08 feb 2010

Conto alla rovescia


Smantellati i ponteggi sul prospetto della nuova Rinascente in via Roma. Devono ancora essere applicati i pannelli di rivestimento già visibili su piazza San Domenico. Ricordo che per il 28 febbraio è prevista l’apertura:



Intanto su piazza San Domenico è già visibile il bel prospetto settecentesco restaurato. Si tratta dei resti di palazzo Traetta (per anni confuso con palazzo Montalbano invece sul fronte occidentale della piazza e oggi non più esistente) sensatamente mantenuti all’epoca della demolizione degli immobili preesistenti per non stravolgere completamente la piazza settecentesca. Il prospetto moderno sarà retroilluminato e dopo il tramonto è già possibile avere un assaggio di quello che sarà l’effetto finale. In più sempre sul prospetto lato piazza sono stati applicati dei fari, uno dei quali direzionato sulla chiesa. Insieme alla futura illuminazione serale di palazzo Moncada di Paternò la piazza ne risulterà rinnovata:


palazzo Traettapiazza san domenicoRinascentevia roma

18 commenti per “Conto alla rovescia
  • griffild 327
    08 feb 2010 alle 8:58

    sperando cosi che la via roma si possa riprendere un poco, io non ci passo da troppo tempo, ormai preferisco sempre via rug. settimo via libertà, almeno la domenica si trova posto e non PAGO i postegiatori …. li in via roma è difficile postegiare, a piazza s.domenico ci sn da una vita quei postegiatori credo sia tutta una famiglia che a loro dire si sn comprati la piazza quindi impossibile postegiare se nn li paghi :S ….

  • panormus79 311
    08 feb 2010 alle 11:22

    La soluzione del problema si avrebbe con la pedonalizzazione di piazza San Domenico, è un vero peccato vedere una così bella piazza settecentesca sfegiata dal parcheggio selvaggio e dalle bancarella abusive che “sparano” musica napoletana nelle orecchie dei passanti

  • Portacarbone 70808
    08 feb 2010 alle 12:46

    Vedo queste foto e penso che in una capitale europea o in una città del nord, questo angolo sarebbe tenuto come un gioiello, con area pedonale, piccoli negozietti e tanto arredo urbano.
    Qui invece ancora a contrastare con parcheggiatori e parcheggi che deturpano la piazza.
    Che rabbia.

  • panormus79 311
    08 feb 2010 alle 13:07

    Verissimo.Sono appena tornato da un fine settimana a Madrid e vedere un centro storico così tenuto bene, pulito, senza traffico, con piazze pedonalizzate mi ha fatto venire molta rabbia perchè qui siamo indietro anni luce dallo standard minimo della civiltà. Siamo arrivati al punto di esultare se pedonalizzano per un fine settimana via Ruggero Settimo perchè consideriamo questo un passo avanti, ma nella realtà siamo nel baratro

  • mediomen 1143
    08 feb 2010 alle 13:52

    Ricordo, come se fosse ieri, quando da piccolo ho visto ricostruire il palazzo lasciando la facciata settecentesca originaria. E’ una delle più belle piazze di Palermo, piena di storia. Peccato che tutte quelle macchine posteggiate la deturpino parecchio. Grazie MAQVEDA

  • patricolo 16
    08 feb 2010 alle 13:56

    ragazzi avete perfettamente ragione su tutto……..io ad esempio sono stato ultimamente (ottobre 2009) a monaco di baviera e li le zone pedonali si sprecano oltre al senso civico e alla pulizia….ma attraverso questa mia esperienza insieme alle vostre mi pare che la conclusione sia una sola e cioè che questa città ha più che mai urgente bisogno di un sindaco con i controc…….ni e che soprattutto ami la propria città come se fosse casa sua(per la verità questo è quello che dovrebbe fare ogni palermitano)……il pesce,come si dice, puzza sempre dalla testa!!!!!

  • blackmorpheus 54519
    08 feb 2010 alle 14:38

    @patricolo

    che ci serva un sindaco è fuor di dubbio. Ma è sbagliato pensare che dipenda esclusivamente da questo. Questa che ci governa è gente abituata a prendersi la m***a in faccia, perché fa parte del loro mestiere. Loro sanno benissimo che stanno lì per mantenere il sedere incollato alla poltrona e non hanno alcun interesse a far migliorare la situazione, perché il bisogno, il degrado e il sottosviluppo portano voti. Quello che bisogna fare è togliere l’humus dentro il quale questa gentaglia cresce…che si traduce nel diffondere cultura il più possibile. Se esiste una cultura civica, se si capisce cosa vuol dire amare la propria città e rispettarla, allora si toglie anche terreno fertile per questa gente. Ricordiamoci che la collettività siamo noi, loro sono solo una piccola casta che si attacca al capezzolo del sistema, vivendo da parassita e proliferando nell’ignoranza e nell’indifferenza della gente. Ma se la mentalità cambia, loro non solo non potranno più adeguarsi, ma se ne dovranno andare a favore di gente competente che merita davvero il compito di governare Palermo

  • Lele 6797
    08 feb 2010 alle 15:11

    è colpa della politica, non del sindaco. hai ragione andrea…sanno benissimo di non fa nulla e prendere i soldi a fine mese, ma ci sono abituati. la città si deve muovere e pretendere. mente nelle altre città la politica si fa carico dei poblemi e li affronta, qui si devono mobilitare i cittadini. poi quando le cose dette da quest’ultimi funzionano, i politici si rendono conto e si prendono pure i meriti. che falliti!!!

  • griffild 327
    08 feb 2010 alle 15:31

    aree pedonali si, voi avete portato ritagli di città dove sono piene di aree pedonali, ma altrettanto mezzi di comunicazioni, dove non puoi e NON DEVI arrivare con la macchina vai con autobus METROPOLITANE o tram.. ma voi mi volete dire come si fa ad andare in centro con il semplice e squallido servizio degli autobus??? impossibile….è un cane che si morde la coda… andremo avanti all’infinito con i buoni propositi ma di concreto non succederà mai nulla…

  • fabdel 989
    08 feb 2010 alle 16:07

    ci sono passato stamattina (di ritorno dal policlinico dove mi hanno tolto il gesso), le lastre bianche-opache simil ospedale con le quali hanno rivestito il prospetto su via roma lasciano molto a desiderare esteticamente. :(

  • grillo79 321
    08 feb 2010 alle 16:49

    Quoto blackmorfeus ed il bellissimo articolo di Donato di Donna
    A quest’ultimo mi riferisco per sottolinearvi, come gia fatto in precedenti post, la necessità di avviare la costruzione di una importante rete di piste ciclabili e bikesharing. Ne ho stimato piu volte costi e caratteristiche, avendo avuto modo di parlare con alcune ditte che realizzano il bike-sharing in città del nord.
    A Palermo con una spesa inferiore ai 15 milioni di euro si riuscirebbe a realizzare una rete ciclabile di circa 150km e fornire la città di uno dei sistemi di bike-sharing piu grndi e funzionali d’Italia, con un parco-bici di circa 3500 mezzi.
    Si riuscirebbe a realizzare tutto in circa 2 anni di lavoro e si otterrebbe la possibilità di far muovere in bici circa il 25% dei cittadini, a costi bassissimi. Oltre 200mila persone al giorno utilizzano il servizio di bike-sharing di Parigi, con un parco-bici di 16mila mezzi e tanti altri esempi vengono da città come Lione e tante altre realtà italiane

    http://www.outdoorblog.it/post/1652/1652

    http://it.wikipedia.org/wiki/Bike_sharing

    io ho lavorato in proprio ad un piano per palermo, se vi interessa vi passo qualche cosa
    ciao

  • 4canti 101
    08 feb 2010 alle 17:02

    ahahahahaha..scusate ma mi fa troppo ridere vedere la pubblicità della JEEP proprio qui su mobilitapalermo dove tutti gli utenti vorrebbero solo vedere il centro chiuso al traffico e mezzi pubblici efficienti e quindi niente auto!!!

    @fabdel, ma sei sicuro che questre lastre siano definitive? e poi nell’articolo parla di prospetto retroilluminato o ho capito male io?

  • Daniele 444
    08 feb 2010 alle 17:55

    Spero davvero che gli abusivi vengano fatti sloggiare .. l’intera area richiede una riqualificazione urgente ..

    Andrea, hai perfettamente ragione .. credo che questo sito e l’esistenza del comitato sia già un grosso passo avanti .. ma bisogna lottare con le unghie e con i denti!

  • Real 170
    09 feb 2010 alle 18:24

    Salve a tutti, convengo con i più, sulla necessità di pedonalizzare la piazza di San Domenico.
    Di fatto sono pochi posti d’auto, non cambiano la carenza cronica dei posteggi in città. Certo una volta chiusa la piazza dovrebbe essere riqualificata, con un arredo urbano appropriato e consono al contesto storico.
    Dovrebbe essere la Rinascente stessa a fare pressione per ciò avvenga.

  • emmegi 717
    09 feb 2010 alle 19:36

    Mi pare di ricordare che piazza S. Domenico sia interamente un’ isola pedonale.
    Se qualcuno si trovasse a passare potrebbe verificare se almeno esiste la segnaletica.
    E se così fosse significherebbe solo una cosa: che vengono fatti dei (giusti) provvedimenti ma che poi nessuno rispetta e nessuno fa rispettare.

  • MAQVEDA 17489
    10 feb 2010 alle 0:30

    Se invece di mettere i soliti vasi si facessero dei seri interventi di pedonalizzazione non ci sarebbe cafone che tenga. Un vaso si sposta tranquillamente, dei dissuasori metallici no. E’ come se il Comune non avesse mai il coraggio di effettuare degli interventi risolutivi ad un determinato problema. E certamente le idee e i riferimenti non mancano. Forse hanno paura che i posteggiatori abusivi diano il proprio voto all’opposizione?


Lascia un Commento