06 dic 2016

Quando la politica arreca disagi: chiudere l’incrocio Uditore-L. Da Vinci


Se il traffico palermitano vuoi provare, l’incrocio Uditore devi attraversare. Tuona come una sfida ma solo chi è riuscito a transitare da quelle parti è consapevole che bisogna armarsi di tanta pazienza.

A quasi due mesi dalla riapertura dell’incrocio Uditore-L. Da Vinci, chiesta a gran voce da residenti e commercianti e caldeggiata dalla V Circoscrizione,  la situazione è paradossalmente peggiorata. Circa mezz’ora i tempi di attraversamento durante le ore di punta che raggiungono cinquanta minuti circa durante le giornate di pioggia.

Conseguenze? Oltre i tempi di attraversamento notevolmente più lunghi, i convogli tram rimangono spesso bloccati dalle auto ferme all’incrocio e l’inquinamento sale alle stelle.

Da una parte la richiesta-legittima-di residenti e commercianti che preferivano evitare l’inversione di marcia al primo varco su via B. Angelico; da un’altra parte la politica che anzichè dire di no, ha preferito accogliere questa richiesta senza preoccuparsi delle possibili conseguenze e dei pareri della Polizia Municipale che consigliava di mantenere chiuso questo incrocio.

Perchè l’incrocio non appartiene solo ai residenti ma all’intera collettività. Un altro precedente storico è accaduto per l’incrocio Perpignano dove Circoscrizione e residenti chiedevano a gran voce la riapertura dell’incrocio sulla Circonvallazione. Richiesta rispedita al mittente. Qui invece no. Paura di perdere consensi? Semplice incompetenza? Populismo? Non lo sappiamo ma meglio correre subito ai ripari. Di certo non meritiamo certa politica volta a tutelare pochi e non l’intera comunità-

Per questo oggi chiediamo la chiusura dell’incrocio per ristabilire ordine al traffico caotico dell’intera zona.

E giusto per dovere di cronaca, ecco alcuni articoli sulla vicenda. Paradossale è leggere chi vedeva nella riapertura dell’incrocio la fine di tanti disagi…

http://giornalelora.com/cronaca/ancora-chiuso-lincrocio-leonardo-da-vinci-uditore-nonostante-lordinanza-comunale/

http://livesicilia.it/2016/07/02/da-vinci-uditore-riapre-lincrocio_764643/

http://www.palermotoday.it/cronaca/riapre-incrocio-via-uditore-via-leonardo-da-vinci.html

http://www.palermomania.it/news.php?una-petizione-per-riaprire-lincrocio-tra-via-uditore-e-via-da-vinci&id=78640

Nella trasportistica, i flussi veicolari vanno resi sempre più lineari evitando ripetuti blocchi. Ma purtroppo a Palermo si aprono e si chiudono incroci senza guardare all’interesse collettivo ma all’interesse particolare di alcuni firmatari….


parco uditorequinta circoscrizione palermotrafficotram palermov circoscrizionevia leonardo da vinci palermovia uditore

9 commenti per “Quando la politica arreca disagi: chiudere l’incrocio Uditore-L. Da Vinci
  • fabio77 633
    06 dic 2016 alle 8:53

    Questa Amministrazione non ha dimostrato per le periferie la stessa attenzione che dice di dedicare per il centro storico. Di ciò ne sono la riprova scelte avventate e folli, come questa di riaprire l’incrocio Uditore, il completo disinteresse per il traffico cittadino che attanaglia tutte le principali strade esterne al centro in cui vige la ztl, oltre, naturalmente, l’anarchia che regna sovrana ovunque, con le strade che diventano terra di facile conquista, dove il primo che arriva, in barba a tutte le leggi e i regolamenti italiani ed europei, piazza la sua smisurata bancarella di cianfruaglie natalizie, con tanto di luminarie sopra la strada di grande comunicazione, occupando i marciapiedi e parte della carreggiata stradale , e costringendo i pedoni a gettarsi in strada e farsi falciare dalle auto in corsa.
    In questo modo, oggi, viene governato (!) il territorio comunale di Palermo.

  • Templare 393
    06 dic 2016 alle 12:00

    Ma fatemi capire: dopo due mesi dalla riapertura, dopo un mese da quando anche qui venne fatta la prima segnalazione, rimane tutto così com’è? Evidentemente al cittadino medio che ogni giorno rimane bloccato nel traffico (che magari anche lui ha creato con la sua totale inosservanza della logica prima che del codice) sta bene così oppure è semplicemente quella rassegnazione atavica, quell’odioso fatalismo che da sempre offusca menti e cuori dei palermitani, facendo loro accettare di tutto. In ogni caso sconfortante.

  • Effettivo 166
    06 dic 2016 alle 16:27

    Per me non va assolutamente chiuso, è necessario più controllo e che si faccia rispettare la precedenza ad una seria di trogloditi…

  • basilea 589
    06 dic 2016 alle 17:10

    Effettivo,guarda che l’automobilista palermita NON RISPETTA ne’ semafori ne precedenze ne segnali…!!! fa il comodo suo da sempre,E LO SAPPIAMO TUTTI !!! quindi l’unica e’ RIALZARE IL MURO BARRIERA e impedire l’anarchia totale !

  • friz 593
    06 dic 2016 alle 21:54

    ….questo è uno dei tanti esempi di come il Tram risolva molti problemi ma ne crei altrettant 8negli incroci in particolare)….e “fortunatamente” il tram non passa con la frequenza di una metropolitana, altrimenti sarebbe un delirio….
    Ma malgrado tutto dobbiamo essere positivi: speriamo che il prossimo sindaco di Palermo sia più SVEGLIO dell’attuale e che possa puntare senza esitazione sulla Metropolitana!!!

  • rastan 19
    13 dic 2016 alle 18:10

    il tram è tragico perchè blocca tutto, in via pacinotti è un delirio immenso, ma anche gli imbecilli con il cervello di una gallina storna che si bloccano in via pacinotti sono da delirio, LASCIATE LA MACCHINA A CASA ABBIAMO 18 GRADI!!!


Lascia un Commento