20 set 2008

Castello a mare, proseguono i lavori di recupero


Sembrano quasi ultimate le fasi di scavo nell’area, mentre si prosegue con la ristrutturazione degli immobili. Gli ultimi due scatti riguardano l’area adiacente il prato del Foro Italico, dove oramai manca solo una sistemazione dell’area in superficie.

E’ incoraggiante sapere che si lavora nel cantiere anche il sabato.

Grazie a Panormus79 per le foto e l’aggiornamento tempestivo.

[photoxhibit=40]


castello a mareEdifici storiciforo italicorecupero edifici

16 commenti per “Castello a mare, proseguono i lavori di recupero
  • fabdel 989
    22 set 2008 alle 9:05

    il palazzone marrone brancagel… l’estetica orribile della struttura, i panni stesi, le verande abusive, le tende multicolori… uno spaccato da Zen 2

  • Paco 7942
    22 set 2008 alle 10:30

    ora non esageriamo, fa schifo, ma come la media dei palazzi residenziali italiani

  • panormus79 311
    22 set 2008 alle 10:48

    E’ vero non è il massimo questo scenario, però non dimentichiamoci com’era quest’area prima: piena di squallidi capannoni e abbandonata a se stessa.
    L’edificio che si intravede non è brancagel ma il mercato ittico per il quale è previsto, se non sbaglio l’abbattimento e lo spostamento dello stesso.
    Il vero squallore è rappresentato da quell’orribile palazzone, uno dei tanti monumenti a ricordo del “sacco di Palermo”

  • Daniele 444
    22 set 2008 alle 11:47

    Interessante … verrà realizzato una sorta di parco archeologico??
    Per quanto riguarda l’area adiacente il foro italico, ero convinto che anche li venisse realizzato il prato .. cosa ci sarà invece?

  • fabdel 989
    22 set 2008 alle 14:02

    @ panormus. propio al palazzone marrone mi riferivo. paradossalmente, ora che l’area è stata riqualificata (FINALMENTE!), si nota ancor di + la sua bruttezza. mentre prima, nello sconcio generale, dava meno all’occhio

  • huge 2202
    22 set 2008 alle 14:59

    Quel “mostro” deturpa in modo indegno l’intera area. Considerando anche le zone lato monte rispetto a via Crispi, dalla rotonda fino alla Cala, avremmo un’area del tutto priva di costruzioni che, a parco archeologico completo, avrebbe potuto essere davvero scenografica, invece… Fosse per me, esproprierei l’area (ovviamento risarcendo gli abitanti di quel condominio) e butterei tutto giù, ma mi rendo conto che è improponibile. Si tratterebbe di una spesa di qualche milione di euro solo per guadagnare un’area di un migliaio di metri quadri.

  • giosafat 306
    22 set 2008 alle 15:07

    @huge: a bracellona (in spagna) lo fanno quotidianamente… spendono un milione di euro per abbattere un obrobrio e costruirci una piazza o un parco, così tutta l’area circostante aumenta di valore per 10 volte. mica male no?

  • huge 2202
    22 set 2008 alle 15:22

    @giosafat: purtroppo quel che tu dici prevede una visione in prospettiva che alle amministrazioni nostrane è del tutto aliena. Si guarda solo al guadagno immediato e alle rogne che una certa mossa potrebbe comportare, tutto in prospettiva elettorale. Il fatto che in Spagna ragionino in modo diametralmente opposto al nostro è dimostrato dagli enormi passi avanti che quel paese sta compiendo negli ultimi anni, mentre noi siamo ormai del tutto immobili… in immobilismo che, dalle nostre parti (il sud italia in genere), è spesso accompagnato dalla totale incapacità di attribuire valore all’ambiente che ci circonda e di valorizzarlo.

  • fabdel 989
    22 set 2008 alle 15:49

    “Considerando anche le zone lato monte rispetto a via Crispi, dalla rotonda fino alla Cala, avremmo un’area del tutto priva di costruzioni che, a parco archeologico completo, avrebbe potuto essere davvero scenografica”___aggiungici pure il loggiato san bartolomeo e a seguire mura delle cattive. sarebbe stato un unicum davvero pregevole. l’armonia viene spezzata sul nascere dal mostro marrone

  • r302 190
    25 set 2008 alle 20:55

    Ringraziate gli abusivi che, anche nel caso che volessero trasferire gli abitanti dell’ecomostro (a proposito, il termine va di moda, perchè non si fa una campagna stampa?) farebbero trovare loro le case sostitutive già occupate.

  • Pingback:Stop
  • Pingback:Sled
  • Pingback:Dent
  • Pingback:Watch

Lascia un Commento

Ultimi commenti