22 apr 2009

Da oggi cambiano le regole per salire sui bus Amat


(Repubblica 22/04/2009) Da questa mattina si potrà entrare nei mezzi pubblici solo dalla porta anteriore, dove sono state installate le obliteratrici dei titoli di viaggio che finora si trovavano nella parte anteriore.

Sempre da questa mattina faranno comparsa sugli autobus le prime 10 guardie giurate, che in via sperimentale per alcune settimane, controlleranno sia che i biglietti siano obliterati che la sicurezza sui mezzi.Potenziata inoltre la squadra di controllori che dagli attuali 32 passerà a 52, alcuni dei quali saranno fissi a bordo per l’intero tragitto.
 
Rendiamoci pertanto  più responsabili e miglioriamo il servizio pubblico anche sotto questi aspetti.
 
Continua inoltre la nostra iniziativa “AmatTire sui bus”, fotografando dai bus (e non solo) le auto che ostacoleranno il regolare passaggio dei sub lungo le corsie preferenziali protette e non.
Le foto verranno inviate periodicamente al comando VV.UU. al fine di prendere provvedimenti e sollecitare il Comando a maggiori controlli.
 

amatamattire sui busBUSCORDOLIcorsie preferenzialimario bellavistapolizia municipale palermosalvatore orlando

9 commenti per “Da oggi cambiano le regole per salire sui bus Amat
  • georgie 7
    22 apr 2009 alle 10:02

    Come ho già scritto nell’altro thread, non mi pare che questa iniziativa sia decollata.
    Stamattina ho preso 2 autobus (tra cui anche il centralissimo 101) e posso dire che non è cambiato nulla. La gente saliva e scendeva da dove veniva più comodo (come sempre).
    Certo è che dovrebbero essere gli autisti per primi a fa rispettare questa nuova regola iniziando a non aprire – contemporaneamente – tutte le porte quando arrivano alle fermate…altrimenti non cambierà mai niente!

  • antony977 165953
    22 apr 2009 alle 23:29

    @marcozs, spero di no!A quel punto è inevitabile che ferrovie (Passante e anello) e Amat (bus e tram) dovranno sedersi al tavolo e decidere.
    Altrimenti ci arrabbiamo :-)

  • Pinko 25
    23 apr 2009 alle 16:45

    @marcozs, l’idea di una card come l’Oyster Card è molto intelligente, ma prevede il rinnovo del parco obliteratrici, ed inoltre richiede comunque una spesa superiore ed il coordinamento delle società coinvolte. Credo sia molto più semplice, coinvolgere le società in questione ed emettere biglietti unici a tempo (come si fa, p.es., a Roma da anni con il BIT, valido 1 corsa metro + 60 min. dall’obliterazione per tram e bus).

  • Fabrivit 256
    26 apr 2009 alle 10:56

    Vorrei tracciare un bilancio delle nuove regole fino ad oggi. Premetto che da mercoledì ho provato a verificare più linee possibili, attraverso tutti gli scambi e coincidenze che l’abbonamento mi consente.
    Linea 101. Forse la linea più controllata. Da mercoledì ne ho presi 2 e visti passare una decina. Sulle vetture, non su tutte ma diciamo su una ogni 3, è presente un controllore fisso che chiede appena si sale biglietto o abbonamento. Note negative: i controllori spesso invitano la gente a distribuirsi lungo il bus, ma senza troppa convinzione, con la conseguenza di congestionamenti nelle vicinanze della porta anteriore. Altro punto negativo è che la gente continua a entrare da tutte le parti e non solo dalla bussola anteriore. I controllori sono più spesso sui 101 doppio. Su quelli singoli, soprattutto nelle ore di punta non ci sono.
    Linea 102. Ne ho presi 2 da mercoledì. In entrambi controllori assenti e tutte le bussole aperte per salita e discesa. Devo notare come gli anziani siano sempre i più restii ad adattarsi alle nuove regole, nonstante siano stati applicati su tutti i bus i nuovi adesivi indicanti entrata e discensa.
    Linea 164. Preso una volta. Controllori assenti e tutte le bussole aperte per salita e discesa. Ne ho presi due e su entrambi assente ogni tipo di controllo. L’autista faceva salire da tutte le bussole indistintamente.
    Linea 106. Preso una volta. Nessun controllo e nessun rispetto delle nuove regole.
    Linea 806. 2 Visti passare, nessun controllore all’apparenza.
    Linea 118. Presi 4 per quasi l’intero percorso. Nessun controllo e regole nuove non fatte rispettare e non rispettate
    Linea 704. Presi 2. Nessun controllore. Tuttavia su un bus che andava indirezione opposta alla mia ho visto che c’era un controllore, diciamo frequenza controllori 1 ogni 3 bus.
    Linea 305. Preso 1 volta. nessun controllore.
    Linea 304. Preso 2 volte nessun controllore.

    Bilancio, a mio avviso fallimentare. I passaggeri non conoscono le nuove regole (e neppure le vecchie, quelle che sifermavano a buon senso), I controllori sono pressappoco inesistenti. Non ho visto manco mezza guardia giurata. Gli autisti hanno difficoltà a fare rispettare le regole, per meglio dire gli viene impossibile. L’unica linea dove si vede una minima applicazione è il 101 ma con il risvolto negativo dei ritardi del bus a causa della congestione di persone nel davanti dei bus.

    Spero che che l’amat provvede presto, altrimenti credo che le nuove regole diventeranno presto un lontano ricordo.

  • Fabrivit 256
    26 apr 2009 alle 10:58

    Errata corrige: linea 164. ne ho preso uno, non due. Il due era riferito ai 704, ho fatto casino nel copia e incolla :D


Lascia un Commento