24 ago 2008

Passante: movimenti al cantiere Stazione Lolli


Avvistati movimenti al cantiere della vecchia Stazione Lolli (luogo di inaugurazione del Passante Ferroviario), dove sono state rimosse le rotaie che fino a qualche tempo fa erano ben visibili sulla via Malaspina.

[photoxhibit=35]


cantierelavoripassante ferroviariorotaiestazione Lolli

35 commenti per “Passante: movimenti al cantiere Stazione Lolli

Comment navigation

  • TOR ROMEO 0
    26 ago 2008 alle 20:14

    Cetto, certo. Ma sono stati loro a voler mandare a monte tutto, questo perchè qualcuno ha scelto una ditta locale ed inferiore come vincitrice della gara d’appalto al posto della rinomata ditta Salini & Locatelli. Questo perchè si vuol dare lavoro ai meridionali.
    E’ giusto che le ditte siciliane in affidamento per delle gare d’appalto del tipo edilizie possono benissimo ricevere del lavoro per costruire supermercati e palazzi…
    Mentre la questione della Mobilità a mio avviso va lasciata in mano agli esperti del settore grandi opere: questo è il mio parere.
    Io dico che la Salini & Locatelli meritava questo appalto.

  • Paco 7942
    26 ago 2008 alle 20:21

    una ditta non è affidabile solo perchè ha un sito internet, l’appalto va affidato al migliore offerente con i controlli del caso, quello della cariboni è una storia a se stante, PUNTO

  • Federico II 80
    26 ago 2008 alle 20:30

    Sono d’accordo con Paco.

    Poi se la ditta siciliana riesce a realizzare l’opera senza problemi, è un vanto in più per la nostra terra, o sbaglio?

  • TOR ROMEO 0
    27 ago 2008 alle 9:38

    Che c’entra la Cariboni che si sarebbe dovuta occupare del viale Regione ?
    Quel problema riguardava le garanzie finanziarie della ditta Messinese una volta affidato l’appalto senza ricorsi, non era una questione di ricorso lì.

    Il confronto era tra la ditta Etnea Technis e la Salini & Locatelli, e la differenza dev’essere abissale.
    A prescindere di chi ha un sito web o meno (che rappresenta un punto a favore di quella ditta, in quanto dà libero spazio alla comunicazione) io sono fermamente convinto che Salini & Locatelli sarebbe stata migliore in ambito di lavori ma non di costi possibilmente; ma io ho motivo di credere che colui che ha affidato l’appalto all’altra ditta cioè quella Etnea (poi annullato dal ricorso al TAR) voleva, non solo un’offerta vantaggiosa in denaro (a scapito possibilmente della qualità dei lavori), ma per giunta aveva l’obiettivo di dare lavoro alle ditte locali con un pizzico d’orgoglio per la sua terra, cioè nostra terra.
    In certi casi si fa uno sforzo è ci si rende conto che è meglio mettere da parte il proprio orgoglio, se questi non va d’accordo con il buonsenso di scegliere il migliore.
    Altrimenti perchè Salini & Locatelli avrebbe vinto il ricorso alla fine ? Questo è un segnale.

  • Paco 7942
    27 ago 2008 alle 13:42

    Avere un sito web non è affatto un punto a proprio favore, qualunque imbroglione può avere un sito personale.

    L’appalto si da alla ditta più vantaggiosa, non alla più ricca, per fortuna è così altrimenti saremmo nei guai seri.

  • Federico II 80
    27 ago 2008 alle 18:23

    Ok, ha vinto la Salini&Locatelli, ma per l’inizio dei lavori quanto dobbiamo aspettare? Spero che i lavori inizino prima del 2009, ma forse è una speranza vana…..

  • TOR ROMEO 0
    27 ago 2008 alle 21:41

    Sinceramente speravo non accadesse, e non sapevo chi fosse in gara prima dell’annuncio della sospensione della gara. Ma il TAR è il TAR;
    ora probabilmente se ne parla il prossimo anno, perchè il comune deve trovare i fondi per un’altra gara d’appalto. Già sento dire che il Comune aspetta fondi pure per un impianto di illuminazione, siamo messi bene…

  • Federico II 80
    28 ago 2008 alle 8:49

    Ho capito Tor Romeo, se ne parla per il 2015 come minimo per avere l’anello ferrovierio pronto, che peccato!!
    Ma poi sto Tar non si può fare i Cavoli suoi.

  • Pingback:Jet

Lascia un Commento