11 nov 2019

Estensione ztl notturna in Centro Storico, cosa serve?


Palermo – Ztl h24 o estesa ai weekend? E’ senza il dubbio il tema che terrà banco per le prossime settimane in città e che vede contrapposti due blocchi.

Da una parte i residenti che chiedono l’estensione della limitazione al traffico anche la notte. Schiamazzi, impossibilità nel ricercare un posto auto nelle ore serali, passi carrabili occupati abusivamente, sosta selvaggia in svariate strade, l’estensione della ztl viene vista come un freno a questi episodi.

Dalla sponda opposta invece, i commercianti che conducono le attività ristorative e preoccupati per una possibile ripercussione sulle presenze e incassi. Senza dubbio il Centro Storico ha subito un processo culturale negli ultimi anni grazie alle pedonalizzazioni e agli itinerari Unesco che da un alto hanno favorito un massiccio afflusso di turisti, da un’altra la nascita di nuove attività commerciali.

Come conciliare le richieste al fine di evitarne conflitti sociali?

Da sempre sosteniamo che la vera sfida è l’accessibilità in Centro Storico in maniera sostenibile, distinguendo il diritto alla mobilità dal diritto all’accessibilità. Errore che tanti commettono, se non addirittura a pretendere il posto auto sotto casa in virtù del bollo auto pagato.

Il provvedimento di prossima attuazione ha subito un’accelerata dopo la lettera che il Prefetto ha indirizzato al Comune chiedendo forti limitazioni alle auto nelle ore serali.

Pur comprendendo le motivazioni, sarebbe stato più logico attuare la nuova ztl dalla prossima primavera e ne illustriamo le ragioni.

-Ben 22 nuove telecamere verranno installate fra Febbraio e Aprile per “coprire” gli attuali varchi scoperti della Ztl che ad oggi conta solo 5 telecamere a presidio dei rispettivi varchi. Con più telecamere la ztl sarà più efficace e le risorse umane della Polizia Municipale potranno essere impiegate altrove.

-10 nuove telecamere ad esclusivo servizio delle grandi piazze pedonali che potranno monitorare gli accessi da parte dei non autorizzati.

-A Febbraio entreranno in servizio i nuovi 100 autisti Amat, a colmare le criticità che vedono oggi bus fermi in rimessa per assenza di personale. Inoltre maggiori risorse finanziarie per il prossimo contratto di servizio, e tali da prevedere l’istituzione di particolari navette (compresa la modifica dell’attuale Free Centro Storico) che permettano un collegamento fra i parcheggi alla ztl con il Centro Storico.

Se a fine mese verrà avviata la fase sperimentale, le risorse non saranno certo notevoli e di conseguenza si tratterà inevitabilmente di un provvedimento provvisorio a cui seguiranno dei correttivi.

Cosa fare nel frattempo?

Bisogna mettere a sistema le attuali aree parcheggio esistenti attorno al Centro Storico. Parliamo dei parcheggi di piazza Cairoli e Cupani (rispettivamente ai della Stazione Centrale gestiti da Metropark), il parcheggio Tribunale (Apcoa), il parcheggio Porto (Parking Amari), piazzale Ungheria (Amat, che già offre la sosta a €1,00 per l’intera notte).

Consentire la sosta ad una tariffa agevolata durante una fascia oraria, per esempio dalle 20:00 fino alle 02:00 durante i weekend. Ciò favorirebbe l’utilizzo di queste aree ed in particolar modo Cairoli e Cupani. Se a questi aggiungiamo una navetta che faccia 4 fermate ben mirate lungo via Roma (piazza S.Anna, Vucciria, Belmonte, Sturzo), si andrebbe ad alleggerire il carico veicolare all’interno del Centro Storico evitando così i lunghi incolonnamenti durante le sere. Ovviamente da verificare le risorse finanziarie di Amat per la creazione di questi “movida bus”.

Più possibilità per i residenti nel trovare un posto auto, meno smog lungo strade del Centro quali via Alloro (fra le più trafficate).

Il prolungamento di orario della linea 101 non è un’idea da scartare se non addirittura d’obbligo dato che il servizio bus cessa alle 22:00 circa. A patto che a bordo sia presente del personale per la verifica dei biglietti e la salvaguardia dei passeggeri.

Sono solo alcuni esempi di come attuare nell’immediato il provvedimento, ma è ovvio che in ottica futura andrà ripensato il sistema di bus riorganizzando le navette del Centro Storico e i bus per i parcheggi scambiatori quali Basile ed Emiri.


centro storico palermoestensione ztl palermoZTLztl h24ztl palermo

11 commenti per “Estensione ztl notturna in Centro Storico, cosa serve?
  • friz 1230
    11 nov 2019 alle 17:53

    …..l’ennesimo Colossale Errore di orlando e company…. l’ennesimo tentativo di fare cassa per obbligare qualcuno in più a pagare la ZTL….
    Capisco le necessità dei residenti, ma i residenti dovrebbero capire che di solito nel Centro Storico di una città c’è vita fino al mattino…. come avviene nel cuore di Londra… nel cuore di Parigi…. di Napoli…. di Roma…. di Catania…. è nel centro che di notte vanno i turisti e i residenti… inoltre temo che con un provvedimento simile in tantissimi cercheranno di parcheggiare intorno alla ZTL, causando traffico notturno da terzo mondo…. non mi stupirei se nella strada davanti alla cala e al foro Italico ci saranno lunghe file di macchine in piena notte…. non occorre avere la palla di cristallo per intuire situazioni di questo tipo….
    Se alcuni residenti del Centro desiderano la tranquillità farebbero bene a trasferirsi verso la periferia…. ma non si può pretendere che il Centro diventi periferia….
    Oltretutto con un provvedimento simile i commercianti del cuore di Palermo scenderanno presto in piazza…. perchè loro hanno investito in delle zone in cui credevano, ma se poi si troveranno a pagare affitti alti e nello stesso tempo avranno poca visibilità…
    Io mi chiedo perchè in questa città invece di affrontare i VERI problemi (che sono tanti) se ne creano invece di nuovi???
    Veramente a Palermo avevamo bisogno di una classe politica che ci aumentasse le tasse? E dopo averci obbligato a pagare per andare in centro di notte tasseranno anche l’Aria? E poi orlando e company cosa tasseranno?

    • peppino1234 21
      11 nov 2019 alle 18:22

      Ma che discorso del cavolo e’ dire ” se i residenti del centro storico vogliono tranquillita’ ,si trasferiscano in periferia” ???! Ognuno in CASA PROPRIA ha diritto alla tranquillita’ e’ anche voluto dalla COSTITUZIONE ! Non si puo’ non avere tranquillita’ per tutti i giovani deficienti che la notte fanno il bordello ! vergogna !!!

      • friz 1230
        11 nov 2019 alle 20:20

        …..il centro storico di Palermo non è così da ieri, è così da sempre…. chi si è trasferito lì conosceva benissimo la situazione…. e in ogni caso è un centro storico molto più tranquillo del centro storico di Barcellona, Madrid, Napoli, Bari, Londra…. ecc…. ecc…. di solito i centri storici delle città sono curatissimi e per questo motivo sono assaliti di notte dai turisti e dai residenti… ora, il centro storico di Palermo, pur non essendo molto curato, e pur cadendo in parte a pezzi, è sicuramente la parte più suggestiva della città, di conseguenza i turisti e i palermitani di sera e di notte, quando vogliono distrarsi, spesso vanno in quella direzione…. credo sia normale….
        …..ad esempio a Parigi e a Barcellona c’è Grande movimento in molte zone del centro tutta la notte, fino all’alba…. Tu cosa proporresti Peppino? Faresti andare a letto alle 11 i parigini e i barcellonesi? O magari facciamo alle 10? O magari gli diamo il coprifuoco alle 8? ……e se lo superano…. a letto senza vedere la televisione…. boh….
        Vuoi che parliamo di cosa avviene di notte nel centro di New York o di Berlino o di Amsterdam?
        Io direi che ti puoi ritenere fortunato perchè il centro di Palermo di notte è abbastanza tranquillo se paragonato a tante altre realtà in giro per il mondo….
        …..e in quanto all’estendere la Ztl anche di notte di certo concorderai con il grosso dei palermitani che pensano che è solo un modo per racimolare altri soldi… tutto qui…. l’ennesima ridicola tassa…
        Lo sai cosa vorrebbero realmente i residenti del Centro? Vorrebbero che il Centro di Palermo fosse curato come il centro di Milano…. dove non c’è una mattonella fuori posto…. dove ci sono fermate della metropolitana… dove se nella fermata dell’autobus c’è scritto che l’autobus passa alle 9 e 25, significa che passa alle 9 e 25…. e se per errore arrivi alle 9 e 26, sai che alle 9 e 30 passa un altro autobus…. dove tutti i monumenti sono perfettamente restaurati… dove ci sono molte telecamere per garantire che non avvenga lo spaccio di droga nelle zone della movida… dove di notte c’è in ogni stradina del centro un’illuminazione adeguata….. devo continuare Peppino1234? …..vedi che se vuoi continuo?
        P.S. …..non tutte le persone che escono di notte lo fanno per fare bordello…. la maggior parte lo fa solo per distrarsi…
        Buona serata!

        • madmax 16
          12 nov 2019 alle 9:27

          temo che lei non sappia di che sta parlando…
          nel 2004 ho comprato casa zona Magione PROPRIO perché è UN BEL POSTO, ARIOSO, e vissuto. Si, mi piaceva proprio per questo: molti universitari a passeggio e concertini in orari accettabili. Ben accetti anche i banchetti “abusivi” (è comuinque una forma di Welfare).
          Ma dal 2009 /2010 è cominciato l’incubo…. questo processo di “scoperta” della vita notturna si è massificato e non è stato gestito; troppe licenze rilasciate a chicchessia, nessun presidio delel aree più frequentate (come avviene in v. Maqueda/Verdi ma anche a Roma o Parigi…), auto libere a go-go in un tessutio viario pensato per poche carrozze.
          venga lei a vivere una settimana a piazza Magione o a piazza RiIvoluzione ..o il CS deve diventare esclusivamente un luna park?

          • friz 1230
            12 nov 2019 alle 11:27

            Temo che sia lei a non sapere di cosa sta parlando…. Piazza Magione è in prossimità del confine esterno della ZTL, con o senza l’estensione notturna della ZTL, continuerà ad essere sempre ugualmente MOVIDA….
            ……oltretutto non capisco il suo punto di vista…. io se fossi un residente di Piazza Magione scenderei in Piazza a protestare contro il sindaco perchè quella è una delle tante zone del centro storico abbandonate e poco attenzionate dal comune…. piazza Magione è una delle tante piazze di Palermo che avrebbe potenzialità molto superiori… ci vorrebbero 1000 interventi pubblici in quella zona… perchè non li chiedete? perchè non protestate per fare valere i vostri diritti piuttosto che chiedere una STUPIDATA come la ZTL h 24? …..che ripeto e ribadisco… è una stupidata…. ed è una stupidata che nel vostro caso non risolverebbe NULLA….
            Si rende conto di vivere una una piazza Meravigliosa ma abbandonata dalla questa Giunta comunale? Veramente crede che con la ZTL h 24 si risolveranno i tanti problemi della zona di Piazza Magione?
            Scusi la sincerità….
            Buona giornata!

  • arenzana 40
    11 nov 2019 alle 19:52

    Il percorso della navetta free come sarà? Dovrebbe toccare piazza magione e piazza casa professa km modo da penetrare all’interno del centro storico.

  • Orazio 1239
    12 nov 2019 alle 21:16

    Ho letto con attenzione l’articolo ed ho letto con attenzione quanto scritto da madmax, persona REALE che vive realmente in centro storico e che descrive il suo REALE vissuto. Lui non parla da dietro una tastiera come fa qualche pellegrino ambulante per la rete che dall’alto della sua enorme tastiera conosce piazza Magione meglio di chi ci abita.

    In realtà a mio avviso se circa 20 anni addietro il centro storico era troppo poco frequentato adesso è troppo e spesso malamente frequentato. Conosco persona che, dopo aver comprato e ristrutturato casa a Piazza RIvoluzione, ha scelto di andare a vivere altrove in affitto perché era diventato difficile dormire la notte.

    In ogni caso le auto sono troppe per quelle strade e la ZTL (laddove non la pedonalizzazione) ritengo debba essere la priorità, ma subito, non tra due mesi o tre, anche se capisco la logica dell’articolo. Io tra l’altro possiedo auto che non ha diritto al pass e, dalla mia, evito comunque di entrare in zona ZTL la sera o il fine settimana, la faccio a piedi proprio per mia mentalità civica, quelli non sono posti adatti alle auto.

    Conosco la battaglia legale condotta da altri residenti in zona Piazza Borsa contro un locale che sparava musica di notte oltre ogni logica, regola e norma. Lo hanno fatto chiudere e adesso dormono.

    Sarà semplicistico ma credo che qualche soluzione drastica -intanto – potrà mettere freno alla deriva, poi si proverà a far rispettare la legge. Ben venga a mio avviso la ZTL h 24 e 7/7 subito, credo sia il minore dei mali.


Lascia un Commento