Gli incidenti mortali sulla Circonvallazione e le strumentalizzazioni

Spread the love

Sarebbe (ma per alcuni lo è già)  troppo strumentale e banale additare le cause dei recenti incidenti mortali  al provvedimento di chiusura di via Perpignano.E’ indubbio, già in tempi non sospetti che sono indispensabili interventi infrastrutturali quali i sovrappassi pedonali lungo TUTTA la circonvallazione.
Ma purtroppo sono necessari dei tempi.La linea-3 tram è in variante e di conseguenza al momento non è possibile anticipare i lavori dei  3 sovrappassi previsti da essa. Degli altri sovrappassi (di cui avevamo annunciato piano sicurezza già a Luglio 2010)  è necessario bandire l’appalto coi relativi percorsi burocratici. Per tutti comunque non saranno tempi lunghi, salvo risvolti burocratici che possano dare una grande accelerazione.
Cosa c’è da fare nell’immediato? Sarebbe bene che adesso la politica possa fare di tutto per reperire i fondi necessari alla realizzazione del sottopasso di via Perpignano (col relativo sovrappasso); maggiori controlli (autovelox) da parte della PM ma anche sorveglianza.


Come riporta l’articolo di Repubblica, il Comandante della Polizia Municipale Serafino Di Peri, parla di morti “frutto della distrazione sia dei pedoni che degli automobilisti“.  E non dimentichiamo che tali incidenti potevano anche accadere in altre strade. Vogliamo cominciare ad elencare tutti gli incidenti mortali avvenuti lungo via E. Basile?

Nel frattempo  c’è chi non ha perso tempo a strumentalizzare questi spiacevoli e tristi episodi. Ieri sera , mentre i giornali erano pronti per la stampa, un noto rappresentante del comitato di via Perpignano non tardava ad apporre il proprio “pensiero”   sulla bacheca Facebook di MobilitaPalermo (cliccare sull’immagine per ingrandire):

Vorremmo ricordare a tale signore come l’associazione MobilitaPalermo, già nel Settembre 2010 andò a bussare alle porte della IV Circoscrizione presentando appunto una proposta (pure accolta) di anticipare i lavori dei sovrappassi pedonali che faranno parte della linea-3 Tram.Ciò in ambito sicurezza. Ma da come si legge nella bacheca, oltre ad offendere l’intelligenza dei lettori, trapelano anche seri problemi di comunicazione nella IV Circoscrizione visto che a detta sua non abbiamo mai parlato di sicurezza.

Se quanto è stato scritto da tale signore non è strumentalizzare, allora l’ipocrisia è pane che si mangia!

Post correlati

66 Thoughts to “Gli incidenti mortali sulla Circonvallazione e le strumentalizzazioni”

  1. Luca

    Credo che a Palermo il degrado morale sia ormai irrecuperabile…
    E’ una citta’ invivibile in tutti i contesti!

  2. Johnny

    Ormai a Palermo si vive solo di strumentalizzazioni….

  3. rujari81

    Sono allibito…Come si fà a manipolare l’attenzione e strumentalizzare degli eventi spiacevoli e luttuosi per favorire i propri interessi?
    Come si fà,ancora una volta,ad invocare e pretendere a gran voce il sottopasso perpignano realizzato in tempi brevissimi,quando è noto a tutti che come procedura vuole ci vorranno almeno 2anni?
    Come si fà ad essere i primi a reggere il feretro di quella povera persona nel corteo funebre,casualmente a favore dei fotografi e della telecamera(spero siano stati davvero conoscenti,e di essere smentito,lo giuro).?
    come si fà ad vere come primo pensiero,quello di sottolineare delle ovvietà puramente pretestuose sulla bacheca di facebook ed avere come unica persona a cui piace l’elemento brico arrigo?
    Spero solo che l’assessore milone non abbia ripensamenti causati da queste bieche strumentalizzazioni e continui per il suo percorso migliorativo.

  4. rujari81

    ed aggiungo….Come si fà a pretendere che su un urbanblog come MobPa si parli di fatti di cronaca,per di più tristi e luttuosi?forse perchè chi lo suggerisce nelle strumentalizzazioni ci sguazza?

  5. giacomo

    dovevamo avere 2 morti per indurre l’amministrazione comunale a realizzare urgentemente i soprappassi, vergognatevi buffoni dovete lavorare per la collettivita’ di tutti i cittadini, e non solo per i vostri intererssi.

  6. Beny980

    quindi se io in piena notte brucio il rosso a 140 km/h perchè “un c’è nuddu” e ammazzo un cristiano è colpa del comune che ha chiuso il passaggio?

    Ahhhhhh…ho capito

  7. ing.giacomo

    Da quello che ho capito i pedoni attraversavano con il rosso, sicuramente dispiace a tutti ma bisogna porre piu’ attenzione ad attraversare la strada specie la circonvallazione.

  8. Quello che la gente ancora non ha capito è che Viale Regione Siciliana è UN’AUTOSTRADA CITTADINA!!!!!
    Così come non dovrebbe essere interrotta da semafori non dovrebbe tantomeno essere attraversata dai pedoni!
    Perciò sì l’amministrazione si prenda le responsabilità di quanto successo ma non per la chiusura di via Perpignano (GIUSTISSIMA!!) ma per la mancanza dei sovrapassi in tutta Viale Regione.
    Siamo l’unica città d’Italia ad avere una circonvallazione spezzettata per via di semafori pedonali!! Quasi quasi fa ridere… Chi deve attraversare la città da un punta all’altra non può perdere tempo attendendo i pedoni che attraversano!

    P.S.: attenzione che non sto giustificando colori i quali hanno ucciso in questi giorni con le loro auto in Viale Regione ma il mio discorso è incentrato su altro…

  9. gkm

    Quindi con 3 semafori l’incrocio era sicuro, ora con 1 è insicuro. Il semaforo, com’è noto, è un’invenzione pericolosa di mobilita Palermo, colpa sua se qualcuno non li rispetta…

    Ma quale strumentalizzazioni, è un’offesa alla logica, all’intelligenza e ovviamente alle vittime della strada.

    Senza contare che non fanno “scrusciu” i morti causati a medio-lungo termine dall’aria avvelenata.

  10. pepposki

    Senza offesa ma come si fa a definire viale Regione un’autostrada cittadina?Avete visto in giro per il mondo autostrade che presentano rapidi cambiamenti di dislivelli cosi come avviene nei sottopassi? Viale regione siciliana è una strada URBANA a scorrimento veloce…ciò vuol dire limite di velocità a 50 km/h e talvolta in base alle caratteristiche della strada 70 km/h….quindi anche se un giorno sarà senza semafori e senza attraversamenti il limite sarà sempre quello, non potrete correre da un punto ad un altro a 130 km/h…ma tanto Palermo è la città dove tutto è possibile, se pensiamo che via Libertà è una zona 30..cioè 30km/h di limite…sfido a trovare una sola auto che rispetta tale limite…e se già in viale regione già si corre a 130 km/h, togliendo semafori e attraversamenti arriveremo a 200 km/h.

  11. loggico

    si chiamava marisa li muli.. io stesso la portai a spalla insieme ad altri amici comuni.. era il 1983 se non ricordo male.. marisa mori investita piu o meno nello stesso punto dove e’ morto ier l’altro signore… l’ho pure visto ieri mattina era, ma non lo sapevo,gia morto.. una donna credo le accarezzava il volto…ma torniamo a marisa,mori la’ aveva 16 17 anni.. quella via da sempre porta lutti.. non c’entra la chiusura.. occorre immediatamente la costruzione di un sovrapassaggio ci vuole davvero poco, lo si puo realizzare in due settimane basta volerlo.. in ferro e prefabbricato ci vuole davvero poco.. prego i curatori di questo sito di reperire informazioni su come realizzarlo..senza di voi la nostra amministrazione non fara mai nulla..

  12. Fulippo1

    I limiti di velocità ed il rispetto per le segnalazioni stradali sono una cosa ed il miglioramento delle strutture cittadine che siano autostrade o che siano viuzze di quartiere è completamente un altra cosa.

    Il semaforo, pedonale e non, c’è da una vita in via perpignano, se non viene rispettato viene a mancare drasticamente la sicurezza sia per gli automobilisti che per i pedoni, adesso e da sempre ed in tutti i semafori del mondo.

    Il fatto di rendere piu’ scorrevole la strada alle auto, poco c’entra, se tutti rispettassimo le regole, le strade sarebbero tutte piu’ sicure e il verificarsi di questi spiacevolissimi eventi sarebbero soltanto delle fatalità.

    Sono morte purtroppo due persone, non credo che ci sia qualcuno che possa ritenersi felice di questo, ma la sostenza è che se o uno o l’altro avessero rispettato le regole adesso non ci sarebe stata la tragedia.

    Non vedo o non capisco il motivo di eventuali dilagazioni in merito.

  13. ratak

    ..quasi ogni giorno a Palermo,purtroppo, qualcuno ci lascia.
    Fa’ parte della distrazione di qualcuno o l’imprudenza di qualche altro.
    Si muore in viale olimpo,in via liberta’,in viale regione siciliana…….
    Soluzione?mettiamo un semaforo ogni 100 metri o chiudiamo le strade?
    Io metterei pattuglie di autovelox in tutta la citta’.
    cosa ovviamente impossibile.
    Purtroppo c’ è gente che non sa’ guidare e ha una prepotenza nella guida inimmaginabile.
    Viale regione siciliana dovrebbe essere controllata 24ore su 24. Cosi’ facendo, la polizia municipale risolverebbe i propri problemi economici per potere bandire un nuovo concorso ed assumere gente da METTERE SULLA STRADA.

  14. massimo-lg

    al di là delle elucubrazioni mentali…..e affinché non ci siano più pedoni morti in questa arteria

    PUNTO 1:
    in Viale Regione Siciliana servono almeno una decina di sovrappassi, dall’area della rotonda di via Oreto all’area di via Belgio. Almeno una decina.
    I sovrappassi sono strutture semplici da realizzare e veloci, sicuramente non si tratta di costruire linee di tram o metropolitana.
    E di morti negli ultimi decenni ce ne sono stati abbastanza per convincere l’amministrazione comunale nei suoi sindaco, assessori e consiglieri a far avviare i lavori velocemente per la realizzazione e fruizione di migliaia di pedoni al giorno.
    Le pressioni forti dovrebbero avvenire contro gli amministratori pubblici. Ma è possibile che per realizzare dei semplici sovrappassi pedonali ci vogliano 30 anni in questa città ? Gli Assessori ai Lavori Pubblici degli ultimi 30 anni hanno sulle loro spalle responsabilità per non avere fatto partire i lavori.
    Ieri si leggeva in un blog che “Cammarata e Cascio hanno ragionato sulle esigenze della nostra città e sul ruolo strategico delle risorse da trasferire agli enti locali che devono trovare nella prossima Finanziaria il sostegno necessario a fronte delle tante emergenze da affrontare”.
    Ok, che vengano quindi assicurati i fondi per realizzare tanti sovrappassi pedonali sul viale Regione, più emergenza di quella dove ci sono morti costantemente ….!!!!!!!!

    PUNTO 2:
    nel Piano triennale delle Opere Pubbliche del comune di Palermo, da anni sono inserite le opere relative alla realizzazione dei sovrappassi. Da svariati anni, basta vedere il Piano Triennale dei vari anni per verificare. Nel Piano sono anche citate le fonti di finanziamento.
    A questo punto i coraggiosi consiglieri comunali dalle interrogazioni consiliari pronte efficaci e veloci potrebbero indagare sul perchè in tanti anni di presenza nel Piano opere pubbliche questi sovrappassi non sono stati mai realizzati. E individuare responsabilità nella non avviata realizzazione dei lavori. Perchè se sono nel Piano triennale da anni con i relativi finanziamenti e i lavori non sono mai partiti, di certo i responsabili non possono essere i morti arrotati in questi decenni !!!
    Verifichiamo le fonti di finanziamento, se Cassa Depositi e Prestiti o altro e verifichiamo se una volta attivati i finanziamenti cosa ha bloccato il prosieguo!
    Speriamo di non scoprire che i fondi potrebbero essere stati stornati per altre attività dell’amministrazione meno utili e salvavita dei sovrappassi. Speriamolo tanto.
    Chi è il primo consigliere che si attiva ?

  15. di sicuro nn quelli del Partito Dei Lecchini..
    l’unica soluzione a medio termine sono i sovrapassi, e poi una bella interrogazione parlamentare a Roma, sollecitando Matteoli a cacciare qualche soldo per il sottopasso, quando vogliono li trovano i soldi..
    per il nord c’è ne sono stati molti per la viabilità

  16. Johnny

    Ragazzi, Cammarata e & co. si devono prendere la responsabilità morale di queste ultime 2 vittime di viale regione perchè il progetto dei sovrapassi dislocati in tutta viale regione siciliana esiste da anni, perchè anche loro non fanno niente per installarli???
    Riflettiamo gente…. tutti gli altri discorsi appena fatti sono inutili…..
    Si deve mettere sotto pressione l’amministrazione (scellerata) comunale per fare in modo di mettere prima possibile i sovrapassaggi, altrimenti continueremo a vedere altri morti investiti…

  17. matteo O.

    Per i parcheggi in Piazza Pretoria subito i consiglieri hanno risposto e ognuno ha detto di fare qualcosa…per questo argomento, di gran lunga più importante, ancora non si è fatto vivo nessuno.
    Fabrizio Ferrandelli
    Stefania Munafò
    Maurizio Pellegrino
    Manfredi Agnello
    Giulio Tantillo
    Antonella Monastra
    Nadia Spallitta
    Rosario Filoramo
    Davide Faraone
    Doriana Ribaudo
    Orazio Bottiglieri
    che fine avete fatto???? l’argomento è forse troppo impegnativo?

  18. turi77

    Dei sovrapassi temporanei potrebbero essere costruiti dall’esercito in mezza giornata. Il “GENIO PINIERI” ha le competenze, i materiali e la professionalità per costruire in brevissimo tempo anche dei ponti per l’attraversamento di carri armati. Figuriamoci dei semplicissimi sovrapassi pedonali. Non occorre che siano belli e non importa quale sarebbe l’impatto ambientale perchè, ripeto, sarebbero delle strutture temporanee che potrebbero magari salvare qualche vita in attesa che vengano appaltati i lavori per i sovrapassi di tutto viale regione. Perchè non dimentichiamoci che non è un problema relativo solo all’incrocio con via perpignano.

  19. Johnny

    Il Sig. Rosario Seidita invece di pubblicare sciocchezze su facebook come “ORDINE DEL GIORNO DEL 20.01.2011
    PER MIGLIORARE LA SICUREZZA PEDONALE IN VIALE REGIONE SICILIANA ALL’ALTEZZA DELL’EX INCROCIO CON VIA PERPIGNANO”
    tra l’altro come se il problema è solo l’incrocio di via perpignano,
    perchè non va a fare il bordello al comune per fare montare i sovrapassaggi e il problema si risolve in modo netto?
    Ma smettiamola!!!!

  20. Roberto1

    Sul GDS c’è un articolo in cui si dice che fra 15 giorni partiranno i lavori per la realizzazione del sovrapasso di via Perpignano e poi altri 2 (quelli previsti dal progetto del tram che verrebbero anticipati). I fondi sono inclusi tra quelli per il tram. Speriamo sia vero. E speriamo anche che si pensi anche di sostituire gli attuali gard-rail con modelli più alti in modo da non consentire di scavalcare.

  21. Roberto1

    @turi77: non è così semplice! I sovrapassi vanno realizzati obbligatoriamente a norma, con tanto di ascensori per disabili e passeggini e con protezioni tali da non consentire il lancio di oggetti sulle auto che passano sotto.

  22. Metropolitano

    Non c’è serietà in questa gente di quel quartiere come non c’è serieta nel Comune.
    Loro sbagliano a volere che si riapra quel dannato incrocio (continuano a chiamarlo così, ma ormai non è più un incrocio), gli stessi che non sono neppure capaci di premere il bottone a chiamata per il semaforo pedonale, cosa di cui ci vogliono altri accertamenti da parte della polizia, ma noi non siamo così fessi da cadere in queste strumentalizzazioni perchè sappiamo già quello che ci vuole realmente. Il sovrappassaggio di via Perpignano dev’essere fatto al più presto possibile, non coi fondi del Comune che disgraziatamente non ne ha come conseguenza di una cattiva politica, ma dalla SiS. Sollecitare il più possibile perchè i lavori della prima passerella si avviino subito, senza attendere il passaggio dei binari sul vaile Regione.
    Mio padre giustamente manifesta preoccupazioni su come verrà fatta la manutenzione sugli ascensori delle passerelle, ed io ho la prova dell’inciviltà del Palermitano quando scende alla stazione Notarbartolo per prendere il mtro: Lì infatti un ascensore quello dei binari 1-2 l’ho trovato guasto il giorno 18.

  23. Metropolitano

    Bisognerebbe mettere i guardrails a norma di legge CEE per la au E90 ( otostrada europea), o così i pedoni non la scavalcano più e non corrono il rischio di essere arrotati. Se mi trovo in via Sauro e devo andare al Max Living o Di Blasi passo dal pnte Einstein.

  24. Metropolitano

    *(ahi, che errori di battitura.)

  25. Vix

    A parte tutto all’inizio questi fantomatici comitati criticavano la chiusura dell’incrocio dicendo che non portava alcun beneficio alla circolazione, adesso invece la criticano perchè fluidifica così tanto la circolazione da essere diventata un pericolo per i pedoni, che facciano pace col proprio cervello anzichè strumentalizzare tragedie, che purtroppo accadevano anche prima della chiusura. In viale regione servono semplicemente sovrapassi e autovelox. I primi bisogna aspettare un po per averli ma i secondi li si potrebbe mettere subito, e magari portare il limite di velocità anche nei tratti di viale regione che hanno i 50 km/h a 70 km/h

  26. quoto Vix circa le strumentalizzazioni

  27. pepposki

    @ Vix…ma è cosi importante aumentare i limiti di velocità?per guadagnarci quanto 5/10 minuti? Semmai l’importante è garantire la fluidità del traffico, e non uscire da casa “azziccati azziccati” con i tempi in base agli appuntamenti che si possono avere.

  28. pepposki

    Poi un ulteriore constatazione…..magari questi signori saranno passati pure con il rosso…ma se qualcuno di voi ha mai utilizzato questo semaforo pedonale si sarà reso conto che chi attraversa valle monte deve: 1) schiacciare il pulsante del semaforo in corrispondenza dell’istituto di suore 2) attraversate le carreggiate in direzione trapani, percorrere un percorso obbligato che ricade sulla sede del vecchio incrocio 3) Schiacciare il pulsante del semaforo posto sul “versante” max living per attraversare le carreggiate lato monte . Ciò può creare confusione poichè attraversate le prime due carreggiate ci si ritrova davanti a pali semaforici spenti, il pedone, ignaro che il semaforo pedonale è a due tempi, potrebbe pensare ad un malfunzionamento delle lampade e proseguire nell’attraversamento rischiando la propria incolumità. Sarebbe stato più corretto utilizzare tutti i pali semaforici, anche duplicando interruttori e strisce pedonali, o in alternativa sposare la linea di arresto di due delle 4 carreggiate al fine di creare un attraversamento in linea. (mi scuso se il discorso è stato un po contorto ma per capire bisogna provare di persona l’incrocio)

  29. Vix

    Se i tratti di viale regione che hanno il limite a 50 km/h lo avessero per un motivo sarei d’accordo con te, ma ci sono punti di viale regione in cui non è pericoloso andare a 70 km/h ma hanno cmq il limite a 50 km/h e ti trovi a dover fare ogni volta repentini cambiamenti di velocità del tutto insensati e mettendo gli autovelox ci si assicurerebbe di non sforare, e poi ti assicuro che se devi attraversare la città ogni giorno la differenza la fa. Poi ognuno la pensa come vuole io do il parere di uno che la percorre praticamente ogni giorno

  30. fabdel

    è morta un’altra persona ancora in v.le regione sicilia all’altezza di v.perpignano, questa volta un 65 enne. a palermo la gente guida in modo folle

  31. Vix

    Ma invece se ne sa parlare delle fantomatiche telecamere che dovrebbero essere installate sui semafori? Entreranno mai in funzione? Suppongo che un automobilista che sa di essere ripreso se passa col rosso ci pensi due volte prima di provare a passare con il giallo

  32. sixfinger

    @Johnny
    Mi dispiace che quando si parla di sicurezza pedonale vengano da Lei reputate come sciocchezze. Al di là delle strumentalizzazioni credo che ci siano delle responsabilità di cui è doveroso che chi di competenza ne risponda. Ieri i funzionari della forza dell’ordine hanno evidenziato sul posto gravi anomalie che “inducevano” il pedone all’errore ecc. ecc. [email protected] Oggi ho assistito e lei lo potrà notare quando passa dalla circonvallazione che immediatamente sono stati fatti alcuni interventi tecnici correttivi. Non ho parole a voi i commenti…..
    Ribadisco che mi piacerebbe assieme allo stafff di mobilitapalermo e coloro che lo desiderano, fare un confronto aperto e costruttivo su tutte le questioni attinenti la circonvallazione. A mio modesto parere solo il sottopasso potrà dare i risultati desiderati da tutti. Fare movimento e pressione nei confronti dell’amministrazione comunale per arrivare nel più breve tempo possibile a questo obiettivo.

  33. ligeiro

    sbaglio o gli incidenti mortali c’erano anche prima con il semaforo?

  34. Andrea Bernasconi

    non ho avuto modo di leggere tutti gli interventi per cui, se qualcuno lo avesse già segnalato, me ne scuso.
    http://www.gds.it/gds/sezioni/cronache/dettaglio/articolo/gdsid/143857/
    nell’articolo si parla di imminente costruzione del primo dei tre sovrapassi, ed è messo in relazione con gli incidenti mortali di cui sopra.

  35. sixfinger

    @johnny
    Per quanto riguarda i sovrappassi pedonali qualcosa è stata fatta dal sottoscritto lo può testimoniare mobilita palermo è stata approvata una delibera. Ma attualmente l’unico che può essere anticipato cosa che l’assessore si sta impegnando con la SIS e domani si saprà quando apriranno il cantiere. Però c’è un problema che questo sovrappasso sarà installato all’altezza di via petralia sottana a circa 300 mt dall’incrocio di via Perpignano. Che ben venga ma quest’opera non risolverà il problema della sicurezza pedonale all’incrocio.

  36. toto54

    Mi sono passato un pò di tempo a leggere tutti i post, per capire l’atteggiamento dei visitatori del sito in merito ai, purtoppo, funesti incidenti di questi giorni. Putroppo come mi aspettavo qualcuno che dava la colpa all’eliminazione dell’attraversamento c’è stato(come se i pedoni non potessero, azionando il semaforo pedonale, passare dall’altra parte della strada). Ora avendo letto della disponibilita della SIS di anticipare i lavori di costruzione del sovrapasso mi chiedo; Una volta fatto il sovrapasso, che da quello che ho capito verrà all’incirca all’altezza di Villa Serena, e come ritengo logico, verrà disattivato il semaforo pedonale, ci sarà un’ulteriore mobilitazione di massa perchè il sovrapasso è troppo distante dal vecchio incrocio?

  37. toto54

    @sixfinger
    Scusami non avevo letto il tuo post, ci siamo in effetti sovrapposti.

  38. surferman

    Premesso che la colpa è delle persone che guidano e attraversano e che la chiusura dell’attraversamento di Via Perpignano non c’entra niente (anzi, meno male che lo hanno chiuso)…
    in effetti non capisco perchè devono impiantare il sovrappasso così lontano dall’incrocio.
    Domanda: è forse così perchè fa parte del progetto tram o gli veniva difficile farlo vicino Via Perpignano?

  39. mimusso

    300 metri lontano?

  40. pepposki

    Il ponte per l’attraversamento è stato pensato vicino villa serena perchè in una condizione auspicabile a quest’ora al posto di questo maledetto ex/incrocio ci sarebbe dovuto essere il sottopasso. E per tale motivo non avrebbe avuto senso fare in via perpignano il ponte pedonale.Ma siccome siamo a Palermo due anni fa si cercò di far sopravvivere l’appalto alla Cariboni, piuttosto che farne partire uno nuovo, teniamo conto che tra tempi tecnici e burocratici per un nuovo appalto, se si pensava in tempo, si poteva cantierizzare la zona a giugno di quest’anno. Ed invece siamo in alto mare. Una soluzione fattibile potrebbero essere ponti precostruiti in acciaio, si montano in poco più di qualche settimana e con altrettanta rapidità si smontano.ps esistono anche ascensori precostruiti…ma il problema è il solito i PICCIOLI…

  41. Maya

    bhe…che viale regione risulta essere una strada molto pericolosa si sapeva già e purtroppo di vittime ne abbiamo viste anche prima della chiusura di via perpignano. ok ai sovrapassaggi probabilmente, anzi sicuramente, ridurranno la morte di “pedoni”, manprobabilmente aumenterà il numero di vitteme della strada per via dell’elelevata velocità che SICURAMENTE gli automobilisti inizieranno ad intraprendere… non essendoci più “ostacoli”!!!
    concordo con @Pepposki per i limiti di velocità da rispettare, sempre e comunque, con @Roberto 1 per i gard-rail più alti (a norma)….ma conoscendo la nostra amministrazione circa i tempi di costruzione dei sovrapassaggi e/o dei gard-rail, dei mancati controlli di velocità e delle POCHE azioni che mette in atto sempre dopo una tragedia…..FORSE potrebbe essere una soluzione semplice e veloce, il posizionamento di dossi artificiali e naturalmente, come detto già da molti PIù CONTROLLI….municipale ovunque in viale regione…meno vittime della strada, nessuno che percorre le corsie preferenziali, ecc…
    è pura utopia??????

  42. Johnny

    @sixfinger
    Ribadisco che l’unico modo per cercare di far diminuire il numero delle persone investite su viale regione è l’installazione dei sovrapassi, e non solo quello all’altezza di Villa Serena, altrimenti nessuna struttura o interventi tecnici correttivi come lei dice potrà fermare questa strage.
    Mi spiace ma tutto il resto sono chiacchiere da parte di noi tutti….

  43. Metropolitano

    @Maya, in un’arteria simile ostacoli non ce ne devono essere per principio, altrimenti coloro che vanno da una città all’altra in autostrada e passano da quì trovano sempre disagi e si scoraggiano a viaggiare sapendo che prima o poi vi devono passare. Nemmeno sulla tangenziale di Catania ci sono incroci. Quindi…
    Stavo pensando che chi ha investito il secondo pedone magari non era di Palermo, e se n’è scappato. Vorrei vedere se riescono a trovarlo ora.

  44. trenoazzurro

    Sappiamo tutti che V.le Regione Siciliana non è stata concepita come una tangenziale e di conseguenza non viene considerata tale dai pedoni…è un fatto psicologico. L’istallazione di 1000 sovrappassi sarà inefficace senza un sistema di gaurdrail adeguati dislocati lungo l’intera arteria che stampi bene nelle teste di tutti che quell’asfalto è offlimts per i pedoni. Le soluzioni a basso costo non non sono risolutive, a meno che non si decida di piazzare dossi artificiali a raffica,( ma anche quelli richiederebbero manutenzione continua). E forse, rebus sic stantibus , si tratta dell’unica vergognosa soluzione realmente a portata di mano per il Comune…che tristezza!

  45. franz

    Il problema principale non è la chiusura o meno di un incrocio o l’installazione del soprapasso, ma l’inciviltà del cittadino; e intendo inciviltà di tutti indistintamente. Nessuno rispetta niente, non avendo organi di controllo che, in una città come la nostra, dovrebbero essere costantemente presenti ed efficienti, tutti ritengono di essere liberi di fare quello che gli pare, alla faccia di leggi e regolamenti. Tutte le strade sono pericolose, non solo la circonvallazione, ma la pericolosità non è la strada che la crea, ma il cittadino che la percorre senza rispettare segnaletiche e quant’altro. Mi son trovato incolonnato all’incrocio di via Perpignano quando è stato investito il primo pedone e quello che mi ha maggiormente sconvolto, oltre il fatto di avere subito intuito che fosse morto, è stato il menefreghismo della gente che subito dopo, nonostante io andassi al limite consentito, arrivava dietro di me lampeggiando nervosamente per avere strada (quasi tutti ragazzi con tanto di BMV sportive nuove fiammanti, alla faccia della crisi; chissà che mestiere faranno). La nostra è una città che ha bisogno di regole ferree che devono essere fatte rispettare con durezza, mi dispiace dirlo ma il troppo permissivismo porta all’anarchia non alla democrazia. Infine, come ho sempre ribadito, chi è preposto alla realizzazione e progettazione della vibilità, dovrebbe prima garantire la sicurezza dei pedoni e poi quella delle auto, cosa che non viene mai rispettata se non dopo che accadono episodi funesti come questi.

  46. alexvalenti

    Intanto stamattina ho visto una squadra AMAT lavorare all’incrocio….sentivo un martelletto in funzione….. saranno i lavori di adeguamento richiesti dalla questura, qualcuno è a conoscenza delle specifiche modifiche che stanno apportando?

  47. Fulippo1

    Stanno montando delle barriere che non permettono ai pedoni di attraversare completamente l’incrocio, ma fanno si che debbano per forza cambiare lato di attraversamento una volta arrivati a metà incrocio, cosi da avere sempre un semaforo funzionante davanti.

  48. alexvalenti

    ma accendere anche l’altro semaforo no? Mi sembra cervellotica come soluzione.

  49. Metropolitano

    E questo impedirà agli scooteristi di fare i furbi ?

  50. alexvalenti

    non penso, perchè loro scavalcano direttamente l’aiuola/marciapiede che separa le corsie: ecco, un cosa che dovevano fare era transennare i primi 10 metri di marciapiede in tutto il suo perimetro per rendere impossibile l’attraversmento degli scooter.

  51. Metropolitano

    Mobilità può sempre chiederlo all’AMAT o al Comune di prolungare di dieci metri le barriere.

  52. Metropolitano

    Già avevo inviato una segnalazione sull’indisciplina dei motociclisti.

  53. Fulippo1

    Volevo comunicare che quanto fatto stamattina dagli operai, cioè le barriere prolungate sul marciapiede per far si che i pedoni cambino lato di attraversamento, alle 15.00 erano tutte divelte a terra, alcune di esse addirittura piegate e danneggiate sparse per l’intera zona dell’incrocio…

    Cosa è successo qualcuno sà niente?????

  54. Metropolitano

    Mio Dio !
    E’ stato un camion ? O c’è sotto lo zampino di qualche squilibrato ?

  55. Faso

    Io sono passato dall’incrocio poco prima delle 13 e ho visto le barriere divelte e lasciate sulla strada. Su via perpignano lato monte una folla di gente e 2 macchine dei carabinieri. Secondo me, metropolitano, la seconda che hai detto.

  56. alexvalenti

    Lo giustifico solo se è stato un parente delle povere vittime, per la serie: “quando a Santa Chiara rubano…..”

  57. alexvalenti

    Stamattina è stata portata all’incrocio anche la bara dell’ultima vittima. Potrebbero essere collegate le cose. Qui c’è il link del servizio del TGS dove spiegano anche le modifiche apportate. http://www.gds.it/gds/multimedia/home/gdsid/144037/

  58. Metropolitano

    Ma che era, un Kamikaze ??? Boh, io certa gente non la capisco.
    Fosse vera la seconda ipotesi sono delle bestie !

    Ma queste barriere le rimetterano ora ?

  59. emmegi

    Mi sono trovato a passare dai luoghi verso le 17.30: c’ erano una dozzina di operai della SIS tram (!) che saldavano tubi e muravano paletti.

  60. @emmegi
    A breve ci sarà un report in merito.

  61. Miyoga

    @rujari81
    per tu capire quello ke stiamo passando noi dovresti provarlo tu, e vorrei vedere se nn portassi ki ami sulle spalle dove e morto, io ero il primo a reggere il feretro di mio zio con mio grande dolore e tu ti permetti di dire ke abbiamo strumentalizzato tutto, solo xkè una doveva correre alle 5 del mattino e scaraventare il corpo ad oltre 30 metri di distanza.
    quindi prima di aprire bocca e sputare sentenze senza azionare il cervello ke nn hai e parli solo per metterti in mostra in cose ke nn pouoi capire, xkè un pezzo di merda come te nn sa come si vive in questa terra.

  62. huge

    @miyoga: innanzitutto vedi di moderare il linguaggio, sai, si possono esprimere le proprie idee anche senza questi atteggiamenti da mafiosetto.
    Tornando al tuo post. Hai detto bene, l’incidente è colpa di chi correva alla 5 del mattino. L’incrocio non c’entra nulla.

    Riguardo lo sfalsamento dei due attraversamenti, è la soluzione ottimale per evitare che il traffico venga fermato troppo a lungo. In questo modo si dimezzano i tempi d’attesa. Chiaramente deve essere ben chiaro ai pedoni qual è il percorso da seguire. Non solo i paletti, ma anche qualche segnale che renda tutto ancora più evidente.

  63. Miyoga

    @huge, i miei nn sono atteggiamenti da mafioso xkè nn mi interessa fare il boss della situazione, secondo il semaforo era già sfalsato anche prima dell’incidente, cmq io mi sono arrabbiato per quello ke leggo, come si fa a dire ke noi abbiamo strumentalizzato la morte di mio zio pe uno stipido sottopasso, oppure xkè volevamo farci riprendere da telecamere o farci fotografare

  64. @miyoga, ho moderato il tuo commento.
    Non siamo qui ad emanare sentenze.Ci sono indagini e si verificherà in seguito a chi imputare le responsabilità.Ma non adesso.
    Circa le strumentalizzazioni, l’articolo è abbastanza chiaro a chi si riferisce.E che ci sia stato qualcuno a strumentalizzare, anche questo è indubbio.
    Inviterei anche gli altri ad essere rispettosi nei commenti

  65. Eco_84

    Ma xkè nn partirono mai i lavori x il sottopasso?
    me lo sono sempre kiesto…

Lascia un commento