Articolo
02 feb 2019

Viabilità | Domenica 3 Febbraio chiusura al transito del parco della Favorita

di Fabio Nicolosi

La Polizia Municipale informa che domenica 3 febbraio il Parco della Favorita sarà chiuso al transito per lo svolgimento di una manifestazione ciclistica internazionale nelle strade sotto citate, compresi i varchi e le stradelle che collegano il viale Diana con il viale Ercole: Chiusura al transito veicolare, VIA c.d. CASE ROCCA - Intero Tratto tra Viale Ercole e Viale del Fante; VIALE DIANA - Tratto compreso tra piazza Leoni e viale Margherita di Savoia; VIALE ERCOLE - Intero tratto; All'interno del Parco della Favorita - Tratto compreso tra la fontana d'Ercole ed il viale Duca degli Abruzzi; VIALE MARGHERITA DI SAVOIA - Nel tratto compreso tra via Mater Dolorosa e la tenuta Real Favorita/Cancello Giusino; VIA PAOLO GIACCONE - Strada senza uscita allo sbocco sul Viale Margherita di Savoia (escluso i residenti che abitano nella via); VIA SEBASTIANO BOSIO - Strada senza uscita allo sbocco sul Viale Margherita di Savoia (escluso i residenti che abitano nella via). VIA DELLA FAVORITA - Intero tratto (escluso i residenti che abitano nella via ed il personale diretto alla Struttura Equestre, che potranno transitare a "passo d'uomo" sotto controllo da parte del personale dell'organizzazione addetto alla vigilanza dell'area in esame).   Modifiche anche alla linea 806 di AMAT In occasione della manifestazione ciclistica all'interno della Parco della Favorita, dalle 8 alle 13, i bus della linea 806 provenienti da piazza Don Sturzo devieranno da via Libertà per via dell'Artigliere, piazza Leoni, viale del Fante, piazza Niscemi, Pallavicino, via Mater Dolorosa, viale Margherita di Savoia e normale percorso. Da Mondello, invece, percorso inverso per i bus da viale Margherita Di Savoia fino a via dell'Artigliere, da dove proseguiranno su via Libertà.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 lug 2014

LA PROPOSTA | Migliorare la rotonda di Mondello

di Andrea Baio

Riceviamo questa interessante proposta da Irexia: Ho accolto con tanto piacere la sostituzione del semaforo lungo viale Margherita di Savoia (altrimenti detta “discesa di Mondello”) con una rotonda (una mia vecchia idea su cui non ho fatto in tempo di scrivere). Precedentemente infatti chi da viale Venere doveva andare a Mondello era costretto ad attraversare due semafori: questi comportavano l'immissione nella suddetta “discesa” e la prosecuzione nello stesso in due momenti diversi con almeno una sosta e conseguente ingorgo nel caso in cui il flusso di auto fosse stato tale da bloccare la carreggiata di coloro che, invece, da Mondello si dirigevano alla Favorita i quali erano costretti così a fermarsi pur avendo il verde: la situazione preesistente creava, insomma, caos, ritardi e inquinamento dovuto alle auto in sosta. La rotonda ha notevolmente snellito il traffico, tuttavia, non ha eliminato il difetto che questa strada aveva, e tuttora ha, e che con la rotonda, per via dei cattivi costumi dei palermitani, addirittura è aumentato: chi proviene dalla Favorita infatti percorre una strada diritta e in discesa al termine della quale vi è, come in ogni accesso ad una rotonda, vi è un obbligo di dare la precedenza a chi già occupa la rotonda stessa. Ricordo che anni fa questa “discesa libera” fu percorsa a forte velocità da una motrice di camion che finì dritta dritta in spiaggia causando la morte per decapitazione di una donna che con i suoi nipotini e la tata si trovava a godere della spiaggia! Quanti automobilisti che in discesa si trovano a percorrerla in velocità rispettano il codice della strada? Lascio a voi la risposta e il conteggio... Io propongo una piccola soluzione che non comporta un aumento dei costi sostanzioso (questa rotonda, infatti, non ha comportato alcuna spesa se non quella della pittura delle strisce e dell'apposizione dei cartelli): l'accesso alla rotonda da viale regina Margherita di Savoia dovrebbe essere realizzata come quella di ingresso al centro commerciale Zamparini di cui posto una foto: (altro…)

Leggi tutto    Commenti 8