19 mag 2008

Troppe navi da crociera per il porto di Palermo


da http://palermo.repubblica.it/:

 

Da 160 mila croceristi nel 2005 a mezzo milione nel 2007. Nel porto di Palermo, il traffico delle navi da crociera negli ultimi tre anni si è triplicato, tanto che il presidente dell´autorità portuale di Palermo Antonino Bevilacqua presenterà nel nuovo piano regolatore del porto un progetto di restyling delle banchine e un nuovo approdo per gestire le richieste delle compagnie straniere. L´ultima in ordine di arrivo è l´americana Royal Caribbean, ma fanno tappa il martedì, il giovedì e il sabato, le navi di compagnie come la Msc e la Costa. Trentatré gli arrivi nel mese scorso, mentre maggio si chiuderà con 39 approdi, l´ultimo dei quali sabato 31 maggio con la Costa Concordia proveniente da Malta.

A giugno, approderanno a Palermo 26 navi, tra cui la Balmoral dalla Croazia o l´Island Star da Palma di Maiorca. E a luglio, attraccheranno alle banchine a sinistra e a destra della stazione marittima di Palermo ben 27 navi. Lo stesso trend è previsto ad agosto e settembre, mentre il picco di arrivi sarà di nuovo tra settembre e ottobre, con una previsione di 33 approdi ogni mese. Oltre al boom di passeggeri, sono anche più grandi le navi e in porto arrivano le ammiraglie, che trasportano 3500 turisti. «Gli arrivi si concentrano soprattutto nel periodo che va da maggio a ottobre e poi calano a novembre e dicembre – spiega Bevilacqua – l´anno scorso sono stati 270, quest´anno prevediamo di chiudere con un totale di 300 arrivi. Ma siamo già in overbooking. Ci sono più richieste rispetto alle banchine di cui disponiamo».
Così, oltre alle banchine e agli ormeggi vicino alla stazione marittima è stata ricavata una banchina provvisoria accanto al silos dei granai. "Dobbiamo razionalizzare gli spazi e trovare una soluzione più adeguata al traffico di passeggeri che anche per la navi da crociera è in aumento – spiega il presidente dell´autorità portuale di Palermo – ecco perché tra una ventina di giorni presenteremo il piano regolatore del porto che d´intesa con il Comune di Palermo dovrà essere approvato dal Ministero delle Infrastrutture e ha l´obiettivo di potenziare i servizi e le attività dell´ente".
All´interno del porto, sono già stati realizzati alcuni lavori per rendere più gradevole l´arrivo dei turisti. A partire dall´accoglienza, con gazebo dedicati alla distribuzione dei depliant per visitare la città, in pullman, in taxi, o in carrozza. "Con le associazioni di categoria dei tassisti e dei cocchieri, abbiamo firmato un´intesa per garantire un migliore servizio e dare una migliore immagine della città appena si sbarca – continua Bevilacqua, presidente dell´autorità portuale dall´ottobre 2004 – ora l´obiettivo è quello di migliorare gli approdi. Cercheremo di garantire da subito la sosta notturna di alcune navi. L´arrivo della navi da crociera infatti ha un effetto positivo sull´economia della città. I croceristi sostano poco ma fanno acquisti."


cantieri palermocrociere a palermolavori palermonavi da crociera palermoporto di palermoprogetti palermo

4 commenti per “Troppe navi da crociera per il porto di Palermo
  • Davide Epifanio 0
    24 giu 2008 alle 9:41

    Non capisco xkè a Barcellona hanno un porto che corrisponde ad una espansione infinita di cemento sul mare e qui no!li il porto era piccolo,per soddisfare le esigenze hanno preso spazio dal mare facendo nuove piattaforme e ampliando tutto andando appunto verso il mare!!hanno un porto scioccante..l’ho constatato appunto salendo a bordo della Concordia,da Palermo va aCivitacecchia che ha un porto eccezionale direi,a SAvona porto ancora alla pari di Cvitavecchia o un po piu grande..cose assurde e qui?qui tutto giace da anni.soo 3 banchine per una marea di gente che sale e scende

  • Paco 7942
    24 giu 2008 alle 13:09

    c’è un progetto di ampliamento che si svilupperà in più fasi, alcune delle quali sono già state attuate, altre sono in lavorazione, altre ancora sono già state approvate. Poi ogni porto è storia a se, il porto di palermo, come quello di genova e napoli, è all’interno della città e non puoi muoverti più di tanto, una piccola baia enormente urbanizzata, Cititavecchia è praticamente un porto con annesso centro abitato, non un porto in funzione del centro abitato visto che funge da porto di Roma.


Lascia un Commento

Ultimi commenti