Un medio centro commerciale Famila nell’ex stabilimento Coca Cola

Spread the love

Pochi mesi fa è stato presentato allo  Sportello Unico delle Attività Produttive il progetto per la costruzione di un centro commerciale a Partanna Mondello: il centro commerciale prenderà il posto dell’ex stabilimento della Coca Cola .

Sarà composto da un Famila Superstore di 3 mila metri quadrati, 9 negozi da 100 mq ciascuno e parcheggi per 11.500 mq. Sono previsti circa  settanta  posti di lavoro: è possibile inviare il proprio curriculum all’indirizzo [email protected] . Il progetto è stato  presentato dal gruppo Abate: si tratta di una  società della gdo che opera nella Sicilia orientale con i marchi Famila, A&O, C+C e che ha realizzato il centro commerciale Etnapolis di Belpasso (CT). Il progetto è in attesa delle autorizzazioni edilizie e commerciali. Si prevede l’apertura per il 2010.

Intanto è imminente l’apertura di un Expert Papino in via Ugo la Malfa 61, nei locali dell’ex concessionaria Renault. Il Gruppo Papino è proprietario di diversi punti vendita di elettronica nella parte orientale dell’isola e si trova, ad esempio,all’interno dei centri commerciali Etnapolis e I Portali. La scorsa settimana ha inaugurato un nuovo punto vendita a Cammarata (AG), presso il nuovo Centro Commerciale La Fornace. 

 

Post correlati

21 Thoughts to “Un medio centro commerciale Famila nell’ex stabilimento Coca Cola”

  1. Non vorrei parlare anzitempo, ma credo che la zona si stia ampiamente saturando di questi cc o medi-cc. Calcolando anche che teoricamente di qui a breve dovrebbero partire i lavori del cc di Zamparini, ho impressione che ce ne sia qualcuno di troppo: Famila, Centro Olimpo, Auchan (Ex città mercato), il nuovo GS nella strada per Pallavicino ecc.

    Anche se con le dovute differenze, non so quanto dureranno tutti insieme nel giro di pochi km.

    Avrei auspicato una struttura dedicata settorialmente o una riconversione della destinazione d’uso.

  2. tra l’altro questi piccoli centri avrebbero pure vita breve, vista la concorrenza del mega centro Zamparini… Io personalmente l’avrei utilizzata per altre cose

  3. SalvatoreB

    Tra un po cominceranno a chiudere uno dietro l’altro, e lì cominceranno le polemiche sui licenziamenti e le altre solite cose di Palermo

  4. marcone83

    expert papino? ma se c’è già un’altro expert nella stessa strada… ma stiamo scherzando? certo che la zona sta diventando zeppa di centri commerciali (???)… nn è meglio prima sistemare la viabilità nella zona? lavoro in un call center lì in via ugo la malfa e anche se circolo con il motorino trovo sempre confusione e spesso rimango nel traffico… bah…

  5. antony977

    …e il Lidl è quasi alle spalle del futuro Famila

  6. fabdel

    è veramente un troiaio scandaloso questo proliferare di baracconi, è la nuova mafia. lo stabilimento cocacola (marchio ultracentenario icona del XX secolo) sarebbe potuto diventare un esempio di archeolgia industriale, ragionando ovviamnete in prospettiva. un po’ quello che rappresenta ai nostri giorni, ad esempio, lo stabilimento florio a favigana. per i miseri cervelli dei politici che ci amministrano però e chiedere troppo talmente sono presi a dare la possibilità alla mafia, tramite il beneplacito per l’edificazione dei baracconi di cui sopra, di riciclare denaro sporco.

  7. fabdel

    “è* chiedere troppo”

  8. fabdel

    il giro che c’era dietro al centro olimpo, ad esempio, è già stato ampiamente sgamato dai magistrati. una curiosità, li leggete i giornali?

  9. fabdel

    voi spesso partite dall’assioma “costruire sempre e comunque”=modernità, pensando a chissà quali fantascientifiche prospettive. ma palermo non sarà mai tokio.. tutt’al più, di questo andazzo, la nuova Ferentari ..

  10. fabdel

    cmq ,a scanso di equivoci, tokyo mi fa schifo. that’s all

  11. Lele

    ragazzi…è un modo per investire soldi…non per creare concorrenza. ricordatevi che più centri commerciali ci sono + i prezzi dovrebbero essere concorrenziali. questo non avviene. per quanto riguarda expert papino, mi sembra molto strana la cosa. Di solito le aziende danno un esclusiva di zona. mai visto due negozi dello stesso brand e gestori diversi (Pistone e Papino) distanti solo pochi metri. Inoltre tutto ciò creerà perdite di posti di lavoro e chiusura piccole attività. Ci vuole equilibrio…anche in questo.

  12. fabdel

    esatto . nella migliore delle ipotesi, cioè se non c’è la mafia dietro, fanno i cartelli per mantenere tutti gli stessi prezzi (livellati per eccesso). gs, colleverde, centro olimpo 1 ricarica di sapone neutroroberts oltre 2 euro ( piazza san lorenzo 1 euro), brico center 1 misero rollino di sottilissimo filo di rame quasi 4 euro, [email protected] dei prezzi davvero competitivi!!!

  13. marcozs

    @ fabdel: no, i giornali non li leggiamo. Siamo tutti under 65. 🙂

  14. antony977

    In effetti tutto questo concentramento di centri commerciali in quella zona…mi sembra davvero eccessivo!
    Pensate: presso il GS di via Castelforte, alcuni negozietti all’interno si trasferiranno a Carini-Torre Ciachea.
    Fra quelli già esistenti, il centro Olimpo Despar ha prezzi decisamente più cari rispetto Gs.
    Lidl ottimo per chi vuol fare una spesa intelligente all’insegna del risparmi ed anche qualità.Ottima birra in primis 😀

  15. fabdel

    prezzo/qualità Lidl è ottimo davvero e, limitamente ad alcuni articoli di arredo per giardino (=stupendi tavoli in mosaico), anche la Fabbrica delle Idee

  16. IoGomesio

    la spesa dei cavernicoli che scendono dalle case abusive lassù

  17. samir

    ….la settima circoscrizione (Pallavicino, mondello, partanna, tommaso Natale, San Filippo Neri..ecc..)….stà diventando un proliferare di centri commerciali e varei….tra LIDL, I 2 GS, CENTROLIMPO, EURONICS, PAPINO, PISTONE, (FUTURO ZAMPARINI), COLLE VERDE, FABBRICA DELLE IDEE, BRICO CENTER, AUCHAN e altri……
    Ma nonostante ciò a parte LIDL i prezzi sono tutt’altro che concorrenziali!!!
    e cmq stano diventando troppi!!!!

  18. @ fabdel, devi farti riprendere ad ogni thread. Se tu sei a conoscenza di collegamenti tra alcuni centri commerciali e la mafia fa il tuo dovere di cittadino e denuncia alle autorità. Ma visto che si tratta di pure illazioni NON, e sottolineo NON, utilizzare il nostro blog per lanciare accuse senza prove nascondendoti dietro un nick. Le accuse che lanci sono troppo grosse ed infamanti. Se vuoi continuare a scrivere nel nostro blog modera le tue accese. Grazie.

  19. anche io sono contro questo eccessivo proliferare di “centri commerciali”. Secondo me quelli previsti vanno più che bene, ma molti imprenditori che hanno denunciato estorsione hanno dichiarato che la mafia si fa i soldi coi centri commerciali. Ovviamente non si può dimostrare nulla, ma non mi stupirebbe. Io penso che i centri commerciali previsti, quelli di grandi distribuzioni come Ciachea, Torre Ingastone, Roccella e Zamparini sono ormai più che sufficienti per la nostra città. Non vorrei che dal difetto si passasse all’eccesso creando un nuovo sacco di Palermo e costruendo centri commerciali ovunque ve ne sia l’occasione. I centri commerciali previsti hanno senso perchè sono molto grandi e accentrano più funzionalità al loro interno, inoltre la loro posizione periferica garantisce lo scorrimento del traffico cittadino. Ma è ovvio che le mafie adesso avranno interesse a investire su questo trend, quindi si deve stare attenti. Per quanto mi riguarda, l’edificio della Coca Cola l’avrei utilizzato per altro. Questo mini-centro commerciale in stile centro Guadagna non ha proprio senso, soprattutto perchè subirà l’enorme concorrenza del centro Zamparini. E proprio per questo la cosa mi crea ENORMI punti interrogativi

  20. fabdel

    guarda che era scritto nel Giornale di Sicilia, ci sono stati anche degli stati arresti!

  21. fabdel

    ho scritto uno “stati” di troppo, perchè non mettete l'”edit” per i post?

Lascia un commento