Chiusura incrocio Perpignano bloccata dai manifestanti. Si posticipa a domani

Spread the love

Questa mattina dovevano ridursi drasticamente le code lungo il viale Reg. Siciliana. Seppur la chiusura  dell’incrocio non sia avvenuta di notte (come logica vorrebbe), al risveglio gli operai che dovevano apporre l’opportuna segnaletica, sono stati impediti nel loro lavoro da una serie di manifestanti contrari al provvedimento.

E’ stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine in assetto antisommossa.

E’ appena terminato un tavolo tecnico tra l’assessore Milone e i manifestanti che paventano la chiusura dei loro esercizi commerciali a causa della chiusura del nodo.

La solita situazione “alla palermitana” con gente che sarà arrivata pure alle mani per farsi ragione. E’ inconcepibile vietare agli operai di eseguire il proprio lavoro.

E’ altrettanto inconcepibile che la solita minuta rappresentanza salvaguardi a tutti i costi i propri interessi,  a scapito della collettività.

Questa chiusura sarebbe stata una prova, pertanto arrivare a questa “violenza” è indice di prepotenza e di imposizione pregiudiziale. Non si vuole il nuovo, a prescindere da tutto e tutti. Poi però capita che Piazza Indipendenza venga riaperta senza che nessuno abbia chiuso bottega, che via Roma e via Maqueda vengano pedonalizzate nel weekend con l’approvazione di quei personaggi che erano i primi detrattori…

Intanto per oggi sembra improbabile l’attuazione del provvedimento. Tutto rimandato a domani.

Rimaniamo in attesa di risvolti, ma ci prepariamo a far sentire la nostra voce nel caso in cui questa PROVA non veda luce.

Post correlati

88 Thoughts to “Chiusura incrocio Perpignano bloccata dai manifestanti. Si posticipa a domani”

  1. gi_gio

    Che situazione ridicola… ridicoli i manifestanti, ridicoli i politici, ridicola l’organizzazione dei lavori.
    Scommetto che aspetteranno domattina per fare i lavori… perché imparare dai propri errori? Per far fare il turno di notte agli operai?
    No, poverini…. non è giusto….

  2. Metropolitano

    …E Domani questi ridicoli manifestanti si faranno rivedere.

    Sono arrivati alle mani, vero ?? Che ridere se penso che i vigili hanno paura a far clamare questa gente. Non ho più parole.

    Ma tutto ciò è sermplicemente RIDICOLO !!!

  3. ciko

    ma infatti.. perchè non chiudere l’incrocio a notte fonda?

  4. Metropolitano

    Potremmo anche organizzare una contormossa in aiuto degli operai, purchè tornino di notte per fare ciò che è stato loro ordinato di fare nell’ordinanza!
    Chiudere l’incorcio all’1 di notte, anzi dopo le 2 di notte. Forse è meglio, va.

  5. palermitanodoc

    Ma io me lo immaginavooooooo…è un autentico schifo!! Ognuno pensa sl a se stesso!!
    La chiusura di via Perpignano è utile a tutta Palermo..oggi più che mai, soprattutto per gli universitari..ma sapete perchè?
    Non so se ultimamente siete andati in viale delle Scienze…le macchine posteggiate o che si trovano in viale delle Scienze si sono quadruplicate…questo è chiaramente dettato dal fatto che la stazione Orleans sarà chiusa fino a Ottobre 2011 e di conseguenza la maggior parte degli studenti e che veniva da Francia o da Notarbartolo o da San Lorenzo Colli ora è costretto a prendere la propria auto (per favore nn mi parlate di bus come alternativa perchè il 118 ci sta tre quarti d’ora per arrivare in via Basile).
    Un universitario sarebbe molto felice di impegarci la metà del tempo per arrivare in orario alle lezioni!!

  6. palermitanodoc

    Ma poi perchè sti lavori non si sono fatti di notte??Se domani non lo chiudono sarebbe cosa di fare una catena umana ad altezza sei semafori, in modo tale da non far passare nessuno da via Perpignano

  7. Metropolitano

    @palermitanodoc
    dovremmo essere noi stessi ad impedire ai manifestanti di incatenarsi ai pali della segnaletica, ma saremo abbastanza ?

  8. Metropolitano

    E sono convinto anche di una cosa. Si opporranno anche quando dovranno aprire i cantieri del sottopasso, perchè per loro rappresenterà un blocco alle attività, nei due anni di lavori !

  9. moralix

    Questa è storia vecchia sono sempre loro , ogni cosa che si faccia per il bene pubblico devono lamentarsi ed opporsi sempre, finchè non cambiano le mentalità retrogradi di certi commercianti questa città non crescerà MAI.

  10. dreamboy

    Come volevasi dimostrare. Anche oggi non si è verificata la tanta annunciata chiusura.
    Poi i lavori vanno fatti di notte, farli di mattina è una follia!
    Ma poi dove sono tutti questi commercianti della via perpignano lato monte? Sono delle piccole attività che usufruiscono le persone che abitano nel quartiere… non stiamo parlando di via ruggero settimo!

  11. rujari81

    Bhe…ora capisco perche per la chiusura di piazza indipendenza,il comune non ha fatto sapere niente a nessuno,facendola così da un giorno all’altro…ha sfruttato l’effetto sorpresa altrimenti anche li i soliti panormosauri avrebbero impedito l’apertura del cantiere 🙂
    Potevano farlo all’improvviso pure qui per la chiusura di via Perpignano.
    purtroppo questo è indice di una situazione che sfugge totalmente dalle mani dell’amministrazione…sono sicuro che altre amministrazioni di altre città non avrebbero permesso ciò…probabilmente perche i lavori si sarebbero svolti alle 02.00 di notte..

  12. Garrone71

    Bastava mettere alle 02:00 del mattino (ad insaputa di tutti) un paio di barriere jersey (quelle in cemento armato per intenderci) e stamani c’era la sorpresa.

    Possibile che quest’amministrazione comunale non riesca a fare cose “ordinarie” ?

    Possibile che commercianti e lavavetri (perche’ sicuramente il business dei lavavetri a qualcuno interessa tanto) riescano a farla da padroni con la prepotenza e l’arroganza.

  13. dreamboy

    Si sta facendo troppa pubblicità su questa chiusura dell’incrocio.

  14. samir

    ragazzi!!!! è nauseante tutto ciò…..si sono arresi ai panormosauri!!!!…..ma stiamo scehrzando???

    PROPOSTA: se l’ordinanza non viene eseguita……RADUNIAMOCI TUTTI E CHIUDIAMO NOI LA STRADA CORICANDOCI PER TERRA…..

    ALZIAMO LA VOCE RAGAZZI..!!!!! OGGI POTEVANO SCOPARIRE LE CODE!!! E INVECE DOBBIAMO MORIRE APPRESSO A QUESTO MALEDETTO INCROCIO!!!!

    commercianti la rovina di palermo…….egoisti, arroganti….e faccioli.
    politici politicanti…immobili e mangiasoldi..
    panormosauri…RIDICOLI….

    SONO INK.ZZATO

  15. samir

    P.S. i lavavetri alle 3 erano belli e soddisatti…..
    complimenti ….!!!

  16. @Tutti: vorrei che si evitassero toni coloriti onde evitare di cancellare dei commenti, come già accaduto con qualcuno.Vi ricordo che il Forum è pur sempre moderato

  17. @TUTTI:
    domani saremo sul posto per verificare la reale chiusura. Se molti di voi riuscissero a essere presenti, sarebbe un segnale forte della città contro il malcostume e il pregiudizio della gente.

  18. samir

    a che ora ci sai raduna?????
    facciamo una cosa seria….però!

  19. dreamboy

    Invece di andare a manifestare anche noi (che al massimo saremo in 20 se vogliamo essere ottimisti), perchè non si organizza una PETIZIONE POPOLARE? Perchè non ci si mette con dei BANCHETTI AL POLITEAMA allestiti con foto e video dell’incrocio e quindi cercare di RACCOGLIERE FIRME? E’ una cosa difficile da attuare? Se stiamo sempre a lamentarci comodamente da casa tramite internet e telefono difficilmente otterremo qualcosa. Ci vogliono INIZIATIVE CONCRETE, ci vuole ATTIVISMO.

  20. The.Byfolk

    CHE SPASSO!!

    Siete tutti stizziti perchè una comunità ha manifestato fisicamente la propria contrarietà a questo provvedimento….

    Li vogliamo condannare a morte? Arrestarli? Forse c’erano gli estremi per manganellarli…

    Giusto pubblicizzare la notizia!
    Comprensibile la manifestazione di chi non ha certezze ma deve sopportare i sacrifici del provvedimento!
    Assurdo che nessuno paghi per non aver fatto i lavori di notte!
    Forse coi residenti basterebbe impegnarsi su:

    QUANDO FINIRA’ QUESTA PROVA
    QUANDO SARA’ APPALTATO IL SOTTOPASSO
    QUANDO SARA’ REALIZZATO IL PONTE PEDONALE
    QUANDO SARANNO REALIZZATI I COLLEGAMENTI RICHIESTI DA ANNI

  21. @The.Byfolk

    ti ricordo che manifestare è un conto, bloccare dei lavori che appartengono alla collettività un altro ancora. Anzi, il secondo è un reato a tutti gli effetti. Altro che dialogare, a Milano gente così l’avrebbero prima richiamata con le buone, e poi avrebbero cominciato a mettere in manette tutti. Nessuno difende l’amministrazione dalle gravi colpe della gestione sottopasso, ma questo provvedimento serve come il pane, altrimenti da questa situazione atroce non si uscirà più. Ordine, ci vuole ordine! Questa città ormai è nell’anarchia più totale, il paese dei balocchi dove chi urla più forte l’ha sempre vinta. Evviva la democrazia!

  22. Otto Mohr

    E poi si lamentano perchè la gente preferisce andare nei centri commerciali, anzichè nei loro negozi in cui la principale forma di pubblicità è rappresentata dalle file di auto in coda e in doppia fila.
    E’ un anno circa che compro soltanto esclusivamente al forum, al poseidon e nei negozi che espongono il logo di Addiopizzo…finchè non cambiano mentalità non avranno il mio appoggio…

  23. E ricordo sempre a The.Byfolk: dove stavano i commercianti mentre noi proponevamo UFFICIALMENTE l’anticipo dei sovrappassi pedonali?Dove stavano?

  24. @ The.Byfolk?
    La comunità? La maggioranza della città vuole il semaforo spento, una piccolissima cerchia di locali NON possono imporre il proprio volere sulla maggioranza.

  25. lorenzo80

    @Otto Mohr
    Oddio, approvo pienamente per il forum e per il discorso di Addiopizzo, ma il Poseidon non è certo un esempio di posizionamento intelligente… Piazzato nel crocevia tra l’autostrada e l’ingresso di Carini, con una rotondetta ridicola… Io ci sono andato una Domenica pomeriggio (pessima scelta lo ammetto) e la coda iniziava ancora prima dello svincolo dell’autostrada. Tra inizio coda e parcheggio è passata più di un’ora… Al forum quantomeno ci arrivi più agevolmente, anche se poi lì trovare parcheggio è comunque un incubo…

  26. The.Byfolk

    @ Paco

    La conumità di altarello/pitrè e passo dirigano non so quanto conti come abitanti.

    Di certo so che questo provvedimento stravolge la loro vita.

    Poi forse sono troppo di parte e sono combattuto in quanto diretto interessato.

    Sono daccordo col provvedimento, però – chissà forse a causa di chi sparava a zero sulle necessità dei residenti – sono quasi contento di questo piccolo intoppo. Chissà che con un poco di ostruzionismo alla “città” si riesca ad ottenere un ticket per la realizzazione delle opere viarie minori nel quartiere…

  27. Fulippo1

    Resta il fatto che l’incrocio è ancora funzionante.

    Il “tavolo tecnico” (Immagino i termini tecnici utilizzati) che cosa ha dato come risultato? E’ stato reso pubblico cosa è stato detto e che risultati accordi si sono raggiunti?

  28. Otto Mohr

    @lorenzo80
    Si lo so è vero, il Poseidon specialmente per me è arroccatissimo. Il punto, però, è che il criterio di scelta che adopero nello scegliere il luogo dove fare acquisti o andare al cinema non è tanto la posizione, ma la sensibilità che ha il c.c. o il semplice commerciante nell’affrontare alcuni temi, come il non pagare il pizzo, far si che non lo paghino neppure i propri clienti, o ancora farsi promotore di qualsiasi cosa che possa servire a tutti, come un’isola pedonale!
    Sia il Forum che il Poseidon buttano sempre fuori a calci i parcheggiatori, così come i negozi iscritti ad Addiopizzo non pagano il pizzo.
    Ad esempio, se questi commercianti di via Perpignano avessero avuto l’intelligenza di fare qualcosa per tutta Palermo e non per il loro tornaconto un pensiero glielo avrei magari fatto…
    Ma dato che a loro, così come a tutti i commercianti che curano SOLO il proprio portafoglio non interessa nulla del benestare di tutti, e quindi anche del mio, non vedo il motivo del perchè io mi debba scomodare per loro.

  29. Fulippo1

    @The.Byfolk

    In proporzione siamo 10 a mille tra contrari e favorevoli, il concetto di democrazia impone alle minoranze di accodarsi alle maggioranze, se pur manifestando civilmente ed esponendo i loro diritti.

    Tutto il resto conta poco.

  30. The.Byfolk

    Non facciamo questi discorsi “di cafè”…

    Questa parcentuale è tutta da dimostrare, poi ci sono i neutrali che non gle ne fotte niente di via perpignano e magari gli può far comodo un incrocio proprio li.

    Inoltre in una democrazia si deve tener conto anche delle compensazioni da concedere a chi sopporta un disagio simile.

    Ricordo a tutti che non è una strada inutile! ma si tratta di una arteria per la quale è stata prevista le realizzazione di un sottopasso!

    Trattiamola da tale e diamole la giusta dignità senza arroccarci sulle posizioni a ns. favore.

  31. @ The.Byfolk

    2.000 persone? forse 2.500? ma consiferiamo anche 3.000, esageriamo.

    Contro tutto il resto della cittadinanza, dellhinterland, dei trapanesi che devono andare dall’altro lato e viceversa.

  32. @ The.Byfolk

    io non la devo attraversare per andare a lavoro (per fortuna), mi capita di attraversare quel punto di viale Regione Siciliana forse 1/2 volte al mese. Ed ogni volta divento pazzo a vedere come la strada più trafficata della Sicilia (viale Regione) sia bloccata da una stradina di quertiere.

  33. black

    @The Byfolk
    Via Perpignano sarà pure un’arteria (cosa sulla quale si potrebbe a lungo discutere) ma non si può neanche lontanamente paragonare all’importanza di Viale Regione, non scherziamo su. Essere comprensivi va bene così come chiaramente bisogna provvedere quanto prima alla realizzazione del sottopasso però diciamo le cose come stanno, appunto!

  34. The.Byfolk

    @ PACO

    NON è UNA STRADINA DI QUARTIERE SE SI è PENSATO DI FARE IL SOTTOPASSO!

    VIA PORTELLO E VIA DI BLASI LO SONO E SONO STATE TAGLIATE IN DUE SENZA PENSARCI TROPPO

    @ BLACK
    NON CREDO CI SIANO PROTESTE PER LA CHIUSURA AL FINE DI REALIZZARE IL SOTTOPASSO

  35. Antony82

    Art. 340 c.p.: Interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessita’
    “Chiunque, fuori dei casi preveduti da particolari disposizioni di legge, cagiona una interruzione o turba la regolarita’ di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessita’, e’ punito con la reclusione fino a un anno. I capi, o promotori od organizzatori sono puniti con la reclusione da uno a cinque anni.”
    Domandina ina ina: potrebbero esserci gli estremi per una denuncia? 😉

    @ Otto Mohr
    Condivido il tuo commento in toto.
    Che ci vuoi fare? Sono solo dei……..PUTIARI!

  36. black

    Quoto anche io Otto Mohr e aggiungo alla lista dei commercianti che non danno il buon esempio Migliore!! Hanno dei parcheggiatori che si sentono ormai autorizzati. Al di la della lista dei commercianti che hanno detto di no al pizzo che naturalmente esiste sarebbe bello fare una lista di tutti quei commercianti eticamente scorretti. Penso che sarebbe molto lunga

  37. Luca

    In poche parole, perche’ le cose funzionino, almeno commercialmente parlando a Palermo, e’ necessario avere l’anarchia!
    Senza speranza questi “commercianti” o presunti tali!

  38. Johnny

    Questi non sono manifestanti, ma autentici delinquenti…. I manifestanti manifestano quando vi è autorizzazione dalla prefettura per cercar di far prevalere i loro diritti, questi delinquenti si sono messi d’accordo sicuramente la sera prima cercando di mettere scompiglio il giorno dopo come effettivamente hanno fatto!

  39. ironedos

    Non comprerò mai più nemmeno un chiodo da questi signori.

  40. @The Byfolk:
    nessuno qui dice che questa parte di palermo non valga nulla o non abbia voce in capitolo.
    Si era deciso di fare una prova, per vedere cosa succedeva. Gli è stato impedito, e per questo semplice fatto, questa gente, non merita nulla per i modi inanzitutto.
    Il flusso veicolare su viale Regione è talmente alto che provare a rimuovere quel tappo è INDISPENSABILE, soprattutto alla luce delle recenti vicende della Cariboni.

    Niente di strano che, una volta applicato il provvedimento, vengano fuori correttivi in corsa per migliorare ulteriormente la situazione.

    Io personalmente sono favorevole al provvedimento, ma nutro alcuni dubbi sul semaforo pedonale. Aspetto di vederlo in funzione per capire se funzionerà con logica dei tempi di attesa.

    Come vedi, sarò il primo io a fare una critica, questo per dimostrare che non c’è nessun pregiudizio verso questo o quel quartiere.

    Ma intanto attendo l’esecuzione della chiusura e solo a regime valuterò la sua efficacia. Di certo non andrò a bloccare i lavori per questo mio dubbio.

    E poi ricordiamoci che un provvedimento del genere può causare il 2% di problemi a un quartiere ma risolverebbe il 40% dei problemi collettivi.

  41. mimusso

    Vita stravolta per fare si e no un km di giro largo?
    Vabbè, scherzavi ovviamente…

  42. Fulippo1

    Tra l’altro nel servizio del gds, li hanno intervistati e la risposta che hanno saputo dare è: “E’ giusto tenerlo aperto!!!” “E’ sbagliato chiuderlo!!!!” oppure “Lo devono fare dopo le feste” senza una motivazione che sia con un aria da sapientini che neanche minimamente possono permettersi di tenere.

    E’ questo genere di persone hanno impedito una cosa del genere…..

  43. Fulippo1

    Comunque in merito ai semafori oggi guardavo, che anziche crearne uno ulteriore, si potrebbe annullare quello presente in via di blasi e crearne uno a metà strada tra esso e via perpignano, in modo tale da avere solo un semaforo ma la possibilità di abbracciare più zone pedonali.

  44. Garrone71

    Mi ricordo le proteste del Baby Luna quando si decise di spegnere il semaforo sul ponte Corleone (lo fecero riaccendere almeno tre volte).

    1 semaforo solo utile per un negozio che spezzava la circolazione perche’ a qualcuno faceva comodo.

    Alla fine credo che come allora ci si debba imporre “fregandosene” dei disagi di qualcuno e favorire chi ha diritto di circolare in maniera spedita dovendo attraversare la città.

    Via Perpignano sarà una arteria importante ma e’ nulla in confronto con Viale Regione Siciliana.

    Boicottare Max Living, Legno Market e i negozi li vicino dovrebbe essere un ns dovere di cittadini visto le loro opposizioni (tanto le alternative ci stanno).

  45. Antony82

    Ripeto il concetto perchè il punto in questione è troppo importante per essere tralasciato.

    Art. 340 c.p.: Interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessita’
    “Chiunque, fuori dei casi preveduti da particolari disposizioni di legge, cagiona una interruzione o turba la regolarita’ di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessita’, e’ punito con la reclusione fino a un anno. I capi, o promotori od organizzatori sono puniti con la reclusione da uno a cinque anni.”

  46. Ora obiettivamente, che senso avrebbe posticipare il provvedimento a dopo le feste?
    Dal servizio andato in onda su Tgs, non vedo nessuno che spieghi quali siano i problemi.Troppo vago parlare di possibili ingorghi senza alcun dato alla mano.
    Emerge solo una cosa: c’è gente che pensa solo ai propri interessi anzichè al collettivo.Questo è un dato di fatto.
    E dove sono tutte quelle attività commerciali che dovevano pure fallire a monte della rotonda di via Oreto?
    I commercianti si sarebbero ribellati pure durante i lavori del sottopasso: si sono lamentati a piazza Indipendenza e via Malaspina per il Passante (e sono lavori temporanei), figuriamoci qui!

  47. SalvatoreB

    Che poi un motivo per cui non vado mai da max living è proprio il pensiero di dovere immettermi nel traffico di quesgli odiosi semafori, se il traffico è più scorrevole non possono che guadagnarci!

  48. credo che qui il concetto di commercio non c’entri proprio nulla. Qui si sta esclusivamente rivendicando un potere. In quella strada comandano loro, e nessuno può toccare la zona senza il loro permesso. E’ la logica mafiosa dei “patruni ra strata”. Un giorno arriva tizio, rivendica il possesso della zona X, e automaticamente comincia a dettare legge. Questo fanno i parcheggiatori, questo fanno i venditori abusivi, questo fanno i commercianti. Tutti con quell’aria da vittime abbandonate dallo Stato e poi sono i primi ad assumere questo tipo di comportamento. Ripeto, BOICOTTARE chi sta appoggiando la protesta.

  49. Reyad

    Io quoto “Fulippo1”, cioè gente, questi non sanno di cosa parlano e mi fa ridere anche un pò il nostro assessore che dice dopo i dati che gli avete letto alla radio “non conoscevo questi dati ma sono preooccupanti”… ma scherziamo? ma su che basi le hanno prese queste scelte? a caso?

  50. emmegi

    Sapete, con le modifiche, quali sono gli acquirenti che non possono più andare direttamente verso le attività commerciali ?
    Pensate mentre io conto fino a 10 😉
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    Risposta esatta: solo quelli che provengono da via Perpignano bassa, cioè da piazza P.pe di Camporeale, via Rinaldo d’ Aquino 🙂 , via E. Arculeo 🙂 🙂 e via Gubbio 🙂 🙂 🙂 , ad occhio e croce circa 500000 persone !!!
    Infatti:
    A. Per chi proviene da Borgo Nuovo e Passo di Rigano NON CAMBIA NIENTE.
    B. Per chi proviene dalla provincia occidentale e dalla zona nord della Città (Sferracavallo, Strasburgo, Stadio, Fiera, Lazio), Libertà, Arenella e Vergine Maria, Malaspina e Notarbartolo NON CAMBIA NIENTE.
    C. Per chi proviene dalla provincia orientale e dalla zona sud della Città (Messina Marine e Montagne, corso dei Mille, Oreto, Bonagia, Falsomiele, E. Basile, Calatafimi alta e bassa, Pitrè, Boccadifalco e Monreale) e tutto quanto per brevità non aggiungo, NON CAMBIA NIENTE.

    Concludo che A+B+C= QUATTRO GATTI, contro l’ enorme mole di gente che dovrà arrivare sino a piazza Einstein per fare l’ inversione di marcia per raggiungere quelle attività 🙂

  51. Volete vedere che qualche facinoroso, per boicottare il tutto, sarà piazzato lì ad hoc a premere ripetutamente il pulsante del semaforo? 😀

  52. huge

    Spero che la notizia del rinvio sia falsa.
    Sarebbe l’ennesima sconfitta per questa città, dove i prepotenti non solo comandano, ma sembrano aver il sostegno dell’amministrazione. Viviamo in una città in cui vige la legge della giungla, il più forte comanda. Le leggi e i regolamenti sono solo per i fessi, a quanto pare.
    Spero di essere smentito e che domani venga adottato il provvedimento per come previsto.

  53. @huge

    è per questo che da tutto questo schifo deve emergere la “prepotenza” civile. Si comincia con la partecipazione fisica.

  54. Antony82

    Ragazzi, non fatevi il sangue amaro. Conto questi, lo rimarco, PUTIARI va fatta semplicemente una cosa: boicottarli e denunciarli per interruzione di pubblico servizio!

  55. Antony82

    Errore: contro.

  56. alexvalenti

    Ma in tutto questo notizie ufficiali ce ne sono? Il “tavolo tecnico” cosa ha decretato? Mi pare improbabile che la chiusura slitti a domani…. ci sarà l’ennesimo teatrino.

  57. @AlexValenti
    dal tavolo tecnico presumibilmente si è arrivato ad un accordo che prevede la prova della chiusura sino ai primi di dicembre, momento in cui si deciderà se continuare o meno, in base alle osservazioni fatte.

    Quindi serve una grossa campagna mediatica in tal senso.

  58. huge

    Ho appena visto il video.
    Ma erano quattro gatti. Possibile che bastino venti persone per bloccare un provvedimento ufficiale?
    Mi si dirà che s’è voluto evitare di esasperare gli animi.
    Non è una giustificazione accettabile. Se si decide di fare qualcosa, la si fa, punto. O altrimenti si è solo amministratori quacquaracqua…

  59. pepposki

    Ma invece di commentare a senso unico, e quindi avere un atteggiamento intransigente paragonabile a quello di chi protesta.. perchè non proponete soluzioni alternative…del tipo…..chiudere si ma fare anche….
    E poi che senso ha boicottare le attività commerciali della zona?Da Maxliving, Legnomarket, Arrigo etc etc ect ci lavorano centinaia di persone che poveri loro non c’entrano nulla con le affermazioni dei loro titolari…boicottare queste attività vorrebbe dire consegnare alla disoccupazione centinaia di persone… usiamo un po la zucca quando spariamo certe affermazioni

  60. @Pepposki, le soluzioni alternative ci sono e sono già state elencate…mancassero queste 🙂

  61. civispanormitanus

    io non voglio giustificare ne’ i manifestanti ne’ chi è favorevole alla chiusura dell’incrocio ma c’è una piccola osservazione da fare: la chiusura dell’incrocio è stata definita una soluzione “temporanea” in vista della prossima apertura del cantiere per il sottopassaggio; ma siccome io credo che il comune abbia una credibilità pari a zero quando si parla di promesse, dovrebbe essere proprio quest’ultimo a cercare di spiegare ai manifestanti cosa sta facendo e di cercare di riguadagnarsi la loro fiducia, visto che fino ad ora tutti gli interventi fatti in via regione siciliana sono state delle vere e proprie porcherie. Infine ribadisco ciò che penso da sempre: la mafia non è un gene, la prepotenza non si trova nel DNA di nessuno, la gente si comporta così perchè le istituzioni sono inutili, sono vessatorie al massimo, Palermo è governata da un’oligarchia di mafiosi-politici che tiene per la gola la parte povera della città e crea situazioni per cui noi dobbiamo odiare i nostri concittadini secondo la logica “divide et impera” perchè se invece di incazzarci singolarmente ci incazzassimo tutti e 600.000 allora voglio vedere se non li trovano i soldi per un sottopassaggio…

  62. huge

    @pepposki, le proposte alternative in questa sede sono del tutto fuori luogo. Stiamo commentando un fatto a mio avviso molto grave, ossia la consueta prepotenza “mafiosa” di alcuni cittadini che non sanno cosa sia il rispetto della legge e delle regole, e un’amminastrazione comunale ancora una volta accondiscendente e senza alcuna autorità.

    E’ assurdo che non si possa neanche provare, per poi verificare se la cura è peggiore del male, riportando tutto allo stato attuale.

  63. Metropolitano

    Ma qualcuno che ha inviato la lettera via email a Milone gli ha posto la domanda su “Chi Comanda – i commercianti o le forze dell’ordine ?” ?

    E’ stata un’esperienza vergognosa ed inquietante e ciò dimostra ancora una volta l’inettitudine di questa amministrazione, che per la prima volta finalmente ha detto che si vorrebbe dimettere (su questo vi giuro di averla letta sul giornale), qualora si andasse a votare per il Governo Nazionale. Io non voterò. Possono stare freschi ! Come i commercianti Max Living e oltre lo svincolo viale Lazio (dopo il quale siamo in zona Nord) da Migliore. Da Migliore dopotutto ci sono stato qualche giorno fa per comprare un super attak. Mentre l’indomani sono andato al Forum per fare una spesa sostanziosa. E l’assistenza che offrono i dipendenti GM e Max Living sull’acquisto sono di gran lunga inferiori a quelli di MediaWorld e IperCoop !
    Se io devo andare da loro, loro capiscano che la viabilità è tutto per un centro commerciale (altrimenti stanno freschi e vado altrove). Perchè allo stato attuale con tutto quel casino che si viene a creare per mantenere la configurazione viaria così com’è loro non avranno un aumento delle vendite. E’ anche per loro che si deve attuare questo provvedimento e bisogna che qualcuno faccia da mediatore tra le istituzioni locali e la gente, possibilmente per evitare equivoci nel dibattito tra assessori contro commercianti, i quali senza adeguate parole per farsi valere (forse con o senza dialettica) continueranno a .
    Vorrei tanto sapere se le autorità sono abbastanza capaci da imporsi sul fatto degli energumeni che alzano le mani quando si cerca di farli ragionare. Staremo a vedere, ma se questo provvedimento non avrà mai luogo (neppure in via sperimentale) sarà una clamorosa sconfitta, per la città, per i viaggiatori che percorrono l’autostrada, per gli stessi commercianti che credono per loro finirà male per pessimismo (stesso evento di Corso Tukory, Piazza Indipendenza e Via Malaspina), per gli abitanti della zona che potranno così continuare a tastare il profumo delle macchine in coda che odora di morte per via dei gas di scarico, per tutti noi in generale.
    Andando a piedi lì ho tossito ogni tanto per difficoltà respiratorie (pur stando bene in salute).

    Eppure quando vogliono riescono a modificare il traffico senza troppe difficoltà come nel caso del Passante Ferroviario.
    Come mai non per il Viale Regione ? Forse è stato fatto l’errore di non intervenire a sorpresa ? Boh. Questa questione va risolta, e senza compromessi o proroghe bibliche. Già ci basta il compromesso del semaforo chiamata anzichè disattivarlo totalmente.
    “Dopo le feste”, puah ! Mi viene il volta stomaco a pensarci e non vedo l’ora di partire di nuovo: starò almeno 20 giorni questa volta lontano da Palermo. Perdonate la mia scelta.

  64. dreamboy

    E’ vergognoso che i commercianti rispettino gli ordini della mafia (pizzo) e non rispettano le leggi dello Stato. Vi rendete conto?
    Poi che ci voleva a fare oggi il giorno di chiusura con i vigili anche senza segnaletica? Sarebbe stato un segnale forte, invece lo Stato si è piegato all’arroganza dei commercianti.
    Riguardo al boicotaggio (una campagna di boicottaggio non si fa su un forum) non me ne frega nulla dei dipendenti che nel maggiore dei casi sono entrati per raccomandazione. Sono anni che cerco di entrare nella GDO mandando curriculum, facendo selezioni e non vengo mai preso. Quindi essere altruista non me ne frega niente.
    Si faccia una petizione popolare invece degli sms a tgs se vogliamo fare qualcosa di concreto. Chi è disposto a mettersi con un banchetto a raccogliere firme?

  65. Metropolitano

    E’ proprio questa la cosa inquietante, dreamboy.
    Non arrivo a capire come è possibile che le autorità (di stato o municipali) non sono intervenuti, se non in sola chiave anti-tumultuosità. C’è una legge che doveva essere rispettata, roba da denunciare tutti.
    Oggi pomeriggio alle 17 sono tornato lì nei pressi dell’incrocio: tutto normale cioè andato a farsi benedire.
    O come dicono gli americani: SNAFU !!
    In quel momento mentre mi dirigevo in macchina che avevo parcheggiato in via Di Blasi e mettere in moto per per andare al Centro dalla via Pitrè, mi sono sentito in un mondo SURREALE. Non ce ne capivo più niente, ed ero abbastanza triste e perplesso in quell’istante.
    Mentre quegli scugnizzi che incrociai alla fermata dell’autobus abbigliati con giubbotto con l’etichetta Trony stavano ancora ridendo, contenti loro. Quale umiliazione per chi invece attendeva da anni questo importante miglioramento del sistema viario.
    Che scempio.

  66. dreamboy

    E poi cosa aspettano ad abbattere quell’ecomostro mai completato di proprietà di max living dove avrebbero dovuto fare i nuovi locali del negozio?

  67. previsto domani altro sit-in dei commercianti.Mi sà che c’è qualche manovratore dietro tutto ciò 😀

    Vogliamo recarci tutti lì?chi vuol venire è libero, ma solo a verificare la chiusura

  68. dreamboy

    Ma perchè non lo chiudono di notte? Oppure il comune sta inscenando una farsa?
    E se ci mettessimo con le macchine in corrispondenza dei varchi in modo da chiudere noi l’incrocio?

  69. Metropolitano

    Sarebbe grandioso metterci tutti “di traverso”. Da solo non potrei farlo, ma anche io ho avuto questa bell’idea di sbarrare l’incrocio con la macchina, ma da solo è partita persa. Rechiamoci lì !

    Ma sto Milone è proprio ‘na Pecora. Chiunque può diventare un leone indomabile per colpa dell’inettitudine amministrativa.
    Non hanno ancora capito chi comanda quì. Che dovrà esserci una rivolta popolare al posto di un intervento coatto? Io ho paura, ma quando ci vuole ci vuole.

  70. dreamboy

    La polizia municipale è sotto le dipendenze del sindaco… e chi è il sindaco di Palermo?
    Il pesce puzza dalla testa.

  71. sixfinger

    Leggendo i commenti mi accorgo che forse molti non conoscono bene il quartiere Altarello. Io vi invito a farvi un giro all’interno di questo quartiere cresciuto in maniera esponenziale ( 20.000 abitanti ) dove vi è un’ alta concentrazione di centri commerciali ( Max living, Legno Market, Brico Arrigo) per constatare quanto sia precaria la viabilità anche per la mancata realizzazione di alcuni interventi ( via b. Croce e via Baviera) che sarebbero fondamentali per dare respiro alla circolazione veicolare e soprattutto necessari che si realizzino prima dell’avvio dei lavori del sottopasso di via Perpignano.
    A questa situazione di degrado urbanistico si aggiunge la chiusura dell’incrocio di via Perpignano, intervento non risolutivo ma necessario per i noti problemi legati all’ inquinamento, alla sicurezza stradale, alla presenza di lavavetri extracomunitari e soprattutto per rendere più veloce la circolazione veicolare in Viale Regione Siciliana, che comporterà inevitabilmente gravi disagi alla già precaria viabilità interna del quartiere Altarello. Nel particolare:
    • Tutto il traffico veicolare interno che dovrà dirigersi verso la rotonda di viale Regione Siciliana si sposterà in via Savonarola congestionando l’incrocio con via Evangelista Di Blasi già fortemente intasato per la continua formazione di ingorghi (incrocio conosciuto dalla P.M. in quanto vicino al comando di via Dogali).
    • Il traffico che dovrà dirigersi verso il Ponte Calatafimi si sposterà in via Pollaci strada già congestionata nelle ore di punta dal semaforo di Corso Calatafimi.
    • Infine il traffico che da valle ( per intenderci da via Perpignano bassa) si dovrà dirigere verso monte si sposterà tra la rotonda di via Leonardo da Vinci ed il Ponte di via Pitrè siti fortemente intasati e caotici.
    I commercianti e le attività produttive ( Max Living 160 dipendenti, Legno Market 75 dipendenti, Brico Arrigo 70 dipendenti ( 305 famiglie ) in un periodo di crisi economica che è sotto gli occhi di tutti hanno semplicemente chiesto di prorogare a dopo le festività natalizie il provvedimento,ripeto non risolutivo, che è stato annunciato circa un anno fa e che solo oggi appena un mese prima delle festività trova adozione.
    Si sottolinea inoltre che la gente sarebbe ben disposta a sopportare il sacrificio dei disagi ma quando si chiedono per la realizzazione di infrastrutture tipo per i lavori del sottopasso (vedi piazza Indipendenza, via malaspina ).
    Invito tutti quanti e soprattutto mobilita Palermo a monitorare attentamente gli effetti di questo provvedimento non limitandosi però alla verifica dei flussi veicolari di Viale Regione Siciliana. Ritengo necessario che l’ Amministrazione deve saper coniugare anche le esigenze di un quartiere che seppur piccolo, per la sua storia e per le sue risorse economiche si sente integrato al Comune di Palermo e non “ ghettizzato”. Confido nella disponibilità dell’Assessore Milone il quale ha assicurato che il provvedimento in questa fase sperimentale sarà monitorato attentamente ed in corso d’opera si cercherà di mettere in atto alcuni accorgimenti migliorativi come per es. la corsia dedicata per la svolta continua sul ponte di via Pitrè anziché raggiungere il ponte Calatafimi, eventuali sensi unici da attuare in via Perpignano o in via Evangelista di Blasi ecc..

  72. @sixfinger, i flussi anzitutto sono IMPORTANTI in quanto danno idea della QUANTITA’ di autoveicoli che nei giorni lavorativi (e in un arco orario ben definito) si muovono in alcune direttrici.
    Sono pertanto essenziali per capire quante auto si riverseranno presso la rotonda Einstein ed in via Pollaci.Partendo intanto da questi dati, si noterà che non tutte le 881(molto esiguo rispetto alle quasi QUATTROMILA che transitano in direzione TP) auto dal lato monte si andranno a riversare in via Pollaci.Ovvio che questo numero diminuirà visto che ci saranno auto che prenderanno la corsia centrale in direzione CT.
    Così come le 2700 autovetture che proverranno dal lato valle, non tutte si andranno a riversare alla rotonda Einstein considerato che molte prenderanno la corsia centrale in direzione Lazio e Belgio.
    Ma abbiamo ribadito di fare attenzione in questa rotonda.
    Noi intanto partiamo da un altro dato di fatto: per attraversare l’incrocio da valle a monte, si impiega circa 34-37min.
    E verificheremo i nuovi tempi di percorrenza che saranno documentati ed inviati a Ufficio Traffico, organi di stampa e Circoscrizione.
    Non mi sembra che da certi toni espressi (poco civili, specie durante l’incontro con l’ass. Milone), si è ben disposti a sopportare il sacrificio di alcuni disagi.Anche dagli interventi di stamattina su Rgs, mr. Brico che dichiarava di non poter più campare 40 famiglie (equivalenti a meno di 70 dipendenti) cercava a tutti i costi di trovare un capro espiatorio.
    Ricordo infine che durante la chiusura della rotonda via Oreto, Piazza Indipendenza ed infine via Malaspina, in tanti furono pronti a urlare catastrofi profetizzare crolli di vendite e licenziamenti.Nonostante le opere in costruzione….non aggiungo altro!

  73. Metropolitano

    Io inevitabilmente nel mio quartiere troverò piazza Einstein ancora più affollata del solito, ma almeno gradirei il risultato dell’esperimento, se proprio dovranno ripristinare la viabilità così com’è in seguito. Si faccia questa prova ! E spero abbia successo ovviamente, molto probabilmente sì con buon spirito di adattamento.
    Tutti noi dovremmo imparare nella vita a fare dei sacrifici, come mammina ci ha insegnato. O no ?

  74. sixfinger

    @antony977 in cuor mio spero che il provvedimento funzioni si vedrà….. anche se il Comandante della P.m. Di peri ha espresso qualche perplessità sulle eventuali ripercussioni sui due punti critici rotonda einstein e ponte Calatafimi. Visto che prendi in causa Brico che comprende anche Arrigo Ferramenta di via perpignano e Atelier di via savonarola nonchè Arrigo ferramenta di via porta di castro( non c’entra fa parte dell’Azienda ecco perchè 70 dip. ) ti invito a fare un monitoraggio su via Savonarola e via evangelista di Blasi per verificare le ripercussioni…… Non credo che si possa comparare piazza indipendenza, cosa che ho vissuto, e malaspina con questa situazione che coinvolge un intero quartiere. in quei siti sono stanno per essere realizzati opere necessari. Ti posso assicurare inoltre che la gente ed i commercianti non vogliono il provvedimento perchè non è propedeutico alla realizzazione del sottopasso. A proposito quando si apriranno i cantieri per il sottopasso ( se si apriranno mai) come sarà la circolazione in viale regione.

  75. @sixfinger, ovvio che le perplessità ci possono pure stare.E di fatti mettiamo in guardia sulle auto presso la rotonda Einstein.Ma siamo certi che non mancheranno i benefici.
    Ho preso Brico perchè stamattina in radio non ha spiegato proprio nulla.E alle orecchie di tutti è arrivato un suo chiaro messaggio di voler cercare un capro espiatorio.La crisi c’è ed è innegabile.Ma perchè addossarla a questo provvedimento?
    Tanto appena aprirà il CC Ingastone, stai tranquillo che si lamenteranno lo stesso.
    Le comparazioni fatte con piazza Indipendenza e Malaspina sono state fatte perchè i commercianti si lamentano a prescindere dal tipo di lavori.Ergo, si lamenterebbero anche qui se cominciassero da subito i larori del sottopasso.Ripeto: faremo i monitoraggi sui nuovi tempi di percorrenza perchè si è parlato di possibile ghettizzazione e ciò va verificato

  76. Metropolitano

    Ehi tu ! Lo sai che anche noi aspettavamo il sottopasso ma che la Cariboni è fallita comportando anche la sospensione dei lavori in fase avanzata del ponte corleone ?
    Di certo non sarà più a breve termine la realizzazione di quella galleria, quindi caro sixfinger sei pregato di dire ai tuoi amici commercianti che lascino lavorare un poco anche gli operai che devono iniziare l’esperimento, in modo da permettere anche a noi altri di farcene un’idea della chiusura dell’incrocio.
    Del resto quei commercianti devono pur continuare la loro attività, invece di interromperla per legarsi ai pali e fare loro stessi i pali con il sit-in per proteste infondate e pregiudiziali. Lavorino e lascino lavorare anche gli altri !

  77. black

    @sixfinger
    Se come credo sei Rosario Seidita, presidente della IV circoscrizione di Palermo, ovvero proprio la circoscrizione interessata dal provvedimento, non limitarti a scrivere in questo bellissimo sito. Domani quando si riproverá a chiudere l’incrocio fatti trovare li e parla con i cittadini della tua circoscrizione e convincili a non continuare a commettere il reato d’interruzione di pubblico servizio. Le proteste non si fanno in questo modo, questa é delinquenza. Cosí come la maggior parte della cittá ha subito per anni incolonnamenti mostruosi in quel maledetto incrocio cosí una piccola parte della cittá DOVRA’ accettare un breve tempo di sperimentazione della chiusura. Spero veramente che domani prevarrá il buonsenso ma soprattutto la LEGALITA’.

  78. sixfinger… dovremmo per caso ascoltare il titolare del panificio all’angolo tra via Savonarola e via perpignano? che più abosivo di lui nn c’è nessuno? oppure l’altro O..veri? ma va questi sono manovrati da voi consiglieri.. e nn si sa da quale parte malsana della politica dell’attuale maggioranza a palazzo delle Aquile, ANDATEVENE A CASA, vogliamo gente nuova, e pulita!!!!! no come quel consigliere di Cruillas oggi arrestato per truffa!!

  79. samir

    interi decenni di semoforo e di buttare veleno, salute e soldi in quel semaforo abbiamo dovuto “accollarcela” tutti….!!!

    ora PERMETTETECI DI RESPIRARE, DI CIRCOLARE….ALMENO PER UN PERIODO DI PROVA!
    NON NE POSSIAMO PIù DI QUESTO INCROCIO……MALEDETTO…..

    Seidita…..i 50 lavavetri…che lasciano lo schifo sullo spartitraffico della circonvallazione???? come mai non fate una protesta??? ….vi piace vivere nella munnizza……??
    perchè non scendete in strada per tutto ciò che manca nella tua circoscrizione??

    rispetto per la LEGALITà….

  80. Metropolitano

    sèh, a munnizza… ragazzi, quelli se ne sbattono dell’ambiente e della qualità dell’aria resa irrespirabile da tutte quelle code che si formano ogni minuto sull’arteria principale del Viale Regione per il flusso di auto che non è libero di scorrere in maniera naturale. A loro interessano i propri profitti, il cui decremento ce lo devono innanzitutto domostrare !! Ma per potercelo dimostrare si dia inizio alla prova prima, invece di fare l’ okkupazione stradale, con maniere per giunta illegali !!

    DOVREBBERO SCATTARE LE MANETTE! Ma nò, le guardie sono troppo dolci e carine a lasciarli “giocare” con gli operai, che invece fanno un lavoro molto più importante e professionale. E stanno a guardare… che bello spettacolo. Erano anni che non provavo tutto questo sdegno per degli sconosciuti, gli stessi che okkupano la sede stradale. Ma per cosa, per difendere i propri diritti con le botte e negare i diritti altrui ???
    Magari fossero operai della Fiat a protestare, macchè…

  81. Luca

    A Palermo, perche’ un negoziante venda

    1) le strade devono essere tutte a doppio senso
    2) i vigili non devono multare le macchine in divieto di sosta
    3) tutte le strade si devono intersecare, a costo che la gente perda la giornata a questi incroci maledetti
    4) le regole di circolazione possono essere infrante

    E nessuno degli amministratori, vigili etc ha le [email protected]#!e di metterli in riga.
    Nessun business fallisce per le ragioni a dir poco ORIGINALI che i commercianti Palermitani portano…

  82. pepposki

    L’incrocio è CHIUSO. Una macchina della polizia municipale ed un furgone amat, sbarrano il passaggio. I semafori risultano ancora attivi, ci sono operai amg che lavorano

  83. Metropolitano

    Era ora. Ma è il risultato che conta. Passerò da lì più tardi a vedere. Grazie di cuore, pepposki.

  84. putroppo i commercianti a palermo sono quelli che contano perchè forniscono i voti, e alimentano le casse di “cosa nostra”, e a volte sono anche componenti di questa organizzazione, via a discutere con queste teste..

  85. Fulippo1

    Pressocchè assurda e improponibile l’affermazione in cui viene asserito che si stà ghettizzando il quartiere altarello…………per un provvedimento del traffico??????

    Ma forse non si conosce nemmeno quello che si dice!!!!!

  86. sixfinger

    Non ho nessun problema a dire che sono Rosario Seidita Presidente della IV e tengo a precisare che il sottoscritto non si limita solo a “chattare” in questo sito che conoscendolo ha avuto modo di apprezzarlo per la preziosa attività che svolge nella città di Palermo. Come circoscrizione è interessata anche la V infatti via perpignano bassa e tutto il comprensorio appartiene alla V circoscrizione. Voglio premettere che il poco tempo disponibile non mi permette di seguirvi in maniera costante è questo il motivo per cui rispondo ad intermittenza. Ma colgo l’occasione per dirvi che sono disponibile ad un confronto aperto e spero anche di presenza per discutere su tutte quelle iniziative che interessano il territorio della IV circoscrizione e che porto avanti sia personalmente che come consiglio. Se volete la sede della IV Circ. è in viale Regione 95 ( accanto palazzo della Finanaza).
    Per quanto riguarda giorno 18 i commercianti e soprattutto i grandi centri commerciali chiedevano soltanto la proroga di un mese (non vedo nulla di male se un ordinanza annunciata 1 anno fa che doveva partire ad agosto nel periodo estivo si chiede di spostarla a dopo le festività). Richiesta che non ha ricevuto nessuna risposta dall’ufficio Traffico che purtroppo ha acceso un pò gli animi.
    Visto il clima di tensione che si è venuto a creare, anche per la presenza di carabinieri e poliziotti antisommossa, il sottoscritto, su richiesta degli stessi commercianti ed alla presenza del responsabile della Digos, ha chiesto telefonicamente all’Assesore Milone un urgente incontro con una delegazione di commercianti e di residenti. Questo incontro alle ore 11.15 anche se molto acceso perchè l’obiettivo era quello di ottenere la proroga è stato molto proficuo e soprattutto utile a rasserenare gli umori di tutti. Prova ne sia che oggi gli operai hanno tranquillamente eseguito i lavori.
    Concordo nel fatto che solo dopo qualche settimana potremo valutare con cognizione eventuali criticità e ripercussioni negative che il provvedimento potrà generare. Infine sulla “ghettizzazione” del quartiere Altarello è un sentimento comune che purtroppo deriva dal fatto che alcune opere importanti per la viabilità interna del quartiere ( via b. Croce e via Baviera, allargamento di via perpignano ) da molti anni vengono annunciate ma mai realizzate per mancanza di risorse da parte del Comune. Con la chiusura dell’incrocio anche i tecnici dell’ufficio traffico hanno detto che inevitalbimente sarà penalizzato il quartiere di Altarello. Ora spero soltanto che il provvedimento riesca a dare i risultati attesi e che la gente si abitui.
    http://rosarioseidita.wordpress.com/

Lascia un commento