03 giu 2014

Avanzano i lavori della nuova area arrivi all’aeroporto di Punta Raisi


Ecco un nuovo aggiornamento fotografico dell’avanzamento dei lavori presso l’aerostazione di Punta Raisi e, nello specifico, della nuova area arrivi. E’ in fase di montatura il telaio per la copertura in lastre di vetro della nuova facciata. Il nuovo percorso, ricordiamo, prevede la costruzione di un marciapiede di circa 1,5 m di larghezza interamente coperto da una pensilina a vetro che avrà lo scopo di proteggere i passeggeri dalla pioggia una volta usciti dall’aerostazione.

20140528_054606

20140528_054625

20140528_054644

20140601_002806

Nonostante gli infiniti ritardi, sembra che entro fine 2015 la nuova area arrivi potrà essere terminata. La superficie totale sarà molto più ampia rispetto a quella odierna, e vedrà l’ampliamento sino in corrispondenza dei piloni esterni che delimitano attualmente il confine tra il curb arrivi e l’aerostazione.


aeroporto di palermoaeroporto falcone borsellinoarea arrivigesaplavori aeroporto palermomobilita palermonuova pensilinapunta raisi

16 commenti per “Avanzano i lavori della nuova area arrivi all’aeroporto di Punta Raisi
  • gppcalabrese 31
    03 giu 2014 alle 11:33

    beh meglio un cantiere infinito…poi sui ritardi abbiamo già detto. rimane il fatto che ogni lavoro per renderlo migliore è solo una cosa positiva.

  • Dahfu 120
    03 giu 2014 alle 11:43

    Il progetto pare molto interessante.
    Quando sarà finito, avremo uno scalo internazionale degno di questo nome e degli investimenti che Ryanair ed altre compagnie stanno facendo sul nostro aeroporto.

  • peppe2994 2918
    03 giu 2014 alle 12:35

    Whow, a quanto pare l’aeroporto sta diventando quello che doveva essere fin dalle origini, ovvero un biglietto da visita per i turisti in arrivo.
    Speriamo che sia la volta buona :)

  • DanielePanormus 5
    03 giu 2014 alle 12:43

    Sapete a cosa stanno lavorando nell’area adiacente alla galleria del treno? Ho visto che stanno scombussolando il terreno e costruendo un edificio ma non so a quale scopo

  • cirasadesigner 1020
    03 giu 2014 alle 12:43

    “Nato stanco”, parafrasando un titolo di un famoso film di artisti palermitani.
    L’aeroporto di Palermo doveva essere pronto nel 90 per i mondiali, poi come sempre in Italia, non si fece in tempo, dopo qualche anno, credo il 96 riuscirono ad aprirlo ma subito ci si accorse delle carenze progettuali, una aerostazione pensata per un traffico passeggeri già superiore.
    Numero assolutamente insufficiente dei banchi di accettazione, e non eravamo ancora nell’era delle low cost che in gran parte non utilizza più questi servizi, i varchi di sicurezza… i punti vendita e i servizi, insomma “nato stanco”
    E’ normale che in questo quadro, l’aerostazione sia un cantiere aperto, e dobbiamo augurarci che ci rimanga ancora per tanto tempo, visto non solo i ritardi ma le carenze attuali e considerando il traffico in aumento.
    Credo che gli investimenti fatti da certe compagnie, siano il segno che il management del “Falcone e Borsellino”, vogliano davvero realizzare in toto il progetto che qualche anno fa, venne esposto come modello e che io fotografai trasmettendo poi a Mobilita Palermo, le foto.
    Credo sia assolutamente necessario realizzare un parcheggio multipiano che avvicini gli stalli soprattutto per quanto riguarda i rent car, non è possibile che siano cosi distanti dalla aerostazione e soprattutto che si debbano trovare le auto infuocate in estate, visto che non sono previste nemmeno delle pensiline di protezione.
    I parcheggi multipiano sono previsti a destra a sinistra della aerostazione, uno per i rent car e uno per i passeggeri. Credo che questo dovrebbe essere il prossimo passo.
    Ma della nuova torre di controllo, non se ne sa nulla? Era pronto il progetto, anche parecchio gradevole a quanto mi ricordo.
    Ci sta ancora tanta strada da fare comunque, un hotel, la sala conferenze, e soprattutto i collegamenti potenziati, anche via mare, con poco si potrebbero raggiungere città e località turistiche importantissime, Castellamare del Golfo e San Vito Lo Capo su tutti, oltre che la città…

  • Luca S. 129
    03 giu 2014 alle 13:05

    Concordo con quello che scrive cirasadesigner alla fine del suo ottimo commento.
    Mi chiedo solo se queste opere per cosi’ dire accessorie (parcheggi multipiano, hotel con sala conf, collegamenti via mare con san vito/castellamare e magari anche il porto di Palermo) ma al contempo fondamentali siano gia’ previste o solo proposte.

    Che cosa succede con l’edificio in costruzione accanto l’aerostazione?
    Progressi?

  • blackmorpheus 54519
    03 giu 2014 alle 13:18

    Gli interventi finanziati al momento consistono esclusivamente nella costruzione della nuova palazzina uffici, l’ampliamento della hall arrivi, la costruzione della terza sala check in provvisoria, il nuovo piazzale aeromobili (già terminato) e la nuova centrale tecnologica…TUTTI gli interventi futuri previsti dal masterplan per lo sviluppo aeroportuale verranno finanziati (forse) in futuro

  • cirasadesigner 1020
    03 giu 2014 alle 13:34

    Le cose che ho indicato nel post precedente, sono tutte cose previste dal progetto di sviluppo dell’aeroporto che sarebbe dovuto essere realizzato entro il 2020, cosi diceva il modello, ma credo che i ritardi accumulati, spostino l’asticella almeno di 10 anni.
    Il progetto prevedeva l’allungamento della pista trasversale lato mare in maniera da raggiungere anch’essa i 3 km di lunghezza.
    A fronte degli attuali 5 pontili per un totale di 7 accessi diretti agli aeromobili, me sarebbero rimasti solo 3 i centrali e a margine della attuale aerostazione sono previsti due moli per un totale di 16 attracchi diretti.
    Il piazzale di sosta che è già in parte stato realizzato, insieme a tutte quelle infrastrutture di supporto per garantire un torn- over più efficace degli aeromobili.
    La nuova stazione dei Vigile del Fuoco,
    la torre di Controllo.
    Di fronte l’aerostazione è previsto un parco direttamente sul mare con il molo di attracco per aliscafi che garantirebbero un collegamento veloce ed economico con Palermo e Castellamare del Golfo e San Vito Lo Capo, tieni conto che con un aliscafo sarebbe possibile raggiungere queste destinazioni in pochi minuti.
    A monte delle piste era prevista una nuova fermata sulla linea ferroviaria direzione Trapani in corrispondenza dell’attuale casello e passaggio a livello nei pressi dello svincolo di Cinisi.
    Li insieme a un grande parcheggio attrezzato, si consentirebbe agli utenti che arrivano lato Trapani, di uscire allo svincolo Cinisi e trovare un ingresso all’aeroporto grazie ad un tunnel con tapis roulant che consentirebbe agli utenti di entrare in aeroporto passando sotto le piste.
    Considera che c’è in studio l’ipotesi di creare a monte dell’aeroporto il polo cargo sviluppando tutto lo zooning che ci sta già a monte dell’aeroporto., basta dare una occhiata alle immagini su google hearth
    L’interesse al polo cargo era anche da parte cinese .
    Insomma sono tutte cose che potrebbero svilupparsi se solo si assecondassero e stimolassero possibili interessi degli investitori.
    Palermo ha la possibilità accertata di slot per 10 milioni di passeggeri e noi non siamo manco a 5…

  • Calò 80
    03 giu 2014 alle 14:58

    Beh un polo cargo all’aeroporto di Palermo farebbe abbastanza ridere, non credo nemmeno sia previsto. Palermo e la Sicilia occidentale in generale non ha un tessuto industriale per giustificare simili infrastrutture.

    Io mi sarei limitato ad un semplice intervento di restilyng(dato che assomiglia ad un capannone industriale) e ad un ampliamento dell’attuale aerostazione laddove serve.

  • blackmorpheus 54519
    03 giu 2014 alle 15:13

    @Calò io onestamente vedo di buon occhio l’intervento di costruzione della passerella a mare per la fruizione del parco costiero di Punta Raisi, così come il porticciuolo per i collegamenti via scafo, e l’hotel di fronte all’aerostazione. Ma prima di tutto riterrei prioritari gli interventi di ampliamento e riqualificazione dell’aerostazione…e trovo abbastanza grave che ancora non si discuta del restyling ed ampliamento della sala check in al primo piano

  • Calò 80
    03 giu 2014 alle 15:19

    Beh si la riqualificazione del lungomare ci sta. Il porto per i collegamenti con Aliscafo penso che non facciano più parte del progetto.

  • rudi gi 79
    03 giu 2014 alle 16:32

    IO sò solo che saccio fatica a non pensare male a vedere questo aeroporto sempre con lavori in corso. Quello che si costruisce oggi viene modificato da qualche altro domani, con tanti disagi degli utenti. Si parla addirittura dai mondiali di calcio del “90 e ancora non abbiamo finito. Alla faccia dela programmazione. Non ho mai digerito l’area arrivi,dove i passeggeri incontrano i parenti, con tetti bassissimi, tutti i condotti di areazione a vista e poi a ridosso del bancone bar. Per non parlare dell’area parcheggio, che prima c’era, per la sosta breve gratuita, e che adesso non c’è più.


Lascia un Commento