31 ott 2016

Verde Pubblico | Inaugurata la villetta di Via Trabucco


Riportiamo la notizia diffusa dal comune circa il recupero e la riqualificazione di un’area in Via Trabucco per anni abbandonata e che grazie all’interesse della circoscrizione è rinata trasformandosi in un’area verde fruibile da tutto il quartiere


Il sindaco Leoluca Orlando, insieme agli assessori al Verde e allo Sport, Sergio Marino e Giuseppe Gini, mercoledì mattina ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione della villetta in via Trabucco, a Cruillas. Al taglio del nastro hanno preso parte, tra gli altri, anche il presicrdente della VI Circoscrizione di Palermo, Michele Maraventano, il vice presidente Massimiliano Giaconia e alcuni consiglieri.

‘Voglio ringraziare tutti i cittadini – ha dichiarato il sindaco Orlando – che hanno collaborato per la perfetta riuscita di questo momento che dimostra che si può cambiare, insieme è possibile. Il mio plauso va, inoltre, anche al presidente della Circoscrizione, al vice presidente, ai consiglieri, a Rap, Amg Energia, Reset, Amap, Coime, all’Area Verde e ai giardinieri che hanno avuto cura e avranno cura di questo spazio che prima era una discarica e ora è diventato un bellissimo giardino. La prossima settimana – ha concluso il sindaco – monteremo anche i giochi per i bambini, con le necessarie certificazioni di sicurezza da parte del Coime’.

L’assessore Marino ha sottolineato il valore simbolico dell’iniziativa, ‘abbiamo creato un giardino dove prima c’era il degrado – ha detto – e innescato un importante processo di riqualificazione di questo quartiere, dando un segnale forte come Amministrazione a tutta la città’.

Un monito importante è arrivato dal presidente della VI Circoscrizione Michele Maraventano. ‘Questo giardino è un gioiello verde – ha dichiarato – che nasce in uno spazio confiscato alla mafia e che ora appartiene ai cittadini. Ma dovete saperlo custodire perchè basta poco perchè l’incuria ritorni’.

Nel corso della cerimonia lo scrittore Fabrizio Giuffrè ha donato al sindaco il suo libro ‘Cruillas: storia e memorie di una antica borgata’, mentre gli alunni della Direzione didattica ‘Cruillas’ hanno intonato l’Inno di Mameli e successivamente dipinto sul muro di cinta del giardino la sagoma di un bambino che tiene un aquilone.

‘Rappresenta il bisogno di ciascuno di noi di essere se stesso e volare – ha concluso il sindaco – e ci ricorda che dobbiamo essere orgogliosi di appartenere a questo quartiere, a questa città, ma anche mettere le ali alla nostra identità, per non restare soffocati, come questo spazio di terreno è finito soffocato dai rifiuti’.


area verde palermocruillasgiardinoSegnalativerdeverde palermoverde pubblicovia Trabuccovilla trabuccovilletta palermo

6 commenti per “Verde Pubblico | Inaugurata la villetta di Via Trabucco
  • Andrea Baio 54519
    31 ott 2016 alle 13:15

    Solo a Palermo si riescono a inaugurare opere che sembrano già in stato di abbandono. Mamma che schifezza

  • friz 917
    31 ott 2016 alle 13:55

    ……spesso la condizione di una città, nel bene e nel male, riflette la gente che l’amministra…. voglio dire che è chiaro che Orlando non sia un’amante della metro, e infatti nel 2016 ancora non abbiamo la metro… inoltre credo che sia palese che Orlando non ami troppo l’arte, e infatti Palermo, durante la sua amministrazione, non è stata molto curata da un punto di vista estetico…. e credo anche che sia evidente che Orlando non sia un amante dello sport, e difatti durante la sua amministrazione non sono stati costruiti molti campetti di calcetto o di basket pubblici…. e mi fermo qui….. Dove voglio arrivare?
    ….sia chiaro, questo giardinetto è sempre meglio di niente….ma non è un giardinetto che passerà alla storia dell’architettura da esterni…. ad ogni modo credo che in futuro sarebbe bello vedere nascere a Palermo nuovi parchi e nuovi spazi verdi degni degli spazi verdi che ci hanno lasciato in eredità i nostri avi… ….perchè mai al giorno d’oggi non potrebbe nascere un parco anche più bello del Giardino Inglese?
    …..inoltre penso che sia necessario iniziare a pensare che in ogni parco futuro ci debbano essere strutture dove poter praticare lo sport…. mi piacciono quelle città del Nord Europa (o americane) dove in ogni quartiere ci sono campetti di basket pubblici (dove non si paga nulla)…e in certi casi anche capetti di tennis o di Volley pubblici…. a mio avviso sarebbe stato positivo mettere in questo nuovo giardinetto un campetto di basket… e a quel punto i bambini della foto sarebbero stati più sorridenti…. ma non solo i bambini della foto… anche gli adulti amanti dello sport…..infatti credo che si possa fare una partitella a basket o a calcetto anche se si è over 60….. non credo ci siano limiti di età… lo sport fa bene ad ogni età…..
    Per concludere dico che nei futuri spazi verdi pubblici sarebbe bene affiancare strutture sportive…e anche gabinetti pubblici… infatti, in considerazione del numero esorbitante di ex LSU, di certo qualcuno di loro potrebbe tenere puliti i bagni in questione senza aggravare di ulteriori costi la città…..

  • se68 387
    31 ott 2016 alle 16:29

    …e soprattutto, mi raccomando, recintiamo sempre queste pseudovillette, se no le piante scappano.

  • danyel 387
    31 ott 2016 alle 20:57

    Perché una schifezza? E’ carino, dai .. non conosco la zona di via trabucco, però mi sembra tenuta bene ..

  • belfagor 376
    01 nov 2016 alle 4:33

    Il problema non è inaugurare uno spazio verde ma poi garantire la normale manutenzione ordinaria. Purtroppo questa amministrazione non si è particolarmente distinta nella salvaguardia del verde esistente. Basta vedere come sono ridotti i giardini storici della città ( per esempio il Giardino inglese) o come “scientificamente” si sta distruggendo il verde del Foro Italico. Inaugurare una villetta , e certamente un fatto positivo, ma farlo a pochi mesi dalle elezioni amministrative da spazio a chi sostiene che si tratta della solita “opera elettorale”, che dopo le elezioni sarà abbandonata al degrado. Il nostro sindaco , in questi anni è stato molto bravo ha inaugurare decine di villette e aiuole, purtroppo dopo che le” luci della ribalta ” si sono spente, queste villette e aiuole sono tornate ad essere abbandonate. Certo la politica è fatta anche di immagine, ma anche, se non soprattutto, di concretezza.


Lascia un Commento