26 apr 2017

Un tunnel automobilistico sotto il parco della favorita?


Perchè non costruire un tunnel a doppia carreggiata con interramento lato fiera è sbocco all’uscita del cancello direzione mondello? (vedi roma sotto villa borghese).

Considerando che il progetto non dovrebbe  prevedere nessun spostamento di sottoservizi e altro.
Ciò comporterebbe una grande agevolazione da è per mondello,ma finalmente si potrebbe avere un parco completamente dedicato ai cittadini con varie attività ricreative.piste ciclabili laghetti,giochi,ecc.


Favoritamobilita palermopropostetunnel

16 commenti per “Un tunnel automobilistico sotto il parco della favorita?
  • franco.mamone 4
    27 apr 2017 alle 10:30

    E’ una proposta che, chissà perchè non viene nemmeno presa in considerazione a Palermo.
    E’ vero a Roma anni fa quando hanno allargato il raccordo hanno anche interrato il pezzo che passa sotto l’Appia recuperando il parco.
    E un lavoro più che fattibile anche dal lato che termina lato bowling in questa maniera la viabilità sarebbe garantita il parco rimarrebbe un isola verde immensa senza il bisogno di chiuderla alle auto la domenica.
    Per garantire durante i lavori la viabilità per quelli che vengono da Mondello basterebbe fare doppio senso di marcia una delle due arterie,così il disagio si ridurrebbe al minimo.

    Speriamo nel miracolo…..

  • friz 810
    27 apr 2017 alle 14:54

    Ciao Wert… condivido la tua proposta perchè è simile a quella da me avanzata in alcuni commenti precedenti… anche se magari io ritenevo più importante mettere sotto terra la strada che attraversa la Favorita da Mondello in direzione Palermo… ad ogni modo anche quello che proponi tu sarebbe importante…. Perchè sarebbe importante?
    Perchè dentro la FAVORITA, se col tempo dovesse diventare un VERO PARCO, ci saranno sempre più genitori con i loro bambini… e quindi, per una questione di sicurezza, è bene che non ci siano strade….
    Infatti qualche giorno fa ho attraversato la Favorita in macchina (e fortunatamente stavo andando veramente piano), ma improvvisamente è sbucato un bambino correndo nella strada, dove non c’erano strisce pedonali…. ringraziando Dio ho avuto la prontezza di piantare i freni ed ho avuto anche la fortuna che non c’era nessuna macchina dietro di me… altrimenti… altrimenti…
    Sì, Wert, è una follia che un parco, (pieno di bambini e di cani con i padroni), sia attraversato da strade…. infatti non è difficile pensare che un cane, o peggio un bambino, possa attraversare improvvisamente la strada in un punto in cui ciò in teoria non dovrebbe avvenire….

  • punteruolorosso 1621
    28 apr 2017 alle 8:32

    il tunnel andrebbe collegato con la circonvallazione, in modo che i tir lo possano utilizzare per andare al porto. e ce ne vorrebbe un altro lato sud-est, per decongestionare via messina marine

  • huge 2135
    28 apr 2017 alle 9:16

    Non ne sono sicurissimo, ma ricordo che alcuni anni fa un’ipotesi del genere era stata accennata, ma a quanto pare ci sarebbero dei vincoli sulla Favorita che la impedirebbero. Interferenze con la falda e altro.

    In ogni caso, a prescindere dai vincoli paesaggistici, la spesa non sarebbe neanche lontanamente giustificata dai benefici economici.

    Per raggiungere Mondello ci sono già via Lanza di Scalea e via dell’Olimpo. Ampie strade di scorrimento, tra l’altro ben connesse con l’autostrada e la circonvallazione. Non vedo perché il palermitano debba pretendere di passare dalla Favorita.

    • friz 810
      28 apr 2017 alle 11:19

      …perdonami Huge ma non sono d’accordo con quanto hai scritto in questo commento… attualmente il “parco” della Favorita è tagliato da due strade… e quindi a mio avviso è come se ci fossero tre “parchi”… e per un bambino, o per una persona anziana, è estremamente pericoloso passare da uno di questi “parchi” all’altro… inoltre c’è un’altra anomalia… di solito nei parchi le bici passano in totale sicurezza e lontane dalle auto, invece nel nostro caso abbiamo le piste ciclabili accostate alle macchine…
      Creare un Parco della Favorita totalmente pedonale, prevedendo dei tunnel sotterranei, sarebbe una grande opportunità per far diventare la Favorita un Vero Parco… è raro che i GRANDI PARCHI siano attraversati da due strade… o almeno io non ricordo di altri parchi attraversati da strade…boschi e foreste sì, ma parchi no… e anche se ce ne fossero non penso che sarebbe un bel modello da imitare…. Sono certo che se ci fosse una situazione simile in una città ricca si tenterebbe di porvi rimedio…. e a mio avviso anche in una città povera ci proverebbero… ma siamo a Palermo e quindi come andrà a finire non si sa…
      Chiudo con una speranza:
      Speriamo che possa essere eletto a Palermo il candidato sindaco che si darà da fare in tal senso…
      P.S …prevedere dei sottopassaggi pedonali per attraversare le strade in questione, come se non erro aveva previsto questa giunta, sarebbe una soluzione pessima e con effetti limitati… infatti un bambino che corre in un parco attraversa la strada dove gli capita… non passa necessariamente nel sottopassaggio… perchè erroneamente pensa che il parco è un luogo sicuro… e solitamente lo è, ma siamo a Palermo…
      P.S ….ho usato le virgolette parlando del “Parco” della Favorita perchè purtroppo non è ancora un Parco…

      • huge 2135
        28 apr 2017 alle 15:18

        Friz, io sono assolutamente d’accordo con la necessità di chiudere la Favorita alle auto e renderla “davvero” un parco. Fosse per me, la chiuderei pure domani. Proprio perché, come dicevo nel post precedente, per raggiungere Mondello ci sono degli ampi viali a disposizione che possono benissimo sopperire alla chiusura di viale Diana e viale Ercole. Che i palermitani imparino a cambiare le proprie abitudini!

        Contestavo solo la fattibilità economica di un eventuale tunnel.

        • friz 810
          29 apr 2017 alle 0:48

          Ciao Huge… capisco il tuo punto di vista, sicuramente più realistico del mio… comprendo che La Favorita si potrebbe chiudere al traffico anche domani, ma purtroppo tanto per cambiare ne pagherebbero le conseguenze anche alcune zone vicine alla Favorita che, come già è accaduto quando la Favorita venne chiusa nei giorni lavorativi, si ritroverebbero in ginocchio a causa del traffico… se non ricordo male a Pallavicino e in una parte di Viale Strasburgo si crearono ingorghi non indifferenti… sì, è vero, piano piano alcuni si abituerebbero a fare il giro “largo”, ma non scordiamoci che anche lo svincolo di Via Belgio si intasa con facilità… e in ogni caso costringere le macchine a fare il giro largo significa fare stare le macchine nelle strade più del dovuto e in ultima analisi significa inquinare di più la città….
          Sono d’accordo con te sul fatto che magari prima di fare quei tunnel sarebbe più opportuno iniziare a finanziare opere strategiche e fondamentali come la Metropolitana, ma dato che sembra che della metropolitana non gliene freghi niente a nessuno dei possibili candidati sindaci che probabilmente potrebbero vincere (anche se spero di essere smentito dai loro discorsi e dai loro fatti!), perlomeno il prossimo sindaco potrebbe tentare di rendere la Favorita un PARCO VERO, perchè attualmente non lo è… è vero, non sarebbe la soluzione di tutto, ma almeno sarebbe qualcosa… sempre meglio di niente…

  • walter 45
    28 apr 2017 alle 9:17

    Salve, sognare non costa niente, è visto che siamo in campagna elettorale fate pure, questa giunta e probabilmente anche quella che verrà non è all’altezza di far costruire due semplici sovrappassi pedonali “tipo quelli fatti per il tram” per spegnere gli ultimi due semafori, penso anche alla famosa pedimontana, figuratevi il tunnel sotto il parco della favorita.

  • fabio77 701
    28 apr 2017 alle 11:10

    Mi dispiace ritornare brutalmente alla triste realtà, ma in una città dove non si riesce a garantire nemmeno la manutenzione ordinaria delle strade, dove è impossibile realizzare stracci di rotatorie per fare defluire meglio il traffico, dove i sottopassaggi pedonali di viale Regione sono immondi ricettacoli di ogni sorta di putridume, dove da decenni vialoni immensi finiscono nel nulla perchè non si è capaci di realizzare dieci metri di collegamento con le altre strade, dove il viale Regione presenta ancora la segnaletica degli anni Ottanta, dove si risolvono i problemi strutturali dei ponti mettendo assurdi limiti di velocità a 30 km/h che nessuno rispetta, ma di quali tunnel stiamo parlando?

    • danyel 381
      28 apr 2017 alle 11:54

      Mi aggrego a quello che dice fabio: strade da terzo mondo (vedasi corso Tukory, la strada del Policlinico, il Foro Italico, ecc … ), sottopassi in condizioni disastrose (vedasi quello di via Crispi .. sta letteralmente cadendo a pezzi), segnaletica orizzontale quasi praticamente assente (è un miracolo se abbiamo le strisce pedonali), viale Regione Siciliana abbandonata all’incuria … e si parla di tunnel automobilistico!! Capisco che sognare non costa nulla, però …

  • wert 7
    28 apr 2017 alle 15:28

    Salve volevo semplicemente dare un’idea come dare ai nostri figli/nipoti un parco vivibile dentro la città dove giocare e respirare aria pulita. La strada interrata dovrebbe sostituire quella a raso per non complicare la vita a centri abitati come : Pallavicino, Zen, Partanna. ecc. che non sono poi tanto ampie come si dice,basta vedere l’autostrada la domenica mattina in direzione aeroporto. Per quanto dice il Sig. Daniel mi trova completamente d’accordo all’incuria del comune in merito alla manutenzione delle strade e segnaletica assente, ( vedesse i marciapiedi sotto casa mia divelto dalle radici degli alberi).aggiungo anche, che qui manca del tutto la viabilità con nuove strade e parcheggi. Invece per la pulizia delle strade cittadine,voglio anche ricordare che i materassi è quant’altro accumulati nei marciapiedi la colpa è solo degli incivili. Purtroppo noi palermitani siamo e viviamo di autolesionismo,chiediamo una città pulita,per poi sporcarla…..è poi.poi.poi….ce ne sarebbe da scrivere…..SALUTI

  • Roberto M 2
    28 apr 2017 alle 17:59

    Oppure posare delle gallerie quindi con la possibilità di essere scavalcate con dei riempimenti e transennare la strada. Quindi tratti di strada transennati e passaggi in galleria.

  • sicciaroto 11
    28 apr 2017 alle 20:30

    Scusami,Roberto M.
    Quello che scrivi non è per nulla chiaro .
    Potresti esprimere di nuovo e in maniera chiara il concetto ?

    • Roberto M 2
      12 mag 2017 alle 11:31

      Scavare una galleria è un’opera costosa ed inutile se sopra c’è solo giardino (e poi per chi non lo sapesse sotto la favorita ci sono diversi cunicoli che invece di eliminarli bisognerebbe valorizzarli) basta posare delle gallerie fuori terra e riempirle ai lati creando la possibilità di scavalcarle facilmente dai visitatori del parco ed anche se rimarrebbero dei tratti di strada senza galleria, si potrebbero ben transennare per evitare che visitatori ed animali attraversino.

  • Roberto Palermo 90
    08 mag 2017 alle 1:15

    Ipotesi suggestiva, ma verrebbe da dire: con tutte le opere da realizzare a Palermo, andiamo a fare un tunnel a DOPPIA CARREGGIATA sotto la Favorita? E’ evidente come l’opera sia spropositata dal punto di vista del rapporto costi-benefici, come giustamente ha scritto Huge. E questo sia perchè Mondello è già dotata di arterie stradali più che degne e dimensionate al traffico da convogliare (parliamo di Mondello, non di Los Angeles), sia perchè il PRG ne prevede altre, lato Capo Gallo, che convergono direttamente sulla Circonvallazione.

    A proposito di circonvallazione: il tunnel a doppia carreggiata ci vorrebbe, ma proprio in luogo dell’attuale strada che corre in superficie, almeno nella tratta centrale Einstein-Calatafimi. La spesa sarebbe notevole, è vero, ma i benefici immensi, avendo liberato un’area urbanizzatissima da questa specie di autostrada urbana, il cui impatto ambientale non è degno di una città civile.


Lascia un Commento

Post Correlati