29 apr 2016

Viadotto Himera | Riapre parzialmente al transito il viadotto dell’A19 “Palermo-Catania”


Riaprirà Sabato 30 Aprile la carreggiata dell’autostrada A19 Palermo – Catania chiusa nell’aprile 2015 dopo il cedimento di una parte del viadotto Himera


Vi riportiamo il comunicato ufficiale di Anas in merito alla riapertura di una delle due carreggiate che avverrà Sabato:

Alla presenza del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, del Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, del Presidente Anas, Gianni Vittorio Armani, sarà aperta al traffico la carreggiata in direzione Palermo del viadotto “Himera”
Anas comunica che sabato 30 aprile 2016 alle ore 16:30, alla presenza del presidente del Consiglio Matteo Renzi, del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio e del Presidente Anas Gianni Vittorio Armani, sarà aperta al traffico la carreggiata in direzione Palermo del viadotto “Himera”, sull’autostrada A19 “Palermo-Catania”.
Si sono concluse le verifiche tecniche sulla carreggiata in direzione Palermo e sono in corso le attività necessarie per la riapertura, programmata per sabato 30 aprile.
Nell’aprile del 2015, il viadotto in direzione Palermo era stato chiuso in via prudenziale, in seguito ad un movimento franoso che aveva seriamente danneggiato l’adiacente viadotto in direzione Catania.
Dopo la demolizione, avvenuta a dicembre del 2015, dei 200 metri di viadotto in direzione Catania, irrimediabilmente danneggiato, sono state avviate approfondite analisi sia sulla qualità dei materiali che, in generale, sulle strutture del viadotto in direzione Palermo con monitoraggio in tempo reale di tutti i parametri tecnici.
Le indagini, ed in particolare le prove di carico svolte nei giorni scorsi, hanno dato indicazioni positive sulla statica dell’opera.

Sono stati inoltre installati sistemi di monitoraggio sia per le strutture del viadotto che per la pendice interessata dal movimento franoso.
In tali attività, Anas è stata coadiuvata, per gli aspetti strutturali, dal Professor Marcello Arici dell’Università degli Studi di Palermo (Professore associato di Tecnica delle Costruzioni e Costruzione di Ponti) e, per gli aspetti geotecnici, dal Professor Calogero Valore della Scuola Politecnica dell’Università di Palermo (Professore Ordinario di Geotecnica presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM).
L’appuntamento per giornalisti, fotografi e cineoperatori è programmato alle ore 16:00 al km 60,000 dell’Autostrada A19 “Palermo-Catania”, in direzione Palermo, in corrispondenza dello svincolo di Scillato.
Per coloro che provengono da Palermo è prevista sempre l’uscita obbligatoria allo svincolo di Scillato, il transito sulla bretella e il rientro in autostrada a Tremonzelli in direzione Palermo. Coloro che provengono da Catania percorreranno l’autostrada fino al restringimento al km 60,000.


a19anasapertura autostrada catania palermoapertura bretellaautostrada a19autostrada catania-palermocarreggiata direzione palermocataniacronoprogramma viadotto himerademolizione viadotto Himeralavori viadotto himeraministro delriomobilita cataniamobilita palermonomina peritisp 24viadotto himera

7 commenti per “Viadotto Himera | Riapre parzialmente al transito il viadotto dell’A19 “Palermo-Catania”
  • tryskeles 58
    29 apr 2016 alle 7:49

    Ditela la maledetta verità, quel ponte regge il traffico di entrambi i sensi di marcia, ma ora, dopo avere speso 9 milioni per la bretella e 2 anni di tempo, chi glielo dice ai siciliani?
    Renzi mi sembra il giusto testimonial….

  • peppe2994 2832
    29 apr 2016 alle 9:54

    Calma, guardate che sono mesi che effettuano verifiche. Considerate poi che non potevano comunque riaprire prima del termine della demolizione della carreggiata crollata.
    Poi, la bretella ha aperto dopo 6 mesi, ed è stata provvidenziale.Quanto sia costata è assolutamente ininfluente.

    Allora a che vengono tutti questi signori, sarebbe opportuno definire i tempi di inizio degli interventi di riqualificazione.

  • fabio77 706
    29 apr 2016 alle 10:08

    Tanto per non dimenticare. Nel 2014, a pochi giorni dall’increscioso cedimento del viadotto Scorciavacche sull”attuale Via crucis Palermo Agrigento, Renzi il magnifico ebbe a cinguettare: “Ho chiesto all’Anas i nomi dei responsabili. Pagheranno tutto”. Se sabato, all’inaugurazione del nulla sarà presente qualche giornalista libero, chieda al Magnifico ed al direttorio dell’Anas se dopo un anno e mezzo da quella dichiarazione i responsabili hanno pagato.

  • gerry69 180
    29 apr 2016 alle 12:15

    C’è un monitoraggio h/24 con più strumenti topografici e i dati vengono costantemente inviati alla centrale operativa dell’ANAS.

  • Lio Settantasei 174
    29 apr 2016 alle 13:10

    ma cosa vengono a innaugurare???
    un rattoppo, una soluzione temporanea a uno scandaloso crollo di un viadotto???
    innaugurano una strada che già c’era e che x fortuna si sono accorti che nn è stata dannegiata dalla frana il tutto fatto in tempi bibblici???
    ma che cavolo hanno da festeggiare???

  • Orazio 760
    03 mag 2016 alle 19:13

    Beh inaugurare nel 2016 un viadotto costruito negli anni ’70 non è da tutti…

    Al di la dello scherzo, impiegare un anno per capire che un viadotto non è in pericolo di crollo nel contempo aggiustando a suon di milioni 200 metri di strada provinciale ora chiamata bretella è da maestri e solo la repubblica autonoma dell’(AN)ANAS poteva concepire un simile piano.

    Comunque io stasera inaugurerò il divano che ho comprato 15 anni fa. Per essere all’altezza della situazione, ovviamente.


Lascia un Commento