Articolo
20 nov 2019

Piano Battaglia, l’ennesima beffa

di Antony Passalacqua

Palermo - Anche nel 2019 sembra profilarsi l’ennesima beffa per la stazione sciistica di Piano Battaglia e per tutto il comprensorio Madonita che gravita attorno alle attività invernali, faticosamente riportate in vita dopo oltre un decennio di abbandono. Con una puntualità disarmante da quando gli impianti di risalita sono stati riaperti (non senza problemi), anche in questo autunno, mentre l’estate di San Martino porta la prima spolverata di neve a Piano Battaglia, si palesa l’ennesima grana burocratica che potrebbe costare l’intera stagione invernale per una località che vive essenzialmente di questo, e nonostante siano stati fatti ingenti investimenti per riportare in auge quel che potremmo chiamare un miracolo della natura (una stazione sciistica, con innevamento garantito almeno tre mesi l’anno, a un ora e mezza da Palermo). Apprendiamo infatti, da diverse testate giornalistiche, che la gara da 153mila euro bandita dalla Città metropolitana per assegnare la gestione delle piste (in primis, il battimento) è andata deserta. Di fatto, la prima anomalia che si può scorgere è che si procede con affidamenti annuali e, soprattutto, con gare che separano la gestione degli impianti di discesa e risalita. In sintesi, gli impianti, come è giusto che sia, sono stati dati in concessione pluriennale alla Piano Battaglia srl. Le piste invece, che vanno battute e messe in sicurezza con cadenza annuale, ogni anno devono essere affidate in concessione con un nuovo bando. Quest’anno, né la Piano Battaglia Srl, né altre società hanno presentato un’offerta. Una motivazione forse riconducibile alla cifra stanziata. Leggiamo infatti, da Repubblica, che nel 2018, dopo un tira e molla di diverse settimane, a metà gennaio la Regione aveva stanziato 300mila euro (ovvero il doppio della somma proposta quest’anno) per mettere una pezza e salvare due mesi di stagione. Saltare un intera stagione invernale rischia di mettere a repentaglio il futuro e l’esistenza stessa della stazione sciistica di Piano Battaglia, nonostante gli investimenti fatti (non ultimo, i lettori per gli skipass recentemente montati); un esistenza dalla quale dipendono anche le poche strutture ricettive rimaste sul pianoro e che hanno creduto e investito nel rilancio dello sci in Sicilia occidentale; una situazione che certamente danneggerà più in generale l’intero comprensorio, a partire dalle Petralie, che con la splendida Soprana, già Borgo dei Borghi a poco più di 20 minuti di distanza dagli impianti, offre oggi il miglior connubio per vivere la montagna alternando il turismo sportivo con la cultura e la enogastronomia. La cosa che fa più rabbia è constatare come ogni anno vi sia sempre un nuovo problema. E che esso venga pubblicamente manifestato immancabilmente solo a ridosso della stagione invernale, così da dover poi correre ai ripari in netto ritardo, condizionando i risultati economici della stazione sciistica; nel 2018 ad esempio, la stagione invernale ha visto appena 61 giorni di attività e un bilancio (pur apprezzabile) di 40mila presenze; un valore condizionato non già dalla mancanza di neve, sempre abbondante, ma da un problema burocratico quella volta dovuto a permessi da parte di USTIF (tanto da far gridare allo scandalo di vedere la seggiovia ferma con un oltre un metro di neve sulla Mufara). Le responsabilità sono certamente da ricercare su più soggetti pubblici. Occorre però che la Città Metropolitana di Palermo, unitamente alla Regione, faccia, ORA, qualcosa per scongiurare anche solo il ritardo nella apertura delle piste nel 2019. E che si elabori, fin da subito, un assetto per le prossime stagioni capace di dare stabilità alla stazione sciistica una volta per tutte (a partire da un piano di risanamento della SP 54), mettendo così gli imprenditori privati nelle condizioni di poter operare e programmare le proprie attività e investimenti con tranquillità. A.B.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
12 gen 2019

Piano Battaglia | Anas libera dalla neve le strade provinciali

di Fabio Nicolosi

Su richiesta della Protezione Civile Regionale, Anas è intervenuta con propri uomini e mezzi per liberare dalla neve, ripristinando la percorribilità, le strade provinciali di Piano Battaglia, località sciistica nel comune di Petralia Sottana, in provincia di Palermo. Le squadre di Anas hanno operato sulle strade provinciali 54 e 119 mediante mezzi spazzaneve muniti di vomero e retrostante spargisale. L’intervento si è concluso nella tarda serata di ieri consentendo la transitabilità in sicurezza senza particolari disagi per la circolazione nella zona. Ancora una volta si conferma come la città metropolitana di Palermo (ex provincia) si sia rivelata del tutto inadeguata alla gestione delle strade e della manutenzione delle stesse, costringendo nonostante la presenza di mezzi spazzaneve e spargisale, a chiedere aiuto ad Anas che ovviamente ha effettuato l'intervento straordinario, ma che non è la soluzione al problema che si presenterà nuovamente alla prossima nevicata.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
23 mar 2018

Il mistero degli impianti chiusi a Piano Battaglia nonostante la neve a palate: il parere di un esperto

di Mobilita Palermo

Piove ininterrottamente a Palermo da almeno 48 ore, nevica (e di brutto) a Piano Battaglia. Dopo la recente parentesi "calda" dell'inverno, in questi giorni la stagione fredda è tornata a farsi sentire prepotentemente. Proprio la località montana sulle Madonie è bruscamente passata da un panorama quasi primaverile al più degno scenario scandinavo, con decine di centimetri di neve accumulati nelle ultime ore. Mentre sciatori e sportivi già organizzavano sacche e strumentazione del caso per un weekend di sci e snowboard, arriva come un fulmine a ciel sereno il post della Piano Battaglia Srl, società che gestisce gli impianti di risalita lungo le piste, a smontare i piani di tanti potenziali clienti. Una presa di posizione da parte della società che ha scatenato l'ira dei tanti appassionati e vacanzieri, non di meno di tutti coloro che hanno attivato degli abbonamenti agli impianti per l'intera stagione invernale. L'oggetto della critica è principalmente rivolta alla previsione dello scirocco che, a loro dire, renderebbe vana l'apertura delle piste per soli due giorni. Si parla anche di sicurezza, di qualità della neve non idonea ad essere battuta per consentire l'attività sportiva. In realtà sui principali siti di metereologia non c'è traccia di scirocco, bensì la prospettiva del weekend vede le Madonie alte sommerse da precipitazioni nevose. Insomma, una scelta da parte della Piano Battaglia Srl davvero inaspettata, che sembrerebbe dettata da altre motivazioni che non sono rese note. Proprio per suffragare questa nostra sensazione (che ovviamente rimane solo tale) abbiamo chiesto conferme al presidente  dell'Associazione MeteoPalermo Onlus, gestore del sito MeteoPalermo.com e della webcam in loco, Nicola Sacco, sulla bontà delle previsioni per i prossimi giorni. Queste le sue parole: A Piano Battaglia al momento ci sono 60 cm di neve, anche se in zone esposte gli accumuli possono essere anche superiori. Parliamo del pianoro, sulle piste i cm potrebbero essere superiori essendo più alte. Tra la serata odierna e la notte prossima sono attese nuove nevicate e temperatura costantemente sotto lo zero (stanotte -4°C). Sabato avremo una sostanziale pausa precipitativa vista la maggiore variabilità e le schiarite ma Piano Battaglia potrebbe avere altre deboli nevicate di natura orografica. Dalla notte di domenica è atteso un nuovo intenso peggioramento e nuove abbondanti nevicate che seguiteranno per buona parte della giornata. Stando così le cose non sarebbe difficile lunedì attestarsi sul metro di neve. Le temperature poi almemo sino a mercoledì saranno sempre attorno lo zero o di poco superiori garantendo quindi una piena conservazione del manto nevoso. Con queste prospettive rimane dunque inspiegabile la motivazione alla base di questa scelta che, inevitabilmente, penalizzerà tanti sportivi provenienti da mezza Sicilia. Ricordiamo infatti che Piano Battaglia rimane, insieme all'Etna, l'unica località siciliana a disporre di impianti per attività invernali. Questo weekend potrebbe essere l'ultima occasione per organizzare un weekend "bianco", visto l'approssimarsi della primavera e la chiusura stagionale degli impianti prevista in Aprile. Probabilmente Piano Battaglia vedrà nuova neve anche nelle prossime settimane ma i quantitativi degli accumuli potrebbero essere minori e non consentire l'apertura delle piste. Se così fosse, la stagione degli sciatori è già finita. Rimaniamo a disposizione per eventuali repliche da parte della società che gestisce gli impianti. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
14 feb 2018

Piano Battaglia | Arrivata la neve, da domani riaperti gli impianti sciistici: TARIFFE e INFO METEO

di Fabio Nicolosi

Dopo una lunga attesa, finalmente la neve è arrivata. Tutti gli appassionati potranno recarsi a Piano Battaglia per godere di straordinarie giornate di sci e del candido paesaggio madonita. La Piano Battaglia srl, che gestisce gli impianti di risalita tra cui la nuova seggiovia biposto, ha già ultimato i collaudi e comunica che Giovedì 15 febbraio si procederà finalmente all’ apertura ufficiale della stagione sciistica con tutti gli impianti di risalita aperti e le piste ben innevate e battute. La nuova seggiovia biposto lunga circa 600 metri in sette minuti porta quasi in vetta alla Mufara serve la pista Lo Sparviero con le sue varianti, ovvero 2,5 chilometri di piste nere e rosse e la Pista Mollica per circa un chilometro di pista nera. La seggiovia ha una portata di 700 persone ogni ora ed è in grado di eliminare le code alle quali si assisteva negli anni scorsi. Per i meno esperti o per i giovanissimi disponibile anche la sciovia “Mufaretta “ lunga circa 200 metri anche questa con una portata di 700 passeggeri ogni ora, serve la pista ‘blu’ nota come “Lo scoiattolo” lunga circa 500 metri. A completare l’offerta c’è il campo scuola della ‘Marmotta’ lungo 250 metri servito da un tapis roulant. Ecco le tariffe: Sono complessivamente cinque le piste sciabili in grado di offrire percorsi per ogni tipo di difficoltà, dai bambini o principianti fino agli sciatori esperti. Complessivamente 5 chilometri fra piste "nere", "rosse", "blu" e principianti. Ma le belle notizie non finiscono qui. Scalda anche i motori il Fun Park di Piano Battaglia, la nuovissima area destinata agli amanti dello slittino che si trova alle spalle del Rifugio Marini: l’apertura è prevista subito dopo quella dell'impianto. Al momento le strade sono transitabili con catene, ma consigliamo prudenza visto l’arrivo imminente di ulteriori precipitazioni nevose. Se volete tenervi aggiornati sulle previsioni meteo e sulle condizioni a Piano Battaglia vi consigliamo di seguire il sito degli amici di Meteo Palermo che hanno una pagina dedicata proprio alla splendida località invernale con tanto di webcam LINK Insomma manca ormai pochissimo, appuntamento dunque sulla neve a Piano Battaglia. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
19 dic 2017

Piano Battaglia| Sará l’ennesima stagione invernale improvvisata?

di Mobilita Palermo

Con l'abbassarsi delle temperature Piano Battaglia, fulcro della stagione invernale del comprensorio Madonita, é pronta ad accogliere i numerosi appassionati che vorranno godersi la neve e il divertimento... O forse no.. I primi a porsi importanti interrogativi sono gli operatori turistici. Come si può programmare una stagione invernale senza conoscere né la data di apertura, né il tariffario della seggiovia inaugurata lo scorso anno? Problemi interni alla società di gestione dell'impianto, la Piano Battaglia s.r.l. sembrano infatti pesare come un enorme macigno sulla prossima stagione invernale. Aprendo il sito della società l'ultima news risale al 13 Settembre, quando veniva comunicata la chiusura della seggiovia per manutenzione straordinaria. Da allora il sito é rimasto congelato. Fonti ufficiose suggeriscono che entro la prima metà di dicembre i tecnici dell’USTIF (l’Ufficio Speciale Trasporti a Impianti Fissi del Ministero dei Trasporti) faranno il collaudo tecnico che consentirà la riapertura degli impianti di risalita. Si è già provveduto all’installazione dei seggiolini e dei ganci rispettivamente sulla seggiovia Mufara e sullo ski-lift Mufaretta. In via di definizione anche il ripristino del tapis roulant che servirà il campo scuola Marmotta. A Piano Battaglia peró c'è anche chi ha voglia di credere e investire, é il caso del Fun Park di Piano Battaglia, l’unico parco divertimenti sulla neve di tutta la Sicilia da un'idea di AREA s.r.l.s. Un tappeto mobile simile a quello installato al campo scuola della stazione sciistica è stato montato nei giorni scorsi alle spalle del rifugio Marini e servirà i numerosi visitatori che vorranno affrontare le discese con slittini omologati. Ma basterà tutto questo? Ovviamente no! Perché i problemi che vi documentammo qualche anno fa non solo sono rimasti, ma sono anche peggiorati. Le strade, nonostante piccoli interventi, continuano ad essere un colabrodo, ma a preoccupare é sopratutto l'assenza di una pianificazione. In caso di neve infatti una squadra della città metropolitana, dopo aver ricevuto il via libera dal dirigente, deve recarsi da Palermo a Piano Zucchi, montare sui mezzi e iniziare ad operare. Risultato? Prima di poter sgomberare la strada dalla neve, rispetto alla prima nevicata, sono necessarie parecchie ore. E a complicare il tutto vi é anche una mancanza di mezzi, ci giunge infatti notizie che non solo non é stato possibile acquistare nuovi mezzi per mancanza di fondi, ma è stato rottamanto anche un mezzo non piú in grado di essere riparato, riducendo quindi un autoparco già in condizioni critiche. E i mezzi spargi sale? A.a.a. cercasi! La ciliegina sulla torta? La mancanza di bagni chimici in grado di soddisfare i bisogni delle centinaia di utenti che affollano la località madonita. Hai necessità di un bagno? Devi recarti presso uno dei rifugi o delle locande presenti, ma immaginatevi cosa significa per le strutture ricettive dover sopperire ad una mancanza simile. Assurdo? No! Merito di una mancanza assoluta di programmazione, di una presenza costante di un tavolo tecnico tra enti pubblici e privati. Una vera vergogna siciliana. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
30 giu 2017

Piano Battaglia: Dal 1 Luglio via alla stagione estiva della seggiovia

di Mobilita Palermo

Dopo una lunga attesa è arrivato il nulla osta delle Regione Siciliana che consentirà l’apertura estiva della seggiovia di Piano Battaglia. La società di gestione, la Piano Battaglia srl, rende noto che l’inaugurazione della stagione estiva avverrà giorno 1 luglio alle ore 10:30, con l’avvio del grande impianto della Mufara. La seggiovia sarà l’unica in Sicilia ad essere aperta durante la bella stagione. La stagione inizierà alla grande, infatti domenica 2 luglio, verranno inaugurati tre nuovi sentieri che da Piano Battaglia porteranno a scoprire le meraviglie naturali del circondario. Si tratta di alcuni tracciati un tempo percorsi dai carbonai ed oggi riconvertiti all’ecoturismo. I percorsi sono dedicati a tre grandi personalità del luogo: Pippo Tarro (primo abitante di Piano Battaglia), Vincenzo Di Franco (primo proprietario della Mufara) e Pino Cascio (manutentore e punto di riferimento per tutti nella piccola frazione montana). Questi appuntamenti segneranno l’inizio del MadonieFest 2017, rassegna di eventi organizzati a Piano Battaglia e sulle alte Madonie durante l’estate. Luogo non più soltanto dedicato agli amanti degli sport invernali, ma aperto anche agli escursionisti e ai bikers, Piano Battaglia è l’unica località sciistica siciliana a mantenere aperta la seggiovia durante la bella stagione. Visitatori a piedi e in bicicletta potranno visitare la cima del Monte Mufara con l'impianto attivo anche per i mesi caldi: la metà dei seggiolini, infatti, dispone di ganci per portare in quota la propria due ruote. Una novità assoluta per le Madonie e per la Sicilia intera, che farà di Piano Battaglia uno dei poli più importanti d’Italia per quanto riguarda la mountain bike, grazie anche all’aiuto di associazioni sportive locali. Con l’ausilio delle attrezzature adeguate, sarà possibile sostare sulla cima della montagna per osservare l’Aquila reale nel suo habitat naturale. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
10 feb 2017

Piano Battaglia, da sabato 11 Febbraio aprono gli impianti al pubblico

di Antony Passalacqua

Riportiamo comunicato stampa della Piano Battaglia srl circa l'apertura ufficiale dei nuovi impianti sciistici. Palermo - La Piano Battaglia srl con grande gioia e felicità comunica a tutti i Madoniti, gli appassionati della montagna e dello sci e ai Siciliani tutti il completamento  di tutto l’iter amministrativo relativo alla messa in funzione dei nuovi impianti di Piano Battaglia CON L’APERTURA COMPLETA DI TUTTO IL COMPRENSORIO SCIISTICO FIN DA QUESTO SABATO 11/02/2017. Nel ringraziare tutti gli Enti, le Istituzioni e i tecnici che si sono spesi  nella progettazione, nell’esecuzione e nell’iter dei lavori, – e in particolare la Città Metropolitana Di Palermo, il Comune Di Petralia Sottana, la Sosvima, il Pist nella persona del Sindaco di Gangi,l’ Ente Parco Delle Madonie,l’ Assessorato Regionale al Turismo, l’Assessorato Regionale ai Trasporti, l’ Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, il Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali, il  Ministero dei Trasporti, l’ Ustif di Palermo e di Napoli, le Ditte Finotello e Di Giovanna  esecutrici costituenti l’Ati, l’Enel – la Piano Battaglia srl è particolarmente grata alla struttura tecnica della Regione Siciliana Trasporti per l’immediato e attento studio degli incartamenti provenienti da Napoli che ha consentito il tempestivo rilascio dell’autorizzazione per l’apertura degli impianti di risalita. Tutti a Piano Battaglia, dunque, per gioire insieme di un sogno diventato realtà. Grazie a tutti Giovanni Fiore – Presidente della Piano Battaglia srl

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti