18 mar 2020

Coronavirus | L’appello di un cittadino contro gli incivili e trasgressori


Cari redattori di Mobilita Palermo,  sono uno studente che abita nel quartiere Oreto-Perez-Stazione (e che preferirebbe rimanere anonimo qualora voi vogliate diffondere questo messaggio). Vi scrivo perché proprio non ce la faccio a starmene con le mani in mano di fronte all’ennesima prova di inciviltà che sta dando una parte della gente (non so in altri contesti come sia la situazione) che vive nel mio quartiere.
Dal punto di vista privilegiato (si fa per dire) del balcone di casa mia, tra una pausa di studio per un esame di Storia Medievale per l’Università e l’altra, noto con grande dispiacere che neanche di fronte al pericolo di morte, per sé e per gli altri, il Palermosauro riesce a mettere da parte la sua fiera strafottenza e la sua arroganza (nonché le sue brutte intenzioni e la maleducazione).
Mentre infatti tante persone responsabili fanno di tutto per evitare di contrarre e fare da vettore del virus limitando, con grande sacrificio, i propri spostamenti; altre non si fanno scrupoli ad andarsene, incuranti delle restrizioni attualmente in vigore, in giro e bivaccare per le vie del quartiere. E lo dico con cognizione di causa perché, sebbene solo (e aggiungerei meno male) di vista, è gente che conosco.
Per queste persone l’anarchia sembra essere l’unica regola: c’è chi ha riadattato la fruizione di un MiniMarket a quella di un Bar, per cui ormai è divenuto consueto incontrarsi all’entrata del negozio per prendere birre e bibite in compagnia e magari discutere, con buona pace delle distanze minime di sicurezza, della situazione Covid-19 snocciolando le proprie teorie al riguardo (che vanno dal complottismo al, cito testualmente, “il virus è nell’aria, per(c)ciò se me lo devo prendere me lo prendo pure se sto a casa.
Tanto vale che mi bevo ‘na bella bbirra chi me’ cumpari”); altri passeggiano per l’intero pomeriggio con la scusa del cane o del sacchetto della spesa (semivuoto) per il quartiere salutando a destra e manca ed esibendo entusiasticamente le mascherine (un po’ come si faceva da bambini con le figurine); altri ancora invece fanno la stessa cosa, ma con l’ausilio dei più comodi mezzi a locomozione elettrica.
Ma, devo dirlo, l’apice della demenza si è manifestato durante i flashmob degli ultimi pomeriggi, quando gruppi di giovani e grandi si sono dati appuntamento per assistere insieme alle iniziative fatte dai balconi di alcune vie.
Ciò detto, metto da parte per un minuto la mia ironia per fare un serio appello a chi abbia avuto la pazienza di leggere sin qui: davvero il pianto di un tuo concittadino sulla tomba di una persona cara è il giusto prezzo da pagare per il tuo chinotto o per la tua passeggiata all’aperto? Palermo non può negare se stessa.
La città potrebbe trovarsi (o forse si trova già) alla vigilia di una catastrofe sanitaria, interi quartieri potrebbero presto diventare quartieri-ghetto, ed io sono preoccupato, dal momento che ho tre familiari a forte rischio.
Ci vorrebbero più controlli da parte delle forze dell’ordine e pene esemplari per i trasgressori, affinché il coefficiente di rischio contagio possa ridursi al minimo prima che sia troppo tardi.
La mia speranza è che voi di Mobilita Palermo possiate diffondere l’appello di questo messaggio  e sollecitare le istituzioni affinché si intervenga, e presto, in questo senso. In caso contrario, mi dispiace per avervi scritto tutto questo papello e mi complimento comunque con voi per il vostro attivismo in città. Un vostro Lettore

 


comune di palermoCoronaviruscovid-19inciviliSegnalativirus

64 commenti per “Coronavirus | L’appello di un cittadino contro gli incivili e trasgressori

Comment navigation

  • loggico 485
    22 mar 2020 alle 21:57

    be io ho studiato diritto.. vivo nel diritto.. a livello nazionale e internazionale…mi confronto da vent anni con organismi di polizia di tutto il mondo..
    io ho una conoscenza specifica su come quando e chi comanda e se l uno è o non è subordinato alla decisione di un organo superiore..
    io sono questo…

    ps fatti il tuo è non offendere!!

    • Orazio 1469
      23 mar 2020 alle 7:56

      Bene: e allora sei in grado di capire che il Governo nazionale non aveva né nemmeno ieri ha fatto alcuna disposizione per cui i negozi alimentari debbano essere aperti la domenica (come hai sostenuto tu) , e nemmeno chiusi.

      Il Governo non ha disposto in merito alla chiusure domenicali dei negozi alimentari. La Regione ha deciso di chiuderli. Fine della storia.

      Non è mia abitudine offendere. e non capisco cosa voglia dire “fatti il tuo” quando hai scritto una cosa inesatta.

    • Metropolitano 3916
      28 mar 2020 alle 15:11

      Per far notare (non da parte mia) come sia bassa la qualità istituzionale di questo governucolo grazie a qualcuno intellettualmente onesto che non solo se ne accorge delle lacune, ma si ribella in nostro favore e NON fa finta di accorgersene come invece fanno quei balordi, in primis quella vecchia strega, la mimistra dell’Immigrazione Clandestina; facendolo notare a noi cittadini, gionalisti, forze politiche, forze dell’ordine, etc… Basti pensare che un’automobile carica di francesi passando il confinea Ventimiglia e diretta al sud è stata ignorata dai controlli pure a Salerno e hanno percorso indisturbati tutta la Salerno-Reggio fino a Messina e poi per scorazzare nelle nostre autostrade. LA VERITA’ BRUCIA !!!! COME L?INCENDIO DIVAMPATO GRAZIE A UN GOVERNO CHE HA PRESO LE MISURE RESTRITTIVE TROPPO TARDI ORMAI; IO VOLEVO GIA A INIZIO FEBBRAIO QUESTE MISURE. Siamo stati facili profeti ma non abbiamo noi il timone ovviamente.
      Io sto dalla parte di chi non si nasconde dietro una foglia di fico. Qui non stiamo certo scherzando: Radio, TV, giornali dicono chiaramente che l’emergenza del COVID-19 è una cosa molto seria, in tutta Italia. Chi non rimane a casa non ha capito che espone a rischio se stesso e gli altri. TI RICORDO CHE NON ESISTE UN VACCINO CONTRO IL CORONAVIRUS E I SIEROPOSITIVI ACCERTATI HANNO LA QUARANTENA OBBLIGATORIA. Ci vorranno mesi per il vaccino ancora; intanto #ioreestoacasa ma qualcuno si diverte sotto autorizzazione di quella strega di ministra, che non mi è mai piaicuta e oggi emergono l’incapacità, strafottenza, il pressappochismo e la negligenza e il ritardo arbitrario nell’applicare le leggi. E’ tempo di guardare in faccia la realtà, un sacch’i cristiani stannu muriannu.

  • loggico 485
    28 mar 2020 alle 14:19

    in questo momento non è il caso di fare storie…
    tutti hanno ragione e tutti hanno torto..
    oggi conta solo salvare piu vite umane possibili
    molti han sbagliato a tornare in Sicilia ma molti non avevano alternative..
    bisognava riaprire il cara di Mineo per buona pace di tutti

    • lazarus 30
      30 mar 2020 alle 12:28

      Certo però che sta storia dei francesi diretti a Catania via autostrada in piena emergenza COVID-19 e con tutte le restrizioni adottate è a dir poco fenomenale. Cioè non so se stupirmi per il coraggio di quella comitiva intera facente parte di un’avventura lungo le strettamente sorvegliate (o almeno credo) arterie della nostra penisola fino ad arrivare a Catania, benchè in piena salute; oppure stupirmi per il fatto che hanno eluso i controlli lungo il tragitto di oltre duemila kilometri perfino alla frontiera. Secondo me c’è qualcosa che non va ed è valido il riferimento sulla questione sul Ministero degli Interni che pur avendo fatto le leggi in teoria non le sappia applicare. Secondo me NON LE VUOLE applicare, basti pensare che ancora gli sbarchi delle ONG continuano seppur ridotti per altre motivazioni, tipo la paura da parte delle ONG che i migranti una volta in Italia contraggono il malanno. Questa Ministra non vede di buon occhio la chiusura dei confini e dei porti, neppure in piena epidemia (e questo è male), ANZI, INVITA gli immigrati a venire, malgrado impauriti :-D di essere infettati una volta sbarcati nelle coste italiane. Siamo unici noi italiani e abbiamo un governo di FENOMENI !! In senso negativo intendo. :-(
      Non so cosa ne pensiate voi ma io non mi reputo razzista solo perchè in piena emergenza pandemica vorrei tutti i confini sbarrati, compresi porti ed aeroporti, e controlli a tappeto nelle stazioni dove ci arrivano o passano treni a lunga percorrenza; anzi per il bene di quei migranti non dovrebbero venire comunque se stanno bene, perchè una volta sbarcati in Sicilia potrebbero ammalarsi qui in Italia. E contribuire così a far salire il numero degli infetti in giro per la regione e poi, eludendo facilmente i controlli, pure in Calabria, Basilicata e nelle altre regioni dello stivale. Catania è la provincia più colpita dal coronavirus, vi giuro. Concludo dicendo che i controlli devono essere severi e a ritmo serrato e con costanza efficace. altrimenti non ce ne usciamo più da tutto questo macello, raga.

      • punteruolorosso 2475
        30 mar 2020 alle 17:27

        solidarietà ai cugini catanesi, ho sentito anch’io di quella macchina, di quella renault.
        non conosco i signori che l’hanno portata in sicilia, ho sentito dire che si tratta di una persona di nazionalità argentina e di altre genti europee (francia). i francesi non lo so, ma gli argentini sono nostri amici, hanno una stima enorme del nostro paese e un rispetto che parte dalle loro radici. il signor francesco, che veniva “dalla fine del mondo”, è il vescovo di roma e il pastore dei cristiani. l’albania ci sta mandando degli aiuti, non so esattamente cosa, ma delle cose utili a fronteggiare l’emergenza, che il loro primo ministro ci fa avere come ringraziamento per l’accoglienza dimostrata dall’italia ai tempi della crisi che li ha colpiti negli anni ’80-90. conosco tanti aregntini e albanesi, non c’è popolo più vicino al nostro di quello albanese e non c’è nazione più simile alla nostra di quella argentina.
        e la sicilia chiuda tutto adesso, se sbarcano li si metta in quarantena a mineo o in qualche centro apposito, e finita la quarantena si distribuiscano per l’europa, un po’ noi e un po’ gli altri.

  • Orazio 1469
    28 mar 2020 alle 19:52

    Solo per smentire la falsa notizia postata dall’hater troll: la macchina dei francesi non ha passato alcun confine di stato, si tratta di artisti di strada che erano già da tempo in Campania per lavoro, senza alloggio fisso (dormivano in auto) e sono andati ad Acitrezza ospiti di amici. Sono stati sottoposti ai controlli, sono negativi, stanno bene e stanno a casa senza uscire come tutti noi. Quanto sopra da intervista al quotidiano “La Sicilia”.

      • Metropolitano 3916
        29 mar 2020 alle 21:12

        “meno male” cosa ?? Ma sul serio ancora dai retta a quel saccente che non conosce le regole approvate da poco ?
        Punteruolorosso, Orazio non ha capito na beata m… ,nemmeno come funzionano i provvedimenti e le ordinanze.

        NON SI VA IN STRADA E AUTOSTRADA SENZA UNA REALE NECESSITA’ !!!

    • Metropolitano 3916
      29 mar 2020 alle 21:08

      troll e hater (della democrazia) ci sarai te, ignobile. La notizia è confermata dalle foze dell’ordine che hanno controllato tutti i pendolari dopo che hanno passato il canale. Studia, prresuntuoso, invece di sfruttare ogni occasione per infierire su chi dice la verità spacciandolo per troll !!!

  • loggico 485
    29 mar 2020 alle 16:00

    io immagino che ieri mentre Conte parlava a qualcuno è venuto il voltastomaco…
    il solo pensiero di fare il minimo del minimo del minimo lo ha messo in confusione..
    viri na quali mani siamo stati e saremo speriamo per meno tempo possibile…
    cosaenutile… con la e

  • Metropolitano 3916
    29 mar 2020 alle 21:20

    Conte in un mese ha adottato quattro restrizioni e altrettanti moduli da stampare. La Svizzera ne ha fatto solo uno. Tanto per fare un confronto tra le due competenze.
    Se avessero fatto come volevano i cittadini, ossia prendere provvedimenti al primo impatto ossia a metà febbraio, a quest’ora la curva dei contagi sarebbe calante. Io invece non posso sentire quella strega di Lamorgese che invece di prendere atto dei suoi fallimenti istituzionali se l’è presa con De Luca, il quale avrà l’occasione per mostrare le prove del fallimento della Ministra dell’Immigrazione Clandestina, colei che onorava Schengen con Conte e che ha decuplicato gli sbarchi clandestini.
    Chiudere tutto è da hater?? Beh, non lo ho deciso io, ed è bene che qualche ignorante e presuntuoso lo sappia, invece di divertirsi a insultare l’intelligenza altrui.
    Siamo in pessime mani ! Il peggior governo della storia nel peggior momento della storia. Se le cose migliorano lentamente lo dobbiamo alle forze dell’ordine, alla protezione civile (insultata e odiata da Travaglio pr non so quale strana ragione), ai medici ed infermieri che rischiano serie infezioni, all’OMS, alla Cina, Russia, Albania e tutti paesi non schengen. Ce ne freghiamo dei bond tedeschi e dello spread, PRIMA LA SALUTE !! Poi se restarne o uscirne in UE sul modello hellenico si vedrà. Le polemiche tra di noi mettiamole da parte per ora, amici e rivali.

  • Metropolitano 3916
    29 mar 2020 alle 23:19

    Questo serve a far capire che CHI DIFFONDE VERITA’ NON DIFFONDE ODIO. La verità è quella nei video, nel web, in radio, in TV canale SKYTG24, l”opinione pubblica comune, etc…
    I veri haters sono i nemici della verità e sono fuori dalla realtà, creandosi castelli in aria e avendo paura di cambiare opinione. Se io sto vedendo tutto questo cjhe potete vedere pure voi non posso avere un’opinione diversa da quella di cui dovrei farmi.
    Chi non capisce e trolleggia non merita mie risposte !!!!

  • lazarus 30
    30 mar 2020 alle 12:10

    Posso dire la mia pacificamente ? Come è possibile che in un momento simile si litiga per delle sciocchezze ? Sappiamo di chi è la competenza di tutto questo. Le regioni, anche quelle a statuto speciale sono vincolate dalle leggi fatte da questo governo, ma come ben sappiamo per il momento la palla (detto in termini calciofili) ce l’ha Bisconte (o Conte II) come si suol dire. Loro (Conte e Speranza) già sapevano che l’epidemia qui in Italia sarebbe esplosa ma non si è intervenuti subito per contenerla come hanno fatto altri Stati non facenti parte dell’UE economicamente, e questo per cercare di allontanare il più possibile l’inevitabile, ossia la catastrofe economica e delle borse, lo spread, e la stretta per molte attività, costringendoci comunque a cambiare vita. Dato che appunto era inevitabile era meglio intervenire prima, così a quest’ora saremmo a buon punto sulla gestione dell’epidemia del coronavirus, e non ci sarebbero stati tutti questi contagiati e questi morti consultabili sul sito web http://coronavirus-map.com o https://coronavirus-map.com/ . Guardate a che livelli siamo arrivati. Oltre diecimila morti. E la colpa è stata di chi si è mosso troppo tardi ossia chi c’è in carica al governo per ora. Idem per la Spagna, altro Stato UE con problemi ancor più grossi dello Stato Italiano.

    @Orazio : Metropolitan ha detto cose giuste e se tu lo insulti per averlo fatto lui, lo fai per questioni puramente ideologiche. Inoltre se inizi un dibattito con degli insulti a qualcuno passi dalla parte del torto. La questione è che le leggi si devono emanare, applicare e da parte dei cittadini rispettare. A quanto pare alcuni avevano pure la febbre superiore a 38 come enunciato nel video di De Luca pubblicato da Metropolitano (che ovviamente non lo ha girato l’utente il video), ed è segno che qualcosa non va nei controlli lungo lo stivale da Milano fino a Catania. Io ammiro la sincerità, la serietà, l’assiduità e la severità del sindaco De Luca, invece. E chiariamoci, non so e non mi interessa di quale partito il sindaco ne faccia parte ! Basta con gli insulti, soprattuto a te caro Orazio.

  • lazarus 30
    30 mar 2020 alle 12:11

    Posso dire la mia pacificamente ? Come è possibile che in un momento simile si litiga per delle sciocchezze ? Sappiamo di chi è la competenza di tutto questo. Le regioni, anche quelle a statuto speciale sono vincolate dalle leggi fatte da questo governo, ma come ben sappiamo per il momento la palla (detto in termini calciofili) ce l’ha Bisconte (o Conte II) come si suol dire. Loro (Conte e Speranza) già sapevano che l’epidemia qui in Italia sarebbe esplosa ma non si è intervenuti subito per contenerla come hanno fatto altri Stati non facenti parte dell’UE economicamente, e questo per cercare di allontanare il più possibile l’inevitabile, ossia la catastrofe economica e delle borse, lo spread, e la stretta per molte attività, costringendoci comunque a cambiare vita. Dato che appunto era inevitabile era meglio intervenire prima, così a quest’ora saremmo a buon punto sulla gestione dell’epidemia del coronavirus, e non ci sarebbero stati tutti questi contagiati e questi morti consultabili sul sito web del coronavirus-map ,com . Guardate a che livelli siamo arrivati. Oltre diecimila morti. E la colpa è stata di chi si è mosso troppo tardi ossia chi c’è in carica al governo per ora. Idem per la Spagna, altro Stato UE con problemi ancor più grossi dello Stato Italiano.

    @Orazio : Metropolitan ha detto cose giuste e se tu lo insulti per averlo fatto lui, lo fai per questioni puramente ideologiche. Inoltre se inizi un dibattito con degli insulti a qualcuno passi dalla parte del torto. La questione è che le leggi si devono emanare, applicare e da parte dei cittadini rispettare. A quanto pare alcuni avevano pure la febbre superiore a 38 come enunciato nel video di De Luca pubblicato da Metropolitano (che ovviamente non lo ha girato l’utente il video), ed è segno che qualcosa non va nei controlli lungo lo stivale da Milano fino a Catania. Io ammiro la sincerità, la serietà, l’assiduità e la severità del sindaco De Luca, invece. E chiariamoci, non so e non mi interessa di quale partito il sindaco ne faccia parte ! Basta con gli insulti, soprattuto a te caro Orazio.

    • Orazio 1469
      31 mar 2020 alle 11:02

      Io pubblicamente non entro nel merito delle parole di nessuno, nemmeno quando dentro di me le dovessi disprezzare dal profondo. Posso solo essere d’accordo o meno.

      Però quando qualcuno dice cose false, false restano e non possono passare per vere. Ha detto che quelle persone avevano passato il confine a Ventimiglia. Falso. Quelle persone stavano bene, sono state controllate, non so tu a quali fonti di conoscenza attingi, io attingo all’intervista rilasciata al quotidiano La Sicilia.

      Quanto a De Luca è già stato denunziato per vilipendio alla Repubblica Italiana, la parola di De Luca vale davvero poco, sebbene qualche ragione possa averla, ma passa regolarmente dalla parte del torto.. Si tratta di personaggi che organizzano il caos per far valere le due o tre idee confuse che hanno. Proprio in questi momenti non abbiamo bisogno di gente del genere, abbiamo bisogno semmai di collaborazione. se vuoi ti faccio il quadro reale di quello che accade (realmente) tra le due sponde.

      Ed infine troll ed hater sono parole davvero gentili se rapportate ad un nick i cui insulti sono tutti registrati.

      Comunque Lazarus, ci levo mano… come sempre accade quando non c’è una moderazione, sul web ci si permettono troppe cose… è un problema sociale a ben vedere, ma pare interessi a pochi.

    • Metropolitano 3916
      31 mar 2020 alle 15:05

      :-D Cioè ti rendo conto, lazarus ? A quel miserabile non interessa che un sindaco come De Luca ha fatto tutto questo per il bene e la salute dei cittadini; a lui invece interessa come si rivolge un sindaco in difficoltà a quegli incapaci che glie la creano e che non meritano rispetto perchè prendono in giro gli italiani dal momento che non sanno applicare bene le leggi che loro stessi hanno fatto, e anzi De Luca dovrebbe addirittura onorare questa dittatura rossa senza se e senza ma perfino quando loro stessi non sanno che pesci pigliare (dove sta la meritocrazia allora) ?!?! Poi si lamenta che qualcuno lo “insulta”, ma è tutta questione di maturità. Le sue affermazioni e i suoi punti di vita illogici si commentano da soli e non meritano risposta.

      • lazarus 30
        02 apr 2020 alle 4:59

        Hhmmm, bè. E’ evidente che lui non ha capito l’entità dell’emergenza del CoViD-19, altrimenti non si permetterebbe di dire eresie logicamente palrando. Io mi preoccuperei di superare l’emergenza nel migliore dei modi se fossi in lui e con i sacrifici necessari rispettando la legge. Poi ovviamente le giuste ed efficaci leggi devono andare applicate e non con certi indugi come fanno ‘sti ministri venuti da chissadove, metro …
        Dura lex, sed lex.

  • loggico 485
    31 mar 2020 alle 23:47

    de luca sbaglia bersaglio…
    una cosa è tutelare la salute.. una cosa è ledere la libertà di movimento di un cittadino italiano…
    un solo esempio.. la ragazza che suonava sulla nave da crociera.. ha avuto il benservito dall’ armatore e l obbligo a sbarcare..
    dove doveva andare?
    non avendo un domicilio se non quello di residenza non aveva altra possibilità..
    ripeto bisogna tutelare la salute di tutti, ci mancherebbe, ma nessuno è tornato in Sicilia per piacere, molti non avevano alternative

    piuttosto pensiamo alla nostra città..
    Fra mercato ortofrutticolo e “scoperta” di decine di migliaia di disoccupati ci mancava pure questo signore che spara a zero..

  • Metropolitano 3916
    01 apr 2020 alle 18:33

    Sarà, ma il sindaco De Luca si è dimostrato in questi giorni valevole più di tutti i ministri giallorossi messi insieme. Vorrei avere pure io un sindaco così severo ma sempre democratico. Le regole sono regole !

  • lazarus 30
    02 apr 2020 alle 5:09

    A tal proposito noi a Catania lo chiamiamo SCateno De Luca, perchè può appunto scatenare il putiferio quando ci sono irregolarità mostruose (ed egli fa bene ad essere machiavellico in questo caso, avendo scoperto lacune normative o irregolarità sui controlli lungo le autostrade); ad esempio come mai quella Renault passò inosservata lungo tutto lo stivale fino a Catania ed altri avevano la febbre a 38°, magari positivi al coronavirus; chissà come è finita per quegli ammalati in viaggio. So che se il tampone risulta positivo a dei pendolari, li arrestano oppure multa salata e sequestro del veicolo. Inoltre per mettersi in viaggio serve il modulo compilato e firmato. Li hanno aggiornati ben quattro volte questi moduli da parte dei ministeri, e questo la dice lunga sulle lacune iniziali del decreto, poi dopo un bel po di tempo rinnovato, mentre i contagi nel frattempo sono aumentati ulteriormente. La domanda spontanea è se e quando ne usciremo dall’epidemia.


Lascia un Commento