23 mar 2015

FOTO | Il varo del nuovo ponte di piazza Scaffa


Sono in corso le operazioni di “spinta” del nuovo ponte di piazza Scaffa e che termineranno entro la giornata di oggi. Aggiorneremo le immagini fino al posizionamento completo della struttura fino alla spalla opposta.

Ore 19:00, le due sponde finalmente unite. Il ponte è in posizione. Domani la posa. Festeggiamenti per il grande risultato! Foto di Alessandro Gallo

11022530_434450653398494_3500198806781899704_n

Qui la situazione alle ore 16:15 con immagini a cura di Alessandro Gallo. 

10421618_434390680071158_1358363901607261047_n

10170891_434390716737821_2311784680676269783_n

Qui la situazione alle ore 16:00 con immagini a cura di G.R.

1782486_1026698844026762_8497510731228355327_o-2

 

10996470_1026698814026765_5209550773880638315_o

11084017_1026699467360033_5412883964146920942_o

Qui la situazione alle ore 15:45 con immagini a cura di Jessica Silipigni

10955440_10206233330492456_2401495691690648471_o

Qui la situazione alle ore 14:00 con immagini a cura di Allessandro Gallo

11083609_434345910075635_666317383208619944_n

1499577_434345846742308_6419910694080169578_n

Ore 12:30

IMAG1467

IMAG1464

IMAG1468

IMAG1466

Qui la situazione alle ore 08.00 con immagini a cura di di G.R.

10855065_1026694004027246_3692022561374512346_o

11038151_1026694790693834_175469205049465138_o

11066654_1026694270693886_6965965968312577794_o

11080741_1026694444027202_1434046916758966039_o

11080786_1026694480693865_8848852060211364325_o

11080813_1026694764027170_4137840959582683952_o


corso dei Millelinea 1mobilita palermoomba pontipiazza scaffapiazza scaffa palermoponte dell'ammiraglioponte delle teste mozzesistema tram palermoTramtram palermo

Articolo successivo

18 commenti per “FOTO | Il varo del nuovo ponte di piazza Scaffa
  • KINGDOM 20
    23 mar 2015 alle 17:44

    Gianni Silvestrini (direttore genereale del ministero per l’ambiente, nonché professore al Cnr e al politecnico di milano) a margine del completamento della linea 1 del tram cosi commenta: “l’amministrazione comunale sta sbagliando tutto su mobilità e ambiente; il tram sulla circonvallazione è inutile e costoso, ed è stato peraltro progettato senza un modello di simulazione; sarebbe stato meglio pensare a una via tramviaria al centro, in via libertà per esempio; occorrerebbe poi anche una pedonalizzazione di una parte del centro storico e l’accesso solo a pagamento come a Milano; con una cifra simbolica per incentivare l’uso dei mezzi pubblici, del car sharing e del taxi collettivo che non ha nulla a che vedere con quello proposto in questi giorni”.

    Che ne pensate?

  • huge 2211
    23 mar 2015 alle 18:02

    Che è un buffone.
    Gli brucia il fatto che non hanno preso in considerazione le sue obiezioni al progetto, quindi adesso se ne esce con queste dichiarazioni negative.

    Da sottolineare il giornalismo da quattro soldi di Repubblica, che non perde occasione per cercare di creare polemiche dal nulla quando non ce ne sarebbe alcun motivo. Non sia mai che si dia una notizia positiva. Bisogna sempre sfrucoliarci su.

    Ridicoli.

  • Normanno 343
    23 mar 2015 alle 19:02

    Il piano per la mobilità di palermo,nonostante le obiezioni di Silvestrini,va benissimo cosi come è ,il problema è attuarlo in tempi non biblici.Non prevede fortunatamente il tram in via libertà che avrebbe distrutto la più bella via di palermo così come è successo a Messina.
    Manca secondo me al piano, una circonvallazione sopraelevata che si era cominciata a fare e poi si è fermata non so perchè che bypassi tutta la città per chi deve andare direttamente da trapani a catania visto che oramai la circonvallazione separa la città in due parti. Per il resto aspettiamo le tre linee del tram, l’anello, il passante ferroviario e la metro leggera oreto-mondello

  • Enrico57 144
    23 mar 2015 alle 19:17

    Per la verità, io sono molto perplesso, e a dirla tutta, non sono convinto che il tram sarà di grande aiuto a rendere più vivibile la nostra città. In particolare, mi pare che la linea lungo la circonvallazione, così com’è, non sia di grande aiuto. Comunque, cosa fatta capo ha: speriamo quanto meno nell’allungamento fino a Basile e che i lavori procedano spediti e si concludano al più presto. Ma a mio avviso l’intervento veramente strategico è l’anello ferroviario.

  • KINGDOM 20
    23 mar 2015 alle 19:19

    e sempre per quanto riguarda il terrorismo giornalistico, ho letto di recente ma non ricordo dove, che stanno praticamente brancolando nel buio per risolvere il problema cedimenti nella linea A del passante ferroviario sotto via Imera; leggevo addirittura che i lavori sono completamente bloccati da mesi e non si sa se e quando saranno ripresi; è?

  • Athon 879
    23 mar 2015 alle 19:56

    Normanno, fermo restando che ci sarebbe bisogno di collegare la Palermo-Messina alla Palermo-Trapani, a me l’idea di una sopraelevata dà qualche perplessità. Il progetto si è arenato per l’impatto estetico che avrebbe. A mio avviso, è stato un bene. D’altra parte sembra ormai una soluzione “vecchia”. In Italia ci sono già diverse sopraelevate cittadine; queste hanno portato molti a pensare che sarebbe stato meglio studiare altri progetti.

    Palermo, su questa questione, ha la fortuna di poter imparare dagli errori di altre città.

    Per esempio, a Genova e a Napoli oggi si pentono amaramente di aver realizzato sopraelevate. Vorrebbero tanto liberarsene ma ormai non saprebbero come aggiustare la situazione.

    Pensa che l’inaugurazione della sopraelevata di Genova è avvenuta nel 1965! Davvero è il caso oggi, nel 2015, di realizzare a Palermo vecchi progetti degli anni ’60? Credo che l’urbanistica nel frattempo sia andata avanti.

    Se non sbaglio, oggi vanno per la maggiore le sotterranee.

  • peppe2994 3095
    23 mar 2015 alle 20:04

    Polemiche stupide ed ingiustificate.
    Viva il tram, pure in Viale Regione. Creata l’offerta arriverà la domanda.

    Oggi ho seguito tutto il montaggio fino alle 18.30. Ecco una bella panoramica di fine giornata:
    http://s18.postimg.org/hrhpjgf2h/IMG_0292.jpg
    Mancava meno di un metro al raggiungimento della posizione definitiva.

    Durante tutta la giornata curiosi a centinaia, tutti quanti favorevoli al tram. C’è un notevole interesse verso quest’opera. Credo che molti stiano cominciando a capire quanto sia utile.
    La linea 1 andrà a servire un bacino d’utenza enorme, così come la 2. La 3 purtroppo non serve a nulla considerato che non arriva a Notarbartolo ma farà CEP – Calatafimi.

  • Panormus 201
    23 mar 2015 alle 20:17

    Non hanno saputo realizzare il sottopasso di Via Perpignano e dovrebbero realizzare una circonvallazione sotterranea? Sognare va bene, ma questo è troppo :(
    A impedire la costruzione della sopraelevata – ricordo benissimo – furono i signori ambientalisti e i verdi, quelli politicizzati… da non confondere con quelli cui invece sta davvero a cuore il bene della città.

  • Panormus 201
    23 mar 2015 alle 20:23

    Il fatto è che a Palermo non si può realizzare niente di niente… e quando si comincia un’opera non si sa mai se verrà portata a termine. Mi auguro che almeno la realizzazione del tram rappresenti una felice eccezione e che sia l’inizio di un cambio di marcia.

  • Normanno 343
    23 mar 2015 alle 21:33

    Athon, ci sono due certezze :Quel che viene fatto sottoterra quasi sempre è piu gradevole dal punto di vista estetico 2) Quel che viene fatto sottoterra costa sempre molto di più di quello che viene fatto sulla superficie .La circonvallazione era nata per essere esterna alla città e adesso la divide in due parti e provoca intasamenti mostruosi e quindi non è piu una circonvallazione .La soluzione sotterranea è l’ideale ma quanto costa?

  • renard 237
    23 mar 2015 alle 22:16

    Sì può non essere d’accordo, ma dire che Silvestrini è un buffone…
    Personalmente concordo sulla linea 3, assolutamente inutile e fatta in quattro e quattr’otto per non perdere i finanziamenti della linea su corso Calatafimi bocciata dal Genio Civile. Per il resto, il piano della mobilità è buono se sarà completato con la metro. L’altro errore è stato di progettare l’anello a binario singolo.

  • Benedetto Bruno 190
    24 mar 2015 alle 0:05

    Anch’io avevo sentito dire che la linea 3 su Viale Regione Siciliana è stata studiata in maniera approssimativa e alla meno peggio solo per non perdere il finanziamento originariamente indirizzato alla linea su Corso Calatafimi poi bocciata dal Genio Civile come ci ha ricordato Renard. Purtroppo non ho mai sentito nessuno accennare all’idea di realizzare la linea tram 3 lungo Corso Calatafimi ma in sotterranea. Non sarebbe costata quanto una linea metro.
    Sull’Anello, si sa che le linee monobinario potevano essere utili nel 19° secolo oppure possono essere utili oggi nelle zone rurali. La maggior parte dei 700.000 abitanti di Palermo non saprà che farsene dell’Anellino.

  • Athon 879
    24 mar 2015 alle 1:51

    @Panormus, non ho la più pallida idea di quanto possa costare una sotterranea. Di sicuro cifre considerevoli. Non credo però che per progettare opere faraoniche come tram, passante ferroviaro e metropolitana leggera, sia stato sufficiente rompere un salvadanaio. Se i progetti sono seri, presentati con credibilità e col requisito della necessità, si può lavorare per aspirare ai fondi necessari.

    Oppure magari non realizzeranno mai una sotterranea in Viale Regione Siciliana. Tuttavia ciò non toglie che di fronte alla rinnovata proposta di creare, come alternativa, una sopraelevata, sia importante ricordare come simili soluzioni altrove si siano rivelate fallimentari.

    Può Palermo imparare qualcosa dagli errori di altre città, evitando di commetterli a sua volta?

    Dunque, se i costi sono esorbitanti al punto da rendere il progetto di una sotterranea del tutto impossibile, che vengano trovate altre soluzioni. Una sopraelevata però, a mio avviso, sarebbe da escudere a priori.

    @Normanno, capisco le tue perplessità. Tuttavia l’idea di una sotterranea torna frequetemente. Forse non è qualcosa di improponibile perchè assolutamente non fattibile. Quindi penso vada comunque presa in cosiderazione. Ti propongo un articolo: http://livesicilia.it/2014/02/15/viale-regione-torna-lidea-di-una-tangenziale-interna_445134/

  • Disadattata 14
    24 mar 2015 alle 9:06

    @Kingdom – Mobilita Palermo offre un servizio eccellente ai cittadini lettori di questo blog. Su una cosa però dissento, sullo schieramento quasi acritico pro Amministrazione comunale. Condivido in toto la notazione del prof. Silvestrini, non dico sul Tram della circonvallazione perché non sono competente per emanare giudizi in modo lucido e razionale sull’utilità dello stesso, ma sulla viabilità e sulla pedonalizzazione del centro storico posso dire la mia. L’assessore Giusto Catania si è dato un gran da fare in vista dell’inclusione di una parte della città, i percorsi arabo-normanni, nel patrimonio dell’Unesco e quindi è obbligatorio pedonalizzarne le zone interessate per renderle fruibili e visitabili dai turisti. Naturalmente non ci si è preoccupati della vivibilità, ma di raggiungere lo scopo di ottenere il riconoscimento con congrua gratifica monetaria nel caso si raggiungesse lo scopo. L’attivismo dell’ass.Catania non mi dispiace, ma non dispone, sia lui che i tecnici del Comune, di alcuna competenza. La viabilità è una scienza che non può essere affrontata in modo così superficiale. Si è tenuto conto da parte della I Circoscrizione, che non si è mai occupata di niente, più delle richieste sotto banco dei gestori dei bar, pub e ristoranti notturni e ignorando le direttive del Put, che non dell’esigenza della vivibilità e dei parcheggi per i residenti e i commercianti diurni. In prima battuta addirittura era stato varato e adottato un piano che, con segnaletica adeguata, cosa rarissima a Palermo, indirizzava gli automobilisti a percorrere Piazza Marina, Via del Pappagallo e Via Alloro con Via Castrofilippo per raggiungere Via Lincoln e la Stazione Centrale. Una vera e propria autostrada (si tratta di strade strttissime e senza marciapiedi) percorsa dagli automobilisti educatissimi che falciavano tra ponteggi e macchine parcheggiate residenti e turisti shoccati. Un gruppo di cittadini infuriati ha protestato in un’assemblea di fuoco contro l’ass. Catania, il quale, alla fine ha suggerito agli imbufaliti residenti e commercianti diurni di fare delle proposte. Io, senza alcuna competenza, insieme ad altri cinque volenterosi, abbiamo, devo confessare, con molte difficoltà, elaborato un piano di viabilità e di parcheggi che modificasse gli errori spaventosi del piano precedente in vigore, con la sola reale conoscenza della mappa del Mandamento Tribunali e dintorni. L’assessore ha fatto suo il nostro piano, oso dire all’80 %. Si è impegnato anche a completare il piano condiviso entro tempi ragionevoli. Si è data una sistemazione buona a Piazza Marina. Il resto è una tragedia. Gran parte dei residenti di Via Vetriera, via Castrofilippo, via Alloro, Via e Piazza Aragona, Via Paternostro, quasi tutti i commercianti diurni, non dispongono di parcheggi. Per questi ultimi basterebbero stalli con disco orario. Noi residenti non abbiamo parcheggi a noi destinati, ma rispettiamo le regole. A volte parcheggiamo in posti lontanissimi, mentre tutti gli avventori di pub e ristoranti notturni parcheggiano dove vige il divieto di sosta “diurno”. Le infrazioni ai sensi vietati non si possono contare e le pedonalizzazioni sono solo per noi residenti. Nessun controllo nelle ore di punta e la sera, notte compresa da parte delle autorità preposte. Pub e ristoranti hanno acquisito queste impropriamente chiamate isole pedonali come proprietà privata. Concludo e mi scuso per la lunghezza che, nonostante le richieste in assemblee frequenti e agitate, l’amministrazione attuale, soprattutto Comando di Polizia Municipale, Rap, Forze dell’Ordine in generale risultano assolutamente inadeguati a risolvere i problemi di una città mafiosa, violena e in massima parte dedita all’illegalità. Gli assessori Marano, Raimondi, Arcuri, che hanno sostituito i loro predecessori e ai quali il Sindaco Orlando concedeva sei mesi, pena la sostituzione in caso di risultati non apprezzabili, sono ancora lì, anche se la città va regredendo di giorno in giorno. Svegliatevi anche voi e narrate senza occultarle le gravi omissioni che contraddistinguono l’amministrazione Orlando. Troppi spot ruffiani e poca vera volontà di cambiare. Grande delusione. Un comitato di cittadini ha denunciato Sindaco, Questore e Prefetto per inquinamento acustico e ambientale, per il degrado dei monumenti del Centro Storico e per l’omissione di atti di ufficio. La Procura ci convoca e nicchia. Né archivia, né rinvia a gfiudizio. La speranza è davvero morta per i siciliani perbene e onesti.

  • Fulippo1 1356
    24 mar 2015 alle 10:43

    @ Disadattata

    A me onestamente pare che tutti i perbenisti di questa città si stiano svegliando adesso.
    Negli anni passati tutto era lecito, quando abbiamo veramente toccato il fondo (da cui adesso stiamo realmente avendo dificoltà a risalire) nessuno vedeva niente, e per nessuno la speranza era morta. Forse adesso è più facile protestare (giustamente) perchè c’è qualcuno che nel bene o nel male ascolta.

    In merito all’amministrazione condivido molte cose di quelle che lei scrive, però mi sento di dire che solo il fatto che si abbia come nel suo caso la possibilità di confrontarsi sià già una grande cosa.

    Non si può ricostruire ciò che è stato distrutto in più di dieci anni in cosi poco tempo. E quando parlo di ricostruire non parlo di cose fisiche ma di civiltà.
    Poi che l’amministrazione attuale stia compiendo delle scelte “sbagliate” non vi è dubbio, lo credo anche io, in primis sulla gestione dell isole pedonali, e della polizia municipale come anche lei scrive.

    Per quanto riguarda questo blog, disento completamente dalla sua “accusa”, ma quelli appunto sono solo dei punti di vista.


Lascia un Commento