30 set 2014

Via Libertà, in arrivo la segnaletica luminosa


Ne avevamo dato accenno lo scorso Marzo quando era stata bandita la gara d’appalto per la segnaletica luminosa su via Libertà. Un intervento sperimentale finalizzato all’incremento della sicurezza degli attraversamenti pedonali fra via Notarbartolo e piazza Politeama. Gara aggiudicata, e riportiamo comunicato stampa di Amat che annuncia l’attuazione del provvedimento:

Luci ad energia solare e pannelli di segnaletica per rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali. Il progetto pilota, predisposto dall’Amat – grazie alle somme residuali delle risorse Fas, circa 21 mila euro, assegnata all’azienda dal Comune di Palermo – partirà dal prossimo mese di ottobre e prevede l’installazione di marker, segnalatori e cartellonistica  luminosa lungo gli undici attraversamenti pedonali in viale Libertà, nel tratto compreso tra via Notarbartolo e il Politeama.

cartello luminoso

 

In pratica, nei sei attraversamenti senza semaforo saranno montati da un lato all’altro delle zebrature dodici cartelli con l’indicazione di passaggio pedonale. I cartelli sono dotati di due lampeggianti alimentati ad energia solare. Contemporaneamente, saranno installati in file parallele, ai margini delle corsie preferenziali, i cosiddetti “Glass Top”: piccoli dispositivi semisferici in vetro che, quando sono colpiti da una fonte luminosa (artificiale o solare), irradiano luce come se fossero delle lampadine. 

glass top

Ma non è finita qui, perché le strisce pedonali avranno anche un terzo dispositivo: il Solar Ground, che funzionerà in assenza di luce solare. Si tratta di cerchi con all’interno una cella solare che raccogliere l’energia per alimentare tre piccoli lampeggianti a led. Quest’ultimi saranno montati anche nei cinque passaggi pedonali in prossimità dei semafori.

solar ground

 

“Il progetto sperimentale servirà ad aumentare il livello di sicurezza dei cittadini lungo gli attraversamenti pedonali – dice Domenico Caminiti, direttore generale dell’Amat – in un tratto di strada molto in uso dalle auto private ma anche dal trasporto pubblico. Grazie ai segnalatori luminosi, il percorso pedonale sarà ben visibile, mentre i cartelli con i lampeggianti fungeranno da segnalatori a lunga distanza”. 

 

 

 


amatattraversamenti pedonalicomune di palermoprogetto segnaletica luminosasegnali luminosi pedonalivia libertà

6 commenti per “Via Libertà, in arrivo la segnaletica luminosa
  • giuliano_93 23
    30 set 2014 alle 12:06

    Ragazzi parliamoci chiaro.. Un mini-impianto fotovoltaico per ogni cartello pedonale è uno spreco di soldi comunali.
    Il senso dovrebbe essere quello di non consumare corrente e quindi non inquinare?
    Una perdita di tempo. Ho fatto un calcolo veloce, 22 cartelli con luci LED, consumeranno tutti insieme al massimo 100/150 Watt… Cioè ripeto, 100/150 Watt! Un consumo iniquo, pensate già che quando noi accendiamo un semplice computer, consumiamo anche più di 150 Watt. Per questi cartelli sarebbe davvero convenuto alimentare questi LED con la rete Enel. Il comune lo sa che un pannello solare non produrrà energia per sempre? Un pannello solare ha una vita di 20 anni circa, e quando non produrrà più corrente, ci sarà un’altra enorme spesa per sostituirli tutti. E non solo, il gruppo batterie ha anche una vita corta per via delle sue proprietà fisiche, saranno necessarie parecchie manutenzioni almeno ogni tre anni. Le cose quindi sono due: non appena si guasteranno, o il comune spenderà tantissimi altri soldi per ripararli oppure li lascerà al suo destino. Ergo 21 mila euro buttati.
    Che sia chiaro, non critico la presenza di questa segnalita luminosa, il che è una grande trovata per aumentare la sicurezza. Critico solo il loro ristema di alimentazione. Il comune avrebbe risparmiamo almeto 18 mila euro se non fossero stati fotovoltaici.

  • capricorno 60
    30 set 2014 alle 18:00

    Non sono d’accordo con giuliano_93, la sua è una disamina troppo semplicistica. Intanto i 21.000 euro includono anche i marker e la manodopera di installazione di tutti gli apparati. Facendo un giro sul web si trova che un lampeggiatore con pannellino solare costa tra 250 e 300 euro, tutto compreso… poi non credo siano dispositivi solari a batteria, basta un condensatore per assicurare l’autonomia notturna… Collegare tutti i cartelli posti su un raggio di km alla rete enel, con scavi, opere civili etc etc sarebbe costato sicuramente di più…

  • peppe2994 2858
    01 ott 2014 alle 15:37

    Ma dico io sempre a lamentarsi? E’ un idea ottima.

    Allora anche il Germania sono stupidi? Li ho visto non solo le strisce pedonali con i cartelli fotovoltaici, ma tra mille cose anche i parchimetri fotovoltaici, e li non hanno tutto il sole che abbiamo noi..

  • capricorno 60
    03 ott 2014 alle 15:23

    @antony977: 8000 € di materiali, dobbiamo poi considerare la manodopera di installazione, che è altrettanto se non di più


Lascia un Commento