18 mar 2019

VIDEO ESCLUSIVO | Tram: la nuova linea Balsamo – Giachery (tratta F)


Proseguiamo il nostro viaggio lungo le nuove linee tram con la tratta F che dalla stazione Centrale raggiungerà ilterminal Giachery.

La tratta in questione sarà realizzata in una fase successiva dei lavori e collegherà il terminal esistente presso la stazione Centrale / via Balsamo con il futuro terminal Giachery.

Tra le opere principali la riqualificazione del Foro Italico, dello svincolo di piazza XIII Vittime.

Buona visione e come sempre attendiamo le vostre riflessioni nei commenti.

Appuntamento al prossimo video previsto per venerdì 22 Marzo!


balsamocalacrispiforo italicogiacherynuove linee tramPiazza XIII Vittimeprogetto nuove linee tramtram palermo

12 commenti per “VIDEO ESCLUSIVO | Tram: la nuova linea Balsamo – Giachery (tratta F)
  • punteruolorosso 2022
    18 mar 2019 alle 9:26

    molto bello, non mi piace molto la sistemazione di piazza tredici vittime. ancora passerelle, sovrastrutture ecc.
    secondo me tutto il foro italico, la cala e via crispi andrebbero messi in sotterranea, pedonalizzando le superfici. un’altra cosa da fare, sarebbe il collegamento fra il porto e la circonvalazione da sud-est e da nord-ovest. ci sono idee in tal senso, ma quale di queste sarà veramente realizzata? il problema del traffico sul lungomare sarà accentuato dalla riduzione delle corsie? e con la pedonalizzazione di via roma, come si potrà attraversare la città in macchina? la sola cironvallazione è al momento insufficiente. si è parlato di tangenziali, ma forse andrebbe fatta una strada sotterranea che passi dal porto e si ricongiunga alla circonvallazione sia a nord che a sud. in tal modo avremmo un anello autostradale intorno alla città, servito da parcheggi e mezzi pubblici.

    • belfagor 592
      18 mar 2019 alle 10:57

      Concordo con te . Le tue perplessità sono legittime. Tale progetto, senza dubbio interessante, ha purtroppo molte criticità Per esempio accentuerà l problema del traffico sul lungomare a causa della riduzione delle corsie. Vi immaginata Via Crispi o la Cala a una sola corsia o con le corsie ristrette ? Vorrei ricordare che tali strade insieme alla Circonvallazione ( con tutti i suoi problemi) sono al momento le uniche strade che collegano la parte est con la parte sud della città . Inoltre vorrei ricordare che al Porto arrivano per imbarcarsi o per sbarcare decine di TIR o di altri mezzi pesanti che devono raggiungere le autostrade . Prima di pensare al Tram sarebbe meglio trovare della valide soluzioni per questi problemi. Vorrei inoltre ricordare che il Foro Italico è di proprietà dell’Ente Porto ( anche se è dato in concessione al Comune) che non mi risulta sia stato coinvolto in tale progetto. Francamente utilizzare il prato per fare dei parcheggi sotterranei non è il massimo

      • punteruolorosso 2022
        18 mar 2019 alle 13:51

        appunto, il problema dei tir. si parla ancora di trasferire le merci su termini imerese, ma al momento non c’è niente. l’attraversamento del foro italico è pericolosissimo, lì le macchine corrono perché hanno spazio dopo la strettoia di via messina marine. la fruibilità del mare è messa in discussione da macchine, tir, motorazzi ecc.
        si faccia come in tutte le grandi città, con il lungomare sotterrato.
        e si pensi, appunto, al collegamento col porto.
        @peppe, i sottopassi vanno fatti per le auto, non per i pedoni.

    • moscerino 290
      18 mar 2019 alle 11:07

      Sicuramente un ottimo progetto, ma osservo dei punti critici, che sono:
      A) se la via lincoln si mette a senso unico, succederà che il parcheggio che dovrebbe essere eliminato sulla stessa strada persisterà. – PROPOSTA, lasciare il doppio senso con dissuasore centrale e inserimento di una rotatoria all’incrocio lincoln – crispi;
      B) I parcheggio previsto è troppo piccolo, per l’assorbimento dei picchi massimi in corrispondenza degli avvenimenti che richiamano molto pubblico. PROPOSTA, ingrandire il parcheggio sotterraneo in direzione dell’istituto Padre Messina, facendovi rientrare la risistemazione del porto turistico Sant’Erasmo;
      C) Realizzazione di camminamento sopra linea tram e pista ciclabile con inserimento di spiazzo, bar, giornali e giochi per bimbi, in corrispondenza della villa a mare;
      D) La rotatoria di piazza XIII vittime, come dice giustamente punteruolorosso, è confusionaria. PROPOSTA, va rimodutalata in maniera più semplice, facendo passare il tram sul lato mare della stessa rotatoria;
      E) Realizzazione di un parcheggio multipiano nel tratto di via crispi (entro porto), compresa fra la via amari e la via gerbasi;

  • peppe2994 3301
    18 mar 2019 alle 11:39

    La proposta originaria per piazza XIII vittime, contava su linee disegnate allegramente negli uffici comunali. È chiaro che quando poi si va ad analizzare il tutto con un certo livello di dettaglio, le proposte idiote, qual’era la precedente sono le prime a saltare. Forse le pendenze attuali sono eccessive per il tram, ma nulla vieta un adeguamento,anche solo per il tram e non per le auto, andando a rialzare il piano del ferro rispetto alla carreggiata attuale.

    Poi, divertente la parte finale, quando parla di terminal Giachery in comune con l’altra linea, quando non c’è proprio nessun terminal disegnato. Questa faccenda dei terminal assenti su tutte le linee proposte ha un nonché di inquietante.

    Via Lincoln a senso unico ovviamente non può funzionare, ma questo è un dettaglio che non ha a che vedere con il progetto. Cambieranno subito, come piazza Scaffa, la cui viabilità è stata rivista varie volte.

    Per i perplessi sulla riduzione degli spazi dove passerà il tram, se guardate bene il video, si nota chiaramente come non sia prevista l’eliminazione di corsie, ma una totale rimodulazione degli spazi, quindi il traffico non ne risentirebbe. Non c’è interferenza neanche a piazza XIII vittime.
    Invece sono molto deluso dall’assenza di almeno un paio di sottopassi pedonali in corrispondenza del prato e della Cala. La reputo una mancanza molto grave.

  • filotramviaria 312
    18 mar 2019 alle 13:44

    Io penso una cosa: Gia’ chi sa quanti anni passeranno prima di costruire e attivare la tratte A -B – C; quindi mi pare inutile stare a commentare le tratte successive che secondo me non saranno mai realizzate: gia’ e’ tanto se si arrivano a fare le tratte del primo gruppo (A – B – C).

    • danyel 525
      18 mar 2019 alle 14:24

      si realizzerà meno della metà di quello che viene rappresentato in questi favolosi rendering .. non dimenticate che siamo a Palermo, non in Cina!

      • peppe2994 3301
        18 mar 2019 alle 20:48

        Ma non c’è niente nei rendering ! Come fai a realizzare meno della metà ?
        E’ semplicissima sistemazione dell’assetto di strade e marciapiedi con l’aggiunta di alberi.

        Semmai la cosa a rischio sono i parcheggi, ma niente parcheggi, niente tram, quindi il discorso “faranno la metà” non si porrebbe neanche.

        Riguardate bene i video. A parte la sistemazione di piazza Einstein e lo svincolo Basile, non ci sono opere extra. Cosa devono tagliare ? La tettoia dei terminal ?

  • arenzana 35
    19 mar 2019 alle 0:53

    Nn c’è nessun finanziamento per questa linea e speriamo che mai si realizzi. Basta prolungare la ferrovia dal porto in sotterranea collegandola alla stazione centrale fermando a piazza XIII Vittime, Portosalvo piazza Magione e stazione centrale. Solo così si potrà offrire un servizio efficiente per il centro storico risanando le piazze XIII Vittime e Magione. Riguardo il lungomare va spostato il traffico dei tir.

    • punteruolorosso 2022
      19 mar 2019 alle 8:21

      nel progetto originario dell’anello c’era un treno che risaliva da via lincoln e poi passava sotto via roma, ma ci si oppose perché si disse che sarebbe passato in superficie, e quindi l’anello fu rimpicciolito. tram e anello sono mezzi diversi. se decidessero di prolungare l’anello verso la stazione centrale, al massimo si potrebbe fare una fermata fra il porto e quest’ultima. il tram è capillare e offre molte più fermate. si possono fare entrambi.

  • se68 450
    19 mar 2019 alle 9:00

    A mio avviso il Foro Italico meriterebbe ben altri approfondimenti progettuali, piuttosto che un mero scavo per un parcheggio sotterraneo..L’obiettivo dovrebbe essere quello di avvicinare il mare, ormai perdutamente lontano..
    A Palermo i concorsi di progettazione andrebbero fatti soprattutto per risolvere questi problemi.

  • Irexia 759
    02 apr 2019 alle 20:36

    Questa tratta mi fa sorgere molte perplessità: via Lincoln a senso unico verso il mare (temo che si rischi di dividere la città tra una parte a monte e una a mare di via Roma, come si potrebbe raggiungere il Policlinico da via mare?), il parcheggio sotto il mare verde (consistente in sfabbricidi gettati lì dopo la seconda guerra mondiale, quanta sicurezza rispetto alla impermeabilità dal mare?), le rampe di accesso e di uscita dallo stesso parcheggio e la loro interferenza con il tram (semaforo? Buonsenso?), la piazza XIII vittime (definita da chi mi ha preceduto, “confusionaria”), nonchè la passerella sopra questa che dovrebbe collegare la città al sito archeologico…
    A piazza XIII vittime non si potrebbe pensare al binario unico in modo da far passare il tram sul lato mare e mantenere la rotonda così com’è per le auto? Tra l’altro verrebbe così mantenuto l’intento di pensare il tram come una barriera tra le auto e lo spazio a mare.
    Il rapporto tra città e sito archeologico si può instaurare in primis grazie a indicazioni che rendano il castello ben visibile, non capisco in che modo una passerella sopraelevata renderebbe fruibile l’area dedicata ai Caduti nella lotta alla mafia (x metri sottostante…). Ma anni fa non si parlava di un abbattimento del palazzo Orogel nonchè del trasferimento del mercato ittico altrove?
    Dal rendering non vedo l’ingresso al porto che attualmente è interessato dai lavori: è forse destinato ad essere abolito? Quindi da dove si entrerà/uscirà, dall’attuale accesso dei Tir?


Lascia un Commento