06 feb 2012

Tornano gli sceicchi arabi a Palermo, dopo 950 anni?


Due giorni fa si è tenuta la conferenza stampa di Maurizio Zamparini che ha presentato gli “amici” imprenditori arabi, interessati fortemente a investire sul Palermo e su Palermo. Hanno annunciato che il 15 marzo verrà presentato il piano di investimento più nel dettaglio. Tra scetticismo e speranza, la gente si divide.

Il presidente del Palermo calcio, nonché imprenditore di notevole importanza (a Palermo sta ultimando il grande centro commerciale “Conca d’Oro”) Maurizio Zamparini, forse riesce a coinvolgere una cordata di miliardari dell’Arabia Saudita, nell’investimento di capitali nella squadra del Palermo e anche per business nella città di Palermo!!

Si tratta dei sauditi sauditi Ahmed Zubeidi (Ama Group) Abdulrahman, Owidan (Owidan Group) e dell’indiano Shabbir Vakil (Al Vakil Group). Zamparini, e i predetti , nel corso di una conferenza stampa, hanno detto che l‘obiettivo è Scudetto entro tre anni per il Palermo calcio, spendendo 200 milioni di euro per l‘acquisto dei giocatori di alto livello e per costruire un nuovo Stadio di altissima qualità e caratteristiche.

Siccome nessuno regala niente, chiaramente bisogna chiedersi cosa ci guadagnerebbero i predetti investitori. A questo proposito pare che essi, ricchissimi di miliardi di euro derivanti dai petrodollari, necessiterebbero però di una grande visibilità, che solo il calcio può dare, specialmente se qconquistasse lo scudetto.

Per chi, fra di noi, non ritiene importante il calcio in sé, c’è però la speranza che gli investimenti, (i sauditi dispongono di circa 5 miliardi di euro), riguardino gli altri settori cui si accennava nella conferenza stampa: settore energetico e settore turistico.

Per noi palermitani, pur essendo ben felici, viene spontaneo chiedersi perchè la scelta dei suddetti investitori possa cadere su Palermo.

E’ verosimile pensare che ciò possa essere dovuto ai rapporti di affari che essi hanno con Zamparini, ma anche al fascino che la Sicilia ha sempre avuto per gli arabi a partire dalla dominazione araba che durò per circa 250 anni, fino all’arrivo dei normanni nel 1061 dopo Cristo.

Però gli arabi che avevano conquistato la Sicilia, a sua volta ne erano stati conquistati dalle sue bellezze e dal suo fascino e probabilmente, alcuni di essi, alla fine rimasero. Essi alla fine non agirono come semplici conquistatori il cui obbiettivo era di arricchirsi defraudando la nostra terra di tutti i suoi beni, così come fecero gli Spagnoli, che pur restando, ahinoi per ben 6 secoli, ci hanno lasciato molte meno vestigia della loro presenza.

A questo punto gradirei coinvolgere gli altri lettori di MobilitaPalermo, per cercare di capire in cosa potrebbero consistere gli investimenti nel business del turismo e del settore energetico.

Sarebbe ben poca cosa la costruzione di alberghi. Oppure che altro? Dovremmo ricordarci che gli arabi sono abituati a fare le cose in grande, come nel Dubai (nel sito si vedono i prossimi faraonici progetti http://www.dubai-architecture.info/GALL/DUB-GAL-PROP5.htm) dove è risultata fantastica la costruzione sul mare di grandi strutture turistiche: Palm jumeirah.

Potrebbero tentare qualcosa del genere a Palermo? Speriamoo!! Sarebbe fantastico, sia esteticamente, sia anche per il lavoro che darebbe a decine di migliaia di giovani palermitani e siciliani.

I flussi turistici si moltiplicherebbero all’ennesima potenza e questo porterebbe benessere e ricchezza per tutti. Finalmente l’economia della città, già ricchissima di un grande patrimonio culturale e monumentale ingiustamente poco valorizzato, esploderebbe e raggiungerebbe livelli impensabili.
Speriamo che la nostra terra ritorni a dare, agli investitori arabi, quel fascino irresistibile che ammaliò e fece perdere la testa ai loro antenati di mille anni fa!
Sono speranze o illusioni? A metà marzo lo capiremo!!


arabicalcioinvestimentiinvestimenti arabi palermopalermo calcioSegnalatiTurismozamparini

41 commenti per “Tornano gli sceicchi arabi a Palermo, dopo 950 anni?

Comment navigation

  • raff 37
    20 mar 2012 alle 20:58

    sono convintissimo che palermo, grazie a questo tipo di mentalità, rimarremo poveri e pazzi, mentre in altri luoghi fanno le cose,


Lascia un Commento