07 giu 2018

Rete fognaria Palermo | Interventi previsti e realizzati.


Spesso non ci si rende conto di quanto sia complessa la situazione dei sottoservizi di una grande città.
Una tra le principali reti che le città moderne utilizzano è la rete fognaria.

La rete fognaria può essere realizzata in due modi diversi, a sistema misto o a sistema separato.
Il sistema misto è in uso in quasi tutte le grandi città e prevede la presenza di acque nere e acque bianche nello stesso condotto; il sistema separato ne prevede la separazione

Per acque bianche si intendono le acque meteoriche, nere quelle che derivano da usi civili e industriali.

Il Sindaco Leoluca Orlando ed il Commissario Nazionale per il Coordinamento e la realizzazione degli interventi per la depurazione delle acque reflue Prof. Enrico Rolle hanno presentato la scorsa settimana lo stato di avanzamento degli interventi programmati e realizzandi nella città di Palermo.

Il piano è seguito dall’Area della Rigenerazione Urbana che, a seguito di un’intesa siglata con l’Ufficio del Commissario a settembre dello scorso anno, sta anche fornendo assistenza tecnica allo stesso per tutti gli interventi riguardanti la nostra città.

Gli interventi a Palermo, per le reti fognarie e l’impianto di depurazione di Acqua dei Corsari, sono in totale tredici per un importo di circa 100 milioni di euro di cui 1,8 a carico del Comune.

La fine degli interventi è prevista per il dicembre del 2021 e determinerà anche la chiusura della procedura di infrazione commnata dalla Commissione Europea.

Per n.9 interventi è stata completata la progettazione nonché l’iter approvativo, con le deliberazioni di Giunta Comunale che approvano i singoli progetti, e sono state avanzate al competente Assessorato Regionale per l’Energia ed i Servizi di Pubblica Utilità le richieste di emissione dei decreti di finanziamento (per complessivi 65 milioni di euro circa – vedi tabella).

Per i rimanenti n. 4 interventi:
1) “Realizzazione della fognatura di Via Cruillas con l’eliminazione degli scarichi del
Canale Mortillaro”: è stato redatto il Progetto Definitivo (già predisposto per l’appalto di Progettazione Esecutiva ed esecuzione lavori) ed è stata conclusa la Confernza Speciale di Servizi presso il Genio Civile di Palermo per l’approvazione Tecnica ex art. 5 L.R.12/2011.
2) “Completamento del Collettore Sud-Orientale“: è stato redatto il Progetto Esecutivo ed avviato l’esame della competente Commissione Regionale dei LL.PP. per il rilascio del Parere Tecnico ex art. 5 L.R. 12/2011.
3) “Eliminazione dello scarico fognario di Via Decollati nel Fiume Oreto, mediante convogliamento dei liquami nel Collettore Sud-Orientale attraverso il collettore di Via Stazzone” è stato redatto il Progetto Definitivo ed avviato l’esame della Conferenza di Servizi per il rilascio del Parere Tecnico ex art. 5 L.R. 12/2011.
4) “Adeguamento dell’impianto di depurazione di Fondo Verde comprese le opere di scarico a mezzo di condotta sottomarina”) è stata condivisa la rimodulazione dello stesso con l’apposito Tavolo Tecnico del Ministero dell’Ambiente e per la Tutela del Territorio e del Mare (M.A.T.T.M.).

L’Amministrazione Comunale, precedentemente al passaggio di competenze agli A.T.O. regionali ed alle Procedure di Infrazione Comunitraria, aveva già avviato alcuni interventi finalizzati al disinquinamento della fascia costiera e/o al completamento della rete fognaria comunale, che integrano le previsioni dell’A.P.Q. “Depurazione Acque Reflue”.
In particolare:
1) “Lavori di costruzione della fognatura delle zone Arenella – Vergine Maria e dei relativi impianti di sollevamento” (€ 9.300.484,67): Dodici chilometri di condutture per le acque nere, sette per il deflusso delle acque piovane e quattro apparecchiature elettro- meccaniche per il pompaggio dei liquami sono state realizzate per il nuovo sistema fognario previsto nelle borgate Arenella e Vergine Maria, per il disinquinamento della costa. L’intervento ha permesso di regolarizzare gli scarichi di circa 9.500 abitanti, i cui scarichi venivano precedentemente recapitati in mare.
Intervento ultimato e già consegnato all’Ente Gestore del S.I.I. AMAP S.p.A.
2) “Lavori di disinquinamento della fascia costiera dell’Acquasanta al fiume Oreto- Adduzione delle acque al depuratore di ‘Acqua dei Corsari’ mediante il potenziamento del ‘Sistema Cala’ ” (€ 24.604.326,02): realizzazione di un nuovo sistema fognario per depurare il mare dagli scarichi di circa 400mila abitanti e disinquinare sia l’area del Porto Industriale sia quella dell’antico porto della Cala.
Intervento in corso di esecuzione.Ultimazione dei lavori prevista entro giugno 2019.
3) “Lavori per la realizzazione delle fognature di via Due Vanelle (a monte del canale Boccadifalco) e di via Palmerino (a monte della Circonvallazione)” (€ 2.685.342,56): i lavori sono stati parzialmente eseguiti. A causa di grave inadempimento dell’impresa appaltatrice si è dovuto procedere alla risoluzione contrattuale. Nelle more dell’affidamento dei lavori di completamento.
La porzione di opere ultimate (fognatura di Via Palmerino dal Canale Boccadifalco alla Circonvallazione) è stata comunque consegnata all’Ente Gestore del S.I.I. AMAP S.p.A.
4) “Rete fognaria a sistema separato in Via Messina Marine (dal fiume Oreto a Piazza Sperone) e relativo impianto di sollevamento ‘Romagnolo’ ” (€ 14.572.266,10): il progetto prevede la realizzazione della fognatura a sistema separato, a servizio della zona sud della città di Palermo, nel tratto di via Messina Marine compreso tra il fiume Oreto e Piazzetta Sperone nonché la realizzazione dell’impianto di sollevamento da realizzare a Romagnolo, per il recapito dei reflui al Collettore Sud Orientale.
Sono in corso le procedure di gara per l’appalto dei lavori, presso l’U.R.E.G.A. Regionale – sede di Palermo. Si prevede l’appalto dei lavori entro dicembre 2018. La durata prevista dei lavori è di 30 mesi.
5) “Ampliamento e Razionalizzazione della rete fognaria nelle Vie Mango e Atanasio” (€ 1.983.747,00): il progetto prevede la realizzazione della fognatura a sistema misto nelle vie suddette e la razionalizzazione del sistema fognario esistente.
Sono attualmente in corso i lavori e se ne prevede l’ultimazione entro ottobre 2018.
6) Ampliamento e razionalizzazione rete fognaria della Via della Mimosa” (€ 325.000,00): il progetto prevede la realizzazione un collettore misto in via della Mimosa e in un breve tratto di via Sambucia, per uno sviluppo complessivo di m 540 circa.
Sono in corso le procedure di gara per l’appalto dei lavori. Si prevede l’aggiudicazione entro agosto 2018 e l’avvio del cantiere entro ottobre 2018. La durata prevista dei lavori è di 10 mesi.
Considerati i cronoprogrammi di realizzazione dei singoli interventi suddetti si può prevedere che il complesso del sistema fognario e depurativo potrà essere completato entro il dicembre 2021.
Il completamento degli interventi sopra indicati consentirà il disinquinamento di tutta la fascia costiera del territorio comunale.

Nel corso dell’incontro con la stampa, il Sindaco ha ricostruito la vicenda e l’attività svolta dal Comune “che – ha detto – ha subito un gravissimo rallentamento per colpa del precedente governo regionale ed in particolare dell’ex Assessore Vania Contraffatto, che prima ha rallentato il trasferimento dei fondi al Comune e poi, una volta nomitata Commissario straordinario, ha brillato per la propria inerzia ed inoperosità.

Oggi – ha concluso Orlando – grazie ad una ritrovata e corretta collaborazione istituzionale ed una forte sintonia con il Commissario Unico prof. Rolle, abbiamo un quadro di interventi chiaro, attuabile, finanziato e la cui realizzazione potrà procedere ora in tempi rapidi.

Se con gli interventi già realizzati la qualità delle acque della costa palermitana ha continuato a migliorare negli anni, con queste nuove strutture si potrà finalmente prevedere la balneabilità di sempre maggiori zone, soprattutto ma non solo lungo la costa sud.”

A sottolineare i benefici non solo per la costa è l’Assessore Emilio Arcuri, che coordina l’attività dell’Amministrazione: “potremo finalmente intervenire per il disinquinamento dell’Oreto – ha detto – grazie agli interventi sulle acque proveniente dal Canale Boccadifalco; allo stesso tempo potremo affrontare finalmente in modo strutturale il tema degli allagamenti in diverse zone grazie al completamento o all’adeguamento delle reti fognarie, di raccolta e depurazione delle acque nere.”

Il Commissario Unico nazionale Enrico Rolle ha sottolineato come ““Il Comune di Palermo è uno dei partner istituzioneli che ha meglio operato fino a oggi: nel periodo in cui si sono verificati rallentamenti, ha lavorato per produrre progettazioni esecutive che ci consentono di andare a gara rapidamente e di accelerare i tempi di realizzazione delle opere”.


acquaacquecollettore sud-orientalecosta suddisinquinamento costafiume oretofognatura palermomobilita palermoorlandopalermo fognarolleSFERRACAVALLOsistema calavia atanasiovia cruillasvia decollativia della mimosavia due vanellevia mangovia messina marinevia palmerinovia sambucia

4 commenti per “Rete fognaria Palermo | Interventi previsti e realizzati.
  • simbar 22
    07 giu 2018 alle 7:58

    È previsto qualche intervento per Via le dell’Olimpo o per il quartiere di Partanna-Mondello dove alla minima pioggia livemente più copiosa si genera un torrente?

    • gerry69 186
      07 giu 2018 alle 8:33

      4) “Adeguamento dell’impianto di depurazione di Fondo Verde comprese le opere di scarico a mezzo di condotta sottomarina”) è stata condivisa la rimodulazione dello stesso con l’apposito Tavolo Tecnico del Ministero dell’Ambiente e per la Tutela del Territorio e del Mare (M.A.T.T.M.).

  • Massimo Vella 2
    07 giu 2018 alle 21:01

    Nel corso dell’incontro con la stampa, il Sindaco ha ricostruito la vicenda e l’attività svolta dal Comune “che – ha detto – ha subito un gravissimo rallentamento per colpa del precedente governo regionale ed in particolare dell’ex Assessore Vania Contraffatto, che prima ha rallentato il trasferimento dei fondi al Comune e poi, una volta nomitata Commissario straordinario, ha brillato per la propria inerzia ed inoperosità. e ssti catzi

  • Orazio 1003
    08 giu 2018 alle 16:27

    Opere essenziali che Palermo realizza con un secolo di ritardo. Ma i soliti agitatori e guastatori sociali invece di guardare il risultato che si sta raggiungendo criticano il fatto che ci sono i cantieri aperti. Godiamoci questo sindaco e cerchiamo di preparare la degna successione, tremo al pensiero di gente col cervello di Ferrandelli o di Forello o che sia ostaggio di questi o quelli o quegli altri.

    Palermo ha bisogno di grandi opere, dopo la cura del ferro (passante anello e tram), dopo le fogne, servono grandi opere di viabilità interna che consentano di liberare dalle auto ampie zone.

    E’ in ballo la nostra vivibilità e quella dei nostri figli.


Lascia un Commento