28 set 2021

Passante Ferroviario | Viale Francia: apriamo il marciapiede? Cosa aspettiamo?


Come sapete si stanno ultimando i lavori di compensazione del raddoppio del passante ferroviario di Palermo.

In particolare si sta ultimando la messa in opera della vasca di laminazione, il collegamento al disoleatore, il collegamento alla rete fognaria esistente della nuova strada che collegherà Viale Francia a via Nenni (ex Ugo La Malfa)

Da qualche giorno, il marciapiede che da viale Francia conduce fino a via Nenni passando da via Scavo è ultimato, come potete vedere dalle foto:

Ringraziamo huge per le foto

Perché quindi non aprirlo?

E’ vero potrebbe essere utilizzati da pochi, ma perché attendere la fine di tutti i lavori?

Le opere previste su questa piccola porzione sono del tutto ultimate, quindi perché aspettare?

Si potrebbe provvedere ad effettuare la consegna parziale delle aree da RFI al comune di Palermo, ma sappiamo che al comune hanno altro a cui pensare…

 

Aggiornamento: dalla VI Circoscrizione ci si è già mossi grazie alla richiesta della consigliera Daniela Tumbarello che ha ufficialmente presentato la richiesta di acquisizione in capo al Comune di Palermo del marciapiede fino a via Pietro Nenni.

Vi riportiamo qui copia:

richiesta apertura al transito marciapiede viale francia

 

 

viale francia

 

 


adriano varricadaniela tumbarellolavori palermopassante ferroviario palermovasca di laminazioneviale francia

13 commenti per “Passante Ferroviario | Viale Francia: apriamo il marciapiede? Cosa aspettiamo?
  • Vedo che il vizietto di mettere i pali quasi in mezzo al marciapiede è ancora in voga… Ora mi chiedo… ma cosa ci vuole a metterli in mezzo l’aiuola e lasciare tutta la sede del marciapiede libera anche per i disabili??

    Ci vuole cervello?? O solo un minimo di senso del dovere?

  • sapi 25
    28 set 2021 alle 15:17

    A proposito di camminamenti, tre passerelle di legno in via Messina marine ,alla marina e a sferracavallo distrutte e ora smontate per non essere mai manutenzionate una sola volta . Ora vorrei sapere quando é stato approvato questo progetto non era stato inserito un minimo di interventi per la manutenzione? Non credete che qualcuno ha delle gravi responsabilità a cui chiedere conto ? Chi ci ha mangiato con i soldi dei palermitani ?

    • moscerino 352
      28 set 2021 alle 16:45

      Scusami sapi, ma sei fuori tema, il post sulla passerella di Sferracavallo è del 22 settembre, non è questo!!!

  • moscerino 352
    28 set 2021 alle 16:54

    L’apertura del tratto di cantiere relativo all’allaccio con la Via Pietro Nenni, deve essere unico, non può essere eseguito separatamente in quanto potrebbe, a causa dell’uso di macchinari pesanti, essere pericoloso per i… viandanti, ricordando che da quando i monopattini e le bici sono diventate di moda spesso li ritroviamo sui marciapiedi, quest’ultima prassi legata ad una mancanza di regolamentazione a carattere nazionale, che imponga l’uso di targhe e delle conseguenziali assicurazioni. Credo, comunque che attendere le ultime settimane dopo aver atteso anni, non cambia niente.
    Sarebbe invece opportuno spingere per la realizzazione del sottopasso di collegamento fra il Viale Francia e la Via Roentgen, per decongestionare un’area che gira intorno ad uffici, negozi, centri commerciali e all’ospedale Cervello troppo spesso intasate.

    • moscerino 352
      30 set 2021 alle 9:04

      Carissimo Alessandro Vitale, abito in zona e sono al corrente del sottopasso con tanto di immobile ristrutturato lato monte sul tracciato stradale.
      Il sottopasso, comunque, non è ancora tombato ma, abbandonato, e detto tra noi non so se i sottoservizi sono stati predisposti. Ciò che non si spiega è il perché, il comune, di concerto con la ditta che ha in appalto la PFP, non abbia richiesto il contestuale collegamento con la Via Roentgen, appaltando una piccola opera di grande finalità, invece di limitarsi ad un “semplice” collegamento con la Via Pietro Nenni.

      • Io non sono della Zona. ma un mio amico che lo è mi ha detto che l’ingresso/uscita del sottopasso lato monte è stato chiuso (con la terra) e ora nel terreno dove si trova la “bocca” del sottopasso c’è l’EUROSPIN e comunque a questo terreno si può entrare sempre lato monte ma da una strada privata di una residence. Credo ci siano i presupposti per crede che l’argomento sia stato definitivamente ACCANTONATO

        • moscerino 352
          30 set 2021 alle 14:32

          Purtroppo (tempi biblici) e/o meno male (vandalizzazione dell’opera) non è un accantonamento, ma una predisposizione, motivo per il quale le opere solo al di sotto della struttura stradale risultano eseguite, ma non definite, mentre gli allacci sia stradali (scavi, mura di sostegno in c/a, ecc…) sia dei servizi primari (acquedotto, fogne, cavidotti elettrici e telefonici, ecc…) per non pagare espropri e lasciare l’opera incompiuta, non sono stati eseguiti.
          Vi è da dire, che è un procedimento adottato da tutte le PP.AA. per lasciare spese e realizzazioni ai privati, che realizzano in loro vece le strutture, come conseguenza dell’osservanza del piano regolatore generale e particolareggiato, ovvero mettiamo costruiscano un’abitazione, non pagano le opere di urbanizzazione primaria realizzandole loro con tanto di marciapiede, strada e, magari, alberatura, parcheggio e villetta pubblica.

        • moscerino 352
          30 set 2021 alle 14:42

          Scusa, dimenticavo, l’Eurospin è stato realizzato almeno una quarantina di metri prima, la struttura che si trova sull’asse viario è una vecchia casa in muratura portante che è stata ristrutturata (forse per percepire di più all’atto dell’esproprio), dove sul muro è scritto “centro noleggio”.
          Mentre lato valle confina con la nuova pompa di distribuzione carburanti, precedentemente vi era un’area privata ludica!

          • Ho solamente l’impressione che l’opera sia stata accantonata.. poi magari è solo questione di tempo?? Sarebbe il caso di interpellare qualcuno del Comune/Regione per capire lo Stato dell’arte.
            Riflettendo però… sfociando accanto il distributore…. come potrebbero integrare l’uscita delle auto dal sottopasso con la nuova struttura viaria che c’è e che si accinge ad esserci?

  • antony977 168155
    28 set 2021 alle 18:57

    C’è il solito cialtronello puntuale che neppure sa leggere un articolo, e non manca di esibire il suo bel galateo.
    Corri a farti una visita oculistica

  • sapi 25
    28 set 2021 alle 22:24

    Caro moscerino , la tua puntualizzazione mi ricorda vagamente quella di una maestrina che vuole salire in cattedra per dire la sua . Io ho esordito dicendo ‘ a proposito di camminamenti ‘ quindi era un semplice collegamento ai problematici temi della nostra città. Quando si parla di Palermo é tutto un tema . Rasserenati .

    • moscerino 352
      30 set 2021 alle 8:50

      Serenissimo, volevo solo farti notare che sei uscito fuori tema rispetto all’argomento trattato, se poi ti senti richiamato mi dispiace per te!!!


Lascia un Commento