21 apr 2008

Piste ciclabili polifunzionali!


Avete visto le nuove piste ciclabili? Belle vero? Anche i nostri concittadini le trovano belle, e soprattutto comode: in una città come Palermo dove i parcheggi sono cosa rara ci voleva proprio una bella pista ciclabile dove poter parcheggiare! La pista di via Crispi è un vero e proprio spettacolo, pedoni che passeggiano tranquillamente, moto e auto parcheggiate (queste ultime in modo da occupare interamente la pista). Ora dico io…il comune ha speso una somma consistente di denaro per queste piste, per quale motivo il progetto non prevedeva delimitazioni per proteggerle da questi incivili??? Anche quattro paletti di plastica per tracciarne il confine ad esempio…considerando che ancora non sono state finite, cominciamo davvero male. In questo modo viene intaccato anche il sogno di migliaia di ciclisti palermitani che non vedono l’ora di poter girare la loro città sulle due ruote. Senza contare che di questo passo l’integrità delle piste stesse ha le ore contate. Come in ogni cosa non basta fare le opere, bisogna farle BENE, bisogna mantenerle e vigilare contro i trasgressori. Molti diranno "meglio di niente", siamo d’accordo, ma che senso ha avere una pista a disposizione se poi non la si può utilizzare a causa di questi incivili? O in molti casi poveri disperati che non riescono a trovare parcheggio (come biasimarli!). Si compie così l’ennesimo Miracolo Palermitano, le piste ciclabili polifunzionali: piste sì, ma all’occorrenza parcheggi, marciapiedi e perchè no…corsie preferenziali per le moto!


ciclabilicomitatocrispimobilitamobilita palermopistePiste ciclabiliSiti PALERMO

Articolo precedente

24 commenti per “Piste ciclabili polifunzionali!

Comment navigation

  • ps685 Array 0
    02 mag 2008 alle 15:00

    Speriamo che queste piste non facciano la fine di quella di Acqua dei corsari. Infatti quest’ultima non è mai stata completata ed è rimasto solamente un marciapiede colorato. Manca della segnaletica verticale e non è mai stata persa in carico dall’ufficio traffico di Palermo. Pertanto se percorrete con la bicicletta la pista di Acqua dei corsari e trovate una auto parcheggiata sulla pista non chiamate la Polizia Municipale per farla togliere. Rischiate di prendere anche una multa perchè percorrete con la bici il marciapiede!

  • Calò Array 0
    02 mag 2008 alle 15:09

    si, ma la multa si dovrebbe fare anche a chi con la macchina sale sul marciapiede.

  • I.I.Oblomov Array 0
    09 mag 2008 alle 9:21

    Nonostante il sorgere di due piste ciclabili è di tutta evidenza che non si stia dando il giusto peso a questa esigenza sociale.
    La bicicletta viene ancora vista dalle autorità come una specie di giocattolo domenicale per famiglie e non già come potenziale strumento di mobilità di massa.
    A Palermo ci sarebbero, invece, tutti quanti i presupposti per un vero boom delle biciclette.
    C’è un volonta repressa di circolare in bicicletta da parte di un bacino di utenza assolutamente enorme.
    Oggi, però, non è possibile circolare in bicicletta in sicurezza.
    In altre città la bicicletta muove ormai, ad es., l’intera popolazione studentesca. E sono decine di migliaia di persone.
    A Palermo, invece, una mamma non può mandare il figlio a scuola in bici perchè non starebbe affatto tranquilla.
    Occorrono quindi le piste ciclabili.
    Ma non (non solo) in via Crispi o via Dei Cantieri.
    Occorre, innanzi tutto, lungo l’asse Statua-Stazione Centrale.
    Cioè a dire in Via Libertà e suoi prolungamenti.
    Sarà complicato e costoso realizzarla. MA NE VALE ASSOLUTAMENTE LA PENA! A QUALUNQUE COSTO!
    E da li che bisogna partire

  • desmo 11
    18 giu 2008 alle 12:43

    Le pisteciclabili? Ok, dovute e necessarie ma cosi come sono sono semplicemente ridicole. In via F.sco Crispi, direzione carcere, ho rischiato di prenderle in pieno con l’asse destro della macchina perchè praticamente invisibili. Mettere un’indicazione luminosa no, vero? Forse saranno aggiornamentei da farsi in seguito (anni?) ma al momento, amio avviso, sono pericolose.


Lascia un Commento