi effettivamente ci sarà un problema di parcheggio e di come arrivarci…..sfruttiamo invece la zona di Brancaccio per gli abitanti della zona e per i paesi vicini.
    Sarebbe una grande occasione per evitare di attraversare la citta con la macchina o il bus
    Spero che mobilitàpelrrmo possa aprire un piccolo dibbattito..sono curioso di sapere cosa ne pensano gli altri

  • Calò 80
    12 mar 2010 alle 15:36

    @giovanni, con il raddoppio del passante anche Brancaccio industriale avrà un collegamento diretto con l’aeroporto.

  • Metropolitano 3278
    12 mar 2010 alle 16:28

    giovanni, vedo che sei abituato bene ai problemi: effettivamente anche prima che partissero i lavori per esempio nel 2007 Trenitalia poteva comunque organizzare relazioni (a cadenza però ridotta) tra PA Brancaccio e l’aeroporto Punta, solo che quel baffo ferroviario che bypassava la stazione centrale per andare direttamente a Brancaccio per chi proviene dall’aeroporto l’avevano a lungo termine istituito come passaggio per il settore Cargo, e niente Pax, manco uno.
    Eppure in portata ridotta si poteva fare.
    Ora che anche il bypass ferroviario avrà due binari non ci saranno più scuse per non farci passare treni passeggeri che possono pure collegare Cefalù con PA Notarbartolo ed alcuni treni anche andare oltre per l’aeroporto, poiche la capacità della linea sarà aumentata.

    Credo anche che la stazione Brancaccio sia concepita altresì come snodo d’interscambio tra la linea A e la linea C della metro (la tratta extraurbana).


Lascia un Commento