Articolo
17 nov 2010

Riconvertire il verde di Piazza Einstein in un giardino pubblico

di Giulio Di Chiara

Sicuramente tutti noi passiamo spesso da Piazza Einstein. Altrettanto spesso rimaniamo impantanati nel traffico e nel caos. In molti però non avranno fatto caso a quella grandissima area verde inutilizzata dietro il muro che costeggia il raccordo tra viale Reg. Siciliana e via Uditore. Ebbene, quest'area, di proprietà regionale, doveva accogliere la nuova sede regionale. Si parlava di un grattacielo, con annessi e connessi. Questo progetto sembra sia stato definitivamente accantonato. Addirittura sembra che la location per questa opera sia stata spostata sotto Baida. Ma si tratta di voci. In tutto questo è partita un'iniziativa da parte dei residenti del luogo, subito appoggiati da movimenti quali il FAI, Legambiente, Salvare Palermo, WWF, per chiedere la variante urbanistica che destini l'area alla realizzazione di un giardino pubblico. MobilitaPalermo, sempre attenta a questi avvenimenti, è stata invitata a partecipare alle riunioni di coordinamento dei movimenti per seguire la vicenda. Si sta procedendo inanzitutto a raccogliere almeno 3000 firme , che dovrebbero servire a inoltrare la questione in consiglio comunale. Sappiamo per le esperienze passate che le raccolta firme non hanno portato mai a grossi risultati. Ma ci proviamo. Pertanto Vi invitiamo ad apporre la Vostra firma per la causa presso la sede di - Legambiente, in via Tripoli 3,  dalle 9.30 alle 13.00 ed il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30. - WWF, in via Archimede 56 - 0917434726 -  da lunedì a venerdì dalle 10.00  alle 18.00

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
18 ott 2010

Legambiente: Palermo terz’ultima nella classifica degli ecosistemi urbani

di Giulio Di Chiara

E' stata resa nota la diciassettesima edizione del rapporto sulla qualità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani di Legambiente e Istituto di Ricerche Ambiente Italia. Il documento pubblicato inizia così: E’ di nuovo allarme ambientale nelle grandi città italiane. Con l’unica eccezione di Torino tutti i nostri centri urbani con più di mezzo milione di abitanti vedono peggiorare il loro stato di salute. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 11

Ultimi commenti