01 mar 2012

Autobus Amat, nuovamente interrotto il collegamento con Monreale


Da giovedì 28 febbraio l’Amat ha sospeso il servizio di trasporto pubblico che consente il collegamento tra la cittadina normanna e Palermo. La ragione è l’accumulo di morosità che il Comune ha maturato verso l’azienda Amat negli ultimi mesi del 2011.

La sospensione del servizio era già stata annunciata all’ente dall’Amat con una lettera inviata al sindaco.
Nella nota ancora una volta, l’azienda di trasporto pubblico ha comunicato di non potere oltre indugiare al recupero dei corrispettivi per il servizio già effettuato e per quello reso mensilmente. Alla luce del provvedimento, i bus sono stati fermati al capolinea di piazza Indipendenza (distretto militare), limitando l’itinerario in località Rocca, dove ora viene eseguita l’inversione di marcia.


amatautobusbus palermo monrealemonreale

2 commenti per “Autobus Amat, nuovamente interrotto il collegamento con Monreale
  • Luca S. 129
    01 mar 2012 alle 11:55

    In passato, quando studiavo, aspettando l’autobus al capolinea di P.zza Indipendenza, molto spesso c’erano molti “turisti fai da te” che chiedevano come arrivare a Monreale.
    Era imbarazzante rispondere che non vi era un servizio o che questo fosse scadente. Spesso si stupivano dell’assenza di tale servizio, proprio perche’ Monreale era riportata come una tourist attraction molto vicina a Palermo.

    In tutto questo ovviamente stiamo tralasciando gli abitanti di Monreale che giornalmente si spostano a Palermo…

    Lasciamo stare.

  • mediomen 1143
    02 mar 2012 alle 7:58

    Domenica scorsa, in attesa del bus vicino al box Amat di piazza Indipendenza, ho notato la quantità di turisti, anche in bassa stagione, che oltre a visitare Palermo vanno a Monreale. Purtroppo i turisti pensano di trovare a Palermo una città Europea, invece cozzano su di una realtà molto amara, già la domenica con una sola vettura il servizio era fatiscente ora non esiste più. Leggo dal GdS che l’AMAT ha avuto un controllo sulle spese effettuate, e questa è la ritorsione del controllo? Chi ne fa le spese è sempre l’utente che oltre a pagare non viene preso in considerazione.


Lascia un Commento