16 ott 2014

Svincolo A29 Tommaso Natale, l’ingresso a ostacoli


Da quando è stata inaugurata l’uscita Tommaso Natale – Mondello sulla A29 , immettendosi in autostrada in direzione Trapani/Mazara del Vallo, ci si imbatte in dei piccolo New Jersey gialli che delimitano la corsia e separano la rampa dall’autostrada. Sono un rappresentante, faccio moltissimi chilometri e mi sono sempre chiesto perchè questa sia l’unica uscita delimitata in questo modo. Forse li hanno dimenticati li?

Immagine

 

Forse l’uscita è stata progettata male? (molto più che grave). Ad ogni modo per la mia esperienza da guidatore ritengo che questi “bidoni” siano invece un pericolo perché non consentono una buona visuale attraverso lo specchietto retrovisore delle auto che arrivano da dietro e obbligano il guidatore che sta per immettersi in autostrada a brusche manovre negli ultimi 30 metri con scarse possibilità di manovra. Quello spazio dovrebbe servire per dare il tempo agli automobilisti di valutare il momento opportuno per entrare in autostrada.


autostradasicurezzaviabilità

11 commenti per “Svincolo A29 Tommaso Natale, l’ingresso a ostacoli
  • CinoMedium 169
    16 ott 2014 alle 12:24

    Secondo me li hanno dimenticati come hanno dimenticato la segnaletica orizzontale a completamento della corsia di accelerazione

    “La corsia di accelerazione è una corsia delle strade a più corsie (ed in particolare delle superstrade e delle autostrade) destinata ai veicoli che effettuano la manovra di entrata dall’apposito svincolo. L’art. 3 del codice della strada la definisce: corsia specializzata per consentire ed agevolare l’ingresso ai veicoli sulla carreggiata.

    È generalmente progettata e realizzata con dimensioni in larghezza ed in lunghezza atte a consentire di accelerare senza interferire con il normale flusso di traffico.
    Norme di comportamento

    È buona norma di comportamento utilizzare la corsia di accelerazione per portare il veicolo ad una velocità sufficientemente elevata, in maniera da immettersi nel flusso di traffico, rispettando la precedenza, senza disturbare i veicoli in transito.

    Gli automobilisti che si immettono nelle corsie di marcia, a velocità troppo basse o addirittura da fermi, costituiscono un grave pericolo per se stessi e per gli altri utenti.”

  • @serenatudisco 17
    16 ott 2014 alle 12:33

    Me lo chiedo pure io da tempo, gli stessi dubbi, uno svincolo che ti butta nella mischia, che non è mai tranquilla. Quando sono nei suoi pressi, preferisco effettuare un sorpasso magari che trovarmi un’auto che esce da lì e direi quasi che non ha colpa, stavolta.
    Resta il fatto che non ha senso che dobbiamo essere noi a trovare una situazione meno pericolosa per diminuire il rischio.

  • walter 52
    16 ott 2014 alle 13:24

    Salve, è stato costruito male, secondo me fuori da ogni logica, si potrebbe rimodularlo visto che con i lavori del passante ferroviario hanno lasciato molto spazio fino alla curva dove stanno costruendo la stazione ferr. di sferracavallo.Saluti

  • Irexia 720
    16 ott 2014 alle 13:27

    Sinceramente non ricordo che questi bidoni sono là fin dall’apertura dello svincolo… suppongo quindi sia stato un maldestro tentativo per eveitare che le macchine che si immettono si “buttino” direttamente in autostrada. Rimedio, ripeto, maldestro, perchè come dice l’autore dell’articolo, non si vede niente!
    Aggiungo, inoltre, che in tutto lo svincolo è assente la segnaletica verticale adeguata

  • huge 2221
    16 ott 2014 alle 13:50

    Ingresso utilizzato n mila volte e mai avuto alcun problema di visibilità. Sarò strano io… ma a me sembra che si colga sempre l’occasione per criticare tutto e tutti.

    Quei new jersey sono lì per aumentare la sicurezza in ingresso impedendo che chi arrivi dalla rampa s’immetta in modo repentino in corsia di marcia. S’è difatto allungata la corsia di accelerazione con lo scopo appunto di permettere a chi è in rampa di raggiungere velocità adeguate prima dell’immissione, senza causare pericolosi rallentamenti.

  • huge 2221
    16 ott 2014 alle 13:53

    Ma poi lo specchietto retrovisore? In immissioni del genere ci si volta per guardare chi arriva. Limitarsi allo specchietto significa non vedere il 50% di ciò che si ha di lato. Ecco perché la gente guida in modo così pericoloso.

  • r302 191
    16 ott 2014 alle 22:24

    La corsia è stata prolungata in quanto, nelle numerose occasioni in cui il tratto autostradale è bloccato dagli ingorghi, i veicoli in immissione tentavano di infilarsi a dozzine tutti insieme tra le auto in coda sulla corsia di marcia normale, bloccando il traffico ancor di più di quanto non lo fosse già. In questa maniera invece sono costretti a mettersi prima in fila e quindi si immettono uno per uno nella corsia autostradale, mitigando un po’ il problema.

  • drigo 404
    16 ott 2014 alle 23:21

    Il fatto che questo articolo sia stato pubblicato dimostra che il 99% dei palermitani non ha idea di come si guidi.

  • gerry69 186
    17 ott 2014 alle 12:53

    Aggiungo, il tratto precedente alla corsia di immissione allo svinvolo è in curva (anche se non partiolarmente pericolosa). Nei primi anni, in cui lo svincolo è stato aperto (credo 2001..2002) per chi sopraggiungeva dalla circonvollazione era molto pericoloso (in corsia di marcia normale) trovarsi schegge impazzite che uscivano dallo svincolo (posto appunto poco dopo la curva). Motivo per cui hanno adottato questa soluzione, che sicuramente non è il massimo ma che ha comunque evitato molti incidenti. Io la percorro ogni giorno e per quanto possa essere scomodo non vedere in forte anticipo chi sopraggiunge sicuramente mi invita a rallentare durante l’immissione….

  • dimrob 16
    18 ott 2014 alle 15:08

    Quoto r302 e sottoscrivo, i new Jersey sono stati messi per evitare che appunto i furboni, nelle situazioni di traffico intenso, si infilino in massa nella corsia autostradale senza arrivare alla fine della corsia di accelerazione. Poiché nei fine settimana estivi quel tratto di strada è un delirio, si venivano a creare ingorghi pazzeschi con macchine che si infilivano da tutte le parti; Purtroppo come spesso accade piange il giusto per il peccatore!

  • gi_gio 30
    18 ott 2014 alle 18:30

    Se non ricordo male, i primi tempi i new jersey non c’erano. Si sono resi necessari perché, a prescindere dalle condizioni del traffico, certi incivili erano soliti sorpassare sulla corsia di accelerazione (compito agevolato dalla discesa), con conseguente immissione anticipata pericolosa sulla carreggiata principale. I new jersey restringono notevolmente la corsia, rendendo impossibile qualsiasi sorpasso temerario. Non che certi incivili non ci provino comunque, sia chiaro, rischiando l’incidente all’inizio del restringimento. Capiranno mai che sulle rampe vige il divieto di sorpasso ed il limite di velocità a 40 Km/h? E che nello svincolo in questione i suddetti divieti vigono da Via Nicoletti prima che comici il ponte? Odio quei fastidiosi new jersey, masono purtroppo necessari. Per quanto riguarda le situazioni di traffico, non servono a nulla: ho visto certi incivili infilarsi tra guardrail e new jersey (lo spazio c’è) per entrare in autostrada prima del restringimento. Poi quando predico sequestri di massa di patenti e mezzi a vita dicono che esagero…


Lascia un Commento