31 gen 2013

Multa con l’autovelox e Street control: online le foto sul Comune di Palermo


Se vi è arrivata una multa a casa per eccesso di velocità, rilevata attraverso il sistema degli autovelox, da oggi potrete visionare gli scatti della vostra auto registrandovi sul sito del Comune di Palermo e accedendo all’apposito servizio della Polizia Municipale.

pm

 

La vera novità di questo servizio è la semplicità di utilizzo del sistema: basterà inserire il numero del verbale, la data dell’infrazione, l’ora in cui è stata rilevata e la targa del veicolo, per visionare da casa propria i fotogrammi relativi sia alle violazioni per eccesso di velocità rilevate con autovelox fissi e mobili, sia alle  violazioni per sosta in doppia fila rilevate con la strumentazione “street-control”.

Il cittadino inoltre avrà la possibilità di risparmiare circa 12 euro per le spese di notifica: se entro 30 giorni dalla data di rilevazione dell’infrazione, comunicherà online la volontà di effettuare il pagamento anticipato, riceverà dal sistema informatico i dati
occorrenti per il versamento delle somme dovute.


autovelox palermomulte online palermopagamento multe palermopolizia municipale palermostreet control palermo

10 commenti per “Multa con l’autovelox e Street control: online le foto sul Comune di Palermo
  • bergamotto 83
    31 gen 2013 alle 9:44

    Ragazzi come è ovvio per quanto riguarda autovelox e street control ci si può limitare a prendere atto attraverso foto di aver commesso infrazione al cds ma non si risparmia nulla poichè vi arriva a casa la notifica comprensiva dei 12 euro. Solo quando troviamo l’avviso di violazione il foglietto giallo per capirci possiamo entro trenta giorni visualizzarlo in originale e trovare le indicazioni x il pagamento prima che parta la notifica a casa. Per ragioni di tempistica di consegna e di inserimento l’avviso trovato in macchina sarà trovato nel sistema entro 5 giorni dall’accertamento della violazione. Comunque una ottima iniziativa

  • Marco 5
    31 gen 2013 alle 11:07

    Scusate ma perchè complicare la vita? Perchè occorre inserire il numero del verbale, la data dell’infrazione, l’ora in cui è stata rilevata e la targa del veicolo quando basterebbe inserire soltanto il numero del verbale che è un numero univoco?

  • bergamotto 83
    31 gen 2013 alle 12:05

    Hai ragione marco, anche perchè quegli avvisi che vengono resi illeggibili per esempio a causa della pioggia non consentono di completare l’inserimento. Al contrario il numero dell avviso è assolutamente visibile. Probabilmente sistemeranno anche questo, basta farlo notare non tutti i servizi nascono perfetti si possono migliorare nel tempo. La critica costruttiva non ha mai fatto male a nessuno

  • Marco 5
    31 gen 2013 alle 12:28

    Bergamotto era proprio quello che volevo fare, perchè l’iniziativa mi sembra lodevole.

    Portacarbone, io continuerò a fare, in merito al tema di cui si tratta, tutte le domande e le osservazioni che mi pare.

  • loggico 387
    31 gen 2013 alle 13:52

    non mi sorprende che dalla polizia municipale di palermo escano queste stupidagini… il servizio funziona in altre citta da 10 anni circa.. pure piccoli comuni ora si stanno adeguando.. certo ben vengano pure a palermo questi servizi.. ma se cominciamo scrivendo str.. le spese di notifica non potranno MAI non essere pagate.. nei portali delle altre polizie se non metti tutti i dati del verbale: numero, codice, targa, data, ora (alcuni pure il numero del varco se si tratta di ZTL) non viene mostrata l’immagine; l’organo accertatore puoi fare visionale l’immagine solo al proprietario del veicolo che puo essere identificato solo attraverso gli enti preposti (aci pra ancitel ecc). I dati del verbale sono riferibili all’utente solo nel verbale proprio perche l’Organo accertatore che lo invia al proprietario desume costui come ipotetico autore della violazione.. e pertanto se i dati sono SOLO apposti sul verbale non esiste possibilita di non pagare le spese di notifica… la procedura deve rispettare la legge sulla privacy e quindi va bene tutto ma se si è oggetti di violazione non resta che pagare anche le spese di notifica

  • Portacarbone 70788
    31 gen 2013 alle 14:40

    @Marco:
    perchè ti stai scaldando? Semplicemente la tua domanda qui non può avere una risposta, il che non significa che non ne puoi parlare, ma che è opportuno che inoltri alla P.M il tuo quesito.

  • loggico 387
    01 feb 2013 alle 11:06

    egregio signor bergamotto io ho 48 snni ho studiato giurisprudenza e da dodici anni dirigo un uffico verbali/atti giudiziari.. passano dalle mie mani circa 50.000 verbali all’anno..

  • bergamotto 83
    04 feb 2013 alle 10:27

    Ecco perchè le cose non funzionano, quindi lavora per la polizia municipale deduco. Si vada a leggere il sito del comune non occorre avere la sua età e neppure la sua laurea per capire ciò che sta scritto, “al fine di evitare ulteriore aggravio delle spese di notifica è consentito il pagamento anticipato delle violazioni rilevate ma non ancora contestate o notificate……. Si ricorda che l’accesso fraudolento ad informazioni per le quali il richiedente non sia persona interessata è sanzionato dall’art etc etc etc del codice penale…..”
    Si informi avvocato e se è come dice lei qualcuno ci spieghi se siamo zulù o parliamo la sua stessa lingua


Lascia un Commento