06 dic 2009

Pedonalizzazione Centro Storico: qualche intoppo


Ieri si è svolto  il terzo sabato con l’asse pedonale Ruggero Settimo-Maqueda. Un sabato che doveva essere caratterizzato da un pò di animazione e attività ricreative nel  tratto di via Maqueda. Qualcosa però non è andato come programma, causa la solita burocrazia che non ha consentito alle associazioni di poter allestire piccoli gazebo nel tratto di nostro interesse.

 

 

Dall’altra parte, il Comune aveva annunciato gazebo del tipo gastronomici e floreali. Ok, sono anche attrattive, e che animano la strada. Ma quando questi gazebo sono stati montati sono da Piazza Verdi fino a via Trabia, ecco che  tanti sono rimasti delusi. Molti commercianti si erano preparati (malgrado la tardiva notizia) all’apertura straordinaria fino alle 23. E significa che sono tanti che credono e che sono favorevoli a questo progetto. Inevitabile la chiusura la chiusura dei negozi alle 19:30, nel tratto privo di gazebo. Da parte nostra, abbiamo rassicurato i commercianti con un assaggio di buccellati e mustaccioli, addolcendo un pò la delusione che si respirava. Dal prossimo sabato infatti, saremo imperativamente nel tratto fra via Candelai e 4 Canti. Risolti i problemi burocratici, non ci resta che mettere le forze in capo assieme altre associazioni.

Ampie rassicurazione da parte dell’ass. Maurizio Carta, che nel suo consueto giro ispettivo lungo l’asse pedonale (il terzo sabato consecutivo) per verificare  le criticità,  ha voluto ribadire l’impegno di proseguire con questo percorso.

L’opera deve ancora essere finita di scolpire, ma piano piano comincia a prendere la sua  forma. Sempre più gente a riversarsi su strada e questo è già un successo condiviso.

 

AGGIORNAMENTO:
Proprio in merito le autorizzazioni per usufruire dello spazio pedonale……chiedono un contributo alle varie associazioni per montare gazebo.
Mi chiedo se domenica pomeriggio il venditore abusivo di panettoni pagava lo spazio pubblico in via Maqueda;
Mi chiedo se domenica pomeriggio il venditore abusivo di crepes pagava lo spazio pubblico in via Maqueda;
Mi chiedo come mai per usufruire dello spazio pedonale, ci viene chiesto di lasciare almeno lo spazio necessario al transito dei mezzi di soccorso.Ma probabilmente questa regola non vale per le “portaerei” dei vari extracomunitari che esponevano le loro mercanzie non più nei marciapiedi, ma proprio invadendo la strada.


francesco scomamaurizio cartapedonalizzazione centro storico palermovia candelai palermovia maqueda palermo

6 commenti per “Pedonalizzazione Centro Storico: qualche intoppo
  • marcozs 361
    06 dic 2009 alle 19:53

    torno ora ora dalla zona pedonale.
    dunque, via ruggero settimo un successo: un sacco di gente ed artisti di strada (non mi sembrava manco di stare a palermo, ma in una qualunque città europea).
    via maqueda: molto bene nel tratto dove erano presenti i gazebo di prodotti tipici (iniziativa secondo me da ripetere OGNI domenica, mi piacerebbe vedere più coltivatori diretti vendere i loro prodotti senza intermediari al consumatore).
    Meno bene nel restante tratto che va verso i 4 canti, poca gente anche se una nota positiva c’era: una pattuglia dei vigili urbani che faceva rispettare l’isola pedonale.
    ricordiamoci da dove l’iniziativa è partita: il sabato in centro c’era solo traffico e la domenica il vuoto assoluto.
    continuate così che state cambiando una città.

  • antony977 165954
    07 dic 2009 alle 1:08

    AGGIORNAMENTO:
    Proprio in merito le autorizzazioni per usufruire dello spazio pedonale……chiedono un contributo alle varie associazioni per montare gazebo.
    Mi chiedo se domenica pomeriggio il venditore abusivo di panettoni pagava lo spazio pubblico in via Maqueda;
    Mi chiedo se domenica pomeriggio il venditore abusivo di crepes pagava lo spazio pubblico in via Maqueda;
    Mi chiedo come mai per usufruire dello spazio pedonale, ci viene chiesto di lasciare almeno lo spazio necessario al transito dei mezzi di soccorso.Ma probabilmente questa regola non vale per le “portaerei” dei vari extracomunitari che esponevano le loro mercanzie non più nei marciapiedi, ma proprio invadendo la strada.

  • marcozs 361
    07 dic 2009 alle 8:55

    vabbe, è giusto lasciare lo spazio per i mezzi di soccorso, mi sembra una cosa condivisibile.
    se poi i venditori abusivi non lo rispettavano sono loro che vanno tolti, non è che siccome i venditori abusivi non lasciavano lo spazio per i mezzi di soccorso è sbagliato che vi chiedano a voi di farlo…

  • freddie80 1052
    07 dic 2009 alle 10:03

    Dobbiamo lanciare la crociata contro questi abusivi, hanno rotto veramente. Bancarelle ovunque senza controllo e senza rispetto dei luoghi.


Lascia un Commento