06 mar 2009

Che domande rivolgeresti ad Amia?


Cari utenti,  sfruttiamo l’occasione.

Abbiamo ottenuto la possibilità di avere un colloquio con il direttivo dell’Amia che si è reso disponibile a rispondere alle domande di MobilitaPalermo.

Una delle poche occasioni in cui il cittadino può interfacciarsi con un’azienda comunale. Pertanto di seguito Vi invitiamo caldamente a proporre i vostri quesiti, che gireremo all’azienda stessa, sperando di ottenere risposte quanto più esaustive e pertinenti.

Unica piccola raccomandazione:

  • evitiamo domande improponibili e di ovvia risposta

Contiamo su di voi.


amiadomande amiarifiuti palermo

38 commenti per “Che domande rivolgeresti ad Amia?

Comment navigation

  • barracuda 36
    07 mar 2009 alle 15:16

    Salve a tutti,
    desidero chiedere all’AMIA di provvedere, per i prossimi acquisti dei cassonetti, di fare in modo di acquistarli senza pedale per evitare il malcostume dei “palermitani” (non tutti è chiaro) che usano bloccare il coperchio con la zeppa, perché, a parte che a Palermo è trend, non hanno la forza nel piedino e poi perché effettivamente gli anziani non ce la fanno ad aprirlo. Il coperchio chiuso evita i cattivi odori, il ribaltamento, una presentazione della città ai turisti più decente, (e anche a noi) ed evita il lancio dei sacchetti dalle auto in corsa.
    A Roma, per esempio, alcuni hanno una finestra abbastanza grande con una lastra di gomma che si richiude da sola, inoltre, si spostano soltanto avanti e indietro così si evita pure di spostarli e parcheggiare l’auto.

  • Roberto1 517
    09 mar 2009 alle 12:35

    Chiederei all’AMIA il perchè la maggior parte dei propri operatori non fa il proprio dovere o lo fa in modo molto superficiale. Ciò vale per lo spazzamento manuale, per lo svuotamento dei cassonetti (quasi mai si degnano di ripulire l’area), per il rifacimento delle strade, ecc… Chiederei: esiste una formazione? esitono delle direttive aziendali del tipo spazzare sempre sotto le auto o ripulire la zona dei cassonetti dopo lo svuotamento degli stessi. A me sembra che tutto sia lasciato al caso e all’improvvisazione. E non c’è nessuno che controlla. Poi chiederei perchè non ci sia attiva per istituire almeno una volta al mese divieti di sosta nelle strade per una pulizia approfondita, come del resto avviene nelle altre città.

  • danilo71 145
    09 mar 2009 alle 20:41

    Una domanda: perchè quando ospito gente che viene dall’estero devo fare figure di merda, perchè le aiuole sono coperte di rifiuti (vedi addaura residence con vista su un’aiuola ricoperta di rifiuti di ogni tipo di proprietà comunale), i marciapiedi ricoperti di rifiuti e cacca di cane, le spiagge piene di rifiuti, il parco della favorita pieno di rifiuti, il centro e la periferia pieni di rifiuti?

  • Umberto 1
    13 mar 2009 alle 17:54

    Chiederei di potenziare le campane di raccolta sia in punti della città in cui non ve ne è traccia sia nei punti in cui sono già presenti, causa la velocità con cui si colmano, ma nello stesso tempo intensificare la raccolta delle stesse. Infine avrei anche un’altra domanda forse un pò provocatoria…”farci vedere” attraverso un opuscolo l’effettivo percorso/trasformazione della nostra raccolta! Sia per incoraggiare chi ancora non la fa e sia per un guadagno in immagine dell’Amia stessa.

  • Roberto1 517
    16 mar 2009 alle 10:02

    Vorrei raccontare la mia passeggiata di ieri. Domenica 15 Marzo 2009, bella giornata di sole, area pedonale in centro. Parto da casa mia e percorro le via Francesco Crispi. Tutti i marciapiedi e i bordi strada sono sporchissimi, ma ci troviamo in zona porto, ci può stare (!!!!). Percorro la via Mariano Stabile con poche auto parcheggiate che lasciano scoperti i bordi dei marciapiedi colmi di cartacce. Uno schifo! Quì siamo quasi in centro!!! Percorro la complanare di via Libertà. Anche quì lo stesso paesaggio orrendo. Parcheggio in via Siracusa tra cartacce e bottiglie sparse per terra. Comincio la mia passeggiata su via Libertà: la carreggiata centrale è pulita ma solo perchè il venticello porta tutto sulle complanari. Tutti i cestini gettacarte strabordano di rifiuti. In mezzo a questo paesaggio orrendo, banbini in festa con le bici, famiglie, ragazzi, turisti, i tifosi del Lecce in perfetto accordo con quelli del Palermo, le bellezze architettoniche della mia amata città, la luce e i colori che il sole solo quì sa dare, i profumi e i sapori che provengono dai vari bar e locali. Malgrado l’AMIA Palermo è stupenda!
    Vorrei chiedere come è possibile questo visto che siamo una delle città europee con la maggiore concentrazione di operatori addetti allo spazzamento manuale?

  • Roberto1 517
    16 mar 2009 alle 10:04

    A quando l’incontro. Teneteci aggiornati. La cosa mi interessa moltissimo poichè penso che risolvere il problema della pulizia sia una delle priorità per Palermo.

  • Portacarbone 70682
    16 mar 2009 alle 11:40

    @ Roberto1 & The Byfolk:
    a breve consegneremo le domande che abbiamo provveduto a raggruppare e sintetizzare. Vi terremo informati non appena avremo dei risvolti.

  • Roberto1 517
    16 mar 2009 alle 14:34

    Mi raccomando, fate anche questa domanda: come mai pur essendoci in città un numero grandissimo di addetti allo spazzamento, le strade sono sempre sporchissime? E non si inventino la scusa delle auto parcheggiate, anche perchè, se volessero, potrebbero istituire divieti di sosta nei giorni e nelle fasce orarie dedicate allo spazzamento.

  • The.Byfolk 43
    18 mar 2009 alle 17:56

    Stamattina alle 8.30 almeno 15 auto parcheggiate in doppia fila su via tasca lanza in prossimità del deposito AMIA riducevano la carreggiata in un tratto in cui è presente anche uno svincolo in entrata.
    Alle ore 16.00 uno scooter 150cc percorreva la via tasca lanza in senso contrario e, tagliando la strada ad un ragazzino in bici, si infilava a forte velocità all’interno del suddetto deposito.
    A volte ho notato uno o due autocompattatori posteggiati in doppia fila e in senso contrario a quello di marcia.
    Ma questa supera ogni fantasia: Venerdi sera, intorno alle 19.30 percorrendo lo stesso marciapiede ho sentito un forte odore di stigghiole (insolito, non ci sono stigghiolari a portata di naso) e, alzando gli occhi, ho notato la tipica fumata provenire dal di la del muro…………………………..

    LA DOMANDA E’ QUANDO LA FINIRANNO DI FARE I PADRONI DI PALERMO????

  • trinakria 13
    21 apr 2009 alle 15:06

    perchè non dovete posizionare le campane per la raccolta differenziata,specialmente carta, in via Ciaculli,magari pulendo quel pezzo di terreno abbandonato,al civico 65?Magari sparirebbe pure qualche bel rattone che vive tra i cassonetti e il terreno?

  • blackmorpheus 54519
    11 mag 2009 alle 9:19

    guarda…secondo me hanno capito che le domande sono abbastanza scomode, o hanno capito che semplicemente non si può rispondere perchè sarebbe controproducente. Sta di fatto che hanno rimandato e non c’hanno più fatto sapere…proveremo eventualmente a rifarci vivi. Vediamo

  • The.Byfolk 43
    27 set 2009 alle 11:50

    Come è finita con le risposte che AMIA doveva fornire??

    Ora che la situazione è più calma e che Dieguito ha trasferito il suo ufficio proprio lì dovrebbe esserci maggiore serietà istituzionale. Forse…

    News della settimana: un compattatore è rimasto posteggiato su via tasca lanza in doppia fila per tre giorni consecutivi; le auto parcheggiate regolarmente sono andate via e il compattatore è rimasto in mezzo alla strada proprio nei pressi dello svincolo. Ci è rimasto giorno e notte e senza un monimo di segnalazione di pericolo!!

  • Portacarbone 70682
    27 set 2009 alle 13:44

    @ the Byfolk:
    come puoi ben immaginare non siamo più stati ricontattati dopo la consegna delle nostre domande.
    Adesso sono anche cambiati i vertici, quindi è stato resettato tutto.

  • Pingback:Skate

Lascia un Commento