3 commenti per “
  • punteruolorosso 2022
    17 mar 2019 alle 7:48

    ottimo. e per il giardino? quando partono i lavori?
    non vorrei che andasse a finire come l’ex deposito locomotive, con un dosso e un muro davanti al mare. tutti questi spazi devono avere accesso al mare, altrimenti non c’è nessuna differenza fra essi e qualsiasi area ex industriale in periferia. recuperando la fruibilità della costa dalla foce dell’oreto a romagnolo, si avrebbe una linea continua. poi c’è il mammellone, in parte occupato da tir e campi di calcio. insomma sgomberare e fare dei terrazzamenti come ad acqua dei corsari.

  • belfagor 592
    21 mar 2019 alle 7:46

    Oggi sarà riaperto lo Stand Florio: è certamente un momento importante per il recupero e il rilancio della Costa Sud. Ma purtroppo gli ostacoli e i “ nemici” a tale recupero sono tanti.
    Cristina Alga, fondatrice del Museo del mare di Sant’Erasmo , ha denunciato :«La scorsa settimana, precisamente la notte tra giovedì e venerdì delle brutte persone sono entrate negli uffici del museo, ex deposito ferroviario di Sant’Erasmo, e hanno preso la macchinetta del caffè, il forno a micro onde appena comprato, le stufe, le stampanti e anche la boccia dell’acqua……. Ultimamente la zona della Costa Sud è presa di mira per per furti e brutti gesti “
    “«Domani ( oggi) si inaugura anche lo Stand Florio – aggiunge Cristina Alga – che è stato appena ristrutturato, anche loro sono un po’ preoccupati dell’andazzo che si respira per adesso”
    “Abbiamo scritto anche al sindaco e qualche assessore raccontando cosa è successo dicendo che sicuramente la struttura ha bisogno di essere presidiata e vigilata”
    Sabato 23 marzo dalle 19 e fino alle 21.30 all’Ecomuseo del mare ci sarà una festa con tanti amici e sostenitori di quel luogo.

    P.S Mentre tanti privati e cittadini stanno faticosamente lavorando per rilanciare la Costa Sud, purtroppo dal Comune …tutto tace.
    Sono lontani i tempi quando si prometteva che la Costa sud sarebbe diventata una nuova Mondello.

  • punteruolorosso 2022
    21 mar 2019 alle 10:23

    non lo so se tutto tace. certamente la maleducazione e la delinquenza del quartiere brancaccio-sperone non sono colpa del comune. è stato preso di mira anche il terreno in cui dovrà sorgere l’asilo di don puglisi. ce l’hanno con chi cerca di portare un po’ di bellezza. come si mette un carabiniere dietro ad ogni cittadino? col tempo impareranno ad apprezzare. per questo è importante che il risanamento sia lungo tutta la costa, e non si creino isole felici circondate dal degrado. l’accesso al mare è una via di fuga anche per gli occhi. ci si sente meno in prigione e si guarda all’altro lato della città, al porto, alle navi…
    abbattete tutti quei muri e restituite la vista del mare alla costa sud, recuperando gli edifici storici e abbattendo quelli abusivi, togliendo i rifiuti e i detriti, creando dei terrazzamenti e dei giardini sui mammelloni.


Lascia un Commento