19 feb 2016

Nuove rastrelliere in città: Piazza Castelnuovo, Stazioni Ferroviarie, Fermate Tram


Prosegue il piano della mobilità sostenibile e tramite l’ordinanza numero 153 del 17 Febbraio viene autorizzata l’amministrazione a installare nuove rastrelliere in città e in particolare in ventuno nuove postazioni.

Le rastrelliere installate potranno contenere dalle sette alle nove bici. I luoghi interessanti sono tutt’ora dei luoghi strategici per la mobilità urbana, come le stazioni ferroviarie, licei in centro, ospedali, aree pedonali.

Ecco l’elenco di dove verranno collocate:

  • Piazza Castelnuovo sul marciapiede nel tratto tra via Foligno e Via Amelia e in prossimità dell’area riservata al Bike Sharing
  • Via Principe di Belmonte nel tratto in corrispondenza del civico 77 e in corrispondenza di Via S. Vigo
  • Via Roma lungo in marciapiede in corrispondenza di Via Bara all’Olivella (adiacente museo Salinas)
  • Piazza Sett’Angeli lato liceo classico Vittorio Emanuele e lato via Simone Di Bologna
  • Via Antonio Ugo Amico in prossimità di Via Maqueda tra il passaggio pedonale e l’area riservata alla sosta dei motoveicoli
  • Piazzetta Bagnasco antistante la via G. B. Guccia
  • Via Generale Magliocco antistante la via Ruggero Settimo
  • Via Messina Marine: nel marciapiede posto nel prolungamento di Via D’Amedeo D’Aosta; in corrispondenza dell’impianto semaforico al civico 215; in corrispondenza dell’ospedale Buccheri La Ferla di fronte al civico 191; in corrispondenza dello stand Florio nel prolungamento di Via Salvatore Cappello
  • Via Paolo Balsamo adiacente alla fermata del Tram
  • Piazza Lolli all’intersezione con il marciapiede di Via Dante e alla sinistra del nuovo ingresso della Fermata Lolli
  • Fermata Via Del Vespro nel marciapiede posto lungo Via Lodato in corrispondenza di Piazza R. Levi Montalcini
  • Fermata Palazzo Reale Orleans nel marciapiede in Via Brasa lato sinistro dell’ingresso di Viale Delle Scienze
  • Parcheggio Basile lato biglietteria Amat di fronte a Via Pellagra
  • Parcheggio Giotto nel marciapiede dello spartitraffico antistante la biglietteria Amat
  • Piazza Vittorio Emanuele Orlando in prossimità dell’ingresso lato Via Volturno

 


Aree pedonalibicibici palermobiciclettecentro storicociclabilità palermocomune di palermofermata lollifermata orleanspedonalizzazionipiazza castelnuovorastrelliererastrelliere bici palermostazione Lollistazione orleans

Articolo precedente

9 commenti per “Nuove rastrelliere in città: Piazza Castelnuovo, Stazioni Ferroviarie, Fermate Tram
  • Normanno 296
    19 feb 2016 alle 11:35

    Iniziativa da incoraggiare e positiva che va nella giusta direzione, ma come sempre a palermo manca qualche cosa che renda efficaci le iniziative.Come mai non vedo mai utilizzate le bike sharing e le rastrelliere sono quais sempre vuote?Forse perchè le piste ciclabili sono assolutamente inadeguate?A palermo abbiamo le strade per le macchine e mancano i parcheggi dove posizionarle,in compenso abbiamo i parcheggi per le biciclette (rastrelliere) ma mancano le strade (piste ciclabili)

  • Normanno 296
    19 feb 2016 alle 11:38

    Dimenticavo facciamo il passante ferroviario ma ci facciamo passare i treni ogni mezz’ora (spero che questo sia solo un fatto temporaneo altrimenti sarebbe l’ennesima beffa)

    • kutra 37
      19 feb 2016 alle 17:53

      Quando verrà attivato il secondo binario su tutta la tratta le frequenze saranno di 15 minuti, anche meno.

  • peppe2994 2776
    19 feb 2016 alle 22:27

    Io continuo a sentirmi non preso in giro, ma per il culo (e stavolta ci sta tutto) dall’amministrazione.

    Bike sharing e rastrelliere a non finire, ma dove cavolo devo usarla la bici se a palermo una pista ciclabile non c’è???
    E non è di certo un modo di dire. Non un solo tratto è adeguato. Forse solamente le poche centinaia di metri al Foro Italico in tutta la città.

    Hanno autorizzato le bici a transitare su alcune corsie preferenziali dei bus, ci rendiamo conto?
    Questo è estremamente pericoloso, ma questo passa in secondo piano perché i conducenti dei mezzi giustamente sono prudenti e spesso devono accodarsi alla bici, e quando possibile effettuare il sorpasso, con tutte le conseguenze del caso ( invasione corsia auto e rischio di investire il ciclista), Così i tempi di percorrenza si dilatano.

    Adesso è arrivata una vocina, anzi ormai è certo che l’AMAT ha acquistato per creare delle pseudo piste ciclabili i cordoli gialli. Se per voi questa non è una presa in giro ditemi cosa lo è.

    Pare abbiano intenzione di realizzare piste ciclabili solamente installando il cordolo, quindi antiestetico (alla lunga si annerisce e distrugge) e totalmente inefficace contro i panormosauri al volante.

    Alla faccia del piano piste ciclabili proclamato l’anno scorso.

  • giuseppe83 77
    20 feb 2016 alle 18:10

    in effetti, come sostiene giustamente peppe 2994, è un pò bizzarro… a questo punto c’è qualche lettore che saprebbe suggerire il motivo di tanta difficoltà a portare avanti un piano per la realizzazione delle piste ciclabili? è davvero così complesso? oppure basterebbe semplicemente la volontà politica per farlo?

  • se68 375
    24 feb 2016 alle 18:27

    a Barcellona, in alcuni casi, utilizzano questi cordoli, secondo me belli e funzionali:
    http://1.bp.blogspot.com/-4rHwHobIMkQ/U_NkUVVBwbI/AAAAAAAAN2s/dQJCycGjigc/s1600/Piste%2Bciclabili%2Bbarcellona.jpg
    in altri utilizzano la semplice colorazione dell’asfalto e relativa segnaletica orizzontale:
    https://aroaddivided.files.wordpress.com/2013/03/bike-bicycle-bici-bicing-lanes-carriles-barcelona.jpg
    ma, copiare è vietato? anche perchè questi sistemi costano zeroeuri…

  • se68 375
    24 feb 2016 alle 18:40

    inoltre, lo dirò fino alla noia, queste cosiddette rastrelliere installate a Palermo, sono totalmente inutili e brutte.
    Sono desuete perchè studiate per collocarvi la ruota anteriore. Ma possibile che nessuna delle tante associazioni di ciclisti palermitane dica niente a proposito? Andate a vedere nelle città che REALMENTE danno importanza ai ciclisti, quali tipologie di rastrelliere si utilizzano..

  • se68 375
    24 feb 2016 alle 18:43

    inoltre, le rastrelliere ( quelle vere però) nelle città civili vengono installate OVUNQUE, non solo nei punti centrali, proprio perchè la bici non è pensata per farsi la “passiata” al centro, ma per spostarsi anche per lavoro..ma il sindaco, lo sa questo?


Lascia un Commento