Articolo
25 lug 2019

Ospedale Dei Bambini | In fase di realizzazione il primo piano del parcheggio multipiano

di Fabio Nicolosi

Il parcheggio ha l'accesso dalla via Luigi Cadorna e si sviluppa principalmente sul fronte Sud dell'ospedale in prosecu- zione dell'allineamento da dove si accede al pronto soccorso. Esso ricade all'interno della perimetrazione del centro storico della città di Palermo. La costruzione del parcheggio, contribuisce sensibilmente alla ottimizzazione degli accessi e dei servizi sanitari oltre che alla qualificazione urbana ed ambientale dell'intera area. Esso è stato finanziato nell'ambito del patto per il sud e oggi, costituisce un lotto a se stante del progetto generale di cui sopra. Nello specifico l'intervento prevede la realizzazione di 120 posti auto distribuiti su quattro livelli e di 25 posti destinati ai motocicli su un solo livello, posto all'esterno e protetto da un pergolato in legno. L'accesso è previsto avvenga dal livello seminterrato che in realtà, data la pendenza del terreno, coincide con la quota strada della via Cadorna dove per l'appunto è ubicato l'ingresso. Il raggiungimento degli altri tre livelli per le auto non avviene tramite rampe, ma tramite due elevatori. Il parcheggio è poi servito da due scale, una interna ed una esterna, posizionate in modo da coprire le distanze minime per le vie di esodo e da un ascensore destinato agli utenti. Ringraziamo lo studio Cangemi per le foto L'articolazione del parcheggio consente al personale sanitario di accedere al presidio direttamente dal parcheggio, mentre gli utenti che devono raggiungere l'ospedale avranno un percorso differenziato. Per gli aspetti architettonici legati al volume del parcheggio, si evidenziano: -la regolarità dell'impianto planimetrico e la sua forma a chiusura del lotto, con precisa connotazione urbana in riferimento alle caratterizzazioni morfologiche dell'area; -la funzione d'ordine che il nuovo limite urbano, scaturito dall'introduzione del parcheggio ha comportato; -l'altezza contenuta del nuovo fronte e la sobria qualità del prospetto, anche in relazione ai materiali che si prevede di impiegare. Per gli aspetti funzionali il parcheggio sarà dotato di un sistema automatizzato per la gestione degli accessi, ma è comunque prevista la presenza di personale di sorveglianza, inoltre è stato previsto un sistema di video sorveglianza. Il parcheggio è dotato di due elevatori (uno per la salita e l'altro per la discesa entrambi con presenza di uomo a bordo) per la movimentazione verticale delle autovetture tra i diversi livelli e di un ascensore per la movimentazione degli utenti, il parcheggio è poi dotato di un sistema di illuminazione sia in uso normale che in emergenza. L'impianto elettrico sarà allacciato alla cabina elettrica in dotazione all'ospedale e sfrutterà il sistema di alimentazione privilegiata a servizio dell'ospedale. Qualche rendering: Dal punto di vista della salvaguardia dagli incendi il parcheggio è dotato di un impianto di spegnimento "sprinkler" e di una rete idranti entrambi collegati al gruppo di pressurizzazione già esistente a servizio dell'ospedale di cui è prevista una modifica per consentire l'inserimento di questa ulteriore alimentazione. Ancora è prevista in progetto l'implementazione della riserva idrica in dotazione all'ospedale. Per gli aspetti strutturali il parcheggio è realizzato in cemento armato con struttura intelaiata e solai a piastra bidirezionale con l'utilizzo di casseri di alleggerimento. Dei due corpi scala quello interno è realizzato in c.a. in aderenza all'ascensore utenti, mentre l'altro è realizzato in acciaio in aderenza al prospetto interno parallelo al padiglione "Maggiore". Le finiture delle parti in c.a. devono essere a "faccia vista" .

Leggi tutto    Commenti 2
Proposta
21 set 2017

Viale Regione Siciliana: Proposta per un sovrappasso pedonale all’altezza del parcheggio di Piazzale John Lennon

di unaltronicola

Sulla circonvallazione il semaforo pedonale in corrispondenza del parcheggio bus di piazzale John Lennon è sacrosanto ma per gli automobilisti è una 'camurria', per molte ore al giorno ed ambedue i versi si creano delle code tali che bisogna aspettare il verde due-tre ed anche più volte prima di superare l'ostacolo. Per cui propongo di fare un sovrappasso pedonale in modo da eliminare l'attraversamento ed il relativo semaforo. Nell'immagine allegata ho fatto un rozzo taglia-incolla di quello esistente in corrispondenza di Via Nazario Sauro giusto per verificare che lo spazio ci sarebbe. Forse si renderebbe necessario espropriare una striscia di un paio di metri dal cortile di quel grande condominio, ma forse nemmeno quello.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
26 gen 2017

Il parcheggio Emiri buono solo per i mercatini

di Fabio Nicolosi

Da oggi il mercatino rionale "Guglielmo il Buono" sarà trasferito in via Nina Siciliana, all'interno del maxi parcheggio pubblico La rivoluzione era rimasta nel cassetto per tanti mesi. Il passaggio di sede si inquadra nella nuova ottica sposata dall'Amministrazione, e che prevede nel futuro immediato la diminuzione del numero dei mercatini, per ridurre il traffico e gli abusivi. Il trasferimento da Via Libero Grassi era stato disposto da una ordinanza sindacale dello scorso settembre. Sono stati sorteggiati ieri i numeri di posteggio della nuova sede, presso l'assessorato alle attività produttive. E' questo il modo di utilizzare un parcheggio pubblico? Un´opera da 4 milioni e 789 mila euro per 620 posti auto, utilizzata come luogo dove organizzare mercatini di natale o mercatini rionale. Sperando che lo spostamento non causi problema al terminal bus e car-sharing proprio nei pressi dell'ingresso del parcheggio.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
25 gen 2017

Un parcheggio multipiano in zona Albergheria? E’ davvero necessario?

di Fabio Nicolosi

Previsto dal Patto per Palermo, il parcheggio multipiano all'albergheria è stato presentato come una delle prossime rivoluzioni dell'area nei pressi dell'ospedale dei bambini. La struttura avrà tre livelli oltre ad una copertura. Ci sarà spazio per 124 macchine e 32 moto. L'ingresso sarà da via Luigi Cadorna. Nel progetto è previsto che i due livelli superiori possano essere raggiunti non attraverso delle rampe, ma con due elevatori, uno per la salita e l'altro per la discesa. Il parcheggio sarà poi servito da due scale e un ascensore destinato agli utenti. Una quota dei posti auto sarà destinata al personale sanitario dell'ospedale dei Bambini, che potrà accedere direttamente dal parcheggio all'interno della struttura. Sembra che il progetto esecutivo e la gara siano già pronti. Il comune conta di bandire i lavori entro febbraio e iniziare i lavori entro il 2017. I lavori dovrebbero durare due anni. Ma quanto è prioritario questo parcheggio? Innanzi tutto i posti auto risultano essere insufficienti. Pensiamo infatti che, come dichiarato, una parte dei 124 saranno destinati al personale del presidio ospedaliero. Bisogna capire quanti saranno questi posti riservati. Ci troviamo fra l'altro in una zona perimetrale alla ztl, e importante sarà la capacità della struttura per chi vorrà lasciare la macchina in zona. A convincerci non è neanche la soluzione degli ascensori, sicuramente scelta per motivi di spazio, ma tecnologia che spesso richiede costosa manutenzione. Sono state effettuate le dovute analisi costi/benefici? Si hanno idea dei costi in caso di guasto o semplice manutenzione? Il parcheggio effettivamente è a pochi passi dal percorso Unesco, ma in realtà auspichiamo che anche quella zona possa in un tempo medio-lungo diventare area pedonale e se mai lo diventerà cosa ne sarà di questo investimento? Non sarebbe stato prioritario per esempio riqualificare il parcheggio Basile? O puntare alla realizzazione del parcheggio multipiano a piazza Giulio Cesare? Forse è il caso di prendere del tempo e valutare attentamente se sia il caso di proseguire l'iter prima di compiere uno spreco di denaro pubblico...

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
26 nov 2016

MAPPA | ZTL: Nuovi varchi di accesso ai parcheggi

di Fabio Nicolosi

Durante la conferenza stampa di venerdì 25 Novembre sono stati presentati dal sindaco Orlando e dall'assessore Catania non solo i dati sull'inquinamento, ma anche le nuove soluzioni per migliorare la tanto chiacchierata ZTL. Dalla prossima settimana saranno concessi piccoli accessi ad aree di parcheggio. Le auto potranno entrare e uscire solo dallo stesso accesso (quindi senza procedere all'interno della Ztl) in via Rao, che porta alla Magione; in piazza Giulio Cesare; in corso Tukory a destra prima di Porta Sant'Agata; in via Mongitore; che consente l'accesso alla scuola Nuccio e al parcheggio; il doppio senso in via Bonello dal Mercato delle Pulci a via Gioeni, per raggiungere la Cattadrale; in via Filippone per andare a Sant'Anna al Capo; dalla Cala verso il Castello di San Pietro (al conservatorio); dal Foro Italico alla Kalsa. Un modo come un altro per garantire anche l'accesso al mercato di Ballaro', al Capo ma anche alla Cattedrale, al Cassaro o alla Kalsa. In totale 400 posti in più. "Piazza Marina non e' compresa - dice il sindaco - se mettessimo una zona franca al centro, vanificheremmo la Ztl". Ecco alcune mappe fornite dal comune che aiutano a capire gli itinerari consentiti: Per quanto riguarda invece i flussi veicolari e l'inquinamento atmosferico i dati sono stati raccolti da 20 tecnici dell'Ufficio Mobilità del Comune, su circa 50 sezioni stradali monitorate dall'inizio dell'introduzione della Ztl, in particolare il 9, il 10, il 15, il 16 ed il 17 novembre. Confrontando i flussi stradali dello scorso aprile, all'interno della ZTL e nella fascia oraria 7.30/8,30, cioè quella di maggiore affluenza di traffico veicolare dell'intera giornata, il flusso automobilistico è diminuito in media del 30%, dato che sostanzialmente è uguale al flusso registrato nelle strade ai margini dell'area del provvedimento ed in quelle limitrofe. In particolare, il dato percentuale tocca quota 50% all'incrocio via Roma/corso Vittorio Emanuele, che è uno degli incroci cittadini più frequentati. Dalle otto del mattino in poi, cioè dall'orario di entrata in vigore del provvedimento, la media di diminuzione del flusso veicolare aumenta fino al 35%. Il dato è positivo anche per le strade ai margini dell'area della ZTL. Il più importante è stato registrato alla Cala, direzione Porto (fascia oraria 7.30/8.30) dove il flusso d'entrata in città diminuisce fino al 30%. In questa zona si rileva un aumento in media del 20% del flusso veicolare in via Crispi, lato monte. Anche in questa zona, dopo l'entrata in vigore del provvedimento, dalle ore 8 in poi il flusso diminuisce in media tra il il 15 ed il 20%. Il trend della diminuzione del flusso veicolare nella fascia 7.30/8.30 è confermato anche nelle strade esterne ala ZTL, con una quota del 10% di autovetture in meno; ad esempio, in Corso dei Mille, via Oreto e via Mariano Stabile, dato che sostanzialmente si conferma anche dopo le otto del mattino. Dall'introduzione della Zona a Traffico Limitato è positivo anche il dato sull'inquinamento atmosferico. Anche in questo caso, confrontando i dati prima e dopo l'introduzione del provvedimento, si registra un miglioramento generale. Nella fascia oraria 7.30/8.30 si registra una abbattimento di circa il 50% di ossido di azoto che da 1.33 kg/ora si riduce a 0.64. Il dato statistico, in partcolare, registra un abbattimento del 15% nell'incrocio via Roma/corso Vittorio Emanule e del 20% di media ai margini dell'area interessata al provvedimento. Sempre nella ZTL e sempre nella fascia di maggior flusso veicolare dell'intera giornata (7.30/8.30) il tasso di anidride carbonica si abbatte fino al 65%, cosi come si abbatte del 45% il dato del PM10 (Particolato). Per i tre specifici fattori (ossido di azoto, anidride carbonica e particolato) la media generale di riduzione dopo le otto del mattino si attesta mediamente intorno al 50%. Ecco le tavole che sono state mostrate e redatte: Questi dati però a nostro avviso tengo conto solo della zona strettamente a ridosso della ZTL, ignorando per esempio che gran parte degli utenti hanno preferito fare giri più larghi dalla zona a traffico limitato andando così a sovraccaricare arterie come Viale Regione Siciliana e altre arterie non interessate dai rilevamenti interessati. Speriamo che i provvedimenti messi in atto possano terminare le polemiche che soprattutto nei primi giorni hanno caratterizzato questo provvedimento che ricordiamo, se ben sfruttato, potrebbe essere un occasione d'oro per tutti i cittadini, non solo per i residenti del centro storico.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
08 nov 2016

ZTL | Ecco il parcheggio all’interno dell’ufficio elettorale di Piazza Giulio Cesare

di Fabio Nicolosi

Riportiamo il comunicato stampa del comune circa l'apertura al pubblico del parcheggio di Piazza Giulio Cesare. L’Ufficio del Piano Tecnico del Traffico ha emesso oggi l'ordinanza n.1344, con la quale viene istituito il parcheggio “Giulio Cesare” ad uso pubblico, con ingresso e uscita dall'omonima piazza su cui si affaccia la stazione centrale ferroviaria. Per il Sindaco Leoluca Orlando e l'Assessore alla Mobilità, Giusto Catania, "si tratta di un provvedimento atteso e di grande importanza, che conferma l’intendimento dell’Amministrazione comunale di potenziare i parcheggi d’interscambio esistenti, venendo incontro alle esigenze manifestate in questi giorni da cittadini e categorie produttive". Il parcheggio, infatti, in virtù della sua presenza al margine della ZTL, assolve funzioni d’interscambio modale e garantisce circa ottanta stalli per la sosta delle automobili. Inoltre, nelle via di accesso al parcheggio con ingresso da Piazza Giulio Cesare, sono state individuate due aree riservate, rispettivamente, sul lato sinistro, per i veicoli a servizio dei portatori di handicap e, sul lato destro, ai veicoli di servizio dell’amministrazione comunale. L’ingresso e l’uscita dal parcheggio “Giulio Cesare” sarà consentito da Piazza Giulio Cesare e, con limitazioni, anche da via Trieste che è già in area ZTL, dalle ore 07,00 alle ore 20,00 dal Lunedì al Venerdì ed il Sabato dalle ore 07,00 alle ore 13,00 dei giorni feriali.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
26 lug 2014

EVENTO | Alla Scoperta di Piazza Pretoria e della sua Fontana della Vergogna

di Fabio Nicolosi

Il gruppo di PALERMO INDIGNATA organizza per Domenica 27 Luglio dalle ore 19 un’evento: "Alla Scoperta di Piazza Pretoria e della sua Fontana della Vergogna a cura del dott. G. Lombardo" Oltre ai monumenti abbandonati, esiste a Palermo patrimonio monumentale e artistico visibile a tutti e di fama mondiale. Questa volta vi porteremo a visitare uno dei simboli più rappresentativi del capoluogo: Piazza Pretoria con la sua Fontana della Vergogna, rinominata così dai palermitani, a causa della nudità delle statue che la compongono.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 9