05 feb 2012

Raid contro i parcheggiatori abusivi: tutti extracomunitari. Siamo al ridicolo


“Arroganti coi più deboli e zerbini coi potenti” diceva Frankie Hi Nrg nel suo brano più famoso. Beh, apprendiamo dal Giornale di Sicilia che

Polizia di Stato e carabinieri hanno fermato 14 parcheggiatori abusivi a Palermo. Gli agenti hanno fermato 8 extracomunitari, 6 bengalesi e due nigeriani. Per sette di loro è stata disposta l’immediata espulsione dal territorio dello stato. I carabinieri hanno invece bloccato tre bengalesi e tre ghanesi. Quattro di questi erano senza permesso di soggiorno. Sono stati tutti multati.



A questo punto vorremmo chiarito il criterio secondo il quale vengono effettuati questi sporadici raid da parte delle forze dell’ordine. No perché, o si adotta una linea chiara e uguale per tutti, oppure ci venga spiegato il perché, quando si tratta di abusivi, sono così bravi a prendersela con gli extracomunitari, mentre lasciano indisturbati tutti quegli avanzi di galera locali che costituiscono un serio pericolo per l’incolumità degli automobilisti palermitani.

Dopotutto le cronache sui giornali che raccontano di aggressioni da parte dei parcheggiatori abusivi, dimostrano che sono soltanto i locali a usare minacce e aggressioni fisiche verso chi non paga. Tra questi episodi vorrei ricordare il camionista preso a colpi di catene perché non voleva pagare, l’automobilista a cui è stato spaccato il naso perché si rifiutava di pagare un pizzo mensile per il parcheggio in piazza Bologni, il carabiniere fuori servizio accoltellato da un posteggiatore dello Zen in piazza Woytila, o quei due carabinieri recentemente pestati di fronte al Civico dai figli di un parcheggiatore a cui erano state chieste spiegazioni in merito a un furto di scooter. Eh no signori, noi la memoria corta non l’abbiamo. Ci venga spiegato CHIARAMENTE che criteri vengono adottati, perché il sapore di questi raid è solo quello di un’emerita pagliacciata.

Che siamo sotto elezioni si vede: improvvisamente ricominciano ad asfaltare le strade, che a sua volta pullulano di vigili urbani che ristabiliscono l’ordine in città (più o meno, ma non erano tutti impossibilitati a svolgere servizio su strada?), ricomincia la raccolta dei rifiuti (solo in centro, perché in periferia i cassonetti non vengono svuotati da settimane)…ma chi impartisce ordini forse dimentica che ad oggi è un po’ più difficile prendere in giro le persone, soprattutto grazie al web che registra e monitora ogni movimento.

Bene, io sono stanco di vedere colpiti i più deboli solo perché impossibilitati a difendersi. Se legalità deve essere, lo deve essere per tutti e in modo equo! Questa vergogna deve finire, e la gente che impartisce tali ordini deve andare a casa. La consapevolezza a Palermo è aumentata, ed è ora che questa linea di comando inetta e inadeguata levi le tende e lasci spazio a chi il proprio lavoro lo svolge correttamente. Non vogliamo più sentire di compromessi coi bagarini o posteggiatori, non vogliamo più sentire di una multa fatta al fruttivendolo X piuttosto che a Y, non vogliamo più sentire di vigili urbani che si fanno le chiacchierate coi posteggiatori anziché staccare multe, non vogliamo più sentire di altri fenomeni circensi degni di questa città di clown e buffoni che è diventata Palermo. Vogliamo serietà e concretezza, e anche se può avere il sapore di una richiesta, vorrei dissuadere dal pensarlo, perché adesso è una PRETESA.


carabinieriparcheggiatore abusivopizzopolizia di statoposteggiatoriposteggiatori abusiviraidSegnalati

44 commenti per “Raid contro i parcheggiatori abusivi: tutti extracomunitari. Siamo al ridicolo

Comment navigation

  • gigipirandello 178
    06 feb 2012 alle 19:16

    Il palermitano, 2 volte su 3, paga il ” porcheggiatore”. Gli da un euro o 2.
    Mi diceva un tizio, che mentre con la LIRA, il parcheggiatore guadagnava in nero, anche 100 mila lire al giorno, ora guadagna anche 100 – 150 euro al giorno, e ha sub appaltato il lavoro al ” picciotto” – CHE BUSINESS

  • Freddie 1052
    06 feb 2012 alle 19:16

    Per cominciare a far regredire il fenomeno posteggiatori abusivi senza l’ausilio delle forze dell’ordine e/o del legislatore, tanto abbiamo capito che sono in qualche modo accondiscenti, si potrebbe cominciare a far percepire alle gente che è molto più conveniente pagare 1 di ticket all’ apcoa anzichè al posteggiatore. Questo obiettivo si potrebbe raggiungere ad esempio sfruttando quella genialata di mettere un gratta e vinci//concorso a premi/lotteria/estrazione (quello che volete voi) stampato dietro il biglietto dell’ apcoa. Così sai che ogni volta che compri un biglietto parcheggio hai la possibilità di vincere qualcosa.

  • thesearcher 163
    06 feb 2012 alle 19:25

    Si, la situazione è arrivata allo sfascio. Ma continuo nel ritenere che è la cittadinanza a non avere idea di cosa sia il senso civico in tutte le sue sfumature ed accezioni.
    La Polizia Municipale è senza ombra di dubbio uno schifo immane. Ma li vedete tutti i divieti di sosta della città rispettati? No. File di auto parcheggiate giorno dopo giorno senza un minimo di ritegno o paura per una multa. E perchè? Perchè le auto della Municipale stesse passano senza fare niente e parcheggiano anch’esse in modo barbaro se non addirittura in palese contravvenzione delle regole. Si fanno la passeggiata per la città tanto per dire “abbiamo fatto il nostro giro”…
    Il fenomeno dei parcheggiatori abusivi è dovuto anche alla collusione velata o meno della PM che per ordini superiori non esercità la propria autorità. Non posso dire per gli agenti, purtroppo. Se il nuovo sindaco non dovesse risolvere questo problema, come tanti altri, vuol dire che è da considerare dovuto il fatto di non fare niente per un’amministrazione del meridione di contrastare questi fenomeni di mafia da basso calibro. E dico meridione perchè è un’area del paese che non solo ha bisogno degli arresti eclatanti tanto spettacolarizzati dai media, altro schifo di questo paese. Il meridione ha bisogno di ritrovare una fiducia nelle istituzioni dalle più piccole e ovvie cose, come quello che riguarda la pulizia della strada. Vedere un persistere e una costanza di certe azioni, appunto dallo spazzare la strada alla multa se parcheggi sulle strisce pedonali, fa sì che si instauri un comportamento teso al rispetto delle regole e che diventa propedeutico all’azione del singolo cittadino di denunciare fenomeni come quello dei parcheggiatori fino a richiedere la rimozione di fannulloni o collusi vari nelle istituzioni.
    Insomma, fino a quando l’ordinario resterà sempre straordinario, questa società sarà sempre fallita…infatti, lo siamo.

  • franz 200
    08 feb 2012 alle 11:40

    Non finirò mai di dire che non c’è alcuna differenza se il pizzo chiede 1 o 10.000 euro, è l’azione che va condannata. Qualcuno dovrebbe spiegarmi la differenza tra chi va dal commerciante a chiedere soldi minacciando ritorsioni contro il suo negozio e chi va dall’automobilista a chiedere soldi minacciando ritorsioni contro la sua auto. Come stiamo assistendo in questi giorni, riguardo all’evasione fiscale, quando si vuole si mettono in campo uomini e mezzi per risolvere problemi la cui soluzione era da sempre alla portata di tutti ma chissà perchè difficile da attuare; le soluzioni per i mali della società ci sono ma se non si attuano vuol dire che fa comodo a chi di dovere e in questi casi si dovrebbe parlare liberamente di collusione. Non capisco come mai quasi tutti i movimenti anti mafia sottovalutano questo fenomeno che, a mio parere, ha un impatto ben più rilevante, poichè coinvolge una città intera.


Lascia un Commento