23 gen 2015

LA PROPOSTA | Prolungare la via Luigi Galvani


Fra le tante proposte che settimanalmente pubblichiamo, oggi focalizziamo l’attenzione su un’ incompiuta. Si tratta del prolungamento di via Luigi Galvani, una strada che scorre a monte di via Padre Puglisi e che termina il suo percorso all’altezza di via Bazzano. Alla luce dell’attuale restringimento che insiste su via Padre Puglisi per la tranvia, il prolungamento di via Galvani rappresenta un’importante valvola di sfogo per l’intera zona. Da un lato consentirebbe di alleggerire il carico veicolare presso l’incrocio con via A.D’Aosta, e dall’altro la possibilità di raggiungere più celermente corso dei Mille. 

1

In giallo è evidenziato il tratto in cui la strada termina il suo attuale tragitto.

E’ importante notare come sempre qui si potrebbe ricavare anche una piccola area parcheggio riservata ai residenti; allo stato attuale si continua a parcheggiare sopra i marciapiedi di via Puglisi e impedendo di fatto il transito a pedoni e diversamente abili.

 

3


brancaccio palermoSegnalatisperonestrade palermovia bazzano palermovia galvani palermoviabilità

6 commenti per “LA PROPOSTA | Prolungare la via Luigi Galvani
  • mrp 47
    23 gen 2015 alle 15:02

    Quando andavo a scuola, percorrevo ogni giorno via Amedeo D’Aosta… ricordo che, la mattina, provavo una nostalgica, triste ed allo stesso tempo piacevole, sensazione, passando davanti quel campo coltivato che si vede nell’immagine… l’odore della terra, un uomo che quasi sempre scorgevo laborioso e curvo su quelle piante… mi facevano spesso pensare alla canzone di Celentano “Il ragazzo della via Gluck”…
    Di cemento ed asfalto ne abbiamo in quantità, mentre di simili squarci di “verità” sempre meno…
    Con opportuni accorgimenti per una mobilità più sostenibile, credo si possa fare a meno di collegare con una lingua di pece le due estremità della linea gialla che si vede nella foto, e consentire comunque spostamenti agevoli a tutti… Probabilmente si potrebbe pensare, “ma è solo una strada di qualche centinaio di metri”, però non dimentichiamo che pezzetto dopo pezzetto, stiamo mettendo una maschera di cemento all’Italia… Spero che quell’oasi di terra, in mezzo al deserto dei palazzoni di periferia, possa convincerci che è migliore così come è adesso… Se continuiamo a fare strade, rischiamo che non ci rimangano più i posti dove andare…

  • kalos60 3
    23 gen 2015 alle 21:07

    Ma se gia’ e’ previsto dal prg,perche’ non si procede alla realizzazione? E poi basta edilizia scolastica nella zona, in Viale dei Picciotti ci sono gia’ sei scuole piu’ altre due scuole in Viale Amedeo D’Aosta e la totale assenza di parcheggi e vigili con la conseguenza che ogni giorno il traffico impazzisce!!

  • alvarezlimao 152
    25 gen 2015 alle 17:34

    Se dite che é una scuola l’edificio che ospita il volta? Si avvi alla costruzione di veri plessi scolastici. L’area di via Luigi galvani si presta poiché è vicino alla fermata del tram. In tutte le città del mondo i plessi scolastici, gli uffici amministrativi sorgono vicino alle fermate dei tram o delle metropolitane

  • moscerino 249
    25 gen 2015 alle 18:54

    Sarebbero anche importanti i ponti sull’oreto in corrispondenza di viale dei picciotti e da piazza guadagna, ma si sa i sogni di una Palermo efficiente rimangono tali.


Lascia un Commento