Articolo
19 mar 2019

La mappa navigabile degli incidenti a Palermo nel 2018 (a cura di OpenDataSicilia)

di Giulio Di Chiara

Grazie alla pubblicazione dei dataset in formato "open" da parte del Comune di Palermo e della Polizia Municipale, la comunità di Open Data Sicilia e in particolar modo Giovan Battista Vitrano, ha prodotto un'interessantissima mappa in cui vengono riportati attraverso areali e colori le zone maggiormente interessate da sinistri su strada. Una visione globale e immediata del fenomeno, che può dare vita a mille riflessioni in merito alle criticità che andrebbero risolte per prevenire gli incidenti. Scrivete nei commenti le vostre riflessioni, soprattutto per quelle vie che percorrete più spesso. Poter contribuire in maniera "qualitativa" al semplice dato è un contributo potenzialmente utile per coloro che dovranno affrontare questa tematica. Visualizza a schermo intero Visualizza a schermo intero Incidenti rilevati dalla Polizia Municipale di Palermo (tot. incidenti 3340) Legenda codici: F = Feriti - sinistro con lesioni a persone; C = Cose - sinistro con solo danni a cose; R = Riserva - sinistro con almeno una persona in prognosi riservata sulla vita (che se sciolta si trasforma in un normale incidente con feriti f se avviene il decesso in un mortale M); M = Mortale - sinistro con almeno un deceduto.

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
08 giu 2016

Incidenti stradali in città, quale prevenzione?

di Mobilita Palermo

Continua la scia di gravi sinistri stradali in città, e un numero di morti che sale paurosamente. Solo otto nell'ultimo mese, compresi pedoni falciati. Fra auto ribaltate e che si vanno a schiantare lungo i viali del Parco della Favorita, qui le riflessioni di Gabriele Corsale in merito l'attività di prevenzione. Vi scrivo poche ore dopo l'ennesima incidente sulle nostre strade, probabilmente a causa dell'elevata velocità, e proprio questo pomeriggio, di ritorno a casa, attraversando il Parco della Favorita mi aspettavo di trovare il solito autovelox o altro ( almeno una pattuglia ) per far sentire e notare al cittadino, il continuo controllo del controllo. Ma ahimè niente di tutto ciò. Anzi, la classica fila di auto e moto che superava non curante dei limiti di velocità, incuranti della presenza di atleti e ciclisti. Adesso mi chiedo se la vostra presenza ( intesa come forze dell'ordine ) sia dovuta solo occasionalmente per far cassa, per consentire l'infinita potatura degli alberi in viale Regina Margherita, ma su quale prevenzione possiamo fare affidamento? Oltre ai soliti autovelox, esiste una campagna di sensibilizzazione nelle scuole e per strada che possa scuotere le coscienze dato che questo triste primato non sembra affatto scoraggiare molti automobilisti? Foto: Gds

Leggi tutto    Commenti 28