01 feb 2010

I convogli Tram Palermo in fase di collaudo


Ecco una foto inedita di uno dei convogli tram Bombardier destinati a Palermo.
Come questo, anche altri convogli sono in fase di collaudo da parte della fabbrica.

Negli ultimi mesi infatti, erano tante le voci che si susseguivano circa i convogli di Palermo: politici che affermavano che i convogli giacevano inutilizzati nel deposito di Roccella, chi sosteneva che i convogli erano stati strapagati ed erano parcheggiati a Vienna, chi invece parlava di favori alla solita ditta…..

Le chiacchiere a Palermo non hanno mai portato a nulla, e nulla produrranno. Ma come sempre, abbiamo preferito rispondere coi fatti dimostrandone  l’infondatezza .

Nei prossimi giorni, cercheremo di fornirvi dettagli più precisi circa l’arrivo dei convogli a Palermo.


amat palermoautobus palermobombardierbombardier viennacantiere roccelladeposito tram forum palermoforum palermoforumpalermofoto tram palermoSISTramtram borgo nuovotram palermotram roccella

36 commenti per “I convogli Tram Palermo in fase di collaudo

Comment navigation

  • Calò 80
    01 feb 2010 alle 17:39

    @dreamboy, è notizia di un anno fa che la stessa azienda che sta costruendo i tram per Palermo, la Bombardier, ha prodotto anche il primo tram senza catenaria. Oramai è troppo tardi per Palermo, dato che i tram ordinati si stanno costruendo e non credo si possano rispedire indietro, però per il futuro se l’Amat farà altre linee, non si sa mai:
    http://www.ferrovie.it/ferrovie.vis/timdettvp.php?id=2539

  • Ciccio 174
    01 feb 2010 alle 18:14

    Salve ragazzi,

    non c’entra niente con la tematica, ma volevo sapere se qualcuno di voi sa perchè a Piazza Sant’Anna al Capo, non è prevista la realizzazione di un parcheggio sotterraneo.
    Ho guardato da gstreet e, vista l’altezza del muro di contenimento nonchè il dislivello, credo che si possa fare.
    Poi la piazza, liberata dalle auto, sarebbe bellissima e con il panorama del duomo…
    Grazie anticipatamente.

  • MAQVEDA 17489
    01 feb 2010 alle 18:34

    @Calo, inoltre nell’articolo scrivono questo :”Il Bombardier Primove apre a prospettive del tutto nuove, soprattutto per quei tram che circolano nei centri cittadini ad alto valore paesaggistico e architettonico, che potranno così preservare intatto il loro fascino grazie all’eliminazione dei cavi sospesi.” Non sarebbe da sottovalutare come cosa;-)

  • Viajero Solitario 2
    01 feb 2010 alle 18:54

    beh, le linee previste non attraversano certo il centro storico, quindi non poniamoci problemi che non sussistono… quando si penseranno ad altre linee che prevedano l’attraversamento del centro, allora se ne discuterà…

  • mediomen 1140
    01 feb 2010 alle 19:33

    @antony
    non volevo fare nessun allarmismo, solo voler stimolare maggiormente nella realizzazione del tram. Come dicevi tu, la foto di google è vecchia di 6 mesi, ma ci sei andato di recente? Bene, se passi di li sono sempre allo stesso punto.
    Se andate all’Amat ci sono solo due cose da chiedere, il cronoprogramma aggiornato, e se ci sono problemi con i cavi elettrici e telefonici che interferiscono con la realizzazione.
    Una Ditta certificata come l’AMAT dovrebbe avere un piano di miglioramento e degli obbiettivi da rispettare.

  • MAQVEDA 17489
    01 feb 2010 alle 21:52

    @Viajero solitario, lo so che in centro non passeranno, era così, tanto per parlare (o scrivere;-))

  • Metropolitano 3285
    01 feb 2010 alle 22:17

    Tram senza fili ? Come, a batterie ? O con dei binari bipolari uno + ed uno polo – ? Non saprei, ma io sinceramente preferisco un normale tram con catenaria.

  • huge 2192
    02 feb 2010 alle 1:31

    @metropolitano, niente batterie, ne’ “binari bipolari”. Viene sfruttata l’induzione elettromagnetica. Dei campi magnetici variabili (generati da cavi percorsi da corrente appena sotto la sede tranviaria) producono delle correnti nelle bobine posizionate sul fondo delle vetture.
    In effetti e’ un sistema estremamente interessante visto che permette un notevole risparmio in termini d’impianti tecnologici, risparmio sia economico sia di tempo nella realizzazione della linea.

  • antony977 166000
    02 feb 2010 alle 2:14

    Ottima puntualizzazione di huge.E faccio notare che tale sistema è stato adottato a Firenze, dove in questa maniera hanno evitato anche “lacune estetiche” in pieno centro storico. Proprio dove passa una delle linee tranviarie fiorentine

  • antony977 166000
    02 feb 2010 alle 11:37

    @Giuseppe4r1, in alto a sinistra, c’è un link che ti condurrà nella MapPalermo, una mappa interattiva dove oltre visionare i percorsi, potrai anche lasciare giudizi sull’opera, proposte e verificare gli aggiornamenti fotografici ;)

  • Metropolitano 3285
    02 feb 2010 alle 18:40

    per caso l’induzione magnetica è la stessa tecnologia usata per i maglev ?
    Devo dire che l’idea di adottare questa tecnologia è eccellente, però il vecchio sistema a catenarie tutto sommato non mi risulta così fastidioso.

  • huge 2192
    02 feb 2010 alle 18:52

    @metropolitano: no. Il Maglev è un sistema che usa solo l’effetto di repulsione tra due campi magnetici opportunamente orientati. Niente a che vedere con l’induzione elettromagnetica.

  • blackmorpheus 54519
    02 feb 2010 alle 19:22

    tra l’altro il Maglev è talmente costoso che il governo tedesco (il Maglev è nato in Germania) ha deciso di non investirci su per ora. L’unico Maglev al mondo attualmente in funzione è quello di Shanghai, che copre il tragitto dall’aeroporto al centro città. Una distanza identica a quella che c’è tra Palermo e Punta Raisi, solo che anziché un’ora e dieci di mette appena 7 minuti, sfiorando la velocità di 480 km/h :D

  • patricolo 16
    08 feb 2010 alle 14:10

    Si ma se continuano con questi tempi da lumaca anziana altro che tram……. magari nel frattempo il palermo ha vinto la champions giocando anche nel nuovo stadio arrivandoci però ancora con l’auto!!


Lascia un Commento