04 giu 2015

DIRETTA VIDEO| Anello Ferroviario: il Comune incontra i cittadini


In diretta dalla Sala Rossa del Teatro Politeama di Palermo, stiamo trasmettendo l’incontro con i cittadini organizzato dal Comune di Palermo per la discussione del progetto “Anello Ferroviario“.

L’evento inizierà alle ore 17:30

Per rivedere lil video dell’evento, clicca sul player qui sotto.


anello ferroviariocomune di palermorfi

10 commenti per “DIRETTA VIDEO| Anello Ferroviario: il Comune incontra i cittadini
  • Salvo 131
    04 giu 2015 alle 17:41

    @mobilitàPalermo
    x chi come me, non potrà vederlo, farete un articolo?
    Grazie per il vostro lavoro

  • ruggys 275
    04 giu 2015 alle 19:06

    una volta terminato, il video si potrà rivedere dall’inizio??? mi interessa tantissimo la parte sui nuovi tram

  • La Maglia Rosanero 53
    05 giu 2015 alle 11:59

    Posso fare una domanda a chi ha potuto assistere alla conferenza?
    Qualcuno ha fatto due semplici domande?
    1) Cosa ha previsto il Comune per DECONGESTIONARE IL TAPPO DI AUTO ALLA STAZIONE NOTARBARTOLO?
    2) Quando hanno intenzione di chiudere H24 e pedonalizzare con il basolato Via Ruggero Settimo fino ai 4 Canti?

  • peppe2994 2718
    05 giu 2015 alle 23:44

    Ho visto tutto. Alla fine i primi 45 minuti sono da eliminare. Il video parte dal minuto 47 mi sembra.
    Per le domande del post sopra non si è completamente parlato di ciò. Prevalentemente anello ferroviario.

    -Secondo stralcio dell’anello finanziato con fondi europei
    -3 linee di tram finanziate con fondi europei
    -Preoccupazioni sulle metodologie di scavo in zona Amari-Politeama e relative rassicurazioni sui monitoraggi, le assicurazioni in caso di danno e la bassa probabilità che qualcosa vada storto grazie al cut&cover.
    -Installazione dei tappetini anti vibrazione per evitare problemi agli edifici
    -Persone inca**ate per il discorso palme da tagliare e rassicurazioni da parte dell’amministrazione. Verranno trapiantate al posto delle palme morte sempre a piazza Politeama, e se non attecchiscono se ne metteranno di nuove.
    -Preoccupazioni sulle polveri e polveri sottili. La ditta promette maggiore attenzione nel bagnare il terreno.
    -Critiche sulle vibrazioni in fase di esercizio della linea.
    A questi signori io proporrei di viaggiare un minimo. Va bene una qualunque città che ha una rete metropolitana.
    Un esempio. Parigi, hotel in pieno centro (arco del trionfo)-Champes Elysees, camera al 5° piano, coricati a letto si sentono le vibrazioni. Sala Colazione al piano terra, le superfici liquide ballano.
    Alla fine ci si fa l’abitudine. Punto. A me già dopo un giorno non davano più fastidio…
    Chiaramente posto il fatto che non si danneggia un bel niente.

    -Per il resto chiacchiere da bar di gente disperata per i lavori sotto casa, e giustamente l’amministrazione ribatte
    con “eh, però poi non vi lamentate quando le vostre case aumentano di valore…”

    Insomma, tutti vogliono le opere ma non il cantiere sotto casa.


Lascia un Commento